18 giugno 2013

Ruby-bis, pene eccessive

I pm vogliono che Emilio Fede, Lele Mora e Nicole Minetti scontino 7 anni nelle patrie galere per aver sfruttato la minorenne Ruby (che, parere personale, a 17 anni era già maggiorenne per come sapeva muoversi e ottenere tanti soldoni) mandandola ad Arcore per ingraziarsi sempre più il grande capo.

Se quindi è vero che ci sono stati reati legati allo sfruttamento della prostituzione, non si capisce però perché a questi tre personaggi gli debbano essere dati tutti questi anni, quando come fa notare un lettore, nei casi di sequestro di persona e violenza sessuali si va dai 7 ai 12 anni.

Potete capire che la pena è elevata, anche perché come detto Ruby non era una bambina e neanche una ragazzina e anche perché sia lei che tutte le altre ragazze, definite "Olgettine" (non perché facessero ammucchiate coi cinesi, ma perché vivevano in un complesso residenziale chiamato Olgettina), non venivano obbligate, non subivano violenza di alcun tipo, ma semplicemente facevano balletti o.. servizietti per "tirare a campare".

Kyenge e Gramellini

GRANDISSIMO!

E' proprio così, in Italia è pieno di persone all'apparenza buone e che vogliono anche mostrarsi sempre buone, però, molto spesso, quando danno voce al loro fiato, ecco uscire fuori le solite frasi da beceri italioti fascistoidi razzistoni, però escono senza mai troppa cattiveria, in modo tale che possano continuare a venire visti dai vicini come delle brave persone responsabili, ecc., ecc.

17 giugno 2013

Lacrime d'amore in Turchia

7.500 persone ferite in Turchia e l'ambasciatore turco a Roma cosa fa? Va ad una mostra intitolata "Acqua, come lacrime d'amore" (carpe diem! Proprio quando la sbirraglia turca è accusata di immettere sostanze nocive nell'acqua usata dagli idranti), per poi dire che non è in atto una guerra civile e che la democrazia turca non è inferiore a quella presente in altri Paesi occidentali.

Peccato che poi si viene a sapere che un turco su due non si sente libero di poter esprimere le proprie opinioni!

FONTE: Huffington Post

Tur vs Ita X

In Turchia anche avvocati, medici e giornalisti minacciati, picchiati e arrestati dalla polizia.

Tutti a stracciarsi le vesti per condannare Erdogan.

Poi però ecco che gli sbirri torturatori di Genova nel 2001 non finiranno in carcere causa pene che non arrivano a 3 anni (grazie all'indulto mastelliano e all'assenza del reato di tortura) e che forse, FORSE, subiranno una sanzione disciplinari. Bella consolazione.

Tutti quei criminali in divisa in tutti questi anni hanno continuato a lavorare senza alcun problema, a ricevere uno stipendio succhiando sangue statale e continueranno a farlo. Quanto scommettete che verranno puniti lievemente? Vi pare che lo Stato possa mai condannare sé stesso? Un qualsiasi Stato per comandare i cittadini ha bisogno della violenza, un qualsiasi Stato si fonda sulle armi.