27 maggio 2015

Preside buonista

Ragazzo morto, caduto da una finesta di un albergo.

Compagni di classe tutti zitti. Diranno poi che così gli aveva intimato di fare la Polizia. Boh?

La preside avvilita dice.. abbiamo creato dei mostri. Subito dopo dice: Dobbiamo comprenderli, bisogna perdonarli.

Perdonarli? Ma se prima dice che sono dei mostri, come fai ad essere così pazza da volerli perdonare?
E poi se avessero parlato sarebbero stati meno mostri? Cioè il fatto che uno sia mostro o meno lo dimostra se parla o meno? Magari erano shockati, magari avevano paura di essere poi messi sotto accusa, magari son stati mostri solo in quel frangente ma non in altri.. voglio dire, tutti gli altri che non assistono e non sono partecipiti e co-protagonisti di fatti simili non sono mostri? Mah! Io di mostri a scuola me ne ricordo a bizzeffe, eppure non avevano ucciso nessuno, né visto scene simili standosene poi zitti.
Da ogni scuola, da ogni famiglia, da ogni madre può spuntare un mostro e di sicuro non lo educhi se lo perdoni prima ancora che venga educato.

Ma secondo voi a scuola le persone vengono educate a non essere dei mostri?
Da quel che ricordo io, a scuola i prof non insegnano tanto il comportamento da tenere verso i più deboli, non insegnano la giustizia, bensì semplicemente delle nozioni chiedendo rispetto verso di loro.
I litigi e i bulli fanno finta di non vederli. E poi sarebbe troppo comodo per le famiglie mollare i figli a scuola sperando che i prof li educhino verso la giustizia, la solidarietà, l'empatia, ecc.

Di mostri è piena la società e la scuola basata sui voti, sugli anni da superare e sul titolo di studio aka pezzo di carta da conquistare in ogni maniera, è la prima a crearne, perché gli studenti studieranno a memoria, copieranno, tutto ciò pensando solo ai numeri dei voti e appunto al diploma. Stop! Nessuno va a scuola e nessuno insegna a scuola per formare degli adulti decenti. Si va a scuola come fosse un'azienda.. si svolge un compitino et voilà.
E in famiglia ancora peggio: si viene considerati bravi solo se si prendono dei bei voti, non se si ha capito e se si è approfondito un argomento da soli, ma và, l'importante è finire per poi avere un lavoro. Che tristezza!

Renzi incacchiato nero!

Oggi Renzi s'è davvero incacchiato contro quei gufi oppositori che ce l'hanno con lui per via degli impresentabili e delle deboli se non farlocche leggi anti corruzione.

Ha proprio urlato, s'è sentito ferito e colpito nell'intimo, come se quelle leggi fossero veramente la fine del mondo in senso buono e come se le avesse scritto lui pensando alla "pace nel mondo" che ora grazie a lui finalmente regnerà in eterno!

Renzi però dimentica che per fortuna almeno la tv pubblica non è una sua proprietà, così la gente a casa, dopo averlo sentito sbraitare con tanta sicumera, ha poi potuto ascoltare il pacato e preciso Di Maio del M5S, elencarci i motivi per cui il ddl contro la corruzione sarebbe contro la corruzione soltanto di facciata!

"Oggi i grillini contestano l’assenza di alcuni elementi all’interno del ddl: la figura dell’agente sotto copertura, l’utilizzo delle intercettazioni per il falso in bilancio e la mancata riforma dello scambio elettorale politico mafioso."
Continua

26 maggio 2015

PRETACCIO VUOLE EVANGELIZZARE I FROCI

Alla gente libera e raziocinante della religione (sua e in generale) gliene frega meno di zero, questo pretaccio però è convinto che, per allontanare le poveri genti da usi e costumi scellerati che vanno contro l'umanità ("Le nozze gay sono la sconfitta dell'umanità"), come ad es. il volersi sposare tra omosessuali, sia necessario continuare ad evangelizzare.

Non gli basta, a questo pretaccio, tutto il lavoro di sterminio messo a segno nel corso dei secoli in tutto il globo, non gli bastano i milioni e miliardi di euro, dollari, ecc., non gli bastano musei, oro, radio, tv, giornali, partiti, no... noooo, loro vogliono continuare a romperci i coglioni!!!!!!!!!!

Io la penso come il lettore glm83:

"La vera sconfitta dell'umanità è che il Vaticano esista ancora dopo 2 mila anni di nefandezze"

22 maggio 2015

Preti clienti di femminielli minorenni


E' soltanto con un trafiletto nell'ultima pagina della cronaca che La Stampa (e suppongo anche gli altri quotidiani nazionali) trattatano del nuovo problema legato alla prostituzione minorile, in questo caso maschile.

Sto parlando di un giro di prostituzione di ragazzini di etnia rom, che avveniva alla Stazione Termini di Roma. Tra i clienti anche due preti (uno di questo con un ricco archivio di materiale pedopornografico!).
Ovviamente la clientela era molto più numerosa e comprendeva anche altre persone, ma mi chiedo come mai un caso così squallido non sia finito sulle prime pagine.

Forse perché maschi? Forse perché rom? Forse perché di mezzo ci sono due preti?
Vediamo nei prossimi giorni se la questione si estenderà massmediaticamente parlando.

21 maggio 2015

LA PAURA, IL TERRORE, L'ANSIA, LA SOLITUDINE FORZATA

LA PAURA, IL TERRORE, L'ANSIA, LA SOLITUDINE FORZATA

Viviamo in un mondo cosidetto libero, dove ognuno in teoria fa ciò che vuole, in realtà siamo forzati all'omologazione e, come vedremo tra poco, alla solitudine anch'essa forzata.

Infatti, per vivere in questa società libera, dobbiamo farci accettare, e la società è di natura conservatrice ed omologatrice, perché non vuole insicurezze, incertezze, dubbi, problemi. Forse non vuole neanche porseli lontanamente.


Ripensando alla mia vita, sono tante le cose che mi hanno bloccato in vari momenti della mia crescita e a volte anche oltre.
Penso alle ombre che di notte vedevo sul soffitto della camera e non mi facevano dormire.. avevo paura ci fossero dei mostri che volesser smangiucchiarmi.. Penso al rumore dello sciacquone che, sempre di notte, mi faceva paura perché azionandolo nel silenzio il suo rumore era fragoroso, ma soprattutto avevo paura che spuntasse fuori dall'acqua un certo "dio" pronto a castigarmi per non so quali "reati" (forse le seghe!). Beh, se il primo problema è causato dalla presenze di ombre che disegnavano mostri, il secondo è chiaramente un problema causato dalla società che ci forza a credere in questo "dio" (?) che ci vede e ci punisce, però ci ama eh!! E' palese come questo "dio" serva per farci rigare tutti quanti dritti.
Poi crescendo penso ai tagli di capelli, ai vestiti, specie le scarpe, guai a non avere robe all'ultima moda, altrimenti sei un pezzente, un secchione o altro.
Guai a non fare la voce grossa, altrimenti sei uno sfigato da prendere in giro e pure da prendere a botte.
Guai a dire la propria, altrimenti vai fuori tema e la maestra e i prof se ne lamenteranno perché, come abbiamo già visto prima, devi rigare dritto.
E guai a prendere un voto inferiore al 6, perché anche se a te (cioè me!) interessano solo alcune cose, per la scuola e i genitori devi sapere assolutamente tutto o comunque prendere dal 6 in sù per poi avere il fatidico e  banale "pezzo di carta", altrimenti voleranno parole grosse, schiaffi, ecc.

Capite che in una società così qualsiasi persona degna di questo appellativo, rischia di crescere con problemi di autostima e con problemi relazionali, sentendosi sempre imperfetto, in colpa, denigrato, ecc.

Niente, avevo voglia di elencare alcune cose che mi segnarono. Da un po' di anni invece, per fortuna, me ne strafrego altamente, d'altronde crescere significa anche questo, andare oltre e in quest'oltre io non sono più uno che deve essere giudicato, ma sono io che giudico e mando a fanculo questo sistema totalmente illiberale che vieta ai singoli di esprimersi in maniera unica secondo i loro sentimenti sia unici che del momento.

MOGLI SENZA SESSO

Solitamente si parla di donne che, nelle vesti delle mogliettine, non vogliono fare sesso col marito usando le classiche scuse tipo quella del mal di testa, dello stress, del troppo lavoro, ecc.


QUI però si parla del problema inverso, cioè di tutti quei mariti, e pare essere un gruppo ben numeroso, che fanno o pochissimo sesso con la moglie (1 volta al mese o addirittura 1 volta l'anno) o non lo fanno proprio più da anni.

Se hanno più di sessant'anni ci sta, specie se anche la moglie ha la stessa età o è più vecchia, se invece la coppia è più giovane il problema può consistere nell'averlo fatto troppo in principio o semplicemente nel vedere la moglie come un'amica, una coinquilina o una sorta di collega, nel senso che si sta insieme per mandare avanti l'azienda-famiglia, badando sempre e soltanto agli stipendi, alle spese, agli orari, agli impegni, ecc.

Nel primo caso (troppo sesso da giovani) il marito, l'uomo, il maschio, ha ormai già palesemente conquistato la sua preda, per cui è naturalmente portato a snobbarla e a badare ad altre, nel secondo caso la moglie-donna-femmina è semplicemente un essere con cui si fanno i conti, un essere che sicuramente, sentendosi al sicuro col suo bel matrimonio, non ha più alcun interesse nel mostrarsi sensuale, perché ora deve appunto badare alla casa, ai figli, ecc.
Insomma, è alquanto normale che ambo i membri della coppia o anche uno soltanto, dopo un po' non abbiano più voglia di fare sesso, ma soprattutto da quand è che due per essere felici di stare insieme devono per forza fare sesso?

Voi fate sesso col vostro migliore amico? No, ma siete felici lo stesso. Per cui se state vicino alla persona che dite di amare che problema vi fa non fare sesso? Non sapevo che il verbo "amare" significasse "trombare"!

MATRIMONI OMOSEX UE vs ITALY

Alla faccia dell'UNIONE EUROPEA.

l'UE serve solo per far circolare la stessa moneta.


Non è possibile che il matrimonio tra persone omosessuali sia valido in certi Stati mentre in altri viene totalmente negato, perché i nazicattotalebanipatriarcali hanno paura che ciò metta in pericolo la famiglia tradizionale (balle, è soltanto una famiglia con persone dal sesso uguale, capirai che problema, che dramma, che ingiustizia, che paura, che terrore, che pericolo!!!), ma non è certo vietandolo che verranno meno le coppie omosex (anche se i religiosi credono di sì, perché secondo loro ciò che non è conforme alla loro visione della vita è completamente innaturale e quindi è possibile modificarlo per far tornare sulla retta via - o via del retto? - coloro i quali hanno "sbagliato").

Insomma, come ci viene mostrato in questo simpatico VIDEO, un italiano o un'italiana può sposarsi all'estero, però quando torna in Italia questa unione non viene riconosciuta con tutti i problemi del caso..
ATTENZIONE, il matrimonio non viene riconosciuto solo se è OMOSEX, se invece un italiano sposa una straniera all'estero o se un'italiana sposa uno straniero all'estero, allora sì... come dire:

"DEVI FARE IL BRAVO, DEVI VIVERE DA ETERO, SE VUOI CHE QUESTO DIRITTO TI VENGA RICONOSCIUTO!"

A me pare un ricatto, e a voi?

19 maggio 2015

TIFOSI PERDENTI

In questi giorni di fine stagione calcistica (ovviamente non termina solo il campionato di calcio di Serie A, ma anche quelli esteri, delle serie minori e di altri sport), sento la gente parlare solo di formazioni, ad esempio c'è la Juventus che se vuole vincere deve schierare A+B+C, praticamente una data formazione è una formula per la vittoria sicura.

In Italia siamo tutti allenatori.

Peccato che un allenatore (termine desueto, così com'è altrettanto stupido "mister", pronunciato da chi in inglese aveva 4) badi ad altre cose oltre al nome del singolo calciatore: forma fisica, esplosività muscolare, esperienza, tenuta psicologica, problemi e problemini fisici, ruoli che può coprire, in quale maniera si integra nello schema (che molti snobbano) e coi compagni di reparto e se riesce a unire più reparti, ecc.

Ma soprattutto noto una "cattiveria agonistica" nelle parole e nei toni della gente media che me la rende insopportabile (la gente, non la catt. agon.): hanno tutti in testa il calcio e le vittorie.
Peccato che i tifosi non siano dei calciatori, degli allenatori, dei dirigenti e figurarsi se sono dei presidenti, per cui cosa gliene importa di una vittoria o di una sconfitta? A me piace guardare le partite senza farmi condizionare da vittorie e sconfitte altrui. Io sono uno spettatore. Tutti siamo degli spettatori. Uno spettatore guarda, applaude o fischia, e quando la storia finisce se ne va soddisfatto o meno dello spettacolo, non della vittoria o della sconfitta.
E poi ancora con la storia del tifo come religione. Ma se a me piace il calcio perché devo tifare per una squadra anziché per la perfetta esecuzione del giuoco del calcio?

Questa gente, sconfitta dalla ---loro--- vita, che manda stancamente avanti la propria esistenza attraverso lavori e rapporti privi di esaltazione e felicità, che non pensa mai di distaccarsi per cercare altro, per paura del salvifico ignoto, questa gente cerca consolazione, immedesimandosi in chi invece ce l'ha fatta, in chi sta sopra la massa, in chi ha tutto e pure la gloria.

AUGURI PERDENTI

Abbasso la Crescita

I giornali non fanno altro che parlare di crescita, i politici litigano sui dati della crescita e la gente a casa, tutta ansiosa, freme sperando che il PIL si alzi.


Ma a che pro?
Quando eravamo in crescita nei decessi passati, il popolino non stava né meglio né peggio, non era né più felice né più triste, non era né più buono né più cattivo, né più bello né più brutto!
Se il PIL cresce significa solamente che son state prodotte più cose. E quindi? E' questa la vita?
Incassando qualche soldino in meno la nostra vita è rovinata? Ma anche no!
La nostra vita è rovinata se facciamo finta di vivere divenendo schiavi dei numeri e del frenetico ritmo di lavoro.

C'è gente che vive solo per incassare dei soldi per potersi permettere un'automobile nuovo o un viaggio più lungo e più esotico, gente che poi ne vorrà un'altra e un altro, sempre diversi e più costosi, gente come dicevo prima completamente schiava dei numeri, della produzione, del consumo. Dei veri e propri drogati!
E per ottenere queste ed altre cose, cosa fa la gente? Accetta ogni regola e convenzione, accetta di divenire mero strumento oltreché perfetto robottino che si alza alle 7, fa una finta colazione (praticamente si avvelena coi finti biscotti dei supermercati e non incamera alcuna energia), consuma benzina, inquina, si gode il traffico, si rinchiude 10 ore in ufficio, rifà il tragitto, torna a casa, si riavvelena sia mangiando sia guardando i tg, poi si riposa per essere fresco il giorno seguente. Parlano di libertà, però chi vuole andare a prostitute deve farlo di nascosto. Chi vuole stare con una persona del proprio sesso deve quasi farlo di nascosto. Chi è contro la crescita non può dirlo se no viene visto come pazzo asociale lavativo, ecc.

Ogni giorno milioni di persone si alzano in posti squallidi, attraversano posti squallidi, lavorano in posti squallidi, incassano salari squallidi e mi venite a parlare di crescita? Ma parlate di vita, di bellezza, di natura, di sensazioni, di emozioni, di rapporti, di amore, di goduria, di felicità!!!!


LA VITA E' ALTROVE

16 maggio 2015

10 100 1000 SALVINI

Salvini farà ragionamenti da primitivo, come ha affermato ieri sera Crozza su La7, però nessuno deve vietargli di fare i suoi comizi se lo Stato, i Comuni, ecc., gli danno il permesso.
Salvini non aizza il popolo, non è come Bossi che parlava di fucili, rivolte, ecc... certo, parla di ruspe, ma chi è approva i campi degli zingari insulsamente definiti campi nomadi?

Chi con la violenza tenta di zittire una qualsiasi altra persona, è soltanto un poveretto, un ritardato e malato mentale, ma anche un (possibile) criminale, quindi va bastonato e sbattuto in galera per almeno 5 anni. Non è possibile che in ogni città dei gruppetti di facinorosi tentino di silenziare con la violenza il leader leghista, pur essendo meno razzista, cafone e violento di Bossi, Borghezio, ecc.

Questa gente forse non vede quanti poveracci italiani ci siano, forse loro preferiscono spendere i soldi in favore degli zingari e degli africani. Se loro andassero/emigrassero in Africa e nei Balcani col cazzo che otterrebbero tutti i soldi che diamo noi agli stranieri!

SCUOLA E GENITORI COI FIGLI UBRIACHI CHE CASCANO DAI BALCONI

La mamma del giovane studente morto durante una gita scolastica, dopo una caduta dalla finestra dell'albergo, ha detto che la scuola le ha riportato a casa il cadavere di suo figlio, volendo ciò dire che la scuola lo ha ucciso.

BALLE!

E' ormai risaputo che negli ultimi anni sempre più giovani, minorenni, fanno un uso smodato, quindi un abuso, di alcol. Se a ciò aggiungiamo che i prof non possono certo stare appiccicati ai ragazzi h24, specie se gestiscono studenti degli ultimi anni delle superiori, mi pare chiaro come la colpa non sia della scuola, dei prof, del sistema, della società, ecc., ma soltanto dei genitori e dei ragazzi.

I genitori insegnano i problemi correlati all'uso anche solo regolare (?) dell'alcol? No!! Sono i primi a bere vino come spugne!
I genitori invogliano i propri figli a fare qualcosa di bello e utile? No! Insegnano solo a sfangarla a scuola studiando a memoria o a copiare.

Per cui cari genitori, andatevene a fanculo!

12 maggio 2015

La mamma dello stupratore e il Sud cancro d'Italia

Diciamo la verità, le interviste ai famigliari degli aguzzini sono veramente inutile oltreché assurde, ma forse hanno lo scopo di farci incazzare ancora di più!

Non ha alcun senso infatti sentire la mamma dello stupratore romano, tra l'altro con precedenti per violenze e furti, dire che non è un mostro, che è sempre stato un bravo ragazzo, ma vaff!!!!!!!!!
Idem il padre del 24enne napoletano che mesi fa inserì un compressore nell'ano di un 14enne, reo di essere cicciotello.. Ha detto che è giusto che paghi, sì ma per cosa? ".. che paghi per quella COSA".
Chiamala "cosa"!! Io la chiamerei violenza anche sessuale, e pure tentato omicidio!!!

Al Sud moltissima gente non pensa, non sa ragionare, sa solo sminuire e difendere i criminali, forse per paura di ritorsioni.. vogliono divenire amici dei delinquenti sperando di poter vivere serenamente, fregandosene però del prossimo onesto.

E comunque le porcate al Sud non hanno mai fine, in Sardegna dei minorenni hanno ucciso un ragazzo colpevole di aver difeso la fidanzata dai loro insulti, mentre in Sicilia due ragazzi sono morti durante delle risse notturne, a Nabule, e dove se no, una baby gang ha rapinato due supermercati.

Molti potrebbero dire: Ehhh, son figli di questo tempo. Oppure: Ehhh tutta colpa dei Savoia!
Balle, i criminali son sempre esistiti e al Sud Italia ce n'è la più alta percentuale. Salvini però ora punta tutto sull'emergenza clandestini e sulle ruberie dei rom, solo perché ha bisogno di voti anche al Centro e Sud Italia.

Insomma, non ci libereremo mai di questo cancro fatto di violenza, insulti, prevaricazione, omicidi, ignoranza, becerume, ecc., ecc., proveniente dal Sud!

Uno non fa in tempo ad aprire il sito dell'Ansa che subito si trova dinnanzi ad almeno 10 notizie tragiche provenienti dal Sud Italia..
E c'è gente che continua a non riuscire a fare 2+2, ovvero che non arrivare a capire che il Sud sia la culla del male, dei delinquenti. Il loro buonismo, lo si vede benissimo in questi giorni pieni di notizie di delinquenti meridionali, non ha portato a nulla se non appunto alla nascita di altri delinquenti anche di 14 anni!
Quando un bambino/ragazzino sbaglia glielo si fa notare e lo si premia quando smette e si comporta bene.
Ma quando un bambino/ragazzino insulta, urla, picchia, ruba, ecc., gli si devono dare tante di quelle bastonate finché non avrà più la forza di alzare le sue stupide braccia da bestia! Questo perché la gente che insulta, urla, picchia, ruba, ecc., conosce un solo linguaggio e se noi ci rapportiamo a loro in maniera diversa da quella a cui siamo abituati, ci ritroveremo a parlare con un muro. E, ripeto, i risultati sono sotto gli occhi di tutti: stupri, omicidi, rapine, ecc.



11 maggio 2015

Ma che cazzo succede alle PENSIONI?

Leggete la storia di Leopoldo MASTELLONI:

"La mia pensione è stata calcolata sugli ultimi tre anni di contributi, che nel caso mio e di chi fa il mio mestiere sono chiaramente scarsi, perché gli impegni e le chiamate con l'età si diradano. Eppure io ho fatto i miei primi versamenti nel 1965 e dal 1968 per un lunghissimo periodo lavorando in Rai ho versato tramite loro moltissimi contributi."

Premesso che non sapevo della sua esistenza, scopro solo essere trattarsi di un cantante e attore napoletano, la cosa mi pare alquanto strana perché anche se la sua pensione è legata agli ultimi anni della sua attività, avrà comunque avuto il mondo di acquistare almeno un appartamento considerando che appunto ha lavorato con discreto successo per vent'anni almeno nel mondo dello spettacolo tra tv, canzoni e teatro (non dimentichiamoci dei diritti d'autore che sicuramente continua a prendere!).

10 maggio 2015

GRILLO contro MAMMOGRAFIA, e la PROSTATA?

Grande uscite a vuoto di GRILLO sulle mammografie, ennesimo tentativo per andare contro a Umberto VERONESI, di professione (o ex, vista l'età) oncologo, ipotizzando senza prove certe, un accordo tra il medico e la General Electric produttrice dei macchinari necessari per gli screening al seno.

Avrebbe fatto molto meglio a scagliarsi contro il business multimiliardario degli esami alla PROSTATA e relative operazioni per asportare il canciroma, per via del fatto che è un tumore che si sviluppa molto lentamente (e che l'operazione comporta poi problemi al paziente), per cui praticamente qualsiasi uomo fa in tempo a morire per altre cause..

Leghisti contro i gattini

Da qualche giorno un gruppo di persone posta nel profilo FB di Salvini tanti fotomontaggi di gatti, per cercare di rendere meno rude il leader leghista.

Ma anziché mostrarvi queste immagini, leggiamo alcune reazioni del popolo leghista.

Alex Bartoli Continuate a mettere gatti che state aumentando in modo considetevole i sostenitori di Matteo....io ero un PDiota come voi, adesso sono un Salviniano ultra convinto compresi i miei amici..VAI CAPITANO CHE LI ASFALTIAMO.....

Francesco Kekko De Maria Cancro a chi pubblica i gattini vi colpira il cervello

Francesco Kekko De Maria Tanto dal vivo siete tutti sfigatelli fate profili falsi e vi nascondete come bambini fate pena al l'umanità per quello meritate di morire ma sputando sangue con le peggiori malattie ve lo auguro

Francesco Kekko De Maria Meglio terròncello tamarro che putt .. Zitta cagna

Nicoletta Bassani Tutti profili falsi!Complimenti imbecilli!!!Non avete nemmeno il coraggio di far vedere il vostro muso!Fate pena!!! Sofia Archilogo qualcosa contro i "terroni" ??? Vienimelo a dire in faccia brutta idiota (detto da una Bergamasca)

???????????????

Mirkus Fallika Il Paese sprofonda e questi imbecilli & poveri coglioni postano insulse foto di gatti. Pezzi di idioti, meritereste di finire in un gulag.

Laura Roby E' noto che la sinistra paga anche alcuni elementi per andare a trollare nelle pagine avversarie. Tempo fa avevano addirittura fatto un bando di concorso!
Comunque io ho risolto. Ho bloccato tutti i poveri postatori di gattini, così ho le pagine pulite
e leggo un sacco di cretinate in meno.
Se vogliono continuare a votare quello che gli toglie il lavoro, gli aumenta le tasse, svende il paese e lo fa colonizzare dall'islam, contenti loro... il giorno che apriranno gli occhi, forse faranno in tempo a rendersi conto che il cervello dato in outsourcing non è una mossa intelligente, anche se risparmia la fatica di pensare.


Mario Limonta Coglioni fumatoi e drogati

Martino Barzaghi Mario lasciali perdere,loro ai problemi italiani rispondono con le fotine dei gattini,il loro cervello più di così non può fare....cosa pretendi??Anzi probabilmente erano pure tra quelli che hanno distrutto Milano....quindi...

Francesco Kekko De Maria Cancro al cervello ai comunisti che pubblicano gattini ve lo auguro

Antonello Giuliani Non capisco questa cazzata dei gatti...sembrate dei bambini dell'asilo...