27 maggio 2010

Bondi contro tutti. Solo lui va bene?

Umberto Eco è incivile perchè non dà la mano
(anzi sì, ma malvolentieri)

Vittorio Sgarbi non va bene perchè gli fà complimenti mascherati da satira
(o il contrario)

Glob e Bertolino non vanno bene

Antonio Di Pietro deve vergognarsi

Luigi De Magistris? Non ne parliamo, istiga violenza

Dario Franceschini non è un moderato e gli dà del tu

Massimo Donadi si meriterebbe uno schiaffo
(anzi, un numero indefinito di schiaffi)

Sabina Guzzanti  e il suo docufilm Draquila parlano male dell'Italia

Elio Germano non va bene
Il cinema italiano non va bene, deve imparare da quello americano (fantastica idea, sigh, sob! No, non sono commosso, sto proprio piangendo)

Caro Sandro Bondi, ma tu andresti (sempre) bene?
Sì? E perchè mai? Perchè sei stato unto dall'unto dal Signore, o perchè dai lavori alla "cricca" e ti senti realizzato per aver dato da mangiare ai soliti noti?
Cavoli, verrai ricordato nei secoli dei secoli.
Mostraci qualche buon motivo che possa giustificare la tua superiorità etico-morale da uomo saccente e al di sopra di ogni sospetto; sì-sì, va bene anche per via scritta, come fece Bertolaso con l'sms della sua amica massaggiatrice del Salaria Village.


Chi ti ha scelto Sandro? Il popolo all'unanimità?
No, il solo Silvio
che sì ha la maggioranza, ma relativa, ricordatelo.
Non piace, non piaci e non piacete a tutti. Niente sold-out..
Quelli menzionati sopra, invece, li sceglie il pubblico, la gente. Chi vuole li guarda, li ascolta, chi no spegne la tv, non va al cinema, non legge i loro libri e così via.
Che problema danno?
Rovinano l'immagine del Paese? E io che pensavo che fossero le mafie e la corruzione, l'inquinamento, i precari e i licenziati, o anche solo questa copertina del Financial Times:

Perchè un membro dello Stato deve, in un certo senso, comportarsi da censore non solo verso le opere d'arte, ma anche contro il pensiero del prossimo (fatto ancora più grave)?
Solo Dio che decide chi mandare all'Inferno è più autoritario (o stronzo, vedi te) di te e della gente come te. Che tipo di gente è inutile dirlo.. Essendo ministro della Cultura (una sola) esigo una lunga lettera ricca di spiegazioni e con alcuna edulcorazione, grazie.


AH AH AH
Scusate, vorrei contenermi, ma Bondi, dopo aver criticato il programma di Bertolino (Glob), si chiese se alla Rai non dovesse essere "restituita la sua funzione di strumento di informazione e di elevazione civica e spirituale dell'intera comunità nazionale".

RagaSSI, ma siam paSSi?
Alla Rai, durante le ore del giorno, compaiono ballerine mezze nude (ben vengano, viva le belleSSa), giornaliste scosciate e pettorute che propagandano notizie di regime (mal vengano) e trasmissioni che non parlano mai nè di scienza nè di ateismo o altri credi, ma spesso di cattolicesimo e miracoli, quando cercano di uscire dal vortice di gossip.

Vi lascio con un aforismo bondiano del maggio 2010:

"..Lasciamo stare ciò che la stragrande maggioranza del popolo italiano pensa del terremoto dell’Aquila.."
Appunto, lasciamo stare.
Ma "stragrande maggioranza" che cosa vuol dire?
Forse che una minoranza di giusti non può avere maggiormente ragione di una maggioranza senza pregi?
La differenza dunque sta fra chi usa la mente e chi ha la ranza, che è una vela lunga, molto lunga, così lunga che farebbe comodo al nostro ducepremier per i suoi incontri coccolosi.

1 commento:

Inneres Auge ha detto...

Bondi, per dirla alla Bersani, è un PATACCA! A forza di leccare il culo è diventato ministro della cultura, tra un pò salirà al grado di giullare