25 maggio 2010

Amicizia con Putin = Soldi al Milan

Vota questo articolo su OKNotizie

Ennesimo vantaggio personale da parte di Berlusconi grazie al suo ruolo di primo ministro.

Se anche tu hai una squadra di calcio piena di problemi, se il futuro non è roseo, se hai amicizie di dubbio gusto...beh, falle fruttare e fai entrare anche tu un colosso degli idrocarburi nella tua squadra, squadretta o squadraccia che sia, fai come Silvio:


L'accordo è avvenuto (o avverrà) grazie all'amicizia fra il premier italiano e presidente del Milan Silvio Berlusconi e il presidente russo Vladimir Putin.

Se ad un cittadino raziocinante sorge spontanea la domanda "Ma Silvio, quando incontra i leader stranieri, farà gli interessi solo del nostro Paese o anche, se non solo, i suoi?", a nessun lettore della Gazzetta dello Sport, da cui arriva la notizia, menziona l'evidente conflitto d'interessi: Silvio sfrutta il ruolo di premier per incontrare potenti nell'Est e nel Sud del mondo, per stringere accordi per le sue aziende, che siano società sportive o emittenti televisive.
Dicevano che Cairo, l'ex presidente del Toro, fosse un piccolo Berlusconi, ma non è neanche assessore alle aiuole di un paesello in provincia di Novara e infatti all'estero vedo sempre e solo Silvio, quindi sarà dura per tutti gli altri presidenti stare al suo passo.
Dopo le tv africane, ora il gas russo per la sua squadra rosso e nera, giusto per "soffocare" le rivolte dei tifosi milanisti contro un presidente poco presente e col braccino sempre più corto.

Non sono contro nè le sponsorizzazioni stranieri nè l'ingresso di società stranieri in quelle italiane, ma ci dobbiamo porre le giuste questioni riguardo a questa operazione.
Tutti gli altri presidenti di squadre di calcio e sportive, oltrechè i tifosi e cittadini comuni, devono chiedere chiarimenti sui vantaggi che Berlusconi ottiene per sè e per le sue aziende facendo il premier.

Dobbiamo scandalizzarci?
Ma và, alla fine si tratta di "fatti personali che rientrano nelle statistiche che dimostrano come su 100 persone possono esserci 1, 2, 3, 4 o 5 individui che possono essere dei birbantelli o dei birbanti che approfittano della loro posizione per interesse personale", parole di Silvio Berlusconi di metà febbraio 2010

Vota questo articolo su OKNotizie

4 commenti:

Inneres Auge ha detto...

Sono milanista, seppur disamorato del calcio moderno. nON DISAMORATO SOLO PER COLPA DEL NANO EH.. Però questo è un altro esempio del fatto che lui non vuole più spendere per la sua squadra, quindi si affida a qualunque mezzo pur di potere riacquisire un pò di popolarità tra i tifosi..

Dannox ha detto...

Sei troppo buono stavolta..ahah

Ernest ha detto...

un altro esempio di come usa la cosa pubblica per i suoi affari e i suoi interessi. E pensare che ci sono persone che dicono di lasciare perdere il problema del conflitto di interessi!
un saluto

Dannox ha detto...

Mal sopportava i politici di professione e gli posso dare ragione, ma che dire di chi fa il politico e l'imprenditore (per di più in svariati campi)?
Non si sa mai se legifera per il bene comune (ma quando mai) o per il suo e di pochi altri..