14 giugno 2014

Niente preti a Livorno

Per la prima volta, finalmente, un sindaco neo-eletto non incontrato il vescovo di turno, bensì il Dalai Lama. Lui è il nuovo sindaco di Livorno, eletto col M5S!

Il Dalai Lama, pur essendo un religioso e pur provenendo da una zona del mondo superstiziosa, dove infatti si parla di reincarnazioni, è più di un religioso e anche più di un capo politico, perché la sua figura rappresenta tutte quelle persone che vorrebbero vivere a loro modo, ma non possono a causa del potere, nel caso specifico quello dello Stato cinese (pensando alla Storia del mondo, potremmo dire dello Stato in generale!).
Inoltre il Buddhismo lo trovo molto interessante perché è più una filosofia che una religione, attraverso la quale liberarsi dalla nostra umana condizione di schiavi della natura e anche della società, infatti il primo Dalai Lama era un principe che si rese conto della vera condizione umana una volta uscito dalla sua "prigione dorata" e che attraverso l'esperienza "on the road" si illuminò e volle cambiare vita.

LUCA CANALI, dovevo aspettare la sua morte

Scusate se lo scopro ora, è tardi, perché lui è morto, ma come si suol dire, meglio tardi che mai, alla fine quello che conta è che io sia ancora in vita e possibilitato a scoprirlo!

Parlo di Luca Canali, grande mente pensante del "Novecento" (metto le virgolette perché io, in quanto pensante, reputo stupido suddividere il tempo in anni, decenni, secoli, ecc., come se ad es. fosse cambiato chissà cosa tra il 1989 e il 1990 o tra il 1999 e il 2000!), di cui potete trovare una bella descrizione sulle pagine del Corriere della Sera.

Queste parole lo avvicinano a me:

"Nella mia vita non ho mai incontrato un uomo più consapevolmente (vorrei dire virilmente, se non suonasse sessista) disperato di Luca Canali. La vita non ha senso. E neppure la morte ce l’ha. Dio non esiste. Il Diavolo fa ridere i polli. La sola verità è il corpo e la materia. È tutto lì. Non c’è altro. Non a caso Canali venerava Lucrezio, Leopardi e Joyce. Non che avessero qualcosa in comune (o forse sì), ma certo tutti e tre, e ciascuno in modo diverso, coltivavano un’idea non proprio idilliaca della condizione umana."

Un suo libro che può essere di interesse pubblico è il seguente:

PAX ALLA ROMA. Gli eterni vizi del potere.

".. Sono cose già viste, niente di nuovo sotto il sole, ma gli italiani non hanno imparato. In questo libro Luca Canali e Lorenzo Perilli ci mostrano come nelle parole degli antichi si possa ritrovare il nostro presente: ci dicono che la Storia non è "maestra di vita" ma, parafrasando Joyce nell'Ulysses, "un incubo" dal quale stiamo ancora cercando invano di svegliarci."

Perché questa scelta?
Perché ogni anno ci sono commemorazioni, e si dice che bisogna imparare dalla storia (o Storia).
Mah, sinceramente non capisco cosa ci sia da imparare. Dagli errori? Ma questi vengono sempre ripetuti! Nessuno, purtroppo, si interroga sul PERCHE' questi vengano costantemente ripetuti.
Bisogna capire che pur passando il tempo, la società rimane sempre impostata nella stessa maniera, l'umanità continua a venire divisa dagli Stati e che ogni Stato vuole esercitare potere dentro i propri confini e purtroppo anche fuori. Ogni Stato cerca risorse all'estero e spesso litiga con gli altri Stati, e ogni Stato dispone di un esercito. Traete voi le vostre conclusioni..

12 giugno 2014

Mondiali e l'inno scialbo

Una volta c'era l'inno del corpo sciolto, ihih, ora c'è l'inno scialbo.

Stavo ammirando l'inaugurazione dei Mondiali 2014, quando mi son dovuto sorbire il nuovo inno.

Veramente terribile, non sa di niente, se volete saperne di più cliccate qui.
A differenza di questo scritto nel link, però, JLO c'era! Soldooooooooni

Concilia con Renzi.

9 giugno 2014

A Bergamo un berluscones con la tessera del PD

Il nuovo sindaco di Bergamo si chiama Giorgio Gori, che in passato lavorò per Mondadori e Mediaset.
Partito? Non è FI e neanche NCD, bensì PD che, comunque, da quando è arrivato Renzi si è sicuri che non si tratti di un partito di sinistra e neanche di centro-sinistra, ormai è un partito basato sull'immagine, sugli slogan, sui tweet... che pena.
Non a caso, come potete leggere su Wikipedia, molti se ne vollero andare quando prese la tessera.
Non lo conosco di persona, non lo conosco neanche tramite le cronache, non so nulla di lui, quindi non posso dire se è più di destra, di centro o di sinistra, però fa davvero specie vedere tutta questa gente ricca in un partito che una volta voleva rappresentare le fasce meno abbienti.

Diventeranno dei pericolosi NO TAV?

TAV, NO TAV, questo non è il problema ma il titolo di questo brevissimissimo post!

Quand è che si diventa contro una grande opera?
Quando questa è, appunto, grande, cioè invasiva, cioè distruttiva e pericolosa.

Quando la protesta cresce si intromettono anche dei violenti più o meno estranei alla zona, così lo Stato chiama centinaia di poliziotti, carabinieri e pure finanzieri e chi più ne ha più ne metta, tanto paga Pantalone!!!!, solo che poi questi ricevono non solo sputi e pietre dai farraginosi ma pure le polveri sottili!!!!!!!!!!!!!

Ergo, anche gli sbirri stanno diventando dei pericolosi No TAV!!
I politici no, che tanto loro se ne stanno spaparanzati in barca o vicino alle baite.

QUI un articolo più approfondito.
Si noti come il capo dell'ARPA, a stretto contatto col capo di LTF, minimizzi la quantità di polveri sottili!

8 giugno 2014

Ecco perché la società fa schifo!

Ho appena avuto un'illuminazione!

Ho capito perché, economicamente parlando, la società fa schifo.
Non voglio parlare di macro economia, di finanzia, di multinazionali, ecc., bensì dei rapporti fra gente normale..

La società fa schifo per una semplicissima ragione: dal primo giorno in cui entriamo a scuola, siamo portati a pensare solo al nostro bene, che dentro l'aula consiste nel prendere il voto più alto possibile legato alla nostra conoscenza, intelligenza e anche furbizia.
Questo egoismo, che ci spinge a stringere finte amicizie per avere poi aiutini durante i compiti in classe, ci spingerà a comportarci per sempre in siffatta e deleteria maniera.

Infatti, se avete notato bene (e lo avete notato!), tutti i vostri amici hanno poi cercato un lavoro solo per sé e per incassare soldi solo per sé, se invece siete rimasti a secco, ecco che il problema siete voi che non avete voglia di lavorare, ecc. Avete mai avuto un amico che vi ha dato qualche consiglio, se non addirittura qualche aiuto che va dal teorico al pratico? Domanda retorica!