18 marzo 2009

I problemi finnici si ripercuoteranno in Italia?

A fine Febbraio scrissi un articolo sul nucleare. Qui il link.
La tecnologia di queste centrali che si vuole costruire nel nostro Paese, è la stessa della mega centrale finlandese (sarà la più grande nel mondo) in costruzione a Olkiluoto
. E' molto famosa perchè è un'opera faraonica, ma guarda caso, in Italia pochi ne parlano, forse per i suoi effetti collaterali e per via dell'implicazione della Francia, nostra alleata atomica che, probabilmente o sicuramente, deve rifarsi delle ingenti spese delle ricerche scientifiche, vendendo all'estero la sua tecnologia per ammortizzare.

I finlandesi possono scordarsi il mito dell'energia atomica a basso costo: vi sono clamorosi ritardi nella costruzione ed aumenti di prezzo. Come giustamente afferma l'autore del blog "mondo elettrico", "i KWh che questa centrale produrrà costeranno molto cari visto che il costo della centrale è lievitato in pochi anni dai due ai tre miliardi di euro, più o meno quattro volte il costo di una centrale a gas metano a ciclo combinato di pari potenza".

Qui sotto un breve calcolo, magari non perfetto, di un certo Giuseppe Leone. Calcolo che ha lasciato nei commenti del blog "Parco dei Nebrodi".

4 centrali da 1,6 gigawatt costo: €20 miliardi

Potenza complessiva: 6,4 GW.
Consumo acqua dolce: 10.000.000 circa di metri cubi al giorno.
Costo Uranio: decuplicato dal 2001 al 2007.
Scorie complessive: 120 tonnellate l'anno da stoccare.
Durata scorie: 1.000.000 di anni circa
Completamento centrali: Entro il 2030.
Picco dell'uranio previsto: anno 2050-2070 (stima)
Confronto nucleare-eolico: (stime pessimistiche costo eolico)
1 centrale da 10 MW costa da 8 a 13 milioni di euro
1600 mw (come una nucleare) 2080000000 per 4 = € 8320000000.
In breve a parità di potenza erogata:
Nucleare € VENTI MILIARDI circa, più scorie e smantellamenti vari e consumi idrici.
Eolico € NOVE MILIARDI circa.

L'accordo fra Italia e Francia è stato stipulato fra Enel ed Edf, ricordate? Bene, chi parla di sicurezza può benissimo cucirsi la bocca. Ecco qui un elenco di recenti incidenti in una sola centrale nucleare francese dell'EDF, sita a Civaux.


Essendo quello finlandese l'unico impianto con tecnologia EPR (la famosa 3^ gen.), assieme a quello in costruzione in Normandia, è impossibile pronosticare la data del completamento di una centrale in Italia. Io mi ricordo che, durante le elezioni, Berlusconi et similia, parlavano di quarta generazione, quella che non produce scorie o solo in quantità limitata. Ora, invece, si è tornati a sognare la terza, la quale costa moltissimo, non fa risparmiare e, come conseguenza, continua a lasciare dannose scorie. Secondo Legambiente queste sono da 4 a 11 volte più pericolose, siccome il combustile è un mix fra uranio e plutonio. E' cosi difficile invece parlare di autonomia? Obblighiamo e obblighiamoci a migliorare le nostre case, a consumare di meno e a metterci pannelli in ogni dove, caspita!
Questo dato di Legambiente l'ho tratto dal sito "AndriaLive.it". Molto interessante il prosieguo, in cui ci si chiede se c'è una impellente necessità di abbattere i costi dell'energia che acquistiamo, perchè puntare sul nucleare se, forse, la prima costosissima centrale sarà attiva nel 2020 (ripeto, forse, siccome in Finlandia per avere l'autorizzazione alla sua costruzione ci son voluti 4 anni, senza alcun problema di referendum abrogativo da abrogare a loro volta)?

Vediamo la più stretta attualità finlandese. Diatribe fra l'azienda francese Areva e la finlandese TVO. La prima chiede risarcimenti, causa ritardi di adempimenti, per 2,5 miliardi di euro. TVO invece ne chiede 2,4. Prima scrissi dell'aumento del costo della nuova centrale che da 2 sarebbe passata a 3 miliardi. Probabilmente è un vecchio dato, infatti il prezzo che leggo nel sito di Rai News 24, in una notizia del 5 marzo 2009, è pari a 5,7 miliardi. All'aumento del costo, solo di costruzione, che i cittadini della Finlandia dovranno subire, si aggiungono le 2100 non conformità rilevate dall’Autorità di Sicurezza Nucleare finlandese
.

Qui, su LifeGate.it, un breve riepilogo delle centrali nucleari in costruzione nel mondo con, nell'ultima parte dell'articolo, l'affermazione che la centrale finlandese sarà un test per il futuro politico europeo.

Nessun commento: