16 aprile 2014

$7/giorno in miniera

Questa è la cifra che prendono i minatori afgani.

Io prendevo €10/giorno facendo il pony express in bici, quando ancora la mania del bike messenger in Italia non esisteva.

E penso che 10 euro in Italia valgano molto meno dei 7 dollari in Afghanistan!

"E ma loro rischiano la vita"
E sti cazzi, io no in mezzo al traffico?

Se guarisci è merito della Chiesa, se crepi sssshtt

Per essere considerato "santo", un religioso deve compiere dei miracoli. Ma come si fa a capire se davvero le guarigioni miracolose, che avvengono improvvisamente ridando vita a persona ormai praticamente morte, sono frutto dell'intercessione di questa persona?

Esempio: una donna sta male, ha un'aneurisma come nel caso citato QUI, poi prega, in questo caso l'ex papa polacco, e guarisce proprio quando ormai era data da spacciata da tutti i medici.

Guariscono improvvisamente solo quelli che pregano?
E se anziché pregare un religioso morto o vivo che sia, pregano direttamente il loro dio di riferimento?
E nelle altre religioni ci sono miracoli simili?
E un ateo guarisce in maniera inspiegabile o no?
E fra i credenti cattolici, quante guarigioni si sono registrate in totale, grazie all'intercessione di Woytjla?
E quanti credenti cattolici, invece, gravemente malati sono comunque morti fra atroci sofferenze?
Ma soprattutto, perché mai dio dovrebbe badare a ciò che dice un ex papa, figura istituzionale da lui mai creata e su cui, da quel che mi risulta, non ha voce in capitolo? eheh

Insomma, non è che bastino 2-3 casi.. nel mondo ci saranno milioni di malati che rimangono tali!
Posso chiedere un favore a tutti questi santi? Fate comparire del cibo dinnanzi a chi sta morendo di fame. In questa maniera sì che tutti poi si convertirebbero. Altrimenti non sono credibili i vostri miracoli!

15 aprile 2014

NO NO NO NO NO, ma quali NUOVE nomine

Ma quali novità, sono i soliti nomi, la solita casta degli industrialotti italioti col culo parato!!!

Allora, già l'ho menzionata l'incredibile riconferma di De Gennaro da parte del "Rottamatore" (a fargli compagnia, nelle vesti di AD, il mai domo Moretti, il più amato dai pendolari!).

Ma incredibile pure la nomina della Marcecaglia all'ENI e sapete perché? Perché io da vero GIUSTIZIALISTA mi incazzo sapendo che tempo fa venne indagata assieme ai fratelli per ricchi conti correnti milionari in Svizzera (evasione, sì, avete capito bene, evasione), frode condonata col pagamento di 9,5 milioni di Euro al Fisco italico (su 400 milioni evasi, secondo l'inchiesta de La Repubblica di qualche anno fa).

Evidentemente serve qualcuno in grado di.. dialogare sapientemente con l'estero..!
Ed evidentemente Renzi, al contrario di Porro de Il Giornale, la reputa in grado di dire e fare ciò che serve al Paese per rilanciarsi.

Poi c'è la Todini alle Poste (con impresa di famiglia legata alle costruzioni, non so di che tipo, spero Lego), che di viso mi sta simpatica, ma che strinse felicemente la mano a Putin e che si fece sempre allegramente baciare dalla Polverini. D'altronde è stata nominata su invito del centro destra, stessa parte politica che la fece entrare nel CdA della Rai.

Ma non capisco una cosa, industriali come questi, non hanno già il loro bel lavoro da svolgere?!?

Concludo con questo "scoop" dell'Huffintgndnton?Post: nei cda di Eni e Poste due cari amici-finanziatori della fondazione renziana Big Bang, ovvero Alberto Bianchi e Antonio Campo dall'Orto.

Ah, non capisco un'altra cosa. Se siamo in democrazia, perché possiamo votare solo un partito, mentre tutta sta gente viene scelta neanche di striscio dal bobbbolo sovrano?

Oh no, ancora lui!

Alla faccia del "Rottamatore"!

Com'è che De Gennaro è ancora a capo di FINMECCANICA?

13 aprile 2014

Apriamo un sito porno?

Ragazzi, io tempo fa parlai di due notevoli tettone (Denis Milani e Hitomi Tanaka) e spulciando fra statistiche ho notato che la maggioranza dei visitatori proviamo da ricerche affini a codesto genere .. d'intrattenimento.

Io sono un abile ricercatore, se qualcuno fosse un ottimo creatore, potremmo aprire assieme un ottimo sito porno. Ah, cercarsi anche grafico con contratto a progggetto (come il progggetto dell'Inter con Stramaccioni, LOL).

Alfano-Dellu-Gas, un trio per risate memorabili.

Non so se fa più ridere sentire Gasparri dire che sarà sempre vietato COLTIVARE DROGA sul terrazzino di casa (ma porc.. è una pianta, idiota, la droga se vuoi la produci dopo, idiota!!!) o vedere Alfano parlare, da ministro, di Dell'Utri braccato in Libano!

Ci manca Giovanardi e potremmo concludere in maniera degna la settimana, ma non mi va di cercare le sue sboccate, ehm, le sue fuoriuscite di urina, ehm, le sue "prese di posizione"

Ma posso sempre concludere col mitttico Lupi, ministro alle/delle Infrastrutture che ci delizia con cotanta fantasia (al potere, uh): "Chi occupa una casa abusivamente commette un reato"
Gradirei e gradiremmo sapere le sue idee su chi costruisce abusivamente.. Ah già, gli altrettanto mitttici governicchi berlusconicchi hanno solo saputo condonare a manetta!!

05 aprile 2014

Andare sulla Luna è come andare a Rimini a ferragosto!

Se c'è una cosa che non mi emoziona, questa è l'esplorazione spaziale, non perché non mi piaccia immaginare e poi poter scoprire/sapere cosa c'è nei pianeti vicini a noi e magari anche cosa ci sia oltre, oltre e ancora oltre il nostro sistema solare, anzi, ma perché sembra che le varie missioni le si vogliano fare per fare sentire l'uomo gli umani dei fortunati poché appartenenti all'unica specie davvero importante.

Sembra che si vada nello spazio, nell'universo, non per meravigliarsi, ma per antropocentrismo: "noi facciamo, noi andiamo di qua e di là, noi progrediamo!", ecc.
Ma all'universo non gliene frega niente degli umani, le cui invenzioni e scoperte non apporteranno nulla a questo universo!

Possiamo andare oltre il nostro sistema solare, ma ciò non apporterà agli umani alcun beneficio dal punto di vista esistenziale, solo da quello pratico (tecnologie), anzi, tutto il contrario: li illuderà di essere degli esseri importanti perché viaggiano fuori dalla Terra, ma se il loro comportamento, la loro morale non cambia, a che serve tutto ciò? Perché mai dovrei felicitarmi di possibili viaggi turistici verso la Luna e sulla sua superficie, se ogni giorno milioni di umani schiavizzano e uccidono brutalmente sia animali che altri umani? Ma ce ne rendiamo conto di quanto facciamo schifo???


Andare sulla Luna, Marte o altri posti, dal mio punto di vista, equivale all'andare a Rimini!
E' solo un viaggio, nient'altro che un viaggio, che tra le varie cose serve a farci fare anziché a farci pensare!

02 aprile 2014

Perché lo Stato fa schifo

No, non fa schifo perché ci ruba tanti soldi (sì, è un valido motivo, ma viene dopo).

Leggete attentamente quanto sto scrivendo...

Domanda semplice semplice:  
Il mondo è stato creato dagli Stati?

Che io sappia no, per cui che cavolo vuol dire "ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato"?

Se sono un terreste sarò o no libero di girare per la Terra? NO!
Gli stupidi umani si sono divisi creando prima confini poi imperi e Stati, tanto per godere del potere e svilire il prossimo loro simile!

Da che mondo è mondo e da che uomo è uomo, però, l'essere umano ha le gambe per spostarsi e un cervello per andare oltre la stupida parola "Stato", Stato che si sente un dio, si autoimpone e impone le sue leggi che strozzano ogni libertà, poi dopo qualche centinaio di anni fanno i buoni ed elargiscono diritti e tutti a dire "Lo Stato siamo noi". Siamo noi perché eleggiamo dei rappresentanti? Siamo noi perché gli diamo i nostri soldi? Siamo noi perché é dovuto ad elargirci servizi?
No
, in realtà Stato, ovviamente, non vuol dire "diritti" e neanche "servizi", significa potere di governare, decidere, fare, reprimere, omologare su vasta scala.

01 aprile 2014

Giovani leoni!

Leoni? Che fa rima con..


Perché una condizione esistenziale deve essere equiparata ad un'azione criminale?
Una persona che ad esempio scappava dal regime di Gheddafi, cosa doveva fare? Chiedere il permesso d'ingresso a qualche istituzione italiana, chiedendo l'asilo politico? Ma se Italia e Libia erano amiche..!!
Un'altra cosa stupida di questa immagine è che questi leghisti sono toscani.

31 marzo 2014

Prete mafioso? Prete spostato!

Cose da Calabria:

in un paesino della provincia di Vibo Valentia, pieno zeppo di mafiosi, c'era un prete che non solo se ne fregava della presenza di questi, non solo li faceva presenziare alle processioni religiosi, ma addirittura li aiutava, ovvero li portava a conoscenza delle prossime perquisizioni che avrebbero subito dai carabinieri, grazie ad un'amicizia proprio con un carabiniere.

Bene, ora questo prete sarà stato.. spretato.

Ma va! Lo hanno solo mandato in un altro paese ahahahah

Ecco come i politici cattolici si salvano le chiappe

E' Roberto Formigoni a spiegarcerlo celermente:

"Il Papa ha detto che se ci riconosciamo peccatori, Dio avrà pietà di noi"

Sintesi della (sua) sintesi:

Se uno ammette di essere un farabutto ladro criminale, magari andrà in Paradiso, quindi perché non tentare di godersi la vita da criminale sulla Terra per poi vivere da "celeste" in cielo?

30 marzo 2014

Obama a Roma

Se Obama a Roma visita i palazzi istituzionali e il Colosseo, allora sì che avra tastato la situazione della città nella sua interezza!

25 marzo 2014

Chi non lavora non ragiona. (Celentano vs Ivan Graziani)

Io ero rimasto alla frase di Celentano: "Chi non lavora, non fa l'amore"

Che sembra stupida, ma un fondo di verità ce l'ha, infatti un uomo senza soldi non attira alcuna attenzione da parte delle donne che ambiscono a riprodursi, per cui non farà mai il cosidetto "amore" né per gioco né per riproduzione.
La frase dunque è vera, ma allo stesso tempo fuorviante: vi pare che una persona intelligente si scelga il partner in base al lavoro e ai soldi?
Tutti parlano di amore, di sentimenti, di unione eterna, poi però se uno dei due perde il lavoro, ecco che sembra perdere anche l'intelligenza, i sentimenti e la bellezza? La cosa non ha assolutamente senso..!

Ora, però, c'è un'altra frase che ho sentito dire con veemenza:

"Io ragiono sempre perché io lavoro.. io ragiono a lavoro".

Anche questa in parte è vero, infatti per lavorare bisogna compiere dei ragionamenti.
Solo in parte perché è palese che se questa persona non lavorasse, non gli salterebbe mai in mente di ragionare su nulla che sia o pratico o esistenzialista o altro.
Insomma, si fa l'amore e ci si sente impegnati intellettualmente soltanto se ci sono anche dei soldi ed un impiego pubblicamente riconosciuto ufficialmente.

In questa bacata società, quindi, chi lavora non solo ragiona e incassa soldi, ma viene ritenuto superiore a chi non lavora proprio perché è CERTO che ragioni, così com'è CERTO che troverà qualche partner, mentre chi non lavora viene visto come uno brutto, idiota e magari pure stronzo e criminale.
Per cui se voi siete degli stronzi e non avete un lavoro, trovatevi un lavoro e tutti vi reputeranno dei tipi perfetti. Come dite? Secondo voi continuerete a rimanere stronzi? E vabbé, ma il popolino buono la pensa così, per cui per campare bene in società non vi resta che adeguarvi o dare adito alle maledette malelingue (ah, ma Ivan Graziani era un solerte ed indefesso lavoratore dedito all'ubbidienza o era uno "stronzo che non ragiona"?) 

24 marzo 2014

L'ossimoro di Napolitano

Oggi Giorgio Napolitano, l'esimio Presidente della Repubblica italiana fondata a parole sull'antifascismo, ma in pratica sui tanti fascisti amnistiati e poi assunti dallo Stato, ha affermato che "soltanto con l'unione (Unione Europea) si può avere pace".

Come dargli torto! I fatti e anche la logica stanno dalla sua parte, ma..

Ma in patriarcato il valore principale è la proprietà privata, così nella nostra storia umana vediamo che ad un certo punto le varie etnie han sempre cercato di comandare all'interno di un certo territorio, volendolo però sempre estendere, creando gli Stati. Lo Stato è una creazione che deve rimanere ("son stato fondato qui e qui sto") e che si basa sulla forza. Questa "mania" di estensione, di conquista, fa sì che i vari popoli si scontrino. E si scontrano sia fra vicini che fra lontani, perché ognuno ha il proprio regno e deve pensare al bene della sua proprietà, mica al bene dell'umanità intera.

Dove sta il controsenso di Napolitano?
In questo: se l'unione degli Stati ha prodotto e produce la pace, non è forse vero che questa unione è necessaria perché uno Stato in sé e per sé è soltanto uno strumento di guerra???
Per cui un'unione di Stati produrrà pace all'interno di questa, ma è sotto-sotto una macchina da guerra ancora più potente!

LAVORO: ma quale indipendenza, ma quale coraggio!

Lo scopo di questo blog, oltre ad evidenziare le malefatte di certi potenti come accadeva nel passato, è principalmente quello di lottare contro le banalità e le frasi fatte!

In questo clima di uno contro uno, o se preferite di tutti contro tutti, ecco che la gente che lavora critica aspramente i diversi da loro, ovvero i disoccupati che possono venire denominati sia fannulloni, sia bamboccioni. In che maniera vengono denigrati? Asserendo che non sono indipendenti economicamente dai genitori.

E che gravissima colpa è? Di sicuro non è, per fortuna, ancora un reato!

Veniamo al dunque:
quando non sei indipendente economicamente dai genitori, puoi però esserlo dal punto di vista mentale, puoi cioè avere le tue idee creandole o recependole in totale autonomia, mentre quando sei indipendente economicamente, puoi benissimo dipendere dalle conoscenze e dalle tradizioni dei genitori e dei famigliari (ad es. il credere in una religione, in un'ideologia, il far parte di una data organizzazione/associazione perché così han fatto tutti gli altri che ti han preceduto, ecc.), essere quindi un depensante (o una capra-capra-capra!); quando sei indipendente economicamente dai genitori, se hai un lavoro da dipendente, sei però dipendente dal datore di lavoro e quando questo ti licenzierà o quando il contratto terminerà, continuerai a vantarti di non dipendere più economicamente dai genitori?; quando sei indipendente economicamente dai genitori, se hai un lavoro autonomo, invece, dipendi dai clienti.

Insomma, tutti dipendono da tutti!

La gente si scaglia anche molto facilmente contro chi si suicida.
Il suicidio viene malvisto perché nei libri religiosi è reputato un peccato, infatti secondo i cristiani (e non solo..), chi commette questo gesto (che va contro dio perché gli stai distruggendo una sua creazione, cioè la vita) non potrà mai andare in paradiso e bearsi della "luce divina" e della "vita eterna".. aiuto, sto male se penso all'eternità, il mio cervello non riesce a comprenderla!
Invece dai laici viene malvisto perché si pensa che il suicida sia uno dotato di poco coraggio.
Ma secondo voi la gente normale, la gente comune, quale coraggio ha? Fare ogni giorno lo stesso lavoro e sopportare vagonate di stronzate e prigioni sia fisiche che mentali, è per voi sinonimo di coraggio? Per me no, è anzi l'esatto contrario! Viltà bell'e buona!

Il vero essere umano coraggioso è quello che rifiuta totalmente l'andazzo di una determinata società e cerca dei modi per sfuggirvi. Può farlo migrando in un'altra società, inventandosi dei lavori originali e allontanandosi dal lavoro da dipendente e dalla famiglia, oppure può vivere da senzatetto, financo suicidarsi!
Che poi, se andiamo a vedere i vari casi, nella maggioranza dei casi il suicida non è uno depresso e asociale come si suole immaginare, bensì uno che ha perso il lavoro o la cui azienda è fallita, era cioè uno che si dava da fare e che magari pensava che la vita fosse bella solo perché le cose (materiali e finanziare, mica legate alla mente, alle emozioni, ecc.) gli stavano andando bene. Poi appena crolla l'illusione della felicità dettata dai soldi, ecco che crolla la vita stessa perché si fondava sul NULLA più ASSOLUTO

Come si fa a non considerare coraggioso uno che si suicida quando tutti noi abbiamo paura del momento in cui sapremo di stare per morire???

Vi lascio meditare su queste due importantissime tematiche, con questa frase di Dante Alighieri:

"LIBERTA' VA CERCANDO, CH'E' SI' CARA, CHI PER LEI VITA RIFIUTA"