12 settembre 2013

Amato e la legge salva (tv di) Berlusconi

Amato e la legge salva (tv di)

http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=1603

Ecco perché la Chiesa ce la mena con le coppie etero

La Chiesa, da vera istituzione patriarcale, vuole che la coppia si curi di uno o più bambini solo se procreati dai due membri di questa coppia, quindi un maschio e una femmina. Perché?
Perché in Patriarcato un figlio deve per forza essere di qualcuno, in modo tale che l'uomo si senta quasi immortale donando al frutto del suo seme (sigh, e delle ovaie no?), cioè il figlio o più figli, il suo cognome.

Illusione di immortalità che si accaparrano i maschi.

Se la maggioranza adottasse, come son costretti a fare gli omosessuali, verrebbe meno questa illusione e anche la voglia di riprodursi in coppia, perché il maschio non avrebbe più il bisogno di possedere una femmina per avere un figlio tutto suo. E se crollasse la coppia, crollerebbe la Chiesa che ce la mena con Giuseppe e Maria (un vecchio che sposò una 13enne presa chissà in quale metodo da un convento).

9 settembre 2013

Sempre a parlar male dell'anarchia!

Sempre a parlare male dell'anarchia!
Ultimo caso l'articolo di Mastrolilli de La Stampa sui cosidetti ribelli siriani (6 settembre 2013: "E' un episodio, ma molto significativo, perché dimostra l'anarchia in cui sta precipitando il fronte dei ribelli". I ribelli uccidono dei soldati di Assad - quindi dovrebbero venir considerati dei liberatori al pari dei prossimi invasori americani, o no??? - e si parla di anarchia perché sparano, ma come, i militari che non sono anarchici fanno bene a sparare e i ribelli no? E perché nell'anarchia si dovrebbe precipitare? Cos'è, il regno di Satana?)
Anarchia significa semplicemente svincolarsi dall'architettura sociale basata sulla gerarchia e quindi sul rispetto ed esecuzione degli ordini che alienano il singolo e molto spesso lo portano a compiere gesti violenti, atti a sottomettere popolazioni diverse dalla propria. |
Anarchia non significa violenza, bensì libertà di vivere la propria vita secondo le proprie idee, ovviamente senza ledere la libertà e dignità altrui. Una persona obbligata ad ubbidire, invece, dovrà sempre procedere a testa bassa, schiacciando tutto ciò che incontra, senza mai usare la propria coscienza.

8 settembre 2013

Tutti nei lager!


Forza bambini, forza ragazzi, tra poco finalmente sarete tutti buttati dentro dei bei campi di concentramento, ehm, delle scuole, dove lo Stato vi insegnerà ad alzarvi presto (che culo!), ad entrare e uscire in orario (che culo!), a rispettare solo i superiori (che culo!) - i compagni dipende, se siete dei bulli non vi puniranno mai -, ad eseguire solo ordini (che culo!), così da avere poi dei ligi cittadini.

Come dite? Le materie? Ma và, quelle sono un inganno, specchietti per le allodole!
Comprovati studi scientifici hanno appurato che soltanto il 5% di tutto ciò che viene insegnato/studiato nel corso della scuola dell'obbligo (che bel termine!! Ma d'altronde è un'istituzione statalista, che ci si può aspettare da sti fasciocomunisti?) vi rimane impresso.