20 dicembre 2014

BASTA COI REGALI DI NATALE!

Siamo vittime del consumismo mascherato, coperto dalla religione.

Per colpa dei tre re magi, la cui esistenza non è certa, tutti quanti non soltanto siamo obbligati a comprare regali, ma ci sentiamo intimamente in dovere di comperarli.

E così la gente, anziché fare qualcosa di bello e utile, in questi giorni affolla negozi, supermercati e mercati per acquistare. COMPRA COMPRA COMPRA, SPENDI SPENDI SPENDI.

Insomma, alla faccia della festa "santa" e religiosa, si continua a stare con le mani nella materia come in qualsiasi altro periodo dell'anno.

Sono più religioso io che sono ateo che tutti voi credenti messi assieme!

Sono stufo dell'Italia

Non se ne può più, l'Italia è proprio in mano ai furbi che, se scoperti, molto spesso rischiano solo i domiciliari, invece se tu rubi una mela finisci dritto in carcere!

E che dire delle prescrizioni per i reati ambientali, anche se l'inquinamento continua ad uccidere? ILLOGICO!

GRAMELLINI l'ottimista

GRAMELLINI imperterrito ottimista.

Molti lo accostano ad un pretino di campagna intento a risolvere piccoli problemi d'amore, un pretino che pensa sempre in positivo e vive per accoppiare il prossimo stringendolo nella spietata morsa dell'amore monogamico patriarcale.
Ma il suo ottimismo, che è il pane degli stolti, dilaga ovviamente anche in altri ambiti, l'ultimo riguarda le fatidiche OLIMPIADI 2024, per le quali il governo Rensi e il CONI vogliono battere la concorrenza, fregandosene ad esempio della nostra spietata corruzione (i peggiori in Europa!), delle nostre scuole pubbliche che crollano e anche del fatto più strettamente legato a questo evento del debito pubblico.
Infatti, ogni Olimpiade, porta con sé una marea di debiti perché le infrastrutture necessarie per i vari eventi vengono pagati tutti dallo Stato ospitante, mentre il CIO si intasca tanti bei soldoni e se ne sbatte i co.... avete capito.

Renzi, da vero ottimista, stolto se non ignorante, se ne infischia di questo dato e anche dei debiti di Torino (Olimpiade invernale 2006). Lui vuole fare fare e ancora fare. Prima di tutto annunci per mostrarsi uno che fa. Ma di gente che fa ce n'è fin troppa. La gente che fa a me non piace molto perché bada più al fare che all'essere e al rapportarsi in maniera corretta col prossimo, per loro il prossimo è solo un impiccio che li separa da quel loro obiettivo materiale. Renzi per me è come Berlusconi. Non è un essere vivente, è soltanto un robottino.

Ma torniamo al povero (?) Gramellini. Ecco cosa ha scritto pochi giorni fa:

18 dicembre 2014

Ecco perché Napolitano dovrebbe costituirsi

TG1 and GRILLO, la lunga lotta.

Potremmo tutti quanti intitolare così il rapporto fra il massimo telegiornale nazionale statalista filogovernativo, e il giullare/Masaniello giustamente incazzato con tutto e tutti.
Tutto iniziò nel 2007, anno del primo VaffaDay, zero diffusione, censura, brevi servizi incentrati sulle parolacce, ecc.
Ora la solita storia si ripete, infatti Beppe Grillo ha detto: "Napolitano non dovrebbe dimettersi, ma costituirsi, perché ha firmato di tutto", intendendo con ciò le leggi vergogna propostegli da Berlusconi e dall'ex comunista firmate senza pensarci un secondo.
Ecco invece cosa ha detto il TG1 questa sera: "Napolitano non dovrebbe dimettersi, ma costituirsi".
Omettendo una parte fondamentale del suo ragionamento..

Ennesimo caso, dunque, di servizietti giornalistici (?) stomachevoli fatti per scioccare la gente e portarla, sperano loro, a favore dei maggiori partiti (partitocrazia ladrona e buffona!).

USA terroristi

Gli U.S.A. scovano i terroristi e poi per far sì che svelino i loro segreti, i loro intrighi, i loro piani, ecc., usano la tortura, approvata, promossa e benedetta da Bush e Cheney.

Praticamente si comportano a loro volta da terroristi!

Come se non bastasse, condannano anche gli agenti, anzi l'agente, che ha svelato queste cose.
Ma come, la Patria della libertà (di invadere e bombardare?), vogliono fare le cose all'oscuro di tutti? PAZZESCO! E' un vero e propio Stato canaglia!!!

Ma non me ne stupisco, dato che gli U.S.A. da sempre sono uno Stato guerrafondaio e che approva ancora oggi la stupidissima e deplorevole pena di morte che come si è visto non è un valido deterrente, dato che di crimini continuano ad essercene in continuazione senza sosta alcuna.
Ma quale Stato non lo è? Uno Stato nasce non tanto per governare, quanto per comandare e ampliare il proprio territorio per poter estendere i propri affari, oltreché il proprio potere che, non ho mai perché, è il desiderio di ogni umano che, se non comanda da nessuna parte, almeno vuole comandare anche solo nel proprio appartamentino, mah!

Pensa ai bambini italiani

M5S SHOCK

E' vero o non è vero che qualche deputato del Movimento 5 Stelle ha gridato a Renzi, mentre sprecava qualche secondo della sua incredibile esistenza per parlarci dei bambini afgani morti in un attentato dei talebani o come diavolo si fanno chiamare ora, "Pensa ai bambini italiani"?
(La frase è terribile se detta da chiunque, perché non è giusto fare distinzione fra chi soffre, specialmente quando la gente muore per colpa dei terroristi che colpiscono anche in Occidente..)

No, perché come fa notare anche qualche lettore nel sito de Il Post, non v'è traccia di questa frase incriminata e schifosa che, se fosse vera, non può certo porre il M5S sopra gli altri partiti.

Il limite (o uno dei limiti) del M5S consiste probabilmente nel pensare esclusivamente all'Italia, l'Europa è un nemico tout court, figurarsi cosa gliene può fregare ai suoi membri di quello che accade nel mondo.

Venendo all'attentato in sé, io sinceramente non me ne stupisco, perché mi preme ricordare come quei bambini stessero studiando all'interno di una scuola militare.

16 dicembre 2014

La caduta agli inferi di Benigni

Negli ultimi anni, penso nell'ultimo decennio, ho dovuto rivalutare verso il basso il mio ex idolo Roberto Benigni, sia per le sue attuali performances, sia purtroppo ripensando anche ad alcuni suoi vecchi film.

Vediamo.
In queste sere Benigni è in prima serata su RaiUno, e non è la prima volta, per fortuna delle sue tasche, e se prima parlava di Paradiso-Purgatorio-Inferno attraverso le parole di Dante, ora invece è il turno dei 10 Comandamenti, il tutto esaltando la figura del dio cristiano. "Lui ci ama, lui ci vuole bene, pensate quanto ci vuole bene, una cosa incredibile, pazzesca, mai vista prima, ecc., ecc., ecc."

Un profluvio di esaltazione, oltreche di banalità.

Ha il cancro: LICENZIATA

Su CHANGE.ORG potete firmare QUESTA petizione a favore di una povera donna di Brindisi, licenziata IMPROVVISAMENTE nel 2011 da una ditta statunitense (Lyondell-IBasell) per motivi di riassetto economico, così dice l'azienda, mentre la povera donna, affetta da cancro, parla invece di un picco di produzione raggiunto proprio in quei giorni.. le due cose cozzano, si sente puzza di bruciato.

La puzza è del cervello bruciato di questi loschi industriali e di chi per conto loro va in giro per gli uffici a leggere le lettere di licenziamento senza fermarsi un istante per ascoltare i pensieri altrui (trovate l'incredibile storia all'interno di questa petizione).
La verità è che a certe aziende non frega nulla della salute dei dipendenti, ovvero gente che passa la propria vita per lavorare per queste, che rinuncia alla propria vita in cambio di uno stipendiuccio, e peggio che mai se ai dipendenti arriva la tristissima notizia della presenza di un cancro!

Cavolacci loro e anche cavolacci nostri, a tutti può capitare!
Capitare non solo di subire quest'ingiustizia della natura ma anche quest'ingiustizia sociale.
Negli U.S.A. molte multinazionali sono solite scaricare i costi sanitari dei dipendenti sulla società e pare che questa mentalità abbia preso piede con tranquillità anche in Italia.

15 dicembre 2014

Le OLIMPIADI delle 2024 Banane


LE MAFIE?

LA CORRUZIONE A ROMA (Mafia Capitale con fascisti vari a comandare), MILANO (EXPO), VENEZIA (MOSE)

IL DEBITO PUBBLICO?

LA DISOCCUPAZIONE, LA GENTE SENZA CASA, GIOVANI CON TITOLI DI STUDIO CHE VALGONO MENO DELLA CARTA IGIENICA?

Cosa volete che siano!

Molto meglio candidare l'Italia come nazione ospitante le Olimpiadi estive del 2024!

Volete mettere l'appeal del nostro bel Stivale che tra frane, corruzione, mafie, debito pubblici e crisi economica inferiore solo a quella greca e spagnola, rispetto a quello delle altre nazioni candidate? Che poi, 'ste altre nazioni, io per ora non le conosco. Ovviamente noi italiani dobbiamo pensare che solo l'Italia si candidi, perché noi siamo er mejo, noi siamo er meid in ittali!

Ma pensiamo che l'Italia sia un bel posto. OK, facciamo finta.
Ora però pensiamo alle scorse Olimpiadi italiane, ovvero quelle di Torino 2006.
Bene, Olimpiadi, così come tutte le altre sparse per il mondo, che hanno generato un casino di debiti (pubblici, come per ogni altra Olimpiade.. il CIO no, il CIO si intasca solo tanti bei soldoni e basta, è una vera e propria associazione a delinquere finalizzata alla truffa, leggete QUI).

Renzi è un po' come Berlusconi nei riguardi del ponte sullo Stretto di Messina (per il quale abbiamo già sprecato diversi milioni di euro): gli piace fare tanti ANNUNCI, perché giustamente deve e dobbiamo sognare e pensare in grande, ma prima ci sarebbe tanti piccoli lavoretti da svolgere...
E soltanto dopo si potrà valutare se una cosa è utile o dannosa, bella o brutta.

Ecco il parere di Matteo Salvini (Lega Nord):

"Ci sono migliaia di società sportive dilettantistiche che stanno rischiando di chiudere perchè lo Stato gli manda i controlli - ha ribadito Salvini - poi tutte le ultime Olimpiadi sono state, economicamente parlando, un disastro. Non capisco se Renzi ci è o ci fa. La prendo come una provocazione. Se è una provocazione fa ridere, se è una cosa seria fa piangere."

Ecco l'opinione di Beppe Grillo (M5S):
 
"Nel 2024 magari tutti i coinvolti di mafia capitale saranno nuovamente liberi e attivi. In tempo per spartirsi una torta olimpica. Hanno fatto i conti senza il m5S. Non glielo permetteremo. Marino: vergognati e dimettiti"

13 dicembre 2014

Amianto: tutti son colpevoli

Si dice che l'Eternit è colpevole di aver messo in vendita un prodotto cancerogeno e di non aver protetto i propri lavorati.
VERO!

Ma è anche vero che gli imprenditori, gli industriali i cui capannoni, fabbricati, palazzi, ecc. erano costituitui da amianto in OGNIDOVE, pur essendo venuti a conoscenza negli anni Settanta (o prima..) dei pericoli di questo materiale, se ne sono SBATTUTI LE PALLE.

L'Olivetti di IVREA ne è un fulgido esempio, leggete QUI:

"I magistrati hanno sottolineato, in vari passaggi, che l'azienda istituì nel 1974 una Commissione permanente ecologia e ambiente, ma che la portata del rischio legato alla presenza dell’amianto sia nei locali sia nel talco adoperato per la produzione fu rilevata solo in anni successivi. Vengono contestate, poi, la mancata informazione ai lavoratori sui rischi che correvano inalando le polveri di amianto, anche dopo aver rilevato nel 1977 la presenza di amianto nei freni e nelle frizioni delle macchine utensili. Altre contestazioni riguardano l'assenza di mezzi di protezione personali e il mancato utilizzo di sistemi di aspirazione localizzata. C’è poi il capitolo riguardante gli edifici. I magistrati contestano le mancate ispezioni per verificare lo stato di conservazione degli intonaci."

Natale per i figli di una mignotta!

Se non capitasse d'Inverno, nei giorni più vicini al Capodanno, se non ci fosse dunque la neve in svariate zone d'Italia, d'Europa e del "mondo occidentale", il Natale non se lo filerebbe di striscio nessuno, ma sarebbe una semplice festa, ovviamente non solo per i credenti cristiani poiché tutto chiude come ad es. durante Pasqua (beh, tutto no, ad es. i supermercati ormai sono sempre aperti.. poveri lavoratori.. non pensate che vengano assunte nuove persone, son sempre i soliti che ruotano e che sgobbano mentre i capi se la godo in montagna, sti fiji de na mignotta!), dove ci si ritrova in famiglia ma dove comunque mancherebbe una certa atmosfera dettata invece appunto dalla neve e da nient'altro, perché non si potrebbe immaginare Babbo Natale ad es. s-vestito in costume da bagno!

E della nascita di Gesù Cristo non ne abbiamo prove tangibili e comunque che sia nato o no, la nostra attuale esistenza è misera tanto qual era quella di chi viveva all'epoca e ancora prima, siamo cioè degli esserini insignificanti, ora ancora di più, dato che ci crediamo importanti se possiamo permetterci di fare regali costosi, mentre una volta almeno la gente sapeva di essere una formica nell'universo e si relazionava con questo andando in comtemplazione, mentre ora si fissa l'oggetto che si ha in mano e ci si crede importanti e unici, quando si è solo un mero strumento del consumismo.

La banalità del lavoro

Avere un lavoro è brutto perché, a parte lo stipendio, si è sempre sotto controllo, da parte del padrone e dei colleghi, si hanno orari fissi, inflessibili, tardare anche solo di 3 minuti pare un insulto, insomma si è schiavi di gerarchie insulse e di numeri ancora più insulsi.
Ma anche i lavoratori autonomi, anche quelli che fanno grandi incassi giornalieri, non sono più fortunati perché devono sempre mostrarsi felici e attivi con clienti e conoscenti, altrimenti perderebbero il loro fascino, prestigio e quindi anche clientela.
Insomma, per campare bisogna sempre prostituirsi, essere sempre a disposizione del prossimo che, nel caso di un lavoratore dipendente, è il capo dalla cui testa dipende il tuo presente e futuro, e perciò vuol dire anche non poter essere sé stessi, cosa che consiste nel poter avere pensieri originali, unici, personali e anche modi di fare e comportarsi unici e personali, ecc.
Praticamente bisogna fare i robottini puttani...

Ma la cosa ancora più brutta è, ovviamente, non avere un lavoro, perché senza soldi non si può avere un tetto, un piatto e neanche i soldi per la benzina per andarsene in giro e rinfrancarsi lo "spirito" (cioè la mente) vedendo posti meravigliosi a noi preclusi durante praticamente tutta la nostra esistenza.
Ma, soprattutto, sono le frasi della gente comune che vive nella banalità e nello schifo del lavoro di cui sopra, a rendere la vita di chi non ha un lavoro ancora più brutta, perché dicono: "Ohhh mi dispiace, dai che lo troverai, non so quando ma lo troverai"
Ma che cazzo ne sai se lo troverò, e poi che vuol dire trovarlo.. mica è una tesoro nascosto sotto terra.
E oltre a non sapere quando lo troverò, se non sai neanche che tipo di lavoro voglio e posso fare, di che stai cianciando? In giro è pieno di gente che lavora e nonstante ciò sembra abbattuta, stanca, stressata, imprigionata, annchilita.

11 dicembre 2014

MAFIA ROMANA: Buzzi e Tor Sapienza

Sempre più arresti a Roma contro la cupola mafio-fascista che con minacce e corruzione si aggiudicava lucrosi appalti.

Oggi è venuta fuori una notizia molto interessante: come già avevo scritto tempo fa (QUI e QUI), dietro gli attacchi alla palazzina di Tor Sapienza che ospitava dei rifugiati/profughi africani, c'era l'estrema destra capeggiata dall'im-prenditore Buzzi, titolare di una cooperativa che voleva inglobare, diciamo così.., un'altra cooperativa, questa onesta, almeno m'è parso di capire, che appunto era nel "business" degli aiuti ai profughi a scapito della Cooperativa 29 giugno del Buzzi, il quale voleva essere il padrone assoluto di Roma.

QUI invece trovato un ottimo recentissimo articolo de l'ANSA dove trovate l'elenco dei criminali inquisiti e arrestati, tra cui:

Giovanni De Carlo: detto 'Giovannone'. Personaggio di spicco dell'organizzazione, il "ministro dell'economia" ma anche cerniera del clan anche con il "bel mondo" dello spettacolo e dello sport. Secondo quanto accertato dal Ros, De Carlo aveva rapporti con molte starlette della tv, come la show girl Belen Rodriguez, ma dava del "tu" anche a cantanti come Gigi D'Alessio. Teo Mammuccari si rivolge a lui per chiedere sostanze dopanti e il calciatore della Roma, Daniele De Rossi, lo chiama per chiedere "una mano" dopo una rissa in discoteca. De Carlo è legato ad Ernesto Diotallevi (indagato): per gli inquirenti i due sarebbero i referenti del clan nei rapporto con Cosa Nostra.

10 dicembre 2014

SPOT Vodafone Dicembre 2014

SPOT VODAFONE DICEMBRE 2014

L'avete visto, vero, il nuovo spot della Vodafone con Fabio Volo e la sua immarcescibile barba? --- Che non ho ancora capito perché la gente pelosa non si rada.. perché si vanta di un eccesso? ---

A novembre ma anche pochi giorni prima della messa in onda di quest'ultimo, c'erano scenette simpatiche, ora lo spot è sempre sul simpatico, però c'è di mezzo l'ammmmmoooore, l'amore fra teenager!

C'è una ragazzina che entra nella sala da pranzo della famiglia con tutti gli ospiti presenti e tra questi c'è un ragazzino e lo fissa immediatamente; lui, invece, con lei che arriva, non la vede quasi.. mi sembra strano, di solito è il contrario: il maschio guarda, la femmina si nasconde. Oddio, ho generalizzato in maniera scandalosa!

Comunque..

Lei guarda, pensa che sia bello e scatta una foto col telefonino da inviare subito alle amiche che rispondono immediatamente dicendole di "buttarsi" o una roba simile..
Ma non si sa grazie a quale sito e/o applicazione, queste sue grandi amiche, spinte da non si sa qualche curiosità, scoprono che quel ragazzino fece un video scandalosissimo nel quale lo si vede intento a bere con le due narici ahahahah AAAAAAAAAAAAAAAAAHAHAHAH Aspe aspe non ce la faccio più sto crepando dal ridere AH AH AH AH AH
Ronf ronf

OK
Quindi le scrivono: "ALLARME ROSSO" col video inserito nel messaggio, non col link, no no col video inserito lì nel messaggio tanto con tutti i GIGGA a disposizione che je frega.
Incredibile come un simile stupido video sia stato reso pubblico e come loro lo abbiano subito trovato. Allora sono tutti amici, si conoscevano già? Qualcosa non torna..

Ma la cosa che mi ha lasciato di stucco è che lui, semplicemente vedendo la faccia di lei, mentre guarda il video di cui sopra, ha capito cosa stesse guardando e s'è vergognato con lei che se ne va schifata..

BOH!

Morale della favola: non connettetevi ad Internet, non cercate info sui motori di ricerca :)