30 dicembre 2017

LA7 censura Pozzetto

Incredibile, anzi, scandaloso: LA7 di Urbano Cairo censura Renato Pozzetto.

Ovviamente non si tratta di una censura a sfondo politico contro un dissidente.

Si tratta semplicemente dell'eliminazione di una sua famosa esclamazione: "EH LA MADOOONNA!".

Ieri sera, infatti, questo canale tv ha trasmesso il film del 1985 È arrivato mio fratello.

Nella scena della fioraia, Pozzetto dice proprio quella frase alla vita delle tettone della signora, seguita da quest'altra frase: "Anna, sono io che non ti desidero più".

Ieri sera, invece, ho sentito dirgli solo la seconda frase! Come mai?

26 dicembre 2017

La stupidità dei cubani durante il natale

Non lo sapevo! I cubani per festeggiare il natale si ritrovano per strada a sparare razzi assurdi, fuochi artificiali veramente.. infuocati.

Ogni quartiere sfida quelli vicini e la gente sta vicinissima ai razzi e si mette anche a suonare.

Dei pazzi allucinanti.

Ogni tanto l'evoluzione colpisce gli stupidi che vengono falciati dalla Signora Morte.
L'altra notte, infatti, sono morti 39 stupidi razzomani cubani.

Odio verso i The Giornalisti. Fregatevene di sto gruppettino del cazzo

Stavo leggendo delle polemiche sui The Giornalisti, sull'ormai tristemente famoso "odio online" verso i personaggi famosi e in questo caso verso i cantanti.

A me sinceramente dei TG non frega nulla, non provo nè odio (parolone!) nè ammirazione. A pelle, il frontman mi sta solo un po' sulle palle per via del barbone e soprattutto dello sguardo abbastanza vuoto e supponente coi quali (barba+sguardo) vuole darsi chissà quale aria maledetta. L'aria da figo maledetto alla Jim Morrison o anche alla Kurt Cobain ce la puoi benissimo avere, ma devi avere qualcosa da dire. Ovvio che se poi scrivi Riccione e la canzone di natale di radio JayJay sei ridicolo.

Lui giustamente dice che non ha senso questo "odio", forse la gente è invidiosa che lui sta avendo successo, anche perché ha scritto pezzi per altri "artisti", ecc.
Effettivamente ad alcuni può dare fastidio, in un'epoca in cui i giovani se la prendono sempre nel culo nel lavoro e di conseguenza in famiglia e nei rapporti affettivi-sentimentali-sessuali ("Chi non lavora non fa l'amore"), che qualcuno invece riesca a fare soldi stando sempre sulla breccia dell'onda appena spara due scoregge. Però tant'è. Cioè, chissenefrega se Tizio ha successo. Lo sappiamo benissimo che il popolino ascolta stronzate. Pensate a BabyK o come diavolo si chiama. Pensate che lanci messaggi profondi. Pensate che lei stringa le meningi per tirare fuori testi profondi o complessi con rimandi a qualche poeta maledetto del passato? Pensate che i suoi videoclip e di altri non siano facili costruzioni di un mondo plastificato pieno di robaccia nuova e gente sudata che ansima? Solite cose perchè alla gente piace divertirsi pensando a niente.

Vi lascio con questo bellissimo pezzo e video dei The War on Drugs, così, tanto per farvi capire la differenza tra una cosa bella e le nostre stronzatine:

25 dicembre 2017

Credere è da stupidi. Siamo figli di una SCOREGGIA!

Secondo antichi calendari che, senza alcun senso logico (ma solo teologico), imposero la creazione della settimana con 7 giorni come da biblica prassi, e che poi modificarono gli anni partendo da una presunta nascita di Gesù Cristo, oggi sarebbe il 25 dicembre 2017, dunque sempre secondo questa massa insulsa, oggi sarebbe Natale, il giorno della Natività. Festa religiosa che, guarda caso, prese il posto della festa pagana del Sol Invictus, perché, come al solito, i cristiani hanno sempre pensato bene di sfruttare credenze e costruzioni altrui per imporre il loro credo.

Tutto al maiuscolo (Natale e Natività), perché si parla della nascita del Gesù Bambino Redentore Salvatore ecc., ecc., ecc.

Chi crede a Gesù detto il Cristo, chi si professa religioso, ecc., si crede molto buono, oltre che illuminato, ovviamente dal Signore (e anche qui è obbligatoria la fatidica maiuscola).

Oltre a non essere buoni e illuminati, i credenti sono pure stupidi.

Andiamo (brevemente) con ordine:

i credenti non sono buoni, infatti quando pensano agli altri, badano in realtà ai propri interessi come quasi ogni essere umano (credete o no). Una regola non scritta recita che se si vuole ottenere qualcosa, bisogna prima dare/donare. Ogni regalo e donazione è praticamente un mero investimento.
Non sono buoni anche per un motivo ben più grande: i cristiani, specialmente i cattolici, sono dei veri e propri odiatori storici di massa. Hanno sempre odiato tutti quelli diversi o leggermente diversi da loro. Chi non era stupido come loro, veniva zittito, imprigionato e dato alle fiamme. Nello scorso secolo i catto-nazisti hanno dato alle fiamme milioni di ebrei, oltre che diversi comunisti, zingari e omosessuali. Chi inventò i ghetti ebraici? I cristiani! Chi decise di invadere ogni zona del mondo convertendo le genti, anche con la forza? I cristiani! Ecc., ecc.;

i credenti non sono illuminati. Loro si sentono i figli del Signore, si sentono guidati da lui. Vivono nell'illusione costante di essere sempre nel giusto e di avere davanti a sé un infinito futuro radioso dove la loro anima sarebbe libera dal corpo "galleggiando" e/o vagando e/o rompendosi le palle nel Paradiso. Ma come? Prima elogiano Dio perché li ha fatti nascere (?) e poi non vedono l'ora di diventare solo anima. Qua entriamo già nella stupidità, l'avrete sicuramente notato;

i credenti sono stupidi perché pensano che Gesù Cristo sia figlio di Dio e allo stesso tempo il Signore stesso sotto altre sembianze, che si sarebbe fatto uomo per aprirci le pote del Paradiso perché.. prima avrebbe pensato bene di creare di sua spontanea volontà due umani peccatori, dai quali noi tutti discendiamo (ceeerto), a causa dei quali siamo tutti quanti noi dei peccatori. E non peccatori da 2 soldi. No, no, peccatori giganteschi, perché Adamo ed Eva non rispettarono l'ordine del Signore di non mangiare una mela! 

Questo passaggio ci fa capire perché la religione (finalmente una minuscola!) sia importante per il nostro sistema che perdura da decine di secoli: impone una fortissima gerarchia che vediamo in ogni situazione, ad esempio a casa, a scuola, in caserma, negli ospedali, negli uffici, anche nello sport, dappertutto insomma, eppure non è certo l'unico modo possibile per vivere insieme. Io ad esempio non sopporto ricevere e dare ordini, eppure sono un essere umano come tutti questi stupidi schiavi mentali.

Un'altra schifezza e stronzata megagalattica legata alla religione, non solo quella cristiana, riguarda la monogamia che è totalmente innaturale sia nel mondo umano che animale (il 10% dei neonati sono frutto di relazioni extraconiugali, ma questo dato ufficiale può essere, per ovvi motivi, ben più grande), e il valore della verginità che gli è strettamente legato, sbandierato ahimé non solo dai preti e dalle suore, bensì anche da tante ragazze "normali".
La monogamia non potrebbe non andare a braccetto con la verginità, perché nessun maschio, specialmente prima della scoperta del DNA e relativo esame, si sarebbe mai messo con una femmina non vergine, correndo dunque il rischio di dover mantenere figli di altri maschi. La verginità è un fatto che interessa solo i maschi, che non a caso sono i perpetuatori delle religioni patriarcali come appunto è quella cristiana in tutte le sue sfaccettature (cattolica, protestante, ecc.).

PS: prima di noi la Terra, la galassia e l'Universo passarano MILIARDI di ANNI in tutta tranquillità.
Altro che Dio e figli di Dio. Siamo figli di una scoreggia e infatti viviamo, in proporzione all'età dell'Universo, il tempo di un peto!

23 dicembre 2017

Fosse andato in galera non sarebbe morto

Qualche giorno fa è morto l'ex ministro di "centro"-destra Matteoli, grande amico di Re Silvio.

A settembre venne condannato ad un bel numero di anni di galera nel processo MOSE di Venezia.

Beh, che dire, fosse andato in galera ora sarebbe ancora vivo. Certo, dentro 4 mura belle strette, però vivo.

Purtroppo la giustizia è lenta e la sentenza di primo grado è arrivata 3 anni dopo l'inizio del processo.

FONTE: Wikipedia
"Il 14 settembre 2017 in primo grado Matteoli e Cinque vengono condannati a 4 anni di reclusione per corruzione.[19]"

6 dicembre 2017

GLIFOSATO: Europa schiava della GERMANIA

Alla faccia della democrazia: l'UE continua a non vietare il pericoloso glifosato nonostante alcuni Stati come l'Italia e la Francia ne siano contrari, al pari di alcune analisi imparziali (ci sono alcuni centri che si sono bevute le informazioni donate loro dalla Monsanto..)

Come mai continua a imperversare in Europa? Semplice! L'UE non lo vieta (forse) perché la Bayer (tedesca), avendo acquistato la Monsato, è divenuta la produttrice leader di Roundup, il cui principio attivo è appunto il glifosato (ma non viene usato solo dalla Bayer, essendo dal 2001 divenuto di libera produzione).

"Il glifosate, principio attivo di Roundup®. www.glyphosate.eu. Il glifosate è una molecola della famiglia degli acidi aminati, scoperta da Monsanto all'inizio degli anni '70. È costituito da un aminoacido, la glicina e da una molecola di acido fosfonico unite tra loro da un ponte di azoto. La sua formula chimica è: C3H8NO5."

Inoltre:

"In un rapporto ISPRA relativo agli anni 2011 e 2012 ed elaborato sulla base di dati provenienti dalle Agenzie Regionali per la Protezione dell'Ambiente (ARPA) e delle corrispondenti agenzie provinciali (APPA), il glifosato viene definito come uno degli erbicidi più utilizzati nell'agricoltura italiana[7]. Secondo dati parziali dell'Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente del Veneto (ARPAV), ad esempio, si sa che nel 2007, nella sola provincia di Treviso sono stati impiegati 55.000 chilogrammi di Glifosato e 8.000 chilogrammi di Ammonio-Glufosinato."

"Scrive Le Monde[10]
« "[...] il glifosato non è cancerogeno. Arrivano a questa conclusione gli studi delle più grandi agenzie di regolamentazione [...] : l'Agenzia di protezione dell'ambiente (Epa, negli Stati Uniti, e in Europa l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) e l'Agenzia europea per le sostanze chimiche (Echa). È stato necessario aspettare il 2015 per vedere l'Iarc, un'altra organizzazione, arrivare alla conclusione opposta. Come si spiega questa [...] differenza di valutazione? Gli osservatori indicano soprattutto un motivo: le agenzie si sono basate sui dati forniti dalla Monsanto, mentre l'Iarc non ha avuto accesso a quei dati. In altre parole, la decisione favorevole al glifosato è per lo più basata sulle conclusioni dell'azienda statunitense". »"

PD: i furbetti del Carnevale di Viareggio

Il governo vuole concludere la legislatura in bellezza.

Sentite questa:

il senatore PD Andrea Marcucci ha chiesto, ed è poi stato approvato, un emendamento per concedere ben 2 M I L I O N I  di E U R O all'A N N O al Carnevale di Viareggio.

Motivazione: riconoscimento per manifestazioni che contribuiscono in modo rilevante al boom turistico.

Ma se c'è già questo boom, che se ne fa di questo ben di dio? Niente!

Invece se ne fa, eccome se se ne fa, infatti la sorella di questo simpatico omino piddino, è nientepopodimenoche... la presidente della FONDAZIONE DEL CARNEVALE DI VIAREGGIO, tà tààààà!!!!!!!!

Se volevano far dimettere la Raggi per la nomina del fratello di Marra, in questo caso proporrei la ghigliottina AH AH AH Farabutti!!!!!!!!!

3 dicembre 2017

IL SALVINISMO DEL TG1 DEL 3 DICEMBRE 2017

Da sempre il TG1 ama censurare piccoli particolari. Forse è un modo studiato ad hoc per far vedere alla massa la realtà in una maniera distorta, come per guidarla verso certe posizioni.

Questa sera (3 dicembre 2017), ad esempio, ho notato quanto segue:

durante il servizio su papa Francesco (se non fosse un religioso - sono ateo - , per me sarebbe un vero idolo!), hanno omesso di menziona ciò che ha detto sul Bangladesh, ovvero che pur essendo piccolo, ospita ben 700.000 profughi;

durante il servizio sul carabiniere toscano accusato di aver appeso nella sua camerata una bandiera tedesca del 2° reich, usata in questo periodo dalle bande neo-naziste europee, ha sì menzionato il poster ritoccato di Salvini, dimenticandosi però di dire in cosa consisteva questo ritocco, questa elaborazione: Salvini, infatti, veniva ritratto con in braccio un'arma;

durante il servizio sul pestaggio avvenuto ieri sera a Milano, ad opera di una decina di giovani nord-africani, si è dimenticato di specificare che la vittima, ovvero la guardia del McDonald's, aveva/ha origini albanesi. Senza specificare questo particolare, ecco che la massa se la sarà presa ancora una volta alla grande contro tutti gli stranieri extracomunitari, generalizzando. Specificandolo, invece, gli spettatori avrebbero potuto fare 2+2 e capire che non è certo la provenienza a dirci se una persona è brava o pericolosa.

2 dicembre 2017

IL MURO DI MONACO DI BAVIERA

In un quartiere alto borghese di Monaco di Baviera, tempo fa, venne costruito un muro per separare questa zona da un sito adibito ad accogliere dei profughi africani.

Giustamente ogni costruzione ha dei confini, dei muri, ecc., ma questo muro è veramente grande.
Specialmente ora, dato che lì dietro ci vivono in realtà qualche decina di donne con i figli e basta.

Forse è una situazione imbarazzante per i tedeschi e l'Europa, perché quel muro può ricordare quello famoso di Berlino, facendo credere alle persone che dall'altra parte ci sia qualcosa di pericoloso.
In realtà ciò che che risulta essere imbarazzate è la quantità e il livello dei commenti che ho appena trovato nel sito del giornale Il Fatto Quotidiano:

Luca (abbonato digital): "Se come dice l'articolo sono profughi devono essere i benvenuti e di non avere muri, ecc. Ma se invece queste donne e madri sono altro e abusano del nome di profugo senza rispetto per chi lo è davvero, non ci vogliono muri, ma rimpatri".

Questa persona tenta di sembrare altruista, accogliente, poi incappa in un ragionamento logico che parte dal preconcetto che chi viene ospitato è in molti casi un finto profugo e si fa paladino dei poveri cittadini tedeschi che vengono così fregati. Allucinante. Ma sono così tanti i finti profughi? Stabilisce lui chi lo è davvero e chi per finta?

HoratioKitchener: "Non contenta di sfasciare l'italica penisola saturandola di clandestini, la sinistra sinistrata nostrana va a fare la morale anche in casa d'altri. Avanti così, vedrete fra un po', altro che CasaPound".

Esasperata70: "A me sembra che tutta la stampa italiana sia a 90° pro immigrazione a.k.a. pro invasione dell'Italia. Non si può proprio smettere con questa stampa tutta pro clandestini?
Quando inizieranno a rimpatriarli questi clandestini, con nessun diritto al mondo di entrare nei paesi europei, dove non muoiono di fame perché vengono impiegati i soldi dei cittadini per sfamargli e dargli una casa. Questi soldi dovrebbero venire impiegati per migliorare le scuole e i servizi ai cittadini a cui sono stati tolti, non a far invadere illegalmente il loro paese e continente".

Soliti vaneggiamenti sconclusionati: tutta la stampa non direi proprio. Il Giornale e Libero, tanto per dirne due famosi, sono contro e sono super allarmistici, sono proprio due fucine della disinformazione. Questo articolo, poi, non è pro o contro, semplicemente racconta di un fatto strano e delle esternazioni di tedeschi che un po' si vergognano di questo muro. Inoltre non sono clandestini, ma profughi, rifugiati, altrimenti il governo tedesco non avrebbe costruito un posto per loro.
Non penso proprio che la Germania, ma anche l'Italia, fornendo sussistenza ai profughi, non abbia soldi per le scuole. Da decenni le scuole hanno bisogno di una bella ristrutturazione, ma ciò non avviene. Colpa degli immigrati? Direi proprio di no. Infatti i soldi per le autostrade, il TAV, inceneritori, F-35, missioni militari, soldi dati ai miliziani libici, ecc., ci sono eccome!

Senzasconti: "Lo proporrei come patrimonio dell'Unesco".

Eliseo Paganin: "Purtroppo gli stranieri che arrivano ogni giorno in Italia ed Europa sono TROPPI, il problema dell'accoglienza si somma con la devastante crisi economica che ha messo in difficoltà un'enorme quantità di famiglie italiane ed europee".

Non capisco proprio cosa centrino i problemi di alcune famiglie (io sinceramente di gente con le pezze al culo non ne conosco, e non abito certo in centro o in collina o al lago) con i soldi che l'Italia e l'UE ha e che vengono spesi per l'accoglienza, così come vogliono leggi internazionali per aiutare i profughi. Di devastante crisi economica non si può parlare perché il PIL è in crescita e un po' anche il numero degli occupati. Non siamo mica nel 1945. E neanche nel 1946. Ogni volta che esco di casa vedo gente con SUV, auto nuove, vedo ristoranti pieni (giuro, e non mi chiamo Silvio), vedo tanti turisti italiani e stranieri. Dai, per favore, un po' di serietà. Di soldi ce ne sono veramente tanti!
E poi con così tante cose da tagliare (vedi il mio elenco di prima), perché voler basare i tagli solo sull'accoglienza? Qua c'è un vero e proprio problema di odio verso il prossimo sconosciuto e diverso.

Flecker22: "La peggiore colpa di chi ha incentivato questi flussi migratori è di avere reso dei cittadini pacifici, delle persone che ora hanno paura. Vedo molte persone cristiane stufe di dover subire perché così ha deciso l'Europa. Guardate che qui il razzismo non c'entra nulla: semplicemente stanno facendo emergere quel lato umano che poco piace a noi stessi ma che facciamo emergere per autodifesa. Avendo avuto brutte esperienze, quel muro lo capisco benissimo".

Ma subire cosa? Fossero 800.000 i profughi in Italia come dice Salvini, ma sono 130.000. Io vedo diversi neri, ma nessuno di loro mi estorce soldi con la forza (a differenza di quel che fanno tanti mafiosi meridionali anche al Nord) e nessuno di loro entra a casa mia (a differenza di ladri italiani, slavi, rumeni e rom). Certo, molti africani spacciano, ma non sono dei violenti e comunque esistono perché tanti italiani vogliono drogarsi. Non volete i pusher? Bene, dite ai vostri figli della merda di non ubriacarsi e drogarsi! Molto semplice.

Iddu: "Macché vergogna, semmai è il muro della sicurezza, ed è pure troppo basso e troppo corto. Siccome i migranti sono un problema, è giusto che si prendano misure adeguate".

Ah ah ah, eh sì, adesso sì che non ci saranno più reati!

1 dicembre 2017

GENTILONI AMICO DEI LIBICI ASSASSINI

Il nostro amato premier Gentiloni si vanta del minor numero di migranti arrivati in Italia dall'Africa, in particolare dalla Libia.

Peccato che i fondi stanziati dall'Italia per l'Africa, non siano finiti agli enti europei o africani o internazionali che siano, per aiutare i poveri e i perseguitati politici, bensì nelle mani dei libici e milizie affini! Ovvio che se li paghi, questi criminali si azionano per bloccare le partenze e mangiare alla grande coi loro centri di detenzione ILLEGALI, dei veri e propri LAGER.

Denuncia choc degli avvocati dei profughi che accusano l'Italia di aver consegnato soldi ai libici che torturano e uccidono, violando le norme nazionali e internazionali.

L'ONG Sea Watch è stata attaccata dalle motovedette libiche, quelle cedute dalla GDF italiana alla Libia, per poi picchiare i migranti.

GENTILONI e l'ITALIA PIDDINA è complice dei CRIMINALI LIBICI!!!

Zeid Radda Al Hussein, alto commissario dell'ONU per i diritti umani: "Il patto dell'UE e dell'Italia con la Libia è DISUMANO".

MSF: "La regola di Minniti secondo cui è vietato il trasbordo dei migranti da una nave all'altra delle ONG, rende i salvataggi più difficili. E se gli sbarchi sono calati non è a causa di questo codice. Si è voluta attirare l'attenzione sulle associazioni. Intanto si impostava una politica di collaborazione con i libici di un cinismo incredibile!".

Fonte: La Stampa, novembre 2017, articoli "L'ombra del pressing di Parigi per dettare l'agenda a Tripoli" e "I soldi destinati al Fondo Africa usati per le motovedette libiche".

30 novembre 2017

IL PRESEPE A SCUOLA: la deriva CATTOFASCISTA di Orbassano

Il Comune di Orbassano, paesuncolo periferico torinese, conosciuto più per i suoi tamarri schifosi che per altro, ha pensato bene di OBBLIGARE le SCUOLE PUBBLICHE a costruire il presepe cristiano perché.."Ogni politica dell'accoglienza non può essere fondata sulla rinuncia dei propri simboli".

Queste tristi persone di centro-destra, che ha la maggioranza, parla di propri simboli e propria tradizione, di tutela della nostra cultura.

Peccato che sia lo Stato italiano che la scuola pubblica italiana siano istituzioni laiche, ovvero non confessionali. Non possono perciò promuovere alcuna fede religiosa a discapito di un altra.
I simboli, la tradizione e la cultura di cui questi loschi figuri berlusconiani o filofascioleghisti, sono cose che appartengono solo ad alcune persone. In Italia, infatti, tra la popolazione autoctona italiana, ci sono MILIONI e MILIONI di atei, agnostici e anticlericali (qualcuno ricorda Margherita Hack? O l'ancora vivente Piergiorgio Odifreddi?), per non parlare di ebrei (i quali, nel caso questi tizi non lo sapessero, pensano che Gesù Cristo debba ancora comparire sulla Terra), buddisti, musulmani (sì, ci sono italiani convertiti a queste religioni) e anche di protestanti, che quindi sono in perenne lotta col cattolicesimo.

Il presepe, al pari delle preghiere, del crocefisso, ecc., appartengono solo a chi ha la sfortuna di CREDERE.
E da che mondo è mondo, credere, ovvero essere dei creduloni, non è certo una grandissima qualità, essendo infatti sinonimo di dabbenaggine e stupidità. Una persona che crede per partito preso, senza ottenere alcuna prova e che ripete a memoria frasi ripetute a loro volta a memoria da milioni di persone prima di lei, è davvero una persona dotata di poco cervello.

Penso che nessuna persona, per natura, immaginerebbe mai tutte le varie "storielle religiose" che vengono raccontate ai bambini in chiesa e in altri posti. Sono storie veramente assurde che servono a perpetuare il potere temporale dei cattolici ponendo alla base della società il monoteismo e la monogamia, i cui concetti hanno plasmato la società, penso ad esempio all'unico dio che nella versione terrena quotidiana rivediamo nel premier, nel capitano, nel direttore che ci comanda e punisce e che qualche anno fa vedemmo nelle figure del duce e del fuhrer (praticamente penso che il monoteismo aizzi il popolo nel cercare e trovare un salvatore della patria impossibile da destituire, alla faccia dell'uguaglianza). Oppure penso alla monogamia, altra forzatura innaturale imposta dalle religioni patriarcali (nate cioè dalle fertili e malate menti dei maschi) per obbligare le donne a fare figli solo per un uomo ben preciso (da qui ecco il divieto dell'amore/sesso libero, la nascita del tradimento, del peccato e anche ovviamente della prostituzione che non esisterebbe in un mondo privo di coppie).

La religione monoteista è servita a plasmare la società, punto e basta. Non c'è alcun sentimento, alcun amore eterno di un dio onnipotente, bla, bla bla. Fu ed è solamente un gioco di potere di menti malate!

Io non credo, non voglio credere e sono naturalmente impossibilitato a credere!

Perché milioni di bambini devono sottostare a questa ignoranza e tortura psicologica?
Ricordo che quando da bambino andavo a catechismo, a casa poi avevo paura che, ad ogni mio piccolo dispetto o addirittura rumore (tipo tirare lo sciacquone di notte) comparisse dio desideroso di punirmi. Purtroppo è così, la storia delle religioni è composta da una serie di punizioni infinite, alla faccia dell'ammmoooore di dio e di tutte le altre STRONZATE GIGANTESCHE che questi cattofasciocapitalisti vogliono propinarci da sempre.

PS: l'opposizione, ad Orbassano, ha proposta la promozione di eventi per fedi diversi da quella cattolica (o cristiana? boh). Ovviamente la maggioranza fascistoide ha risposto con un secco NO.
Ovviamente l'opposizione non sa minimamente cosa siano l'aconfessionalità e l'ateismo.

SALVINI SENZA FRENI DIFENDE I NAZISKIN

Matteo Salvini non riesce proprio a stare zitto. D'altronde il suo lavoro è basato sull'apparire aprendo costantemente le fauci.

Stavolta ha avuto così tanto pelo sullo stomaco da riuscire a difendere l'invasione nazi-fascista nella sede comasca di un'associazione antirazzista. L'ha definita INELEGANTE.

Ecco, l'avessero compiuta un gruppetto di rom, avrebbe minacciato tutti quanti di scendere in strada coi carri armati!

FORUM e le sue stronzate poco credibili

Forum è una fucina di balle. Da anni tante persone pensano che i contendenti siano attoruncoli di serie D e infatti è proprio così. In un social ho trovato una ragazza che qualche tempo fa partecipò a questa trasmissione, non so se in veste di accusata o accusatrice. Peccato che come da lei stesso ammesso, non si trattava di una vera causa, ma di una messinscena realistica. Certo, tutte queste cause, essendo realistiche, trattano cose che possono riguardare la massa da vicino, ma è finzione e ciò non viene mai detto!
Inoltre, è mai possibile che le cause debbano durare così a lungo? Questo è un trucco per tirarla lungo e per far "pensare" le persone a casa solo su quella data stronzata.
Infine, come mai da un po' di anni a questa parte, le cause trattano solo temi famigliari come litigi e contese e tradimenti tutti interni alla famiglia?
Una volta, ai tempi del giudice Santi Licheri, non si alzava certo la mira, ma perlomeno si andava oltre i problemi privati di coppia e si parlava di problemi condominiali. Restano pur sempre delle esimie cazzate per genta media senza cervello, cuore e fantasia, ma almeno sono un po' più importanti dei vari tradimenti irreali, come la causa di stamattina dove una signora si sarebbe addormentata con dei sonniferi, perché depressa, con la migliore amica che nel frattempo si sarebbe intromessa nel letto del marito per farci sesso. ahaahahaha hahahaha aaaahhahaha
Invece ieri c'era una povera famiglia del Sud Italia che ha portato in "tribunale" la giovane figlia migrata a Milano dove fa la bella vita (non si sa come abbia fatto, ma così è, sarà una miracolata di Silvio o di Renzi?), rea di non cagarli più di striscio. Il bello è che lei recitava la parte della tipa constantemente acida, incazzosa e menefreghista. Classica meneghina capitalista. ahah ma daaaai!

29 novembre 2017

Invasione nazista a Como

Oggi uno sparuto gruppo di nazisti skinhead veneti ha pensato bene di entrare nella sede di un'associazione antirazzista di Como. Per fortuna non è stata adoperata alcuna violenza fisica, bensì quella psicologica. Infatti i naziveneti hanno obbligato i presenti ad ascoltare le loro farneticazioni nazionaliste e razziste, incentrate come al solito sulla patria.

Le mie domande sono due:

1 Cosa è la patria. Perché molti le danno così tanta importanza. Perché esiste. Esisterà sempre? Dentro la patria ci sono persone uguale e fuori ci sono persone diverse?

Poi

2 Come rispondere e reagire a questa invasione nazista ben più pericolosa dell'invasione di poveri profughi afgani e medio-orientali?

28 novembre 2017

LA SCUOLA FA SCHIFO

La scuola pubblica è un mero campo di concentramento che si permette il lusso di compiere un lungo elenco di cose sgradevoli.

Questo è un mio elenco forse un po' esagerato, ma che vuole smascherare l'ipocrisia e tutti gli aggettivi melensi che vengono da sempre ripetuti per elogiare il ruolo della scuola pubblica.

Questo post è un elogio dell'Anarchia, quella che bada al benessere della persona, dell'individuo. Questo post è contro l'ordine perché la bellezza sta solo nel caos!

1 - obbligare TUTTI i minorenni a frequentarla pena crocifissione nella piazza centrale del paese o della città, eliminando dunque tutte le cose belle che la vita può offrire ai ragazzi, e non solo a loro, quotidianamente, come ad esempio la possibilità di svegliarsi col sole e non col buio delle 6:30 del mattino (ma dove siamo, nei Gulag siberiani?), dunque la possibilità di potersi gustare con calma una bella colazione, di uscire e attraversare con calma un bel parco profumato, vedere ogni giorno colori vivaci e naturali, vedere gli uccellini svolazzare, gli scoiattoli arrampicarsi, le foglie suonare col vento, ecc.
E invece no. Invece solo freddo, ansia, stress, rabbia, velocità, tristezza, grigiume, sveglia, colazione industriale del cazzo, asfalto, semafori, insulti, code, inquinamento, bus, camion, rotaie, carri best..ehm, tram, calca, ressa, sudore, insulti, botte, grigiume ancora e ancora e così via

2 (si collega molto al punto 1) - obbligarli ad entrare e ad uscire sempre allo stesso orario, stabilito da lei, non certo dagli studenti o dai genitori, con conseguenti levatacce al mattino con alito fetido più uscite all'ora beata quando i pargoli hanno fame già da un bel pezzo (alcuni li trovate morti di noia in bagno)

3 - obbligarli a studiare di tutto e di più (tutte cose tra l'altro facilmente e totalmente apprendibili da soli tramite libri e Internet, pagando o leggendo Wikipedia o i libri delle biblioteche civiche, ovvrero l'unica cosa bella partorita dagli statalisti), materie, teorie, formule e dati decise/i dall'alto, le/i quali vengono malamente somministrate/i da quegli idioti vestiti da vecchi che prendono il nome di professori, ovvero dei frustrati fradici che anzichè sviluppare teorie, analizzare la società, compiere ricerche, sviluppare arte, senso estetico o anche solo badare alla giustizia e alla libertà, ecc., ripetono ogni anno le solite cose scritte dagli altri per poi giudicarli e punirli come fossero non dei professori, ma dei veri e propri torturatori

4 - obbligarli a studiare tutto lo scibile umano, fregandosene delle particolarità e delle attitudini dei singoli, facendogli però credere di sapere già a 13 anni cosa vogliono dalla vita quando devono scegliere che istituto o liceo frequentare, fregandosene anche di tante cose pratiche/manuali che servono sia nella vita di tutti i giorni, sia nel trovare un lavoro vero e proprio o anche solo un lavoretto estivo/invernale.

5- obbligarli a studiare tutte le varie materie più o meno alla perfezione e soprattutto in tempi stabiliti sempre dall'alto, in modo tale che capiscano ancora una volta bene il dis-valore della gerarchia a senso unico

6 - obbligarli a farli sentire dei sottoposti, dei subalterni, degli sfruttati che, infatti, nella larga maggioranza dei casi diventeranno degli adulti desiderosi di un mero lavoro impiegatizio tramite cui accetteranno di buon grado ogni ordine e regola, senza poter mai aprire becco e poter modificare alcunché

7 - obbligarli a realizzare i compiti a casa, dunque in orario extra-scolastico (come se un lavoratore dipendente fosse obbligato a portarsi a casa il lavoro dall'ufficio, ma dai!), per i quali verranno giudicati (ed eventualmente puniti!)

8 - spogliarli di diritti che invece sono stati ottenuti dai lavoratori, ovvero quello di non venire giudicati e puniti senza un giusto processo (con prove, difesa, ecc.)

9 - obbligarli a studiare assieme a coetanei, dividendo dunque la popolazione giovanile in classi e scuole inferiori e superiori, facendo credere alla massa che chi viene bocciato e chi è più piccolo sia inferiore mentalmente, mentre è palese come alcuni bimbi di 10 anni possano, anzi sono, più svelgi e intelligenti, oltre che sensibili, di tanti ragazzi di 12-13 anni (oppure uno di 12 o 13 vs uno di 16 o 17), per cui l'età è solo un modo facile per dividere e ordine la popolazione

10 - obbligarli a subire atti di "nonnismo" proprio perché da SEMPRE abituati a stare solo coi coetanei, cosa che fa vedere quelli più grandi o quelli più piccoli degli esseri diversi (o superiori o inferiori)

11 - bocciarli per farli sentire inferiore, per farli stare male, come punizione psicologica (e fisica, visto che verranno separati dai loro ex compagni) per loro NATURALI inadempienze, d'altronde mica tutti siamo portati a comprendere tutto in poco tempo, specie se siamo giovani e abbiamo interessi ben specifici

12 - obbligarli a subire tutte queste cose e tante altre, senza assolutamente alcun diritto di replica e difesa come già detto prima

13 - obbligarli a studiare solo una parte della storia, facendogli credere ad esempio che gli USA sia il bene e tutto il resto del mondo, tranne l'Europa conquistatrice e genocida, cattivo, fregandosene di tutti i vari finanziamenti a milizie della morte e operazioni segrete di CIA e agenzie simili in giro per le Americhe e il mondo (per non parlare dei bombardamenti subiti dalla popolazione italiana nella 2^ Guerra Mondiale.. chiedete ai vostri nonni come si viveva sotto le bombe e come erano devastate le loro/nostre città!)

14 - tutto ciò che vi viene in mente!

Questo post nasce dopo l'ennesimo caso di INGIUSTIZIA scolastica.

27 novembre 2017

La VIOLENZA SULLE DONNE mi fa raggelare il SANGUE

Ieri ho letto di una donna uccisa dal suo fantomatico amante dopo 9 o 10 anni di conoscenza.

Si erano conosciuti in ospedale ed erano diventati amici, uscendo sempre e solo con altre persone, senza mai fare sesso e senza mai fare vacanze insieme o altro. Mi pare ovvio che si tratti di amicizia e basta. Invece no, invece secondo il tipo, diventato uno stalker prima ed un assassino dopo, si trattava di vero e proprio fidanzamento. Dopo qualche tempo, infatti, la donna si fidanza con un altro uomo, con quello di prima che non accetta questa storia e cerca sempre di intromettersi, subissando la donna di chiamate, messaggi e appostamenti sotto casa.

Lui era PAZZO di lei, anzi, era PAZZO e basta.

Ora, io capisco essere pazzi di una ragazza quando si ha circa 20 anni, ma non quando si superano i 30. Capisco un 20enne perché ancora condizionato dall'educazione e dalla società che impone una stretta monogamia ed una sfrenata possessività dominante verso una donna, ma dopo qualche anno e diverse esperienze, una persona normale si calma, relativizza, comprende il prossimo, ecc., ecc.

Invece ci sono certi elementi che non sfiorano il ridicolo, bensì lo superano egregiamente, rasentando poi la criminosità del loro operato.

Alla fine, il numero delle donne assassinate per mano degli ex o presunti tale non è altissimo, per cui bisogna sempre valutare con cautela se lo stalker ha tendenze omicide o meno, specie quando non ha alcun precedente. Lo dico perché leggo di donne che si lamentano di una inoperosità delle forze dell'ordine che non avrebbero bloccato in tempo l'assassino. Ma se io scrivo ad una ragazza che mi piace un casino, voglio vederla, ecc., mi comporto sì da stalker, ma perchè mai dovrei venire condannato al carcere? A questo purtroppo ci stiamo avvicinando!

Venendo invece al titolo di questo mio post, volevo raccontarvi due esperienze "personali", nel senso che ho visto per strada alcune scene raggelanti.

Due anni fa, dietro casa mia, sentivo due litigare ad alta voce, ad un certo punto lei scappa e il tipo la insegue minacciandola di botte. Io ero col cane quindi inizialmente volevo intervenire. Quando ho sentito il tipo andare in escandescenza mi sono vergognosamente cagato sotto perché era come se avessi visto la morte in faccia. Per fortuna poi non ci sono state botte, almeno sotto i miei occhi. Ma quando si vedono cose a cui non si è abituati non si sa mai come reagire.

Oggi, invece, una ragazza al telefono urlava per strada verso un tipo che evidentemente la assillava continuamente. Diceva che le rompeva le palle da 10 anni e che lui era evidentemente un malato di mente e che lo avrebbe denunciato. Lo avrebbe? Io avrei voluto dirle di farlo subito, ma chi sono io per intromettermi? Mi sono anche qui spaventato perché pensavo a quanto avrà e starà soffrendo sta ragazza con la paura di beccare sto tipo ogni mattina e ogni sera sotto casa sua, ecc. Se ci immedesimassimo maggiormente nel prossimo, eviteremmo di sminuire certe questioni. Però bisogna sempre procedere con cautela perché come ho detto prima un ragazzo insistente non è per forza un criminale!

IL MILIONE di POSTI di LAVORO di RENZI e GENTILONI

Sono arrivati, ecco i nuovi berluscones a cui piace spararla grossa vantandosi meriti che non hanno e dicendo appunto numeri falsi.

Renzi e Gentiloni asseriscono con inusitata sicumera di aver creato 1 milione di posti di lavoro (1.000.000 di nuovi indefessi e succubi lavoratori dipendenti salariati ormai a cottimo).

L'ISTAT conferma la crescita, peccato che i nostri due EROI moderni smettono presto questi panni per vestire quelli da gran ballista d'oro, in quanto proprio questo istituto statalista italiano afferma che la gran parte dei nuovi assunti è tale soltanto grazie a contratti a tempo determinato. Il che vuol dire che molti, dopo qualche mese, torneranno a casa con le pive nel casso e con le loro entrate prosciugate anche a causa dell'assunzione di svariati medicinali atti ad alleviare la loro depressione e solitudine, oltre allo stress accumulato sul posto di schiavis, ehm, di lavoro.

Loro pensano che questo numero sia dovuto alle loro politiche, alle loro illuminate scelte.
In parte è oggettivamente vero, in parte no. Perché? Per il semplice fatto che dopo un periodo di forte crisi, c'è e ci sarà sempre una crescita.

26 novembre 2017

SILVIO VS DI MAIO. OVVERO LA MERDA CHE PARLA MALE DELLA MERDA

Poveri grillini grullini grulloni testoni di..
anni fa facevano tanto i rivoluzionari e ora hanno eletto come loro più alto rappresentate Gig(g)ino Di Maio, quello con la faccia da topino vestito sempre di tutto punto che pare, come han già detto altri, un rappresentatore di aspirapolveri che deve fare bella presenza e impressionare le casalinghe vogheresi.

Mi fanno ridere e pena perché questo Gig(g)etto è solamente un piccolo berlusconetto che sfodera il suo sorrisino migliore (insomma..) e non perde tempo a leccare il culo a grandi imprenditori e statunitensi.

Dov'è sta cazzo di rivoluzione?

Vabbè ora veniamo a Silvio.

Dice che ora bisogna difendere dai pazzi scatenati del 5Stelle e che è assurdo mettere un governo nelle mani di Di Maio che non ha mai lavorato. Ma come? Prima dice che il premier non alcun potere e ora di preoccupato di Giggì? Ma come? Lui che non ha mai usato la cazzuola e non ha mai riparato un televisore né fatto l'autore per un programma tv, osa dire che gli altri a differenza sua non hanno mai lavorato. Lui più che corrompere e tesserarsi per la P2 cosa diavolo d'altro ha fatto? Dite bene, mi stavo dimenticando che passava il tempo a pagare gente come Mangano e i vari Previti e compagnia cantante, WOW!!! Mi ha convinto, lo voto!!!!

23 novembre 2017

Il TG1 non ci dice perché Silvio Berlusconi è incandidabile a causa della Legge Severino

BERLUSCONI FUORI DAL PARLAMENTO DAL 2013.
LUI VUOLE TORNARE, IL CENTRO-DESTRA E LA DESTRA LO RIVUOLE COME LEADER INDISCUSSO. MA LUI PER ORA NON PUO' "RIDISCENDERE IN CAMPO".

IL TG1 EVITA DI DIRE PERCHE' LA LEGGE SEVERINO NON GLI CONSENTE (E mi consentaaaa..) DI TORNARE NELLE ISTITUZIONI.
MISTERO SVELATO GRAZIE A ITALIASENZAVALORI, NON CERTO GRAZIE A QUEI BUFFONI LECCACULO SERVI DEL TIGGI1 DI MERDA!

Svolgimento:

I legali di Berlusconi hanno portato il suo caso alla corte dei Diritti dell'Uomo.

Come mai?

Ecco il motivo:

Berlusconi è stato espulso dal Parlamento nel 2013 a causa della Legge Severino che caccia dalle Istituzioni i politici condannati.

Ebbene sì, secondo molti il Berluskaz l'ha sempre scampata bella, in realtà qualche anno fa venne condannato per frode (processo Mediaset, 1 anno di pena) e da lì la condanna ai servizi sociali (uuuh che pena!).

Infatti Silvio e i suoi avvocati non ce l'hanno con questa condanna, bensì col fatto che secondo loro venne espulso dalla politica, ovvero da una votazione di parlamentari composti in maggioranza dai suoi nemici (centro-sinistra e altri).

Secondo me la corte gli risponderà con una pernacchia. Ma già lo ha fatto, infatti si esprimerà soltanto tra 6 mesi.

Conclusione:
perché questo ladrone continua ad essere fissato con la politica? Dopo aver aiutato sé stesso, dovrà aiutare qualcun altro?

Roma fa schifo: lo scandalo della 14enne morta per incuria medica

L'altro giorno una innocente ragazzina di 14 anni, brava e piena di vita, è morta per un aneurisma.

Come mai?

Molto semplice, purtroppo: i medici stabilirono trattarsi solamente di forte stress, senza fare alcun test.

Il primo sintomo si palesò alle 8.30 a scuola quando perse i senti. E soltanto alle 11:30 venne effettuata la TAC tramite cui si scoprì questo gravoso problema.

Bene, finalmente scoperto il motivo dello svenimento, sarà finito tutto bene, vero?
No, falso!

I caproni che vivono e magnano, soprattutto magnano, a Roma, pensarono bene di trasferirla in un ospedale idoneo all'operazione non con un elicottero, bensì con un ambulanza, mezzo largo e abbastanza lento che si intrappola facilmente nel traffico infernale di una metropoli come Roma!

Un'ora, almeno, il tempo perso.

Ecco perché è morta questa ragazzina!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

QUALCUNO DEVE PAGARLA CARA!!!

18 novembre 2017

BRIZZI DIFESO DAI MASS MEDIA?

Come giustamente dicono quelli di Vice, lo scandalo delle molestie (vere o false che siano) di Fausto Brizzi, non ha toccato più di tanto il giornalismo italiano se non nei casi in cui questi hanno deciso di farlo passare quasi come una povera vittima dimagrita di 10 chili, che non mangia e non dorme, senza più la moglie e con questa alle prese coi cosidetti paparazzi. Un articolo del Corriere della Sera, invece, evidenzia come secondo Nancy Brilli, il Brizzi sia un gentiluomo.

Quand uno scandalo simile colpisce uno straniero (ad es. Weinstein), allora è un caso globale e tutti ci credono e lo vogliono condannare, mentre quando colpisce un italiano ben dentro le dinamiche politiche italiane (Brizzi è amico di Renzies), è giusto fare un po' i pompieri spegnendo il fuoco.

Mi fanno pena certe esternazioni di donne come la Brilli, secondo cui sarebbe facile difendersi dai molestatori e stupratori perché basta difendersi.
Ma che vuol dire? Certo, sarebbe bello se tutti quanti riuscissimo a difendersi dai rapinatori, ladri, borseggiatori, ecc., ecc., ma non sempre è possibile e questo per due semplici motivi:

1: siamo più deboli e disarmati. C'è poco da fare. Meglio non reagire che rischiare la vita. O no?
2: subiamo un blocco psicologico perché ci troviamo dinnanzi ad una situazione imprevista che mai ci saremmo aspettati di vivere da protagonisti/vittime.

Cosa fa solitamente una vittima? Alcune cose, me ne vengono in mente 3:

1: urla e scappa, ma non è detto che riesca a scappare subito specialmente se non si trova a casa sua e se quindi deve aprire porte altrui con un sistema di serrature completamente diverso;
2: si dimena, ma quando è più debole e senza un adeguato percorso/allenamento di autodifesa, subisce, per poi andarsene piangendo sentendosi magari in colpa e convinta che le autorità non la crederanno, non la difenderanno o che comunque l'aggressore criminale non verrà punito adeguatamente e neanche in fretta
3: sta zitta, perché l'adrelina è troppa ed è enormemente confusa. Le viene in mente magari una soluzione, ma subito compare una preoccuazione che le fa sorgere nuovi problemi e si confonde. Praticamente si inpanica. Sarà capitato a tutti quanti voi una situazione di panico assoluto dove, pur sapendo fare alcune cose, non si è in grado di farle per motivi esterni, come ad esempio un diluvio notturno invernale in una zona buia che ci fa preoccupare tantissimo e non ci consente di essere dei freddi sostitutori della ruota bucata.

A volte si sente anche dire: perché non ha denunciato?
Ma che razza di domanda è! Anche a me sono successe cose spiacevoli, ma non ho denunciato perché non mi andava di rendere pubblica una situazione sgradevole.
Oppure ci sono quelli che chiedono: "perché queste presunte vittime vogliono l'anonimato?", volendo sottointendere chissà cosa (cosa poi, non l'ho mai capito).
Si rimane anonimi per paura di ricevere ulteriori o nuove minacce. Si ha paura anche di non ricevere più, nel caso delle attrici, chiamate e offerte di lavori da parte degli amici del regista/produttore accusato e incriminato.

A volte mi chiedo se le persone sappiano fare solo 2+2 o se magari esiste ancora qualcuno in grado di ragionare e approfondire.

16 novembre 2017

La fantastica storia della Commissione d'Inchiesta della Banca Etruria

Il cerchio magico, ops, il giglio magico fiorentina colpisce ancora.


Finalmente la MODA senza PELLICCE



Pare una bella notizia e invece c'è sempre qualcosa di incompleto che non mi soddisfa e non mi fa quindi esultare.

Gucci, infatti, pur rinunciando alle pellicce, non fa lo stesso con altri capi, come ad esempio le discutibili ciabatte in agnello, perché, fa sapere la dirigenza, questo animale fa parte della catena alimentare.

Ma per piacere, io non ho mai mangiato carne di agnello e da 9 anni non mangio alcun bovino eppure sono ancora vivo. Per cui questa fantomatica catena alimentare è una cagata pazzesca, prova ne è il fatto che se vedo un animale vivo non mi viene certo l'acquolina in bocca, non mi viene alcun istinto predatore e poi come potrei cucinarlo e mangiarlo? La natura non mi/ci ha conferito alcun fornello e alcun coltello. Certo, ora possiamo mangiare tranquillamente la carne, ma se si parla di catena si parla di un qualcosa che da sempre appartiene alla nostra natura, ma così non è. Senza la scoperta del fuoco non si poteva mangiare alcuna carne.

Strage THYSSEN KRUPP: la Germania di Merkel non collabora

Scandalo che deve entrare nei libri di Storia:

i vertici tedeschi della multinazionale tedesca ThyssenKrupp, ovvero Harald Espenhahn e Gerard Priegnitz, condannati rispettivamente a 9 anni e 8 mesi e a 6 anni e 10 mesi di reclusione, devono ancora scontare la loro pena.

Il motivo è presto detto: il mandato di cattura inviato dall'Italia alla Germania nel maggio 2016, non è stato ancora eseguito.

11 novembre 2017

SALLUSTrI E IL PRETE DI BOLOGNA NON CAPISCONO UN CAZZO

Da diverso tempo non scrivo più nulla perché non  ha senso perdere tempo per 2 views in croce, però a volte leggo certe cose così banali che perdo le staffe!

Come al solito SallustRi (così lo chiama il celeberrimo Oliviero Toscani) dice stronzate e non capisce un cazzo.

SallustRi non ha capito che quel prete fascio-leghista di Bologna ha subito la gogna mediatica non perché invita i ragazzi a non ubriacarsi, ecc., ma perché scrisse di NON PROVARE PIETA' per quella ragazza stuprata!

Questo ovviamente non lo dice nel suo "articolone", perché il suo cervello ormai marcio non gli consente di capire e trovare il nocciuolo della questione.

9 ottobre 2017

Numeri sull'edizilia scolastica italiana

Ecco alcuni impietosi numero sullo stato di degrado nel quale versano le scuole pubbliche italiane:

nel 2013, il 50% degli edifici non era a norma e 10.000 dovevano essere abbattuti;

solo l'8% delle scuole è stato progettato secondo la normativa antisismica;

negli ultimi 4 anni scolastici, ci sono stati 156 crolli con 24 feriti;

solo 1 scuola su 4 ha impianti elettrici a norma;

1 scuola su 4 ha chiesto interventi di tipo strutturale, ma nel 74% dei casi non ci sono stati;

il 29% delle scuole non ha abbattuto le barriere architettoniche;

il 50% non ha strutture per praticare lo sport;

il 27% non ha neanche un misero prato;

il 65% non ha neanche uno scaffale per simulare una biblioteca

l'1% delle scuole (totale edifici: 42.408) sta in palazzi costruiti prima del 1800 (!!!), mentre solo il 32% in altri costruiti dal 1976 in avanti. Quelli costruiti da prima del 1800 al 1960, sono il 28% del totale. Non ci sono dati sul 13% degli edifici che quindi possono essere anche molto vecchi, chissà.

Questi (e altri) numeri sono stati forniti da: Miur, Consiglio nazionale dei Geologi, Cittadinanzattiva, Legambiente.

8 ottobre 2017

Romanacci cafoni razzisti contro famiglia eritrea

Avete presente quelli che parlano sempre a favore dei poveri?

A mio parere essere poveri o ricchi non è sinonimo di bontà o egoismo. L'ennesima prova a supporto della mia tesi arriva da Roma, dove qualche giorno fa, un intero quartiere popolare è scesa aggressivamente in strada, per contrastare l'arrivo di una famiglia africana (o italo-africana), rea di aver ottenuto legalmente un alloggio in una palazzina popolare.

Cosa dicono le persone di sta maledetta borgata?

Una signora, che precisa di non essere razzista (ha infatti una parente paraguaiana), dice che ormai gli extracomunitari vengono prima degli italiani, che i neri stuprano le italiane senza andare in galera e che hanno bisogno di qualcuno come Forza Nuova che li difenda.

Un altro, lui si paladino della legalità, dice che quando qualcuno ha bisogno di un casa, sfondano una porta e che comunque gli eritrei non li vuole e nessuno li vuole, sono come i gladiatori nella fossa dei leoni, "se li sbranamo". Sto tizio è un povero ed onesto operaio. Ma baff!

Un'altra rincoglionitca invece dice di aver occupato illegamente un alloggio perchè tanto non ti cacciano, al massimo devi pagare una multa da 21 mila euro ma lei e il giovine marito mica hanno intenzione di pagarla! Loro stanno occupando abusivamente da due anni e non pagano nulla!

3 ottobre 2017

Eugenio Scalfari e il lato negativo della tecnologia

Ecco una breve parte dell'editoriale di Scalfari uscito come sempre di domenica su La Repubblica.

"La società globale e la sua sempre più sviluppata tecnologia contengono al tempo stesso elementi positivi e negativi rispetto alla formazione dei giovani. Positivi perché dispongono di mezzi di comunicazione sempre più sviluppati; negativi perché quei mezzi rischiano di distrarre i giovani, di impedire al loro pensiero di svilupparsi e di favorire soltanto il loro individuale piacere. Il piacere, di qualunque tipo esso sia, deve provenire anche dal pensiero nel senso profondo del termine. Se così non è, il piacere accentua un individualismo spensierato ed egoista e peggiora i tempi bui nei quali stiamo vivendo".

Nichi Vendola contro il PD

Ecco alcune frasi di Nichi Vendola, rilasciate a La Repubblica qualche giorno fa, che ho evidenziato:

"Io farei mille alleanze col PD che mette in agenda la restituzione di diritti e di potere al mondo del lavoro, che ripristina l'articolo 18 estendendolo a tutti i lavoratori, che guarda in faccia il disastro della scuola e dell'università, che sfida i populismi non rifugiandosi nel galateo di Palazzo o riducendo la domanda di giustizia a una questione di bonus, ma offrendo prospettive di futuro ai giovani, che investe sull'ambiente piuttosto che sulla ricerca del petrolio con le trivelle. Ma questa è fantapolitica".

"La parola centrosinistra è una formula svuotata, un progetto disintegrato dalle scelte che il PD è andato maturando negli anni del governo: dalla riforma autoritaria della Costituzione alla cancellazione dell'art. 18, dalla pessima "Buona scuola" allo sblocca cemento camuffato da "Sblocca Italia". Una deriva a destra che ha regalato al populismo e alla rassegnazione porzioni crescenti di elettorato".

30 settembre 2017

Commessa EROINA dei nostri tempi

Tempi moderni fatti come una volta, di sfruttamento e precariato! FANCULO!
Tra poco sarà tempo di pagare per lavorare. Ma con gli stage gratuiti già capita, pensate a quella merda di alternanza scuola-lavoro. Io vado a scuola per studiare, non per lavorare! FANCULO MERDE!


9 settembre 2017

STUPRO DI FIRENZE: SCANDALOSO TG1!

TG1, da sempre giornaletto non tanto filogovernativo quanto filostatalista, non può che silenziare la notizia choc che giunge da Firenze: due ragazze statunitensi, dopo aver bevuto e fumato un po', si fanno accompagnare a casa da due carabinieri e vengono subito stuprate, una in ascensore e una per le scale.

SCENE AGGHIACCIANTI!!!!!!

Salvini non dice nulla, niente castrazione, niente ruspe, niente mandiamoli a casa loro, niente diamoli nelle mani dei loro padri, ecc.

Il TG1 l'altro giorno non ha profferito verbo.

Ora che la storia e l'indagine continua non può far finta di stare zitto.
Ma guardate in che posizione sta questa scioccante notizia:


1 Gentiloni parla di crescita (e che due palle!!!)
2 Mattarella a Napoli (idem come sopra)
3 Alfano con Micari. Berlusconi, uniti per vincere (prrrrrrrrr)
4 10 anni dal Vaffanculo Day (e 10 anni non ne parlarono ahah)
5 Rinviata Sampdoria-Roma
6 Mostra di Venenzia: quarto film italiano in cocorso
7 Il Papa prega in Colombia per la pacificazione (awwwn, che noia)
8 Irma verso la Florida, 6 milioni in fuga
9 Tre giorni di lutto nazionale in Messico
10 Alifscafo sugli scogli, aperta inchiesta
11 Stupro Firenze: non abbiamo urlato per paura

In realtà la posizione può essere ancora peggiore perchè a destra ci stanno altre notizia legate alla Mostra del Cinema di Venezia: La Roma multietnica e Il colore nascosto delle cose.

6 settembre 2017

BASTA CON STA STORIA DEGLI STUPRI DI RIMINI

Per quanti giorni ancora dovremmo andare avanti coi servizi giornalistici sul doppio stupro di Rimini ad opera dei 4 extracomunitari?

Io ho già risolto la questione l'altro giorno con un singolo post (Avevano già dei precedenti: dovevano stare già da mesi in galera! Sono stranieri? Bene, spediteli in Africa!). Non serve a niente continuare a parlarne. Sappiamo già tutto. Andare avanti è solo pornografia ed orrore!

A cosa serve parlare ogni 2 secondi di questi stupri? Forse ad aumentare il nostro senso di insicurezza. Ma è solo una sensazione, appunto, perchè la realtà è ben diversa. Escludendo certe zone dell'Italia e di ogni singola città, solitamente si vive tranquilli. Ovvio, qualche furto può sempre capitare, idem gli schiamazzi, ecc., ma non ci sono orde di barbari terroristi e stupratori.

Forse i giornalisti, specialmente quelli televisivi, devono fare audience e la storia di questi 4 criminali, impropriamente definite bestie (ma che centrano le bestie???), è molto interessante perchè diversa dal solito.

Approvo questo commento comparso su Il Giornale:
Cicaladorata
Mer, 06/09/2017 - 17:52
Mi rivolgo ai giornalisti, raccontare nei minimi particolari le violenze sessuali stimolano la morbosità dell'apparato uro-genitale dei vostri elettori ma sicuramente per le vittime è un'ulteriore violenza psicologica , o pensate che le vittime che leggono queste schifezze si sentano difese ? Qualcuno, prima o poi dovrà intervenire e proibire queste descrizioni morbose che, se non fossero così pornografiche ma semplicemente descrizioni sintetiche e brevi, attinenti al crimine penale commesso, invoglierebbero più vittime a rivolgersi alla giustizia per farsi proteggere o difendere.

C'è in gioco dunque un interesse economico legato all'audience e un interesse politico nel farci diventare ansiosi e razzisti, oltrechè più ligi alle regole. Razzisti perchè i casi di stupri compiuti da italiani, compresi quelli dei preti, non ottengono così tanta attenzione. Come mai?

A proposito di regole:

pochi minuti fa ho ascoltato le parole di uno psichiatra al TG5 di oggi, mercoledi 6 settembre 2017, che diceva che ci stiamo imbarbarendo, che non controlliamo le pulsioni, che manca l'educazione, che non c'è rispetto delle regole, che ognuno si sente in diritto di fare ciò che vuole, ecc.

Non penso sia cosi, nella maniera più assoluta. Se quattro "persone", tra l'altro stranieri (ma conta poco, visto che ci sono tantissimi italiani mafiosi e assassini), commettono dei gravissimi reati, ciò vuol forse dire che TUTTI gli altri, tutti quanti noi, rischiamo di diventare come loro o che chi non rispetta tutte le regole è potenzialmente un criminale?

Nelle parole di questo "medico della mente" vedo una malata voglia di fascismo, se mi concedete il termine. Peccato che non si può prevenire la comparsa al mondo di criminali con l'aumento delle regole, anche perchè i criminali sono anche gli stessi che propongono certe leggi liberticide creando regimi dittatoriali. L'educazione non dev'essere un semplice elenco di cose da fare o non fare, ma dev'essere un viaggio nella propria e altrui mente, con tanto di esperienze, ascolto ed immedesimazione.

LO SPOT DELLA MOTTA CREATO DA DEI DROGATI

Si sono sollevate critiche verso il nuovo spot della Motta, creato dall'agenzia Saatchi&Saatchi.

Diverse mamme sono rimaste, diciamo così, sconvolte dal fatto che alla fine muoia la madre della bimba desiderosa di un certo tipo di merendina.

Sicuramente vedere una madre morire è uno spettacolo bruttissimo. Specialmente quando accade improvvisamente e senza alcun motivo logico. Uno spot però non deve seguire una logica realistica, è giusto anche che proponga cose strane, insensate, per mostrarci qualcosa tra virgolette di nuovo e che possa stimolarci.

Però! Però non penso che sia una cosa bella e nuova mostrare un meteorite che colpisce brutalmente e annienta una persona innocente.

Se io avessi proposto una scena simile ai tempi della scuola, sono convinto che maestre e professoresse mi avrebbero dato del malato di mente.

Non a caso si dice che i pubblicitari sia gente oscena e drogata.

SALUTI.

5 settembre 2017

IL DRAMMA DEI 30 ANNI

Ragazzi mi è venuta l'ansia.

E no, non ho appena compiuto 30 anni, infatti ce li ho già da un bel po' di tempo.

Il problema è che fino a poco tempo fa non me ne curavo. Adesso invece vedo i miei coetanei vecchi. Un mio amico ha perso praticamente tutti i capelli, ma tipo nel giro di un anno. Ad un altro è venuta la barba brizzolata. Un riccone australiano nato anche lui negli anni '80, dà consigli ai giovani. Come se lui (e io con lui) fosse vecchio! Terribile, mi son venuti i sudori freddi.

Una tizia, di 32 anni, che ha da poco scritto a La Repubblica (per una questione razziale, nel senso che lei italiana è fidanzata con un africano, ecc.), dice che insegna in una scuola agli adulti, suoi coetanei.

Sì, ok, i trentenni non sono bambini, ma adulti.. oddio, davvero, sono adulti e io sono adulto???

Io gli adulti non li sopporto e non voglio diventare come loro, e anche se riuscissi a non diventarlo, non vorrei mai essere equiparato a loro!

Mi sta sulle palle il loro attaccamento alla proprietà, alla famiglia, ai soldi (sono tutti dei grandi risparmiatori, per poi improvvisamente scialacquare il gruzzoletto in stronzate come tv, viaggi, auto, per non parlare di cene, sigarette, gratta e vinci, vino, ecc.), il loro dover essere costantemente aggiornati tramite il TG1 o il TG5 da buoni vecchi democristiani, il dover essere puntuali e ligi in ufficio (quando magari a scuola erano degli scavezzacollo!), perchè vivendo senza i genitori devono fare buon viso a cattivo gioco con la paura di non avere più nè pane nè un tetto (e figurarsi delle tette, quelle non piombano mai sulle facce dei poveracci, a meno che tu non sia un bel negrone: avete visto quanti africani stanno con delle italiane??? Con queste che dicono che non importa se sono poveri, ecc., poi però a noi poveri italiani manco ci salutano ste baldracche!!!).

Insomma, il mondo degli adulti è utilitaristico se così si può dire, molto materialistico.
Non ci sono sogni, non c'è poesia. E' tutto un inseguire il sogno del PIL e del benessere materiale/economico.

IO NON VOGLIO CRESCERE, ANDATE A FARVI FOTTERE!

E lo dico con la massima sincerità. A me vengono i brividi (di gioia) quando penso alle emozioni giovanili. Sogno di innamorarmi, di vincere competizioni, di trovare amici con cui uscire ogni giorno e fare qualsiasi cazzatella (invece no, tutti in ufficio a fare gli zombie!), mentre 9 miei coetanei su 10 pensano a come guadagnare soldi e a come spenderli: non parlano di esperienze, ma di risparmio o spesa o investimento. Dove vedete la vita in un investimento? Vedete la vita in un giacca e cravatta?

Io vedo la morte, una vita senza futuro, perché il futuro è anche imprevedibilità e speranza di trovare sempre qualcosa di nuovo e bello. Voi vedere queste cose in un lavoro fisso in banca?

Per fortuna un fottio di gente pensa che io ne abbia 25. A volte anche meno. Ogni tanto, però, c'è chi mi dà del "lei", del "signore". Fa piacere, ma a chi ragiona in una certa maniera. A me spaventa non per un discorso anagrafico (se non fosse per il prossimo, non penserai mai alla mia età, infatti la mia mente e il mio fisico sono praticamente identici a 10 anni fa, pur con fisiologici alti e bassi), del tempo che passa (beh, un po' sì), ma più che altro per l'aspetto psicologico di cui prima: un signore non ha più sogni, ma è contento della sua realtà che non deve mutare.

3 settembre 2017

GLI STUPRI DI RIMINI POTEVANO ESSERE EVITATI

La notizia incredibile di oggi è che i due stupri di Rimini del 26 agosto 2017, potevano essere evitati.

Davvero? Sì, davvero!

Stamattina, su La Repubblica, ho letto che i 4 brutti ceffi criminali di merda avevano precedenti per spaccio e furto, anche furti in casa, non solo i classici scippetti compiuti dai marocchini di merda (tra l'altro, che cazzo ci fanno tutti sti marocchini di merda in Italia???).

In quanto già noti alle forze dell'ordine per via di questi precedenti delinquenziali, quella sera potevano e dovevano già essere in carcere da mesi.

Il padre dei due marocchini di merda non ha assolutamente giustificato il loro crimine notturno, ma ha detto che un conto è rubare un telefonino, un conto è stuprare le donne.
Eh no, anche rubare qualsiasi oggetto è un fatto grave, e a questi marocchini di merde vanno amputate prima le mani e poi il pisello da poppanti che si ritrovano.

In quanto ai due negroni: che cazzo ci facevano qua?

30 agosto 2017

IN EUROPA più morti sulle STRADE e nelle FABBRICHE che per mano dei TERRORISTI ISLAMISTI

IN EUROPA SI MUORE NON PER IL TERRORISMO

Ogni anno, in Europa, ci sono 26.000 morti sulle strade.
E chissà quanti sono i feriti gravi, penso quindi a chi rimane immobilizzato, chi va in coma o chi subisce amputazioni e shock psicologici.

Ogni giorno, nella sola Italia, 3 lavoratori muoiono sul posto di lavoro. All'incirca 865 morti l'anno.
E tanti altri rimangono feriti.

Il titolo è provocatorio. Ovviamente ci sono anche tanti morti a causa del terrorismo islamista. Francia, Germania, Inghilterra, Spagna, ecc.

Il problema però consiste nel fatto che questi ultimi vengono pianti dalla massa nelle varie piazze pubbliche delle capitali europee. Le notizie degli attentati vanno in prima pagina. I morti sul lavoro e sulle strade no, tranne quando non muoiono tanti innocenti in un colpo solo. Allora in quel caso la notizia fa.. notissia (alla Alberto Tomba), perché va oltre la routine quotidiana.

Praticamente chi comanda i mass media pensa che sia NORMALE morire in auto, in bici, in moto o dentro una fabbrica.

FILIPPO FACCI contro l'ISLAM ma tace sugli ITALIOTI STUPRATORI reali e virtuali

Filippo Facci, il giornalista che odia l'Islam (non sappiamo se odia anche l'altrettanto patriarcale, maschilista e violento cristianesimo in salsa cattolica), dice che TUTTI gli islamici la pensano, sotto-sotto, come il mediatore culturale pakistano residente a Bologna, il quale, qualche giorno fa, su Facebook (e dove, se no? sigh), scrisse che le donne dopo i primi istanti di reticenza, apprezzano lo stupro, lo vivono come un rapporto normale.

Se questo concetto appartenesse solamente agli islamici, gli darei ragione.

Purtroppo non è così. Purtroppo anche in Italia avvengono stupri ad opera di singoli o gruppi di italiani, anche di giovanissimi (come nei recenti casi in Campania e in Puglia) e purtroppo anche tantissimi italioti negli ultimi anni sul web riversano il loro odio politico verso esponenti femminili, augurandosi che vengano stuprate o affermando di voler stuprare loro stessi.

Che dice a riguardo l'esimio Facci?

28 agosto 2017

POLITICI CONTRO LE DONNE

Non bastavano i politici, tutti maschi, sotto gli ombrelli tenuti da dei volontari, tutte femmine (1 luglio 2017 a Sulmona), come ci ha ben raccontato Giulia Siviero.

No, i politici (tutti maschi anche questa volta) continuano imperterriti la loro azione sia contro le donne che contro il buon senso.
Si sono infatti recentemente riuniti durante il meeting di Comunione e Fatturazione, ops, Liberazione (ancora la Giulia, 25 agosto 2017), per parlare di maternità, senza però nominare praticamente mai il termine "mamma", senza far parlare mai una donna che sia una, mamma o non mamma che sia, e senza poter ovviamente immedesimarsi in esse.

Nel primo caso, quello degli ombrelli, si sono giustificati dicendo che le donne erano volontarie, che non sono state costrette e che comunque negli sport esistono le ombrelline.
Beh, che dire, dei veri filosofi! Paragonare degli sport maschi con la politica è un vero atto di genialità e ribellione allo status quo, c'è poco da fare! :P

Nel secondo caso, hanno parlato per ore del fatto che gli italiani figliano poco e devono darci dentro. Gli italioti, ops, gli italiani devono capire che la famiglia è bella (sì, specie quando te ne sei ormai liberato con un bel divorzio, ahahah), che fare i figli è bello (sì, specialmente quando lavori lontano dalla tua città tutto il giorno e ai figli ci pensa tua moglie, l'asilo, la baby-sitter e purtroppo anche il prete, LOL).

Ovviamente non dobbiamo fare figli perchè spinti dalla "bellezza" di questa scelta (certo, vedere nascere un bimbo è una cosa bella, anche vederlo crescere insieme a noi, però non sopporto il fatto di doverlo fare vivere non su sua richiesta, ma su nostro capriccio e soprattutto in questa società composta solo da rigidi orari, regole, convenzioni, asfalto, consumo, inquinamento, automobili, gerarchie, ecc.), ma perché fare figli in numero minimo di 2, è essenziale per non far morire la povera Italietta.

A questi politicanti non importa il fatto che il mondo non sia mai stato cosi altamente popolato come ora. Sono gli stessi che poi vogliono frenare gli arrivi dei migranti (che tra l'altro, a loro, di stare in Italia frega meno di zero!)

22 agosto 2017

L'anarchia è meravigliosa

Vivere in anarchia significa vivere senza capi e leggi. Vuol dire vivere dicendo e facendo quel che più piace e pare.

Se una persona è brava, non userà questa sua libertà per andare contro la libertà altrui.
Se una persona è cattiva ed egoista, invece sì.

Ma il fantomatico ordine, che non è nient'altro che un potere oppressivo di pochi (Stato) su tanti (la massa composta da tanti poveri sfigati come noi), non elimina e non ha mai eliminato le persone cattive, ANZI.

Il potere, che è in realtà anarchico perchè fa quel che vuole, è il primo artefice della creazione di persone cattive.

VIVA L'ANARCHIA!

20 agosto 2017

ODIO FACEBOOK e tutti i SOCIAL NETWORK

Non so quanti anni abbiate voi miei cari seguaci o lettori giunti qui per caso grazie a papà Google o grazie a zio Bing o fratello Yahoo.

Non lo so ma aprite bene le orecchie: c'era vita su Internet prima dei Social Network.

Sì, quando tutti voi pigliavate per il culo quelli che passavano ore davanti al monitor, senza sapere bene che diavolo stessero facendo, per poi diventare peggio di noi, per poi attraversare la strada e guidare col telefonino sempre ben piantato davanti agli occhi. Non siete ridicoli, siete solamente degli imbecilli che meritate di morire male sotto un treno!

A parte gli scherzi, già nel 2000 (l'anno in cui entrò il PC e il web nella mia cameretta!) era possibile dialogare online con amici, conoscenti e con tantissimi sconosciuti da ogni parte del mondo grazie a siti di chat e a programmi tramite cui scar.. ehm condividere le proprie passioni (emmepitre, ops). Ricordo chattate con belgi, francesi, americani, ragazze, ragazzi, gente più grande, gente anche dall'India, dall'Argentina, gente senza un volto ma con cui si entrava subito in sintonia grazie alla MUSICA!

Ora ditemi voi con quanti stranieri parlate. Ditemi voi se riuscite a stabilire un contatto, un'amicizia seppur leggera, con una persona indipendentemente dal suo volto, lavoro, città.
Io ho notato che tramite i social network tipo quella merda di Facebook, le persone si rinchiudono nei propri gruppi, chattando e condividendo post e articoli con le persone che già conoscono o che condividono gli stessi interessi all'interno del proprio paese/città.

Prima dei social era possibile condividere tutto ciò che si voleva. Sapete come? Basta sapere l'email dei propri amici e nuovi amici virtuali, per inviare link, immagini, testi, ecc.
Poi c'erano siti dove ci si poteva registrare con un nickname, anziché col proprio nome e cognome + professione e altre stronzate simili, attraverso cui scoprire tutto ciò che ci poteva interessare, perché erano siti che vertevano su una singola tematica, ad esempio la musica o i viaggi, penso a VirtualTourist (esiste ancora, ma è cambiato). Tramite VT aveva conosciuto una bella ragazza dell'IOWA che si era poi trasferita a Chicago e lì a Chicago conoscevo, grazie a Napster, una ragazza più giovane anche lei molto carina.

Insomma, qualche anno fa bastava veramente poco, bastava un cavolo di MP3, per scambiare due parole con persone brave, oneste, interessanti, simpatiche, belle, provenienti da tutto il mondo.

Oggi cosa resta di tutto ciò? Niente.
Nei social vengono diffuse le bufale a scopo elettorale, per renderci ancora più cretini e creduloni. Viene seminato l'odio, non solo verso gli stranieri e i diversi, ma fra tutti quanti noi. Basta avere la camicia di un colore diverso dalla norma e si viene additati nei peggio modi, oppure basta indossare una tshirt anzichè una camicia. Esempi stupidi e forse non molto realistici, ma la realtà dei social non si discosta da queste mie invenzioni.

Perché tutto questo?

Semplice: una volta su Internet ci stava una minoranza, una minoranza assetata di conoscenza e di diffusione del sapere. Oggi invece la Rete viene usata e abusata dalla massa che non è mai stata educata, che non si è evoluta e che passa il tempo a vomitare le sue stronzate così come lo fa nella vita reale in casa, a lavoro, in spiaggia, per strada. Avete mai sentito quante stronzate dicono le persone per strada? Ecco, tutte queste stronzate sono state, negli ultimi 8-10 anni, riversate in quantità industriali sul web tramite i social.

Quindi oggi è molto difficile trovare persone ragionevoli, belle dentro e fuori, con cui parlare e magari stringere amicizia. E non solo, ricordo infatti che anni fa giravano storie di persone che sono migrate da un continente all'altro per conoscere e sposare il/la loro fidanzato/a virtuale! Dall'Europa all'Asia, dall'America all'Oceania e via dicendo.
FANTASTICO!

Oggi, ripeto, costa resta di tutto ciò?
Niente! Restano mega multinazionali con ricavi più grandi dei maggiori Stati mondiali che vogliono rinchiuderci nelle loro 4 mura virtuali, perché non siamo più dei semplici utenti col cuore pieno di buoni sentimenti, desiderosi di trovare qualche altra persona intelligente e sensibile come noi, no, siamo semplicemente dei meri e schifosi consumatori le cui informazioni vengono vendute alle agenzie pubblicitarie per fare enormi profitti. E così i pochi giganteschi colossi pensano bene, come sta facendo Facebook, di acquistare tutti i vari concorrenti, penso a Instagram e Whatsapp, perché nessuno, proprio nessuno, deve rimanere fuori dal GRANDE FRATELLO!

Pensate che Marco Zuccone, quello che vuole una enorme privacy per sé, avendo acquistato un casino di palazzi intorno a casa sua per non avere persone intorno, vuole diffondere Internet attraverso dei satelliti terrestri e creare pure una TV. Ma perché mai Internet deve prendere le sembianze delle sue megaditte schifose? Lo sapete che nel duemila e.. 11, forse, il mio account su FB venne chiuso per sempre senza alcun motivo?
Assurdo. Nessuna spiegazione, niente scuse, niente di niente. Pensate a tutte le persone che riversano lì le loro vite, poi FB chiude (difficile, ma già successe per MSN Messenger che era una figata!) o gli chiude il profilo e loro? Boh, ma tanto con chi dialogavano? Col vicino di casa, come al solito.
Non c'è più l'INTERNET di una volta!

Provate, ora, subito, stasera, a contattare una persona totalmente sconosciuta proveniente da chissà dove. Vediamo se vi accetterà o no. E voi accettereste l'invito di uno sconosciuto del Sud America o dell'India? No! Ne sono convinto perché ora non si chatta più col nickname e basta, si chatta dentro i social con i nostri profili pieni della nostra vita.

Questa apertura verso il mondo ci ha in realtà resi più chiusi.

15 agosto 2017

Nessun miracolo a Madeira


Madeira è un'isola portoghese sita nell'Oceano Atlantico, di fronte al Marocco (ma non perdetevi anche Porto Santo, isola più minuta e con meno piogge).

E' famosa per aver dato i natali a nientepopodimenoche Cristiano Ronaldo e da oggi il suo nome ha fatto il giro del mondo perché, durante una processione religiosa cristiana, è crollata una gigantesca quercia secolare che ha causato la morte di ben 12 persone!

Questa è solo una delle tante tragedie che capitano durante le cerimonie, celebrazioni, riti, ecc., e ciò vuol dire solo una cosa: i dei e gli angioletti non esistono, meno che mai le vergini che partoriscono.

Lobby ebraica contro hotel svizzero INNOCENTE

Le associazioni ebraiche e addirittura il governo ebraico e tutta la potentissima e aggueritissima lobby ebraica mondiale, si sono scagliate contro un hotel alpino svizzero perché la proprietaria ha scritto alcuni cartelli dove si pregavano gli ospiti ebrei di farsi la doccia prima e dopo il bagno in piscina e di richiedere il loro cibo in ben determinati orari e non quando volevano loro.

Regole di educazione civica per una civile convivenza.

E invece no, invece ecco il putiferio internazionale da veri ignorantoni.

Sapete perché dico questo? Perché questo hotel è famoso per ospitare da parecchi anni gruppi di ebrei ortodossi. Sì, proprio quei matti che si fanno il bagno da vestiti.
Se sono loro che si comportano così e non altri, perché la proprietaria avrebbe dovuto eliminare il termine 'ebreo'? Senza questo aggettivo di provenienza/religioso, non avrebbe avuto senso, perché solo gli ebrei e i mormoni fanno ste cose.

Insomma, come diavolo si può accusare di razzismo/antisemitismo una signora che da sempre ospita ebrei?

POTERE DELLA LOBBY MAFIOSA EBRAICA!!!

Italia razzista senza fine

Tra la fine di luglio e le prime due settimane di agosto 2017, avrei voluto scrivere diversi post per condannare vari eposidi di razzismo avvenuti nella nostra italietta.

Il problema è che terminato di leggerne uno, ne succedeveno subito altri e così sono rimasto scioccato e stremato, veramente senza energie per parlarne.

Ogni giorno c'è sempre qualche cafonazzo fascista che commette il suo bel reato razzista o omofobo. Mi chiedo se questa gentaglia, negli scorsi anni, si sia sempre comportata così oppure se sia riuscite a nascondere questo lato oscuro, per poi esplodere adesso assieme a quella massa di dementi riversata su Facebook.

24 luglio 2017

I Paesi dell'Est non vogliono i migranti

Questo dato è sconcertante: Polonia ed Ungheria non hanno accettato neanche un migrante, peccato che il primo Paese qui menzionato abbia esportato 1 milione di persone nel resto d'Europa.

Bello fare il ricchione col culo degli altri, eh?

Luca Lotti regala milioni di euro a Cortina d'Ampezzo

Ho trovato questa "esilerante" notizia su l'Espresso di metà giugno:

il ministro dello Sport Luca Lotti, ha pensato bene di finanziare con €242.000.000 (gulp!) il miglioramento della viabilità della notoriamente poverissima Cortina d'Ampezzo.

Tutto ciò non per aiutare i poveri cittadini che ogni giorno si spaccano gomme e sospensioni, ma in vista dei mondiali invernali del 2021!

Questi sì che sono investimenti necessari per il bene del popolo bue!

Il bagnino fascista: ma la polizia è stata comprensiva.

Ma guarda un po'! Il vecchiaccio fascista di merda dice che la polizia è stata comprensiva e non pensa che verrà incriminato.

https://video.repubblica.it/cronaca/chioggia-tolti-i-cartelli-dalla-spiaggia-fascista-il-titolare-una-goliardata-non-chiedo-scusa/280687/281270?ref=tbl

Cittadini russi in difesa della libertà su Internet. Cosa dice Salvini?

Chissà cosa ne pensa il sior Salvini dell'ennesima stretta alla libertà di parola su Internet da parte di Putin, dopo aver ovviamente già da anni annullato quella di espressione in TV, per non parlare dei giornali.

Domanda retorica, lui, i leghisti e i pentastellati sono praticamente al soldo dello zio, anzi zar, Putin: http://www.repubblica.it/esteri/2016/11/23/news/ue_russia_campagne-152633201/

23 luglio 2017

Orsi in Trentino Alto-Adige e l'idizia umana

A distanza di qualche tempo, un orso ha ferito un uomo nelle montagne del Trentino Alto-Adige, in una zona ben nota per essere abitata da questo animale selvatico, infatti i tiggì hanno mostrato un cartello a riguardo.

Dato che quello è il suo areale e data la presenza di cartelli di avviso, perché ora c'è la caccia all'orso/a, per un'azione per lui totalmente naturale? Tra l'altro il signore ferito, si è recato nel bosco col cane. Attenzione: in alcuni parchi i cani non possono entrare neanche al guinzaglio (ad esempio nel Parco Nazionale del Gran Paradiso) e questi possono disturbare o essere visti come prede dagli animali selvatici.

Per cui la caccia all'orso è una stronzata mega-galattica!

Paolo Borsellino: dopo il 19 luglio giù il sipario

Ecco, lo sapevo, passato l'ennesimo anniversario, è stato calato giù il sipario per i prossimi 364 giorni, così come avviene per Giovanni Falcone.

Quest'anno è stata evidenziata, da parte di un ex poliziotto, una cosa molto interessante, ovvero che la scorta di Borsellino venne incredibilmente ridotta proprio il giorno dell'attentato..

21 luglio 2017

Prendo la mira e sparo

Si è scatenato un putiferio perché un consigliere regionale del PD marchigiano, in un breve post, ha scritto che a suo figlio direbbe di prendere la mira e sparare nel caso lui fosse un carabiniere e la persona che ha di fronte un manifestante intenzionato a lanciargli contro un estintore come arma d'offesa.

La frase è, nella sua banalità, condivisibile, ma come ogni cosa banale non può essere approvata, a meno che uno non sia stanco o ubriaco o drogato.

Questo post vuole semplicemente dire, secondo me, che lui, come molti politici, è sempre e comunque dalla parte delle forze dell'ordine, perché fa comodo stare dalla parte di quelli che imbracciano il mitra.

Certo, in quel giorno di luglio di 16 anni fa, Carlo Giuliani stava per lanciare un estintore mentre si teneva il volto ben coperto, ma perché mai una persona normale dovrebbe pensare ad una futura situazione simile con implicato il proprio figlio? Proprio non capisco.
C'è anche da dire che i carabinieri cercarono il morto inseguendo i manifestanti ad esempio con le camionette lanciate a tutto spiano. E allora, se uno vede tutto l'insieme, sta ancora dalla parte dei carabinieri?

19 luglio 2017

Lo scandalo delle case abusive di Amatrice

Penso che solo in Italia sia possibile avere delle case popolari, ovvero pubblico, costruite su decisione del Comune, abusive.

Il problema non è tanto l'abusivismo in sé, per il quale devo dire che siamo da sempre stati ben abituati, quanto per il fatto che secondo un procuratore, quelle case sarebbero crollate con qualsiasi sisma, ed infatti si sono sbriciolate come un castello di sabbia la passata estate (2016).

Le palazzine, terminate di costruire nel 1977, ricevettero l'approvazione del progetto soltanto 7 anni dopo, quando erano già abitate.

Abusive - Approvazione in netto ritardo - crollate completamente.

Siamo al TOP!

Non finisce qui, perché lo scorso settembre le nuove casette donate ai terremotati, vennero considerate abusive dal Comune di Amatrice. Ve lo ricordate?

11 luglio 2017

Gian Carlo Caselli vs Bruno Contrada

L'ex magistrato Gian Carlo Caselli non ci sta e afferma che, nonostante la revocata condanna, Bruno Contrada commise fatti gravissimi e che sia la Cedu (corte europea dei diritti dell'uomo, secondo cui il reato di "Concorso esterno in associazione mafiosa" non è chiaro, gulp!) che la Cassazione ragionano in astratto, come se la Mafia non esistesse!

Non si deve inoltre parlare di assoluzione, infatti sia la Cedu che la Cassazione non prendono in esami i fatti specifici che in ogni caso sono gravissimi.

Fior di sentenze hanno confermato il concorso esterno in associazione mafiosa (416 bis).

Alla domanda "Chi è stato Contrada?", Caselli risponde che l'imputato ha un contributo sistematico e consapevole sia alla conservazione sia al RAFFORZAMENTO di Costa Nostra.

FALCONE: STATUA VANDALIZZATA. ROBE DA BRIVIDI

A Palermo è stata vandalizzata la statua che ritraeva Giovanni Falcone.

Si può dire che fosse solo una statua, certo, ma colpendola si è voluto come colpire per una seconda volta l'ex magistrato che per anni, ovviamente non da solo, ma quasi, ha lottato strenuamente contro i mafiosi.

E' un gesto insulso e vile. Più che rabbia, però, mi ha fatto crescere la paura, proprio perché si è voluto colpire un'innocente statua raffigurante un martire laico.

Mi sono davvero venuti i brividi dalla paura e dallo schifo!

Cose pazze dalla Corea del Sud

Su ILPOST, in un articolo del dicembre 2015, questa mattina ho letto che in Corea del Sud, ci sono aziende che propongono ai propri fantozziani servili dipendenti, la morte finta, ovvero, per fargli capire che la vita va vissuta, affrontando anche gravi problemi, vengono messi dentro delle bare per 30 minuti, ecc., ecc.

A me non interessa parlare di questa cosa, che ritengo comunque interessante, ma mi preme evidenziare invece un dato per me molto fastidioso:

in Corea del Sud i lavoratori non avevano, fino a poco tempo fa, la pausa pranzo di 1 ora.
Praticamente lavoravano ininterrottamente dalla mattina al tardo pomeriggio.
Ora che è stata istituita la pausa, voi direte, queste sfigatissime persone vivranno meglio?
No, per niente, infatti le aziende ladre e bastarde hanno escogitato una diabolica trovata per riottenere quell'ora: far entrare i dipendenti un'ora prima o farli uscire un'ora dopo.

IL CAPITALE VINCE SEMPRE, BRUTTI BASTARDI!

4 luglio 2017

LODE A FANTOZZI!

Appena due sere fa cercavo i divertenti, sagaci e cinici articoli di Paolo Villaggio scritti per l'Unità qualche anno fa (2009, 2010, ecc.) e stamattina leggo con stupore della sua morte.

Lui ha sempre parlato della sua morte asserendo di conoscere la data, insomma ci scherzava sù, perché anche quando non era vecchissimo, si sentiva tale o voleva farci pena per non so quale motivo, insomma, io pensavo campasse più a lungo, come se più ne parlasse, più campasse. Spero di essermi fatto capire :)

Alcuni giornalisti e anche persone che fanno un altro lavoro, parlano di Fantozzi come di un personaggio/maschera che ha rappresentato l'italiano medio.

Non è vero!

Paolo Villaggio, attraverso Fantozzi, ha voluto mostrarci ben altro tramite un impiegato per così dire modello, ovvero ubbidiente, servile e sfruttato. Infatti ci ha mostrato la società così com'è con tutte le tue limitazioni, confini, prigioni, regole, regolette, leggi dette, scritte e non scritte, colleghi viscidi, sbruffoni, cafoni, colleghe bruttine che però ci fanno girare la testa perchè sono le uniche donne che ci rivolgono perlomeno un saluto, mogli bruttissime che però ci sono in teoria fedeli e che dobbiamo continuare a mantenere perchè se divorziassimo chissà cosa penserebbero i vicini di casa e i famigliari, figli anch'essi orribili e deficienti che però, essendo figli unici e nostri, dobbiamo alla fin fine ritenere fantastici anche se per colpa nostra tali non sono e non si evolveranno mai, capi bastardissimi visti come santoni, anzichè come divinità oltre ogni legge umana che dicono e fanno ciò che vogliono, sport e gite viste non come momenti di relax e libertà ma come ennesimi obblighi per evitare di pensare e scappare da questo incubo chiamato società e sistema occidentale/capitalistico.

22 giugno 2017

INCREDIBILE: a Roma c'è gente incazzata con le auto in doppia fila

Ecco una buona notizia, ma allo stesso tempo anche una cattiva notizia.

Quella buona è che alcune persone, a Roma (ripeto: ROMA!), se la sono presa con un tizio che aveva lasciato per circa un'ora il proprio veicolo in mezzo alla strada.

La cattiva notizia è che una di queste, ovvero una guardia giurata, dopo essersi incazzato di brutto, stava per prendere in mano la pistola, quando è stato fermato dal collega.

Le guardie giurate hanno il grilletto facile.

Ma chi sono? Da dove arrivnao? Come vengono ingaggiati? Che regole devono rispettare?
E se fossero, come dicono alcuni, solamente dei camorristi il cui compito è riscuotere il pizzo?