23 luglio 2016

Il killer di Monaco e l'idiota sul balcone

Avete sentito tutti, immagino, del giovane killer che a Monaco di Baviera, ha ucciso una decina di giovani all'interno di un centro commerciale.

Se sì, avrete anche visto quel breve video dove il killer dialoga ad alta voce con un uomo tedesco di 50 anni che lo stava guardando dal balcone.

Il titolo di questo post insulta quest'uomo non perchè se ne stette fermo a casa anzichè scendere a fare l'eroe, giammai, bensì perché, preso da inusitata e giustificata rabbia, s'è scagliato contro gli immigrati urlandogli: "Maledetti stranieri!", per il semplice motivo che il killer aveva i capelli neri..

Eppure questo killer non apparteneva ad alcuna setta estremista e non era neanche totalmente straniero, essendo un tedesco di origini iraniane, ma cresciuto proprio in Germania in un quartiere popolare frequentando scuole tedesche dove, evidentemente, lo prendevano in giro. Dico evidentemente perchè prima di suicidarsi ha affermato di essere stato vittima di bullismo e che voleva vendicarsi uccidendo tanti suoi coetanei.

Secondo quell'uomo sul balcone (che è un po' la versione contemporanea dell'uomo della strada), gli immigrati arrivano in Europa, fanno quello che vogliono e ci uccidono.

Peccato che sia a Nizza che a Monaco siano stati uccisi diversi stranieri e diversi musulmani.

OPS.

21 luglio 2016

ERDOGAN SENZA VERGOGNA

Erdogan, mosso da grande terrore, crea terrore.

Erdogan sta infatti approfittando del fallito golpe, per cambiare, anzi, per islamizzare sempre più la Turchia.

Non sono solo stati rimossi e arrestati migliaia di militari, poliziotti e giudici che avrebbero tramato contro di lui e il suo sistema, bensì ha licenziato di colpo migliaia di presidi, professori e giornalisti.

Il suo scopo è quello di rimuovere le voci scomode, contrarie a lui, diverse da lui.

Come al solito, come in ogni Stato, ecco che il capo/presidente di turno, cerca di fare piazza pulita e di creare un vero e proprio sistema pieno di gente a lui fedele. C'è chi lo fa in maniera silenziosa, come Berlusconi, e c'è chi lo fa, vista anche la situazione, in maniera veloce e rumorosa, come questo insopportabile islamico che prende il nome di Erdogan.

"Il presidente Erdoğan considera la crescita dell’istruzione islamica nelle scuole e nelle università come una missione. Da quando il suo partito, il Partito per la giustizia e lo sviluppo (Akp, di matrice islamica), è salito al potere nel 2002, il numero di bambini che frequentano le scuole religiose (imam hatip) è cresciuto del 90 per cento. Erdoğan ha più volte detto di voler far crescere una “generazione pia” e ha riformato l’istruzione statale in questo senso.
Quello che è meno chiaro è il motivo per cui sono presi di mira anche i rettori delle università. Potrebbe essere in preparazione un rinnovamento delle 300 università del paese. Intanto, il 20 luglio, il Consiglio per l’istruzione superiore ha vietato le missioni all’estero del personale accademico."

Fonte: Internazionale

20 luglio 2016

PD: siamo tornati indietro di qualche anno

Io pensavo che la pratica Berlusconi fosse stata chiusa, archiviata e dimenticata, invece lui non ne vuole sapere di mollare, mentre il PD non ne vuole sapere di lasciarlo perire.

Infatti.. ecco l'ultimo aiutino del finto centro-sinistra:

http://www.lastampa.it/2016/07/20/multimedia/italia/maledetti-servi-protesta-ms-dopo-il-no-alle-intercettazioni-per-berlusconi-Bv0UA8fGFGNY9buq2MoUlI/pagina.html

Con 120 voti favorevoli, 130 contrari e 8 astenuti, l’Aula del Senato
non dà il suo ok all’utilizzo di intercettazioni telefoniche tra
Silvio Berlusconi e le cosiddette «olgettine» ed è scontro con scambio
di accuse tra Pd ed M5S sul voto segreto. La senatrice pentastellata
Sara Paglini posta un video su Facebook dove si sente dire: «Maledetti
servi», rivolta ai banchi del Pd e scrive a corredo questo: «Li volete
vedere in faccia? Eccoli! Vergognosi! Col voto segreto il Pd salva
papy Silvio! Quest’aula, a maggioranza ha salvato nuovamente il
condannato Berlusconi».