5 marzo 2015

Nikita Klaestrup


Oggi ho scoperto che nel mondo del grande web, in particolar modo in quella parte frequentata dall'italico popolo, sta andando molto di moda tale Nikita Klaestrup, giovane politica danese di un partito conservatore di centrodestra. Nella foto che sta girando si nota lei con un abito da sera alquanto scoperto e abbastanza provocante, per cui è tutto un fiorire di commenti di persone che probabilmente non hanno mai visto una ragazza/donna e che quando la vedono devono per forza pensare al sesso, poi ci si chiede perché esista la violenza sulle donne, gli stupri, ecc...
Non ho trovato, devo ammetterlo, battute e frasi volgari, però si capisce benissimo come l'attenzione verta sulle sue tette, ma ripeto, possibile che gente di 20-30-40 anni non abbiamo visto due tette, per di più coperte tipo al mare col bikini?
Io sinceramente se fossi una ragazza/donna avrei paura ad andare in giro dato che tutti mi potrebbero vedere soltanto come una preda sessuale da considerare solo per il culo, le tette, la figa, ecc.
Ma andate a fanculo umani che siete peggio degli animali!

3 marzo 2015

BOOM AUTO NUOVE 2015. Sì ma l'usato? Sì ma la vita?

IL SOLE 24 ORE: MELFI PREPARA I PICCHI PRODUTTIVI

Vero che producendo si creano posti di lavoro, ma è anche vero che un posto di lavoro riesce a disintegrare i sogni, le aspirazioni di ogni singola persona lavoratrice indefessa e coatta, ma non solo, anche semplicemente il benessere più elementare che ritroviamo nel poter passeggiare sotto il sole in un parco o in spiaggia quando più le aggrada. Banale replicarmi dicendo che si lavora 8 ore mica 24 e che il sabato e la domenica son giorni liberi, banale perché uno il desiderio di essere libero può benissimo avercelo alle 10:30 o alle 15:30 di lunedì o giovedì, la natura umana come ogni altra natura non conosce giorni e orari.., banale perché i giorni festivi in realtà non vengono concessi per vivere la vita, ma semplicemente per due motivi tenuti ben nascosti dal sistema, ovvero SFOGARSI e RIPOSARSI, per poter poi tornare in fabbrica/ufficio rilassati e pronti a riniziare il massacrante lavoro (in ufficio non ci si affatica? Balle, il dover rimanere seduti dalle 8 alle 10 ore è frustrante e anche affaticante, inoltre la vista e i muscoli ne risentono, così come ne risentono anche i nostri pensieri che si appiattiscono sul lavoro quotidiano, sul qui ed ora, senza poter pensare a grandi ideali o anche solo semplicemente a cose piacevoli che poi verranno cercate ma in maniera volgare).

Sinceramente non capisco tutta st'esigenza produttiva, se non ovviamente dal punto di vista degli industriali: con tutte le auto presenti nel mercato dell'usato che possono fare ancora tantissima strada, che bisogno ha la gente di spendere un fottio di soldi per un'auto nuova che appena acquistata si svaluta della metà?
E che bisogno ne ha chi invece la usa poco e potrebbe noleggiarla che ne so, 1 volta a settimana, pagando solo questo servizio e la benzina, mollando dunque per sempre bolli, assicurazioni, riparazioni, revisioni, check-up vari, costo dei garage, ecc.?
Purtroppo le carrozzerie lucenti, i nuovi modelli ben disegnati e le nuove diavolerie tecnologiche, assieme agli spot, e ovviamente allo status quo del dover per forza produrre e consumare (desiderare la merce nuova che fra 1 anno sarà vecchia..), fanno sì che la gente viva solo per il nuovo, per dover acquistare il nuovo, ma vorrei sapere quante auto ritenute 10 anni fa nuove, ora marciscono nei piazzali degli stabilimenti..

Questo mio discorso vuole confutare tutti quelli che scrivono che gli 8 (o i 20?) operai neo-assunti a Melfi, autolicenziatisi per i massacranti turni (magari nella realtà sono turni normali o un po' più pesanti del normale, ma sicuramente pesantissimi per un giovane Under 30 abituato fino ad allora a portare sulle spalle soltanto il peso dei libri - dato che molti son laureati.. -), non possono pretendere di fare gli impiegati anziché gli operai solo perché dotati di diploma e laurea, perché se la richiesta di forza lavoro verte su questo settore o se ne approfitta (?) o si resta senza soldi.

Io dico che è assolutamente vera questa tesi, che questo ragionamento è giusto, ma è troppo banale e c'è troppo livore. Sento puzza del solito odio contro i propri simili dettato da non so cosa, forse dal dover essere stati obbligati a fare un lavoro che non si voleva in realtà fare..
Anche qua devo dire perché è banale. E' banale perché quando uno si diploma o ancora meglio si laurea, non può che immaginare di poter poi fare un lavoro sia meno faticoso, sia più interessante e motivante.
E' banale perché nessuno di questi operai mi pare abbia detto che non voleva sudarsi la pagnotta.
A tutti quanti, penso, piace sudare per sentirsi vivi, e ancora meglio se sudando poi ti pagano, ma quando si affronta la vita vera dominata dal capitalismo uno si sente veramente sviliti tra orari inviolabili manco fossimo dotati del teletrasporto, gerarchie e ordini incrollabili e inflessibili da vero lager, tanta fatica, monotonia, grigiume e pochi soldi.
Sono convinto che se un bike messenger potesse guadagnare quanto un operaio ci sarebbe la fila (con me lì davanti), lo dico perché sono convinto che la gente voglia faticare ma che voglia anche fare qualcosa di divertente.
Bisogna rivedere la società anche dal punto di vista produttivo, dal 1800 ad oggi è cambiato ben poco.. sìsì, la sicurezza, l'ambiente, la tecnologia, ma è assurdo che uno debba entrare in azienda alle 8 in punto e che non possa dire BEH al capo, ecc.

MA POI IO MI CHIEDO:
SECONDO VOI MARCHIONNI E GLI ELKANN SUDANO???
SECONDO VOI VORREBBERO MAI SUDARE???
SECONDO VOI QUELLI CHE CE L'HANNO CON GLI EX-OPERAI, E' GENTE A CUI PIACE SUDARE???
SECONDO VOI MARCHIONNI SA VALUTARE IL SUDORE DEGLI OPERAI???
SECONDO VOI A MARCHIONNI, AGLI ELKANN E A TUTTI GLI ALTRI FIGHETTI PUZZOLENTI INTERESSA IL LAVORO O SOLO SCOPRIRE STRATEGIE SU COME FARE SEMPRE PIU' SOLDONI?

28 febbraio 2015

Salvini invade Roma con la panza

Non capisco.. un settentrionale che si rispetti non dovrebbe mai scendere oltre la Toscana, eheh, invece Bossi prima e Salvini poi, cioè ora, l'hanno fatto, hanno osato farlo, ma d'altronde i soldi non puzzano.
Parlo di soldi perché Salvini dall'alto della sua statura di statista e intellettuale (???), è chiaro che punta a divenire il prossimo premier (ah ah ah) per incassare lauti emolumenti e pensioni d'oro.

E non capisco come un settentrionale, anzi, un leghista che si rispetti, osi allearsi con gente di destra e di estrema destra, quando il primo vuole dividere l'Italia mentre gli altri non solo la vogliono unita, ma vogliono una popolazione omogenea (mentre per i leghisti ci stanno ben due popoli: i padani e i terùn, eeeh che ampiezza di vedute!) e che magari osi allargarsi grazie ai vetusti e orrendi e criminali imperi facisti (prima invadono il resto del mondo compiendo genocidi, poi si lamentano delle foibe, sti assassini ignoranti e schifosi!).

Mi ha fatto molto ridere la Meloni quando ha detto che nessuno doveva sentirsi in diritto di vietare la loro manifestazione perché si è in democrazia.
Vero, peccato che molti dei presenti erano e sono fascisti, per cui non molto affini alla nostra Costituzione e alle nostre leggi e se si lasciano parlare degli estremisti, allora lasciamo parlare anche gli imam che tanto odiamo.

La democrazia vale per tutti, no?

27 febbraio 2015

BONUS BEBE' e la povertà cercata

Che pena leggere i commenti di gente (solitamente mamme, cioè donne) che si lamente nel grande mare in tempesta di Internet, del mancato ottenimento del BONUS BEBE'.

Prima mettono al mondo dei figli che non hanno mai chiesto di venire al mondo, e non contente di questa operazione egoistica, vogliono pure i soldi!
Ma in questo mondo consumistico dove tutto ha un prezzo e dove se non compri niente sei niente, ha senso fare figli quando si hanno pochi danari?

La cosa "divertente" è che sono principalmente i poveri ha fare più figli, i quali poi avranno meno chances di fare carriera rispetto agli altri, aumentando così il numero dei poveri.

24 febbraio 2015

TG1 e la DISINFORMAZIONE TERRORISTICA sulle PROSTITUTE

TG1 E PROSTITUTE, un "duonomio" inconciliabile!

Il TG1 è il tiggì governativo da sempre, e da sempre quindi puritano e che trasgredisce in maniera soft, magari trasmettendo 1 volta al mese qualche videoclip di Madonna o Lady Gaga che fanno le bagasce solo per incassare i milionci.., per il tiggì uno esiste soltanto la monogamia accompagnata magari da qualche sguardo malizioso, e basta.

La realtà è ben diversa, infatti nella realtà sia gli uomini che le donne sono vogliosi di nuove esperienze, rapporti, sensazioni e brividi! Per cui nella realtà la monogamia è soltanto una convenzione sociale per mostrarsi ordinati e ubbidienti in un mondo ordinato che vive grazie alle pecore umane, ma questa cosa, questo "stile di vita", copre la nostra vera natura. E si badi bene che la gente non vuole accoppiarsi sessualmente parlando, perché porca, maniaca, malvagia, malata, sudicia, ecc., ma semplicemente perché la natura ci porta a cercarci di volta in volta un partner che viene reputato sempre più bello, in forma, in salute, ecc., insomma migliore, e questo appunto per migliorare, generazione dopo generazione, la specie umana.

Bene, ora veniamo alla disinformazione terroristica del TG1 compiuta ieri sera e avente come tema le prostitute.

Qualche giorno fa c'era la notizia della scoperta di alcune prostitute rumene minorenni, una addirittura di 13 anni, abbinata all'arresto dei 3 sfruttatori rumeni. Tre, ben tre, avessi detto trenta.. Secondo il TG1 questa è stata una grande operazione di polizia. Mah.
E' stato risolto il vero scandalo dello sfruttamento (perché questo è lo scandalo, anzi il crimine, non certo la prostituzione in sé!)? No! Son state liberate decine e decine di minorenni? No, alcune, anche perché la maggioranza delle ragazze per strada sono maggiorenni, ce ne sono anche di 40 più alcuna di 60!
Dopo questa operazione, il TG1 semina il panico: le minorenni sono di nuovo in strada!
Poi nel servizio si viene a sapere che per strada non è stata trovata neanche mezza ma che si ipotizza soltanto che stiano di nuovo lavorando on the road. Altre, invece, sarebbero tornate in Romania (a fare che? Forse a lavorare con la webcam da camgirl! Beh, lo spero per loro!).

23 febbraio 2015

Il nonsenso della vita contemporanea

Tralasciando il fatto che la VITA di per sé non abbia senso (si nasce senza che alcun essere non ancora essere abbia fatto richiesta di nascita, si vive con l'unico scopo di sopravvivere e riprodursi, per poi morire dopo pochi anni senza aver fatto qualcosa di utile per il mondo e l'universo, se non essersi appunto riprodotti riproducendo il non senso, e si nasce senza che i riproduttori/genitori considerino tutti i problemi, malattie e situazioni più o meno gravose che il nascituro dovrà affrontare: botte, bullismo, povertà, lavori del cazzo, lavori pericolosi, solitudine, galera, manicomio, ospizio, cimitero, guerra, trincea, campo di internamento, torture, ecc.), la vita moderna ne ha ancora meno!!!

Un conto è venire al mondo in mezzo alla natura, vivendo da selvaggi.. da una parte uno lotta contro la natura per cercare del cibo e un riparo, ma dall'altra parte si gode la libertà, il vento, i paesaggi maestosi o favolosi e si stupisce per i nuovi paesaggi che di volta in volta gli si parano dinnanzi agli occhi, ma un altro conto è vivere come viviamo noi da cittadini urbanizzati per di più tecnologicizzati.

Per farla breve:

OGNI MATTINA SIA I PICCOLI CHE I GRANDI SI ALZANO PER.. PER ANDARE A DIVERTIRSI? NO! PER PROCACCIARSI DEL CIBO? NO!
PER ANDARE A RINCHIUDERSI IN SCUOLE, UFFICI, OFFICINE, FABBRICHE, ECC.
DOPO QUALCHE ORA ESCONO TRISTI, GRIGI E DEPRESSI PER RINCHIUDERSI NUOVAMENTE DENTRO LE AUTOMOBILI, I BUS, I TRENI, I TRAM.
SONO CONTENTI DI QUESTI MEZZI TECNOLOGICI? NO, NON GLIENE FREGA NIENTE, PER LORO E' NORMALITA', NORMALITA' CHE SERVE A PORTARLI VERSO ALTRE COSE CONFORTEVOLI COME GLI APPARTAMENTI, MA ANCH'ESSI SONO LA NORMALITA', PER CUI NON C'E' ALCUN STUPORE E ALCUNA GIOIA.
COME SE NON BASTASSE, LE AUTOMOBILI E IL TRAFFICO IN GENERALE ALLA GENTE NON PIACE, ANCHE SE A TUTTI PIACCIONO LE AUTO (NON SENSO ASSURDO!) E OGNI GIORNO LA GENTE E' COSTRETTA A FARE SIA NEL PRIMO MATTINO CHE NEL TARDO POMERIGGIO ORE E ORE DI CODA IN POSTI BRUTTISSIMI, DOPO AVER PASSATO 6-8-10 ORE IN POSTI ANCORA PIU' BRUTTI, FREDDI, GRIGI PRIVI DI STIMOLI SENSORIALI.
TUTTO CIO', DICONO LORO, "PER GUADAGNARSI LA PAGNOTTA"
BALLE, LA GENTE FA QUESTA VITA PER TENERE IN VITA IL CONSUMISMO.
LA PAGNOTTA SE LA POSSONO BENISSIMO GUADAGNARE ANDANDO A ZAPPARE.

22 febbraio 2015

Carcerato suicida, gli agenti festeggiano

Come possano degli agenti della polizia penitenziaria festeggiare la morte di un carcerato non lo capisco.

Non lo capisco perché prima di tutto loro non devono esprimere opinioni, tra l'altro stupide, bensì sorvegliare il carcere e i carcerati, e non lo capisco perché si dimostrano più stupidi degli stupidi che rubano e delinquono e poi finiscono in gattabuia. Infatti, uno che lavora in un carcere, dovrebbe essere ben contento della vasta presenza di criminali, perché solo così il suo posto di lavoro continuerà ad esserci!

Senza criminali e senza galere piene molti verrebbero licenziati, per cui ogni tanto, cari agenti di polizia penitenziaria, anziché mostrare acredine, portate dei regalini ai vostri carcerati, a Natale portategli tanti buoni panettoni!

21 febbraio 2015

Funerali FERRERO

Ma il signor NOVI sarà andato al funerale del signor FERRERO?

E la sua morte favorirà l'azienda del signor NOVI o il signor NOVI ha paura che la FERRERO, grazie a tutti questi servizi sull'ex patron, diventi sempre più famosa e potente?

Mi fanno ridere, comunque, tutti quei poveracci che vanno ai funerali dei ricchi e potenti piangendo, sentendosi sinceramente commossi solo perché gli hanno dato dei posti di lavoro.
E cosa pensavano di ottenere, dei posti di schiavitù? Ma è ovvio che un industriale crea posti di lavoro, che comunque son sempre posti di schiavitù, solo maggiormente retribuita e con condizioni ambientali migliori. E tutti quanti crepiamo, per cui perché piangere quando muore un vecchio che s'è fatto milioni di miliardi di vecchie lire grazie all'umile e noioso lavoro quotidiamo di migliaia di schiavetti, ehm formichine? Piangete per voi stessi massa di smidollati servi della gleba!

Io comunque consiglio a tutti la cioccolata NOVI, specie la crema di cioccolato che non si chiamerà NUTELLA ma non fa uno smodato uso di OLIO DI PALMA, la cui coltivazione forsennata ha devastato ampie zone asiatiche.

19 febbraio 2015

Je suis Taxi coglione

I taxisti affermano che chi si rivolge a UBER lo fa a suo rischio e pericolo perché non garantisce alcuna sicurezza, però poi vedendo le loro manifestazioni di protesta (contro UBER, ovviamente), una persona normale cosa dovrebbe pensare?
Che sono un branco di animali rincoglioniti e feroci.
Per cui solo un pazzo può preferire il loro servizio a quello di UBER dove troviamo tanti bravi ragazzi che cercano di raggranellare qualche soldo con questo innovativo servizio.
Inoltre sfruttare la tragedia di Parigi (Je suis Charlie Hebdo) scrivendo Je suis taxi legale, mi fa veramente vomitare e incazzare!

14 febbraio 2015

ADDIO a FERRERO, l'uomo che ha distrutto il MONDO

Addio a Ferrero, il fondatore dell'industria dolciaria di Alba (Cuneo), che ha devastato il mondo a causa della coltivazione di olio di palma.

Mondo distrutto
Lui invece con 20 e passa miliardi di EURO

MA CE NE RENDIAMO CONTO?
Se sputo per terra mi multano.
Se deforesto il mondo divento multi miliardario!

11 febbraio 2015

Solo gli stronzi e gli ignoranti difendono CORONA

Corona mi sta veramente sul cazzo perché è uno sbruffone ed un criminale.
Anzi no, non lo voglio sul cazzo e neanche sul mio culo, per cui dico che semplicemente si merita di marcire in carcere per 14-15 anni.

E assieme a lui dovrebbero starci tutti quegli stupidi italioti ignoranti cretini scemi e teste di cazzo che lo difendono dicendono: "Eeeeh, quello là ha ammazzato la moglie, quella là ha ammazzato il figlio e gli danno 30 anni ma ora forse 15, Corona invece per DUE FOTO gliene hanno dati 14"

Ma cosa dite, ma cosa dite???

Corona s'è beccato tutti quegli anni di galera per tutta una SERIE DI REATI, mica per due foto.
E il problema non sono le foto, il problema, per quanto riguarda quelle "due" (?) foto, è il ricatto.

E comunque non sta scritto da nessuna parte che gli assassini da 30 se ne beccano poi solo 15 per poi uscire dopo 5-7 anni per buona condotta. Son tutte teorie, anzi, supposizioni vostre ideate giusto per fare CACIARE, perché non avete una vita, non sapete che cazzaccio fare al mondo e dovete sempre battibeccare con le stronzate che vi vengono proposte dalla merda di TV alla quale state sempre incollate.

TESTE DI CAZZO!!!

10 febbraio 2015

Foibe? Cosa buona e giusta

OK OK, non furono cosa buona e giusta, neanche sensata, ma comprensibile sì.

Sapete perché? Per un semplice fatto di cui tutti tacciono e che io, assieme a WIKIPEDIA, vi spiego alla veloce:

L'ITALIA FASCISTA assieme alla GERMANIA NAZISTA invasero la Yugoslavia e l'Italia nel suo "piccolo" volle italianizzare le zone conquistate. Il problema è che furono molti i resistenti slavi assassinati e anche i villaggi date alle fiamme. Da qui il motto "Gli italiani son peggio dei tedeschi".

E secondo voi, gli slavi non nutrivano GIUSTAMENTE dentro di loro un grande desiderio di VENDETTA?

Perché tutti condannano gli eccidi delle foibe compiuti dai comunisti slavi, ma tutti tacciono dell'invasioni e dei crimini dei nazi-fascisti?

3 febbraio 2015

I credenti normali sono pericolosi quanto i fondamentalisti

Ci sono gli islamici che, come i cristiani (cattolici, protestanti o altro), pregano il loro dio per vivere la loro vita in maniera serena, e poi ci sono i fondamentalisti.

La realtà pare essere così.

In realtà anche tra i religiosi normali c'è del fondamentalismo, infatti molti cristiani sono totalmente contro l'aborto e le coppie (e i triangoli???) omosessuali, ma se uno è contro l'aborto allora dovrebbe essere anche totalmente contro la vita dato che dopo la vita c'è la morte, e se loro vogliono eliminare la morte dovrebbero eliminare la vita, o no? Per quanto riguardare i rapporti omo, questi intelligentoni non sanno evidentemente che anche fra gli animali ci sono casi di omosessualità. E che l'omosessualità può servire a dure cose: a non sovrappopolare il pianeta e ad avere persone, omo, che possano prendersi cura dei cuccioli/figli altrui quando i genitori non possono o quando questi non ci sono.

Tornando agli islamici, il loro fondamentalismo lo troviamo nella parola "rispetto".
Loro rispettano la nostra libertà, e vorrei vedere, dato che mangiano nella nostra Europa!, ma allo stesso tempo vogliono che questa libertà non leda la loro dignità, cioè che non ci siano più vignette dove Maometto, Allah, ecc. non vengano derisi. Altrimenti? Ecco, io vorrei sapere altrimenti cosa sono disposti a fare. Ma soprattutto vorrei sapere perché io non posso prendere in giro delle favole e dei personaggi inventati dalla fervida fantasia di alcuni patriarchi maschilisti.
Mi fanno ridere specialmente le donne che siano essere cristiane o musulmane, non si rendono conto dall'alto della loro sensibilità (?), che le religioni attuali sono state inventate di sana pianta dagli uomini.

Poi ci sono le donne europee laiche che dicono "Sì all'Islam, no all'islamismo".
Ma perché? L'Europa ha già i cristiani, non bastano? Perché dobbiamo riempirci pure di islamici che, come abbiamo visto e come vediamo ogni giorno, sono anch'essi illiberali, intolleranti e pericolosi (sicuramente anche loro sono contro aborto, omosessuali, ecc.!, per non parlare di musica, vestiti, ecc., ma se non gli piace niente dell'Europa che se ne stiano in Africa, invece no, devono venire qua a mangiare rubando il lavoro a noi giovani bianchi europei!!!)? Se io da ateo andassi a vivere, che ne so, in Egitto, mi adeguerei alla massa che è islamica, per cui non andrei in giro a dire "W l'ateismo, rispettate il mio ateismo", perché sò che lì son islamici, gli stan sul culo gli atei e gli agnostici, oltre che immagini anche i diversamente credenti, quindi non andrei a cercarmi grane. Invece loro no, gli islamici vengono qui e pretendono che cristiani, atei, agnostici e diversamente credenti italiani ed europei rispettino la loro religione, cioè loro anziché entrare in punta di piedi chiedendo "permesso", entrano buttando giù le porte, costruendo moschee, andando in giro con ciabatte, gonnelloni, barbacce e burqa, e chiedono sempre rispetto, ma loro quando mai ci portano rispetto?

Il problema però non penso sia di sfondo religioso, quanto dettato dai geni e dall'ambiente in cui queste persone sono nate. Nascere in Africa, nel deserto, dove il sole ti spacca la testa, dove si deve lottare per sopravvivere, non può certo far di te un essere molto libero aperto e tollerante.
Alcuni potrebbero ribattere che anche io non lo sia perché son contro i religiosi, ma non sarei così se i religiosi non rompessero il cazzo a tutti quanti, entrando sia nella sfera pubblica che privata della gente e delle masse!

14 gennaio 2015

Come ci si può fidare degli islamici?

PROBLEMA ISLAM

Il problema è la religione?
Non saprei, alla fine sono molti i delinquenti provenienti dal Nord Africa che compiono reati scevri da alcuna ideologia, mentre alcuni sono i terroristi che operano in nome della loro religione, del loro dio (che però nessuno ha mai visto, ma il cui nome e la cui idea vengono divulgati ad alta voce, giusto per sentirsi importanti!), terroristi a volte nati in Europa che, non trovando, diciamo così, sbocchi, cercano la via più facile per sentirsi vivi, ovvero quella delle armi e della violenza in generale, meglio se usata contro innocenti (così si è sicuri di portare a casa il risultato!).

Per cui il problema è l'Islam o il mondo crudo dal quale provengono?
Direi ambo le cose e comunque per non rischiare, meglio che stiano a casa loro!
Allo stesso tempo, però, considerando che questa cacciata di massa è impossibile, non li si può ghettizzare, altrimenti la loro rabbia non potrà che aumentare, per cui il libro di Houllebecq mi sembra una "cagata pazzesca". Che male c'è ad avere un presidente musulmano in Francia o comunque in Europa?
Se i musulmani vengono accettati dalla stessa Europa, è ovvio che possano partecipare alla vita attiva e politica europea! Altrimenti, come appena scritto, è altrettanto ovvio e naturale che poi alcuni si incazzino e vogliano vendicarsi!