29 ottobre 2014

Botte agli operai!

Dopo gli studenti ecco gli operai, e ricordo che avevano anche menato i vigili del fuoco queste teste di cazzo di celerini fascisti (perché fascisti sono punto e basta, e basta parlare di mele marce!) che ci ritroviamo, anzi che si ritrova lo Stato perché io non appartengo ad alcuno Stato!, e poi dicono che siamo in democrazia, balle, siamo in un REGIME democratico, che vuol dire tutto e niente, ma soprattutto vuol dire che vivendo dentro uno Stato (pur non avendolo mai richiesto) qualsiasi persona deve sottostare alle sue legge decise da pochissime persone, le quali però non decidono in maniera autonoma, ma prima ascoltano le richieste dei magnasghei (Confindustria ad esempio, tanto per restare in ItaGlia).

Oggi più di 500 operai sono scesi in piazza a Roma perché rischiano il posto (Umbria, Thyssen Krupp) e per un nonnulla, la polizia italiana, come suo solito, pensa bene e in maniera esacerbata di attaccare, affermando poi che non si è trattato di una carica bensì di un azione di contenimento perché alcuni volevano andare in zone off-limit, vabbé solite balle, intanto 4 operai hanno ricevuto duri colpi in testa, e non sarebbe stata una carica?
Mi fanno ridere i politici (PD) che sperano che sia stato un caso più unico che raro, quando ad ogni manifestazione i porci fascisti attaccano manifestanti inermi, mentre fanno niente contro i violenti (forse perché sono degli infiltrati?)
E poi conche coraggio vogliono obbligarci tutti quanti a pagare tasse e imposte? La gente che può evadere fa bene a farlo! Perché pagare questo pizzo quando NON SI SA come vengono spesi i NOSTRI soldi? Si dice: devi pagare perché poi vengono fatte scuole, ospedali, strade. Ok, tutto bello e tutto giusto, ma com'è allora che le strade sono ancora piene di buche o sono strette come 50 anni fa, o le scuole e gli ospedali sono fatiscenti, dentro palazzi dell'800 e con tetti in amianto?
La verità è che i nostri soldi servono per mantenere in piedi il carrozzone statal-fascio-comunista basato appunto sulla FORZA PUBBLICA, sull'ESERCITO e su tutto ciò che serve per perpetuare il sistema che potremmo definire orwelliano da Grande Fratello, che decide per tutti e che controlla tutti.

27 ottobre 2014

Mia figlia non vuole andare a scuola

SCUOLA

Interessantissima QUESTA LETTERA di una madre alle prese coi problemi psicologici della propria figlia..

In poche parole racconta di questa ragazzina di 11 anni che ha il terrore di recarsi a scuola, ha il terrore di rapportarsi con compagni e insegnanti e per colpa di ciò non solo è stata bocciata ma non ha terminato l'anno, ovvero si è, da quello che ho capito, assentata totalmente.

E HA FATTO BENE! Se una persona non se la sente di fare una cosa imposta dall'alto (Stato, che si mette sempre in mezzo ai nostri piedi, oltreché alle nostre tasche!; famiglia, Chiesa, conoscenti, mass-media col consumismo perpetrato ad ogni ora del dì e della notte e anche per strada, ecc.) non deve farla punto e basta!

Perché questo? Perché le persone, se sono tutte uguali per quanto riguarda i DIRITTI e i DOVERI (ad esempio ottenere rispetto e portare rispetto), PSICOLOGICAMENTE sono e siamo invece tutti DIVERSI e durante l'infanzia e l'adolescenza può e possiamo cambiare carattere diverse volte o anche solo due volte. Questo dannato carattere non si trasforma su nostro volere e neanche a causa dei nostri geni, bensì PER COLPA dell'ambiente, e non parlo dell'ambiente naturale e degli agenti atmosferici, bensì dell'ambiente antropico all'interno del quale si realizzano i tanto decantati rapporti sociali/umani. Questi rapporti, in questa società, si fondano sull'incasellamento del prossimo (alla faccia del rispetto del prossimo..), secondo cui tutti quanti dobbiamo fare ben determinate cose per entrare in una ben determinata casella (ad es. X è quella della gente ligia, Y invece di quelli un po' ribelli, scapestrati, anarchici..) e ci entriamo soltanto dopo aver studiato cose calateci dall'alto, cose che ovviamente son passate anche dalla dannata censura!, e soprattutto dopo essere stati GIUDICATI! E' questo il DRAMMA, il dover venir constantemente giudicati da tutti.. dagli "AMICI" (amici??? ditemi quanti di voi hanno veri amici!!!) se non si seguono in TV cose violente o se non si hanno i muscoli e non si gioca a calcio, dalla famiglia se non ci si veste da chierichetti e non si sorride sempre alla mamma che molto spesso è soltanto un'aguzzina stile kapò e che per questo viene sempre "cornificata" dal marito che va dalle stupende prostitute calde, lisce e ben fornite di curve pericolose, da-i/lle maestr-i/e che appunto devono sempre sottolineare le cose che NON si sanno e che ogni giorno si sentono obbligati a riempire gli alunni di compiti, compito ingrato che loro rifilano per vendicarsi del loro passato di studenti (un po' come succede ai pedofili che diventano tali perché han subito da piccoli violenze sessuali dagli adulti.., tutto torna!).

Insomma, tra SFOTTO', BULLISMO, SCHIZOFRENIA e MALVAGITA' di minorenni e adulti, le persone più sensibili, e questa ragazzina rientra tra queste, è OVVIO che rifiutino ambienti ricolmi di gente frustrata come appunto la scuola, le palestre, gli oratori, ecc.
Se una persona vuole studiare, giocare, lavorare, pensare e parlare da sola, deve essere LIBERA di farlo.
E invece non è libera, infatti, se avete letto questa lettera l'avrete già notato, la madre della ragazzina ha pensato bene di aumentare l'ansia e l'angoscia in lei proponendole di frequentare luoghi pieni zeppi di suoi coetanei. Ma puoi essere così SCEMA?
Io so che coi cani non ci si deve comportare come con i bambini, ma ora m'è venuta in mente una cosa che si fa coi cani e che si dovrebbe fare coi bambini, ovvero infondergli FIDUCIA, cosa che gli adulti non fanno mai perché o li GASANO, cioè li sovrastimano, o li viziano, e quindi creano il NULLA più totale, o li annientano criticandoli da mattina a sera, magari picchiandoli con la cinghia se non ubbidiscono o facendo altre cose da criminali da internare direttamente!

E come si fa?
Se il vostro bimbo non vuole stare con gli altri bimbi, non dovete buttarlo in mezzo alla mischia sperando che si sblocchi, perché magari gli verrà un attacco cardiaco o epilettico o altre cose simili, ma dovete infondergli fiducia in sé stesso.. una persona che si sente una NULLITA', una MERDA, una SCHIFEZZA, avrà sempre paura che gli altri lo stiano perennemente a guardare per giudicarlo, sfotterlo e relegarlo al ruolo più infimo possibile. Per cui fategli fare quello che a lui piace, fategli superare degli step, fategli raggiungere degli obiettivi e poco per volta inseritelo in un contesto sociale. Mai e dico mai spingerlo a forza quando è in ansia, così non lo aiutate e non aiutate neanche voi stessi perché vi farete soltanto odiare, perché costringete quella povera creatura (creata da voi, tra l'altro!) a fare ciò che voi volete che essa faccia, quando invece lei sa benissimo cosa vuol fare!

Siamo circondati da gente pericolosa!

Ogni giorno è il giorno buono per vedere la stupidità trionfare!

Cosa intendo per stupidità? Intendo il non essere logici.

Ordunque: se i terroristi islamisti dell'ISIS sono pericolosissimi, non si può però far cagar sotto tutti gli occidentali, quando questi (cioè noi) vivono in mezzo a dei loro simili in tutto simili che sono di nascosto pericolosissimi quanto i terroristi di cui sopra, pensate infatti a quante persone normali ad un certo punto subiscono maleficamente le dinamiche patriarcali e uccidono la moglie e i figli (o il marito e i figli, ma ciò avviene di rado perché solitamente per natura la donna rifugge dalla violenza), oppure a quanti compiono rapine, a quanti sgasano di brutto in auto o in moto mettendo a repentaglio la vita loro (ma della loro a noi ce ne frega meno di zero, sinceramente!!) ma di tantissime altre persone.. altri autisti e loro compagni di viaggio, pedoni, pedoni con carrozzine con dentro bimbi o anziani o disabili di ogni età, cani, ecc., ma anche cose immobili come piante, mura, pali, altre autovetture, ecc., oppure a quanti chirurghi sbagliano l'operazione e poi parlano di complicanze per non finire in galera, ecc., ecc.

Insomma, la nostra società è piena di grandissimi stronzi, o perché schiavi del patriarcato, o perché schiavi del consumismo, o perché schiavi del dio denaro e di tante altre cose.

Per cui non ci si deve cagare sotto pensando ai terroristi, quando il vostro vicino di casa o il vostro maritino può benissimo uccidervi per un nonnulla senza alcun motivo.. almeno i terroristi un motivo ce l'hanno, del cazzo ma ce l'hanno.

26 ottobre 2014

Thyssen Krupp La Legge NON è uguale per tuti

Ho letto che la Cassazione ha rigettato le accuse della Procura di Torino sul caso Thyssen Krupp (incendio dello stabilimento torinese che causò la morte di ben 7 operai a causa di un mancato rinnovamento dell'impianto di sicurezza..), perché secondo questi giudici, un alto dirigente della multinazionale, essendo un grande manager con un ruolo di grande rilievo, non poteva certo aver scientificamente disatteso le indicazioni di politica aziendale. Come dire che sia lui che l'azienda stavano invece compiendo lavori per una maggiore sicurezza. Eh sì, s'è visto..
Ma per piacere, qua sembra di essere dentro un regime dittatoriale che serve i latifondisti!
Praticamente se uno si laurea e si veste in giacca e cravatta, troverà sempre gente importante disposta a giustificare, gente che, nel dubbio, pensa che gli incravattati facciano sempre la cosa più buona e giusta per tutti, perché hanno un bell'aspetto e parlano in maniera forbita.

Dove vanno i boyscout?

Allora, per farla breve, sotto casa mia c'è un piazzale dove fermano diversi bus (voi direte "che culo", in effetti è brutto, però dietro casa ci son diversi parchi, tiè!) e ogni tanto al sabato pomeriggio mi capita di vedere una massa di persone vestite di blu.. in pantaloncini.. con zainacci stile spedizione militare in qualche sperduta catena montuosa... avete capito, sono gli scout.

Ecco, io mi chiedo, dato che praticamente staranno via soltanto 1 giorno, tardo pomeriggio, sera, notte, domenica mattina e parte del primo pomeriggio, dov'è che se vanno con sti zainoni?
Dormono all'aria aperta o comunque in qualche casermone, palazzone di montagna?
Io in giro li ho visti soltanto 2 volte: una volta in montagna ma stavano scendendo da un monte con la seggiovia (SCENDENDO!!!), l'altra invece in un parco, grande, ma urbano, per cui fu un'avventura alquanto limitata.

Ecco, io vorrei sapere dove vanno e se pensano che sia una grande cose prendere la seggiovia e dormire in un parco dietro casa..