31 dicembre 2015

Il BURQA di Maroni

Roberto Bobo Maroni, leghista famoso per aver azzannato un poliziotto negli anni 90 e per avere l'amante biondona che lavora per l'EXPO, pagata coi soldi di noi contribuenti (così dicono eh!!!), ora ha sparato l'ennesima stronzata veterofascioleghistaseghistica: praticamente, dopo gli attentati di Parigi, ha pensato di vietare l'ingresso negli uffici pubblici e negli ospedali pubblici a quelle persone che hanno il volto coperto.
Secondo lui, quindi, gli attentatori erano tutti a volto coperto, in particolare donne che fingevano di avere il pancione e che si apprestavano a partorire in ospedale, per poi invece rivelarsi uomini e uccidere tutti i malati.
Ma secondo voi questa è una norma che ci aiuterà a vivere sicuri?
Ma per favore! Un attenatore, un terrorista, colpisce in qualsiasi maniera, coperto o non coperto e sopratuttto quando meno te lo aspetti, quindi secondo me è impossibile che un simile individuo in Europa si metta il burqa per poi sparare o farsi esplodere, primo perché darebbe troppo nell'occhio, secondo perché la maggioranza delle persone se ne starebbe ben lontana automaticamente.
Per cui, secondo me, questa è semplicemente una legge liberticida contro la libertà religiosa. Se fossi una donna musulmana che vuole indossare il burqa per questi motivi, farei ricorso a Strasburgo.

Vi rimando a questo articolo de la pregiata La Stampa.

30 dicembre 2015

Forum: i figli hanno bisogno di un padre e di una madre

Dannata TV!

Ho sempre pensato che la televisione fosse il megafono del cosidetto uomo medio, che dice le solite frasi sentite da piccolo e uscite dalla bocca di qualche zoticone che non s'è mai messo a ragionare. Frasi semplici, concetti ancora più semplici, perché più una cosa è semplice più è facile da diffondere e che faccia presa sui sempliciotti che vogliono sicurezze, che non vogliono mettere niente in discussione altrimenti andrebbero in crisi perché, magari, si sentirebbero isolati dalla massa e dalle sue convenzioni.

Ma veniamo a ciò che ho appena sentito in TV:
nella trasmissione di Mediaset, Forum, una signora parlava del rapporto coi suoi fidanzati, mariti e figli, tutti maschi e tutti tristi quando si trattava di dover aspettare un nuovo figlio. Praticamente lei rimaneva incinta, e loro si deprimevano. Giustamente, secondo lei (e anche secondo me!) i mariti cercano nella moglie una seconda madre, per cui quando arriva un nuovo membro della famiglia, questi si ingelosiscono.

Ma il problema non è, ovviamente, questo.
Il problema sono due frasi che mi hanno lasciato a bocca aperta.

Eccole:

"La donna ha il dono di dare continuità alla vita"
"I figli hanno bisogno sia della madre che del padre, con questi che abbiano ruoli ben definiti"

Non sentite puzza di banalità?

La donna ha sì questo dono, ma più che dono io parlerei di capacità. Questo ovviamente è un mio punto di vista, per il semplice fatto che non penso che la vita sia un dono, semmai il frutto del caso e che la Terra e l'Universo della nostra vita non se ne fanno nulla, anzi, considerando le nostre distruzioni, l'inquinamento, le guerre, i dolori e le tragedie, beh, direi che siamo proprio gli esseri più stupidi, più stronzi, più dannosi di sempre! Ma soprattutto, secondo me, due persone non fanno figli perché si sentono obbligati a dare continuità alla vita, alla razza umana. Io, prima di tutto, non darei mai continuità alla nostra stupidità, e poi penso che due amanti, due sposi o siano quel che siano, decidano di avere/fare un figlio semplicemente per egoismo: SE VOGLIONO DARE CONTINUITA' ALLA VITA non devono fare niente, bastarebbe ADOTTARE UNO DI QUEI MILIONI DI BAMBINI CHE VIVONO NELLA POVERTA' PIU' ESTREMA! E invece no, invece i nostri simpatici sposini decidono di fare sesso, ma loro dicono "amore", e di autoriprodursi in maniera tale da potersi rivedere in questo nuovo essere umano. Egoismo duro e puro. Ma non solo egoismo, anche solitudine. Eh sì perché la coppia vive da sola, si estranea dal mondo e dopo un po' si annoia, per cui hanno bisogno non di andare ad abitare con degli amici, giammai, "Ognuno a casa propria" pensano tutti quanti, allora cosa c'è di meglio se non uno o più bambini per rivitalizzare la casa e la coppia?

E i figli che hanno bisogno dei due genitori?
Qua c'è davvero poco da commentare: i genitori possono esserci come non esserci, il fatto che siano due è sì un fatto naturale, ma quanti sono gli orfani che sono cresciuti molto meglio dei bambini viziati da queste due figure? E quanti sono invece i bambini trattati male da queste due figure?
L'ideale, sempre secondo me, è avere UN SOLO GENITORE, così il bambino (o bambina, ovviamente) non dovrà subire i loro litigi e neanche implorarli tutti e due per un regalino o cose simili, inoltre uno dei due genitori, se da solo, non dovrà farsi bello di fronte all'altro imponendo regole assurdo al figlioletto.
Quindi, o un solo genitore, o tantissimi parenti, vivendo in una sorta di famiglia allargata come accadeva ai tempi delle cascine, con tanti altri parenti o amici, in questa maniera il bimbo sentirà voci e pareri diversi ogni giorno nella stessa casa, reputandoli tutti ammissibili. Invece con uno o due genitori, i bambini cosa fanno? Sentono ogni giorno le solite frasi, escono di casa, vanno a scuola, e affermano con convinzione assoluta le convinzioni dei genitori, gettando merda sulle convinzioni altrui.

28 dicembre 2015

Col burqa in ospedale

Leggete attentamente questo articolo.

Afferma, brevemente, che prima delle stragi di Parigi, un sondaggio simile non avrebbe ottenuto un simile successo, ma soprattutto non avrebbe avuto 19 pareri su 20 a favore del divieto del burqa.
Ora, le persone hanno paura che le donne musulmane siano delle attentatrici. Per cui divieto assoluto di entrare col volto coperto anche ad esempio negli ospedali.
E il giornalista si chiede: ma quante donne saranno mai entrate col burqa negli ospedali???

L'insulso cinismo di Budapest

Crisi siriana.

I siriani scappano.

I siriani arrivano in Europa.

Una donna sta per partorire.

Gli infermieri se ne fregano.

Lei partorisce per strada!

ATTENZIONE, poteva trattarsi di una pericolosa kamikaze, avranno pensato sti decerebrati!

La Germania accoglie questa famigliola.

E anche noi purtroppo abbiamo gente simile, pensate ai leghisti che vogliono misure estreme.. vorrei vedere loro se fossero siriani! PEZZI DI .. MERDA no, la merda semplicemente puzza e il letame concima. Loro a che cazzo servono a parte RUBARE milioni pubblici?

La verità di Bergoglio

Io non son un religioso, non sono un credente e soprattutto sono anticlericale: non sopporto che ci siano persone che si sentano in dovere di dire agli altri cosa fare nell'intimità, che cercano di imporre i loro dogmi creando o modificando leggi che interverranno nella vita pubblica e privata di milioni di persone non credenti o diversamente credenti, così come non sopporto l'antropocentrismo che ci vuole i figli prediletti di questo dio mai visto mai sentito.

Però a volte i religiosi e quindi anche i papi si ricordano di essere persone normali e dicono cose normali e sensati come questa frase di Francesco Bergoglio:

"Conviene evitare una concezione magica del mercato che tende a pensare che i problemi si risolvano solo con la crescita dei profitti.. E' realistico aspettarsi che chi è ossessionato dalla massimizzazione dei profitti si fermi a pensare agli effetti ambientali che lascerà alle prossime generazioni"

L'amante di Maroni pagata coi nostri soldi

Mica esiste solo Berlusconi!
Esiste una marea di italioti porcelli che per convincere una ragazza/donna a stare con loro, ovvero a leccargli il pisello molliccio e puzzolente, devono sganciare un bel po' di danaro, peccato che in certi casi, come in questo di Bobo Maroni (uno tra gli uomini più brutti del pianeta!), il danaro sia pubblico.

C'è lui, Maroni, e poi c'è lei, M.G. Paturzo che, venendo messa all'EXPO 2015 per 2 anni, ha intascato in totale più di €130.000!
Lei messa lì, parrebbe, su pressione del leghista perché sua amante. Alla faccia della MERITOCRAZIA. Ah già, siamo la Repubblica fallocratica delle banane, dimenticavo!
Pensate che Maroni avrebbe dovuto recarsi a Tokyo, cosa che però poi non fece perché l'a.d. di Expo 2015 Sala, affermò che la tizia non aveva i requisiti per andare anche lei in Giappone (cioè, il suo viaggio sarebbe stato inutile, oltre che a spese della ditta, d'altronde col suo misero stipendiuccio di soli 5.500 euro al mese circa dove volete che vada!) e così i due piccioncini ("Splendore", "Mui besos", si dicevano i due via sms) son rimasti impantanati nello smog di Milano.

Leggete qui:
http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/15_giugno_03/maroni-indagini-expo-giudici-favori-paturzo-relazione-55a86124-09f0-11e5-b7a5-703d42ecd92c.shtml
+
http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/15_dicembre_11/collaboratrice-maroni-lui-tokyo-solo-piacere-personale-0cd3348e-a035-11e5-9e42-3aa7b5e47d96.shtml
e
http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/ricordate-famosa-inchiesta-presunte-tangenti-finmeccanica-102078.htm

Caso Cucchi e conflitti di interesse

Io sta cosa mica la sapevo:

«Buon Natale - continua - al professor Arbarello, che ha eseguito l’autopsia in modo così brillante da meritarsi poi la nomina a consigliere di amministrazione di un grande gruppo assicurativo insieme al figlio del signor La Russa a processo in corso. Buon Nataleal nuovo perito professor Introna, appartenente al partito del signor La Russa già candidato capolista nelle elezioni del 2009 in Puglia. Buon Natale a tutti coloro che sicuramente sosterranno che noi vogliamo sceglierci i periti e ai quali rispondo: `c’è una legge che impone che tutti i periti e consulenti di parte pubblica nel processo Cucchi debbano per forza aver legami col signor La Russa?´. Buon Natale a tutti!»

Fonte: http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/15_dicembre_24/caso-cucchi-auguri-natale-la-russa-che-difese-carabinieri-9ff28c38-aa1c-11e5-85c0-9f00ee6a341c.shtml

25 dicembre 2015

Povero Angola

Non sapevo nulla dell'Angola! Non centra con l'Italia (senza valori) ma non potevo non parlarne anche solo brevemente.

http://www.internazionale.it/…/il-paese-dove-muoiono-i-bamb…

In Angola la figlia del presidente (dittatore!) è tra le donne più ricche del mondo! Nonostante ciò e la ricchezza di questo paese dettata da petrolio e diamanti, ogni giorno muoiono decine e decine di bambini perché non ci sono ospedali, acqua potabile, cibo.. e là dove ci sono gli ospedali, le infermiere non sanno niente e i medici rubano i medicinali che arrivano dall'Europa e dagli USA e li vendono per strada...!!!!!!!

SALVINI E IL NATALE

Mi chiedo se Salvini e gli altri italioti di destra abbia-no festeggiato il (loro santo) natale pregando e badando al prossimo e ai poveri del mondo, o se molto più semplicemente si siano abbuffati in qualche appartamentino o ristorantino borghese scambiandosi costosi e inutili regali.

29 novembre 2015

LA MIA IDEA SU PARIGI, SIRIA, ISIS

Sono stato zitto a lungo, perché durante e immediatamente dopo gli attacchi dell'ISIS in Francia non avrei saputo cosa scrivere. Non che ora nella mia testa regni un grande ordine e che abbia argomenti solidi, però forse ho una mia idea.

La mia idea consiste nel pensare ai siriani, già scappati in massa, sia per colpa dell'ISIS che di Assad.
Non bisogna infatti dimenticare che Assad non è nient'altro che un dittatore che ha bombardato il proprio popolo, è un qualcosa di incredibile, impensabile, atroce. Questo perché odia le opposizioni, forse perché facendone in realtà anche lui parte (essendo sciita), ha paura di venire messo in uno scantinato per l'eternità (magari), e allora giù di brutte maniere che in quelle zone vanno sempre di gran moda.

Dopo gli attacchi di Parigi molti han sperato in grandiosi attacchi alla Siria, ma così facendo si peggiora la situazione, infatti nelle zone comandate dall'ISIS ci stanno ancora civili innocenti i quali, se non verranno ammazzati dalle bombe occidentali (intelligentisssime), potrebbero diventare i terroristi islamici del domani proprio perché come "aiuto" dal resto del mondo han ricevuto soltanto bombe.

E che dire della nostra Europa, che s'è fatta carico del destino di milioni di nord-africani e medio-orientali, ghettizzandoli però nelle periferie dove regna il vuoto cosmico?
Ogni persona diventa non ciò che è in realtà, ma ciò che l'ambiente gli dice, per cui un posto poco stimolante renderà piatte le persone e, se si viene esclusi dalla società anche per via del colore della pelle, della provenienza e della religione, allora sarà facile appoggiarsi a qualcosa di più grande (tipo appunto alla "Guerra santa", alla "Conquita del paradiso lottando contro gli infedeli", ecc.) per cercare di avere una vita piena, anche se poi questa vita la toglie al prossimo e anche a sé stessi.
L'Europa deve davvero cambiare mentalità e paesaggio.

Si parla di Francia, ma non solo, che non vuole piegarsi all'orrore, al terrore, che vuole dimostrarsi sicura di sé convinta che nessuno la piegherà, per questo tutti si dicono convinti nel voler continuare a fare la solita vita di sempre, parlando quindi di concerti e feste. Bravi, fanno bene, ma magari l'Occidente fosse solo questo. Nessuno che parla di lavoratori notturni, di stagisti/precari, di infortunati e morti sul posto di lavoro, di morti per le strade, di migliaia di prostitute di ogni etnia, di animali uccisi perché alla gente piace la carne (non perché ne ha bisogno..), ecc., ecc....
Ma non solo non parlano di queste cose e tante altre (alienazione, solitudine, povertà, inquinamento, noia), ma pure accettano divieti come quello odierno a Parigi relativo alla manifestazione ambientalista (se i "grandi" si incontrano e la gente comune non può unirsi per dire la propria è ovvio che poi qualcuno si incazzi!) o semplicemente le perquisizioni, non capisco che senso abbia controllare gente totalmente comune, anonima, tranquilla, che rappresenta l'europeo medio, quando i terroristi son tutti di origine africana. Che senso ha perquirisi borse e zaini di ragazzi e ragazze bionde? Ma soprattutto che senso ha, da parte di questi, ringrazie i poliziotti per questo loro invasivo lavoro?
Se diciamo che vogliamo vivere normalmente come prima, allora non dobbiamo accettare queste intrusioni!

11 novembre 2015

Mattarella loves Maro

Ma Mattarella non ha niente di meglio da pensare che ai due marò assassini?

Chissenefrega se torneranno o no in Italia!

Hanno ucciso due indiani vicino all'India? Bene, che restino a marcire in India, e che cazzo!

3 novembre 2015

La truffa dei MUTUI

Chi è che non sogna almeno un appartamento di proprietà?

Ok, in teoria i sogni riguardano cose meno materiali (nuvole, fiori, musiche, emozioni, baci, voli, viaggi nel tempo, incontri alieni, ecc.), ma nel mondo pragmatico e, appunto, materialista nel quale siamo ahimé costretti a vivere per campare, dove ogni giorno ci alziamo per fare sempre le stesse cose per perpetuare il sistema, un alloggio totalmente proprio viene visto come il massimo della goduria da parte dell'uomo della strada.

E' una certezza solida, è un rifugio da allestire e abbellire da parte di tutte quelle persone e famigliole  che vengono traviate dalle banche. Proprio in questi giorni in TV (e dove, se no?) sta passando uno spot a favore dei mutui dove una giovane coppia sogna (sigh!) la fatidica prima casa di proprietà e si rivolge ad una banca.

Eh sì, perché a meno che voi non siate dei ricconi, l'appartamentino in periferia ve lo conquisterete a fatica, impiegando più tempo di quello necessario alla scalata dell'Everest! E in confronto all'Everest, come può un grigio e squadrato appartamentino di periferia essere paragonato a tale impresa e sogno? Mah, misteri del capitalismo!
Cosa sono i due mesi necessari per sentirsi degli dei dell'Olimpo, di fronte ai 15-20-30 anni di mutuo, mutuo che costringe i suoi sottoscrittori a tirare fuori dal portafoglio (anzi, direttamente dal proprio conto bancario) migliaia di euro automaticamente?

Fate un breve calcolo.
Vivete in due, lavorate con contratto a tempo indeterminato e incassate in totale 2.500 euro al mese (beati voi).
Bene, mettiamo che l'appartamentino costi 150 mila euro e che avete già versato 50.000 euro. Dovete chiedere 100 mila euro alla "vostra banca di fiducia" (lol).
La banca più generosa vi chiederà soltanto 670 euro al mese + 820 euro per le spese iniziali.
Che in 1 anno sono 8.040 euro (+ 820). Per 15 anni sono, ehm, 120.600 euro (+820).
Praticamente dopo 15 anni regalate alla banca una nuova Golf (21.500 euro circa).
Se avete 20 mila euro da buttare e da regalare a dei miliardari fate pure.
Ma sappiate che fino a che non verserete l'ultima rata del mutuo, quell'appartamento non sarà vostro ma della banca, perché la banca ha già versato fin dal primo giorno i soldi al costruttore/venditore, per cui nel caso un giorno sarete impossibilitati a versare anche una sola rata, sarà possibile per la banca darvi il benservito, perché la banca da voi e da quell'appartamento vuole guadagnarci e per farlo sarà disposta a fregarvi tutti quei soldi che già le avete versato, oltre ovviamente a vendere a qualcun altro quelle 4 mura. Auguri.

E ricordatevi che se siete single e precari, o se avete una partita IVA ma pochi clienti (magari avete iniziato a lavorare in proprio da poco, e per questo siete nel regime dei minimi), col cavolo che vi faranno accendere un mutuo, ma non dovete disperarvi, in realtà la banca vi sta facendo indirettamente un grosso regalo, vi sta infatti suggerendo di scappare dalla sua ragnatela massonica-mafiosa-capitalistica-conservatrice-fascista e chi più ne ha più ne metta, infatti la vostra unica possibilità sarà quella di andare in affitto. Notevole risparmio e possibilità di cambiare appartamento, zona e città in pochissimi istanti!!!

Vaticano ruba per l'attico di Bertone

Grande scandalo le ruberie del Vaticano per finanziare, ad es., il famoso attico di Bertone.
Ma avete presente quant è imperioso il Vaticano, quanto oro e opere d'arte conserva? Secondo voi tutto ciò è frutto di regali e donazioni? Ma è ovvio che per avere tutto questo ben.. di dio e per mantenerlo. lo Stato del Vaticano come ogni altro Stato abbia rubato, truffato, ingannato a destra e a manca, prima attraverso la paura e il potere temporale e ora attraverso la parola bontà e carità. D'altronde chi truffa la gente sul piano logico-razionale, vive truffando a 360° in ogni maniera, ogni dannato giorno!

2 novembre 2015

30enni noiosi

Eh sì, io ho toccato e superato quota 30, così mi ritrovo a frequentare e a parlare con coetanei che, ormai, ragionano da VECCHI, non so se perché davvero ci credono in queste cose che vi elencherò presto, o se fanno così perché fan tutti così. Insomma, sono puri e duri o sono dei pecoroni?

Io propendo sempre per la PECORINAGGINE, però non si sa mai, non ho statistiche o tesi approfondite..

Ma vediamo le cose che non sopporto:

i trentenni sono dei vecchi pari ai 70enni perché vogliono vivere in coppia, perché non gli tira più (a loro eh, non a me!), perché vogliono che quella donna sia tutta loro e per dimostrarlo la sposano e la fanno partorire (per carità!), perché vogliono il lavoro sicuro, perché anche se hanno passioni non le esercitano se dietro non ci sono dei soldi, perché pensano all'appartamentino che dev'essere ristrutturato, pulito, così come l'automobile che dev'essere nuova, non dico usata, ma neanche km.0!

Terribili. Figli del consumismo ed egoismo più sfrenato!

1 novembre 2015

CORBYN E LA DEMOCRAZIA CHE NON ESISTE

http://www.internazionale.it/opinione/john-foot/2015/09/22/corbyn-labour-attacchi-stampa

Anche in Inghilterra, così come in Italia, USA, Turchia, Cina, ecc., ecc., a comandare non è il popolo, bensì una piccola elite che oltre ad avere potere dentro le varie istituzioni, comanda pure i principali canali televisivi e giornali nazionali.
Come possiamo affermare di essere in DEMOcrazia se i potenti dicono al popolo bue come e cosa pensare e se chi è un po' diverso viene additato come nemico pubblico, quando invece i veri nemici sono gli attuali potenti??? E' tutta una grande truffa.. finché esisterà la dannata gerarchia non ci si può aspettare di meglio.. E' uno schema piramidale: chi sta in alto mostra cosa di deve fare e pensare, mentre chi sta in basso, se non vuole sprofondare sempre di più, se vuole rimanere a galla quel tanto che basta per non sentirsi troppo povero e isolato, bensì appartenente al ceto medio come tutta la massa circostante, deve per forza autoconvincersi che questo sia il sistema ideale, ma alla fine chi si autoconvince è un numero esiguo, alla fine veniamo presi fin dalla più tenera età in maniera tale che il potere possa comandare una vastissima schiera di silenziosi servi robot.

Ecco cosa ho capito dell'EXPO

Ecco cosa ho capito dell'EXPO

L'EXPO è costato circa 15 miliardi di euro. Milardi, non milioni.
Non ho ancora ben capito se tutti a carico dell'Italia o se la spesa è stata almeno in parte divisa tra tutti gli Stati presenti.

I visitatori son stati 20 milioni contro i 24 previsti.
15 milioni sono italiani. Per cui gli stranieri son stati soltanto 1/4, questo cosa significa?
Che gli italiani hanno speso soldi pubblici per costruire l'EXPO e poi soldi privati per visitare l'EXPO.
Ci sono stati tanti nuovi posti di lavoro, ma ovviamente tutti a tempo determinato. Considerando che non tutti i lavoratori provenivano da Milano e che le paghe non erano altissime, non so quanto abbia giovato alle loro tasche questo mega evento.
Spero piuttosto che i posti di lavoro indiretti abbiano fatto tornare il sorriso sulle labbra alle aziende del territorio che, comunque, è il più ricco d'Italia per cui non dovrebbero avere bisogno di ciò.

Il tema dell'EXPO era il cibo, uno pensa a nuove (o antiche) tecniche di coltura per sfamare tutti con un basso impatto ambientale. Ho letto che del cibo, delle culture anzi, s'è parlato invece pochissimo, a differenza degli spazi e annunci pubblicitari. Al posto del cibo tanta spazzatura, cemento, stravaganze e paccottiglia.
Niente coltura e cultura, è stata una grande carnevalata, pupazzi, architetture, suoni, coloriecc.; la massa s'è recata a mangiare da MC anziché dai ristoranti Slow Food; l'EXPO è stato costruito su terreni dove un tempo si coltivava il riso.. e ora non più, tutto cemento..

Come sempre s'è trattata di un'operazione di speculazione: costruzioni e propaganda.

Una persona raziocinante, se gli sta a cuore il pianeta, mangia e consuma poco, va a scoprire le perle di varia natura vicino a casa sua, non si reca certo all'EXPO per poter dire di esserci stato e per andare al MC..

RENZI W EXPO

Finalmente è finito quel baraccone di street food denominato EXPO MILANO 2015.

Renzi e Mattarella, rispettivamente presidente del Consiglio e presidente della Repubblica delle Banane, si son detti entusiasti di questa manifestazione culinAria, il cui motto era "Magna (e bevi) che te passa", perché anche questa volta l'Italia ha dimostrato di sapercela fare, un po' come durante ITALIA 90 o TORINO 2006, ovvero grandi eventi che hanno significato SI' grande show, ma anche grande SPESA pubblica della quale non siamo mai rientrati. Sempre e solo debiti, sempre e solo conti in ROSSO.
Queste cose i governanti di qualunque colore essi siano, non lo dicono mai.
L'EXPO poteva andare diversamente? NO! Ma lo si sapeva fin dal principio.
Secondo un economista questa BARACCONATA GIGANTESCA può esserci costata da 3 fino a ben 14 miliardi di euro!!!!!!!!!

Ecco, fate 20 milioni di visitatori per 30 euro circa e non si raggiunge il miliardo.. OPS

Leggete questo ottimo pdf dell'economista di cui sopra.

Le canne non sono un problema, lo sono i delinquenti

Qualche giorno fa, a Catanzaro, un 18enne è stato ucciso a coltellate da un suo coetaneo per una piccola quantità di marijuana non pagata.

Il sindaco di questa città calabrese, Sergio Abramo, ha detto quanto segue:
"Abbiamo il dovere di stanare le bestie che alimentano il mercato delle droga, leggera o pesante che sia, tra i nostri ragazzi"

Purtroppo non è certo eliminando la droga tout court, rendendola non solo illegale ma anche introvabile, che si risolve il problema delle risse, dei ferimenti e degli omicidi.
L'assassino non ha ucciso perché il cliente gli ha rubato della droga, ma semplicemente perché non gli ha dato dei soldi.
In rapida conclusione si può benissimo affermare che, come molti di voi già sapranno, il problema non è la droga o altri oggetti, bensì è il denaro o comunque il rubare ad essere un problema.
Questa persona avrebbe ucciso anche se quell'altro non gli avesse pagato un cd-rom vergine, uno stuzzicadenti, ecc.

PS: non si capisce perché il tabacco sia legale, mentre la marijuana no. Si parla sempre di piante. C'è una discriminazione bella e buona, come si suol dire. E chi fuma il tabacco non è certo più sano di mente e/o di salute rispetto a quello che si fa le canne.

17 ottobre 2015

CHIUSI IN CASA

Le nostre vite sono ben predefinite già da prima della nostra nascita, infatti una volta venuti al mondo, veniamo molto semplicemente sbattuti dentro la società e in quella che mi "ospita" non c'è alcun vero contatto con la natura.

Più aumentano i manufatti, più l'uomo si sente superiore ad ogni altro essere e ad ogni cosa, si sente sicuro fra i propri oggetti e dentro le proprie costruzioni, siano essere appartamenti, fabbriche, automobili, e sa che queste cose son fatte da lui e che quindi son sicuramente fatte per lui, mentre in natura ci sono i predatori, non ci sono ripari sicuri dal freddo, dalla neve, dalla pioggia, dal fango, ecc.
Per cui c'è una netta separazione.
Quando l'uomo lavora, anche se lavora nella natura lavora in realtà contro la natura, pensate ai giardinieri, ai taglialegna, agli allevatori.. tutta gente che taglia, segrega e ammazza.
Quando l'uomo lavora in maniera borghese negli uffici e nelle fabbriche, la sostanza non cambia, direttamente non lavora contro la natura, ma vive in un ambiente totalmente diverso e delega ad altri la sua distruzione o riduzione in schiavitù.

Si lavora creando merci o servizi, si lavora per incrementare i ricavi e i guadagni, coi figli chiusi 10 ore a scuola o in parrocchia. Si esce da lavora e si torna a casa. Sia a lavoro che a casa non c'è rapporto con la natura, con la terra, infatti ci si ciba, e purtroppo in quantità sconsiderevoli, di cibi impacchettati ricchi di grassi saturi e altre schifezze. Viviamo nell'industria e mangiamo non prodotti della natura, ma dell'industria. Tutto ciò è alienante.

Come se non bastasse anche nel tempo libero la natura non è presente: pochi vanno al mare nudi e in ambienti veramente naturali, la maggior parte dietro ha il panorama degli hotel, poi c'è chi va a Gardaland o Disneyland, c'è chi addirittura passa i suoi giorni libri nei supermercati e nelle discoteche. Alla gente piace rinchiudersi o in casa o in altri posti, appunto, chiusi e totalmente artificiali comparsi da pochi decenni. Chi invece va ad esempio in montagna lo fa per sentirsi superiore, pensate agli arrampicatori e alpinisti... io ho conquistato quella vetta, io ho domato quella parete. Voi cosa? Siete delle formichine, voi salite ma poi dovete subito scendere per tornare a produrre e consumare in città, mentre la montagna non ha bisogno di niente e rimane lassù in alto per migliaia, se non milioni, di anni!

Si lavora per costruire e per incassare, e nel tempo libero si vive (?) per spendere e consumare.

Pensate, io sono nato e tutt'ora vivo in un condominio che odio.
Odio tutti i condomini.
Gli appartamenti sono delle celle con dentro ben poche persone che non comunicano né tra di loro né tra i loro simili posti nelle altre celle. Si, vabbè, ci si scambiano i saluti, ecc., però non c'è mica un rapporto vero, non si fa mai qualcosa, niente, zero assoluto. Eppure continuano a sorgere condomini, perché?
Perché è il modo più facile per farci vivere in città, quindi vicini ad orrendi uffici e fabbriche, dai quali trarre l'illusione della sostentazione, mentre invece non sono altro che luoghi di alienazione, che consentono di pagare l'affitto o il mutuo di queste celle/appartamenti. Qui dentro ci stanno le famigliole con 1 o massimo 2 figli, ma ci stanno anche i single.
Se io non uscissi di casa vorrei proprio vedere quanti verrebbero a vedere se sono ancora vivo. E anche se venissero tutti i giorni, verrebbero solo per dirmi ciao. Come dicevo prima non si fa mai niente. Gli appartamenti come il lavoro servono per isolarci, tutti concentrati su poche cose, badando al nostro ego ma prima di tutto al nostro portafoglio. La vita si annulla, ma anche il conto in banca, infatti quei soldi li spendiamo perché viviamo sommersi dalla pubblicità e da gente, tipo i figli, che si fanno influenzare se non comandare a bacchetta dagli spot tv!
Gli appartamenti servono per isolarci, non farci comunicare, quindi non farci vivere esperienze - non farci vivere! - e per farci spendere e mandare avanti tutte le fabbriche!

6 settembre 2015

ITALIA STATO DI POLIZIA RELIGIOSA

Ma non siamo nati NUDI?
http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/15_settembre_06/balla-nuda-a-turisti-bambini-denunciata-tedesca-46-anni-4f1a7ac2-548c-11e5-b241-eccff60fea73.shtml

Ma non siamo nati per PROCREARE?
http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/15_agosto_17/amanti-troppo-focosi-non-smettono-nemmeno-sirene-denunciati-aa605800-44da-11e5-a4b6-1d04b76aab6d.shtml

MA BASTA CON QUESTO STATO DI POLIZIA RELIGIOSA!

19 agosto 2015

La superiorità della dieta vegana

Premettendo che non sono vegano e neanche totalmente vegetariano, mi preme sottolineare come io trovi insulso il bere latte vaccino in età adulta, dato che nessuna specie animale fa ciò superata l'età dello svezzamento. Il latte che beviamo è prezioso nutrimento sottratto ai vitelli che, ahimé, mangiamo gustandoci il "vitello tonnato".

E che dire dell'assunzione della carne?
La carne è fonte di proteine, che però troviamo anche nel latte di soia e nei fagioli, e qui i problemi sono molteplici, ne elenco alcuni:
  • animali ultrasupermega-innocenti uccisi. In malo modo. Niente di cui vergognarsi? Senza la loro uccisione nessuno creperebbe di fame, per cui è vergognoso ucciderli!
  • proteine: possiamo ottenerle da altre fonti. E allora, perché ucciderli?
  • inquinamento degli allevamenti intensivi, tra il gas delle scoregge dei bovini, l'acqua sporcata da feci e farmaci e il disboscamento per farli pascolare, direi che si può proprio parlar di inquinamento da allevamento intensivo.
  • il latte di cui sopra: siamo sicuri che ci faccia bene in età adulta? Considerando che un uomo medio assume anche diversi tipi di formaggio al giorno, forse assumiamo troppo calcio.
  • ignoranza: l'uomo medio non sa che millenni fa i suoi simili iniziarono a cacciare per via dei cambiamenti climatici che in certe zone del mondo gli negarono la possibilità di continuare a coltivare la terra e a cibarsi di frutti che comparivano in maniera naturale/automatica. Ora mi pare che si possa coltivare alla grande..
  • ignoranza bis: l'uomo medio assume carne, quindi proteine, in maniera sconsiderata, con un eccesso del 61%. Le proteine servono per ricostruire i muscoli dopo delle fatiche. Non ha senso mangiare carne (o riempirsi di fagioli) a pranzo se si è stati seduti.

Secondo voi, commentate liberamente, un bambino ha bisogno di latte e carne o, come penso io, gli basta aver assunto il latte materno? Secondo me del latte non ne ha bisogno, ma può sempre bere quello alla soia (proteine). Per la carne vale lo stesso discorso, se posso trovare le proteine in altri cibi, perché un bambino dovrebbe accettare di tenere in vita la macchina della morte degli allevamenti e dei macelli? Se un bambino ama gli animali, li guarda, li disegna, li accarezza, li sogna, perché dovrebbe desiderarne la loro morte per un mero fatto egoistico? Pensate che ormai al giorno d'oggi non si mangia più una certa cosa per necessità, non troverete nessuno che dica "Lo mangio perché ne ho bisogno", bensì "Lo mangio perché mi va", "Lo mangio perché mi piace". Capite, si uccide qualcuno - totalmente innocente - per il proprio stupido palato!!!

18 agosto 2015

SOLDI pubblici per la BREBEMI

In Lombardia c'è una nuova autostrada, inaugurata ovviamente con grande entusiasmo dai politici che per l'asfalto e le gomme vanno da sempre pazzi (che teste vuote che hanno!).

Si chiama BREBEMI (A35) e sta per Brescia-Bergamo-Milano e servirebbe in teoria a togliere il traffico che intasa la A4. In realtà le stime sono state troppo ottimistiche (alla faccia di chi va avanti sbandierando ottimismo che è il nulla totale!), infatti viene attualmente percorsa soltanto da circa la metà delle automobili e dei tir preventivati (35.000 veicoli al giorno, anziché 60.000).

Lo scandalo non è soltanto questo, ce n'è infatti un altro altrettanto grave:

questa autostrada di proprietà di privati (Intesa SanPaolo e Gravio), ha appena ricevuto un super finanziamento pubblico di 320 milioni di euro, tutto ciò proprio mentre si è scoperto che le compensazioni per la Valle di Susa (dove alcuni soldi finirebbero per un ospedale, mica per delle altalene), dove hanno intenzione di far passare il TAV Lione-Torino-Kiev, sono state tagliate di 80 milioni!
La BreBeMi riceverà soldi per la creazione di svincoli per portarvi del nuovo traffico e la concessione ai privati passa da 20 a 26 anni, i quali potranno poi vendere questo bel pezzettone di strada allo Stato, incassando 1.2 miliardi di euro.
I soldi vengono elargiti perché per ora questa opera è in rosso, per cui suona strana questa interferenza, anzi, questo aiuto pubblico a dei privati. Ma come? In rosso un'opera definita da Maroni "Assolutamente necessaria"???

Questa è l'Italietta delle amicizie e degli imprenditori che, come li definisce Travaglio, sono dei "prenditori".

A35 privata = soldi pubblici
TAV pubblica = soldi tagliati

IRAQ: Obama l'ha ammesso

Negli U.S.A. c'è una importantissima lobby ebraica, denominata AIPAC che riunisce ovviamente tutti gli uomini ebraici più ricchi e potenti d'America che son dentro sia i democrats che i rep. (che poi come facciano a riferirsi alla RES PUBLICA quando odiano il pubblico..), che è stata recentemente accusata da Obama di un fatto gravissimo.

Durante un suo discorso in una università, l'avrebbe accusata di aver voluto nel 2003 la guerra in Iraq.

Fatto gravissimo, tra i mille gravissimi degli U.S.A., perché alla faccia della democrazia, ci sono lobby poco conosciute e votate ovviamente da nessuno, che interferiscono e riescono a far votare in una certa maniera i loro accoliti e i politici che si vendono.

Questa guerra, oltre a milioni di morti e distruzione, ha causato la defenestrazione dei sunniti che dal 2003 ad oggi sono ancora più incazzati che mai, con l'IRAQ divenuto un posto ancora più pericoloso di quel che era più di 10 anni fa, in pure stile Libia e Siria.

Questo per dire che POCA GENTE ha in mano le nostre vite e decidono secondo i LORO interessi.

Questo fatto è GRAVISSIMO ma poco diffuso, infatti l'ho trovato in un trafiletto presente nelle pagine interne de La Stampa di qualche giorno fa.

15 agosto 2015

OPERAI a sgobbare a cottimo

W l'Italietta comandata dagli italioni che, con la scusa della crisi e della ricerca della felicità economica perduta, costringono con le buone gli operai, ma ovviamente non solo loro (anche i dipendenti dei supermercati), a lavorare di domenica, a ferragosto, a natale, a pasqua, ecc., insomma, durante i giorni in cui i lavoratori medi se ne stanno in panciolle, a riposare in vista di un'altra merdosa settimana di squallido lavoro.

Ma almeno questi riposano.. invece, ad esempio, in Veneto una ditta molto famosa di elettrodomestici, oggi ha chiamato i suoi operai in fabbrica per via di grandi ordini giunti evidentemente poco tempo fa (ma questa può essere una balla: magari i capi volevano semplicemente testare l'ubbidienza sfigata della manovalanza che se non usa le mani non si sente viva).

La cosa che mi ha sorpreso è stato il vedere i volti abbastanza soddisfatti di questi operai per il semplice fatto che finalmente tornavano a lavorare (prima c'era crisi, cassaintegrazione, ecc.).
Ma scusate, due cose:
1) non si poteva andare a lavorare domani, 16 agosto?
e
2) nel frattempo, gli operai non potevano ingegnarsi per idearsi altri lavori da fare da soli o assieme?

Basta con sta mentalità da dipendente che senza il biscottino aka stipendiuccio va in crisi esistenziale!

10 agosto 2015

L'estate degli sballati

D'inverno ci si sballa perché si è confinati nelle grige e squadrate città dove si è obbligati a studiare e a lavorare a cottimo. E vabbé, vi posso capire cari dementi.

D'estate invece ci si sballa perché è festa, si è al mare, quindi doppia festa, perché alla fine quella "musica" (?) piace, si sta assieme, ecc., ecc., quindi ci si sballa ancora meglio in compagnia all'aperto, ecc., ecc.

Insomma, i tamarri che vivono nella volgarità hanno sempre la scusa buona per sballarsi aka drogarsi aka andare a fanculo.

Molte persone, siano essere famose che non, affermano che le discoteche non devono venire chiuse se qualche giovini vi muore al loro interno, e non sono da condannare, perché le sostanze stupefacenti e l'alcol li si possono trovare per strada e in qualsiasi altro posto. Vero.

Peccato che uno si sballi alla grande SOLTANTO dentro le DISCOTECHE perché lì dentro si può fare un casino atroce (col volume che c'è, è impossibile che qualcuno chiami i sior carabinieri per il mancato rispetto della quiete pubblica) e col buio è possibile drogarsi senza che alcuno noti il (mis)fatto.

Inoltre queste cose e disgrazie avvengono in discoteca perché sono posti ORRENDI, con musica TERRIBILE che va avanti per ore e ore distruggendo i timpani e il cervello, e con una marea di gente di MERDA che, ahimé, frequenta con successo licei e università (ma oggi anche i cani sono laureati e a pieni voti, d'altronde non ho mai minimamente pensato che sapere delle teorie e formule sia sinonimo di grande intelligenza, virtù, rettitudine morale, bontà, ecc.).

Insomma, se le discoteche non ci fossero, questi tamarri idioti di merda non avrebbero altri posti, se non le fabbriche abbadonate (per i rave), dove fare casino. Ci sarebbero problemi? No, perché dopo 2-3 urla la gente chiama la polizia per farli cacciare a calci in culo.

Chiudetele e fatemi sentire il sacro rumore delle RUSPE! 


Prima l'orso, ora il cinghiale

L'anno scorso è stato l'anno dei terribili orsi che hanno ucciso ZERO persone in Italia.

Questa è invece l'estate dei cinghiali che in Sicilia hanno, questi sì, ucciso un uomo.

Entrambi, però, sono per natura schivi e sono attivi maggiormente nelle ore notturne.
Ciò vuol dire che sono poco propensi a disturbare l'uomo, mentre è vero che possono disturbare le sue attività specie se di tipo agricolo.

Sono pochissimi i casi di uomini uccisi da questi animali, perché attaccano soltanto se non possono farne a meno.
Io ho girato molto in bici nelle colline vicino a casa mia e i cinghiali li ho sempre sentiti scappare, non ho mai avuto problemi. Se invece ci troviamo degli orsi e dei cinghiali dinnanzi a noi, con loro intenti a passare, è normale scatenare reazioni spropositate, specie se sono accompagnati dai cuccioli.

Secondo me è assurdo avere questo timore di questi animali, ma c'è gente che ha paura di cani al guinzaglio, per cui non mi dovrei stupire più di tanto.
Mi stupisco invece di quegli agricoltori che chiedono diversi abbattimenti dei cinghiali, quando è notorio che i cacciatori, sempre intenti ad abbatterli, non hanno mai risolto la situazione perché...? Perché sono i primi a non volere che il numero cali, altrimenti come faranno poi a mangiarli in piena legalità (vengono chiamati apposta per il loro abbattimento quando sono in sovrannumero) e soprattutto a venderli alle trattorie delle colline e campagne?

Che si chiami la Forestale. Perché ricorrere a privati dalla dubbia morale?

6 agosto 2015

Il gravoso problema del SUD ITALIA

Ogni giorno ci arrivano notizie sconfortanti, deprimenti e avvilenti dal Sud Italia, da Roma in giù.

Rapine, omicidi, stupri, crimini e reati vari più o meno gravi.

Perché?

Molti, al 99% meridionali, rispondono affermando che le cause vanno ricercate nell'unità d'Italia.. colpa dei Savoia se il Meridione è povero e ignorante, perché è stato depredato, colpa dei Savoia dunque se al Sud son nate le mafie spinte dall'assenza dello Stato e di possibilità.

Altri, sulla falsariga di questa teoria, dicono che è colpa dell'assenza dello Stato, salvo poi mandarlo a quel paese ogni qualvolta si palese con le sirene spiegate intento ad arrestare una manciata di malviventi.

Troppo facile, dico io, dare la colpa ad altri (Stato, Savoia, Nord, ecc.) quando la gente del Sud Italia fa parte dello Stato italiano e ne fa parte tanto quanto gli altri, pensiamo infatti a quanti impiegati statali sono meridionali, compresi poliziotti e militari, senza ovviamente dimenticare i politici.

La gente del Sud fa parte dell'Italia al 100% e se i politici sono corrotti, se le mafie hanno vita facile, se c'è corruzione, disorganizzazione, menefreghesimo, distruzione, disoccupazione, povertà, violenza, la colpa è solo sua!

Pensiamo a Napoli. E' una città in mano sia alla Camorra sia alle nuove leve della Camorra con i vari clan che si contendono pezzi di territorio. La violenza la fa da padrona. Perché? Perché la gente comune, normale, cosidetta perbene, per continuare a campare "senza problemi", fa finta di niente, chiude tutti e due gli occhi e né si lamenta né denuncia. E' un po' come quando a scuola i bambini derisi e picchiati non dicono nulla né alla maestra né ai genitori perché minacciati dai bulli di subire botte ancora più forte. Ma così facendo non si otterrà nulla, anzi, la violenza continuerà.

La gente deve svegliarsi, come si suol dire "Lo Stato siamo noi", la gente perbene deve unirsi, fare gruppo, massa sia critica si muscolare, spero di essere stato chiaro.

Salvini super-populista

Qualche giorno fa un gruppo di spacciatori gambiani ha menato le mani con dei carabinieri sopraggiunti nel quartiere Pigneto di Roma per via del loro numero spropositato e delle loro risse, ecc.

Dopo il loro difficolto arresto, ecco Salvini che ci insegna come ragionare, parlare.. in una sola parola vivere:

"Secondo voi si faranno un solo giorno di galera?"

Come dire: Guardate che grazie a questo governo di buonisti sinistrati a favore dell'immigrazione di massa (mah), gli stranieri in galera non ci vanno (balle, ovviamente!).

"Fosse per me li rispedirei in Gambia a calci nel sedere"

Come dire: Votate Lega Nord perché solo noi siamo contro la criminalità, solo noi siamo vicino al popolo.

Certo, detto da uno che da 20 anni fa il politico con la sua bella "busta paga" da almeno 15 mila euro al mese e che fa parte di un partito che, come tanti altri, dagli anni 80 ad oggi ha rubato e incassato miliardi e miliardi di Lire, sia in maniera ahimé legale, senza però redistribuire neanche ai padani d.o.c., sia anche in maniera illegale (caso Enimont-Bossi).

Ma secondo voi ai razzisti che vedono solo i crimini degli stranieri e non quelli degli italiani (un tempo i leghisti ce l'avevano coi romani e i meridionali, ora invece fanno scena muta di fronte all'altissimo numero di reati dei meridionali..), interessa risolvere i problemi? Ma và, loro campano di questo: se l'Italia o qualsiasi altro posto fosse perfetto loro non esisterebbero.

Fiumicino: la privatizzazione insulsa alla faccia nostra

Fiumicino, l'aeroporto intendo, è stato privatizzato nel 1997.

Dal 2000 ad oggi ci sono stati i più bassi investimenti di tutta Europa, giusto il minimo per la manutenzione ordinaria.

Prima dobbiamo dire grazie a gente come Cesare Romiti ex Fiat, dopo grazie invece alla Benetton (holding Atlantia, che detiene il 95,913% delle quote).

Questo è uno dei molteplici esempi di come gli italiani facciano veramente schifo e cagare.

28 luglio 2015

TELECOM ITALIA: Job Acts farlocco, mille settecento licenziati

Nel JOB ACTS renziano doveva comparire la norma definita "solidarietà espansiva", che serviva per ridurre l'orario dei già assunti per favorire l'ingresso dei gggiovani.

E invece niente s.e., e Telecom s'è vista costretta a licenziare ben 1.700 dipendenti!

27 luglio 2015

PD: reddito minimo con la fregatura

Per non sembrare troppo dei buonisti assistenzialisti, i nuovi politici di centro-sinistra hanno ideato una tattica che li porta a farsi piacere, forse, sia da quelli di centro che da quelli di sinistra.

Il più fulgido esempio ci arriva da tale Elisabetta Gualmini, piddina emiliana che, essendosi incredibilmente accorta (come avrà fatto?) dell'incremento della povertà pure nella sua ricca regione, ha proposto per chi abita in Emilia-Romagna un reddito minimo.
Ovviamente non per tutti: sei giovane, senza lavoro, ma vivi coi tuoi? Niente assegno mensile da 550 euro netti. Sei single, lavori, vivi per i fatti tuoi, ma sei in crisi? Niente da fare.
Devi assolutamente avere almeno 1 figlio per ottenere questi bei soldini, oppure essere un povero pensionato.
Ai giovani o meno giovani che vivono per i fatti loro o con i genitori niente, neanche una briciola.

Ma non finisce qua, infatti per aumentare l'apprezzamento da parte dei centristi, ecco la trovata geniale:

"Se c'è un lavoro disponibile lo accetti".

Questo è un colpo di genio vero e proprio, con questa frase mette d'accordo, forse, la sinistra che spinge per il reddito minimo (che non è di cittadinanza però, dato che spetta ad una minima parte di popolazione!), e il centro e centro-destra perché l'assegno non deve trasformarsi in una forma di perenne assistenzialismo (guai a incassare per tutta la vita la super cifra di 550 euro, quando loro, i politici, ne prendono almeno 8.000 più ricche pensioni dopo pochi anni di.. "lavoro").

Vediamo perché secondo me questo concetto è totalmente sbagliato.
Anche se sono povero e ho bisogno di lavorare, avrò le mie qualità, quindi anche dei difetti e delle mancanze, e dei gusti, chiamiamoli così. Per cui sarò o non sarò portato per certi lavori a discapito di altri? Certo che sì! Inoltre, se il lavoro offertomi è a tempo determinato? Se il lavoro offertomi è lontano da dove abito? Che si fa, sarò costretto ad accettare? Allora no grazie non li voglio i vostri spiccioli.

25 luglio 2015

Basta criticare Renzi

Ma perché hanno tutti questa grande voglia di criticare ogni giorno Renzi?

E' soltanto la copia di Berlusconi, più giovane e meno estroso e con meno problemi e meno trovate..
Si sa già che spara balle, che parla di fuffa, che vuole imbonire "le genti". Purtroppo manca il contorno.. niente miliardi, niente mafiosi, niente mignotte.. e che noia sti boy-scout!

23 luglio 2015

NAPOLI: 16enne ucciso da carabiniere per strada. Cose da Meridione!

Ok, morì un ragazzo, fu una tragedia, però bisogna evidenziare come questo 16enne fosse in giro non in un normalissimo pomeriggio col suo scooter indossando il casco, bensì in piena notte, senza casco, sopra uno scooter sopra il cui già c'erano altri 2 ragazzi. Come se non bastasse, vedendo i carabinieri, il pilota pensò bene di fuggire accelerando a più non posso. Secondo voi è normale? Come fanno i parenti a dire che era solo un bambino?

20 luglio 2015

Padri di famiglia = assassini nati (come i rumeni)

Avere un lavoro, avere una moglie, avere almeno un figlio, secondo la gente media in tutto media, significa essere delle persone maturi, degli uomini seri (parlo al maschile in quanto io ezzere tale).

E invece ogni giorno ci sono notizie in cui un lavoratore ruba, un imprenditore sfrutta o inquina, un marito picchia o addirittura uccide la moglie, un padre abbandona in auto d'estate sotto il sole rovente il suo bimbo neonato, un padre picchia il figlioletto perché ha preso un brutto voto a scuola (eh sì, a scuola ci si reca per farsi giudicare, per prendere un numerino, per diventare dei numeri, mica per imparare..), ecc., ecc.

Oggi l'ultima frontiera..: un rumeno (chi, se no?) marito, lavoratore e padre, ha pensato bene di guidare ai mille all'ora in pieno centro cittadino col cervello in pappa a causa dell'alcol, andando così a investire due persone a piedi sul marciapiede.. qua siamo al limite della sopportazione verso gli ubriaconi rumeni. Hanno veramente rotto il cazzo!

Oltre a rubare, stuprare, sfruttare le povere prostitute, ci rubano pure il lavoro, si ubriacano e uccidono la gente.
Ma perché dobbiamo sopportare i rumeni? Cosa abbiamo fatto di male?

17 luglio 2015

TREVISO E ROMA, L'IRA DEI FASCISTI

Incredibile, i tanto forzuti fascisti romani e trevigiani, si son messi a protestare molto più che animatamente non appena hanno visto arrivare dei migranti africani nei loro quartieri e paesucoli.

Un conto è lamentarsi e protestare pacificamente, un altro invece è bloccare il cibo per questi poracci e addirittura bruciare i mobili e le tv presenti nei loro appartamenti.

Loro, i fascisti, si definiscono i buoni, ma visto e considerato quello che hanno fatto in poche ore c'è da avere paura di questi italioti, non degli africani che non mi risulta abbiano fatto alcunché di male..

15 luglio 2015

I CANI SI ABBATTONO

Secondo una grandissima testa di cazzo (e mi scuso con le cappelle in ascolto che, poverine, sono innocenti!) del PD, ovvero del PARTITO DIARREA, i cani nei canili, dopo un tot di tempo, devono venire ABBATTUTI.

Questa pratica purtroppo vige in quella merda di Spagna (che tra tori e cani e altro è messa molto bene, uh), peccato che questo STRONZO viva in Italia.

14 luglio 2015

POVERI GRECI. COSI' VICINI COSI' LONTANI..

Sentire e vedere tutti quei poveri greci innocenti fare la fame mi fa stare veramente male.. non tanto perché sono esseri umani innocenti (se fosse solo questo il motivo, allora, dovrei piangere ogni giorno..), quanto perché sono così vicini a noi, ma si badi bene che non soffro per egoismo, non cioé perché penso che anche noi prima o poi faremo la loro finee, bensì perché mi risulta che l'Europa, un po' come nel caso dei migranti africani, voglia fare ben poco per aiutarli!

Sono così vicini e allo stesso tempo così lontani..

11 luglio 2015

BIMBO MUORE PER VACCINO, MA VENGONO ACCUSATI I VEGANI

Un bimbo finisce in ospedale, per problemi fisici non molto chiari, ancora da valutare, eppure i giornali già sanno, almeno nei titoli, la verità: i genitori vegani accusati di denutrizione! Poi, appunto, si leggono gli articoli ed ecco che i medici non hanno ancora un quadro chiaro. Eppure..

Se il veganismo va di moda, altrettanto lo si può dire di chi denigra questo "stile di vita" improntato al rispetto totale degli animali, perché essendo ancora oggi una "filosofia" di nicchia, la maggioranza della gente comune, che mangia tanto per riempirsi la pancia, deve per forza pensare (?) e parlare male di chi è diverso e che in quanto tale rischia di fare cadere i castelli di sabbia e carta degli onnivori, d'altronde sarebbero poi tanto i disoccupati tra allevatori, macellai, trasportatori, produttori di armi, gabbie, coltelli, ecc., senza considerari quei figli di puttana dei pubblicitari e grafici vari al soldi di biechi assassini!

Per cui, anche in nome del dio denaro e non soltanto dell'abitudine e ignoranza, i vegani, così come in parte i vegetariani ai quali io appartengo, vengono visti in malo modo. A me, ad esempio, è stato chiesto come facessi senza carne. Ma la gente è totalmente ignorante nonostante tutte ste cazzo di lauree che vengono "regalate" a destra e a manca? Le proteine e i grassi, secondo loro, esistono solo nella carne? E come fanno loro a mangiare praticamente solo pasta e carne, mettendo quasi totalmente da parte verdura, frutta, legumi e cereali? Scommetto che pensano di trovare soltanto vitamine nella frutta, e invece si sbagliano. Ma si sa, la digestione della carne è lenta, per cui lungo quelle ore risulta essere troppo faticoso farsi un giro nel web o aprire un'enciclopedia.

Ma torniamo ai giornalisti: questi pezzi di merda, schiavi anch'essi del pensiero unico, hanno puntato il dito contro i vegani, rei di obbligare il proprio figlio ad alimentarsi come vogliono loro. Eh già, invece nelle altre famiglie sono i figli, specie se neonati, a decidere il menù, vero? Ma vaffanculo! Nessuno che abbia parlato della dieta vegetariana consigliata ad esempio da Umberto Veronesi (ovviamente non solo da lui, ma se la consiglia lui che è amico dei potenti..), nessuno che abbia elencato le sostanze non presenti nella dieta vegana e presenti invece in quella onnivora (e in quella vegetariana?), ma soprattutto nessuno che abbia elargito un po' di dati sulla pubblicità di cibo spazzatura e sul numero di bimbi e ragazzini obesi in Italia e nel mondo.

Intanto, mentre un bambino vegano andava in ospedale (ma senza essere certi che il problema fosse la dieta..), un altro moriva a causa di vaccino, ma la notizia non è finita in prima pagina, eppure UNO E' MORTO, l'altro NO.

8 luglio 2015

CRISI GRECIA E ITALIA

Ma quelli che dicono che la crisi greca non toccherà l'Italia non è che sono gli stessi che dicevano che il PIL italiano sarebbe cresciuto e che l'EXPO faceva numeri da capogiro?

RENZI GODE PER LA NUOVA ALFA ROMEO


Renzies, dopo aver venduto chissà quanto pentolame alle mamme dei suoi amichetti boyz-skaut, ora, con l'ausilio di Twitter dot com, s'è messo a fare il markettaro di automobili Alfa Romeo, perché non poteva non esultare per la nascita di un nuovo modello che, a detta anche degli esperti, somiglia tantissimo ad una BMW, ma vabbé, per lui ogni cosa è motivo di orgoglio, orgoglio italiano ca va sans dire, perché com'è noto gli umani si dividono in razze, incomunicabili tra loro, ben separati grazie all'invenzione divina degli Stati (?), per cui se tu nasci in Francia dovrai per forza (!) essere orgoglioso di essere francese, se tu invece nasci in Italia, di essere italiano (mah!), e quindi mai criticare ciò che fanno gli italiani (gli italiani eh, non gli umani, mi raccomando!).

Tra questo modo di ragionare e l'esultare per un nuovo modello di automobili (come se per le strade ce ne fossero ben poche di auto, sigh, ormai anche d'estate vedere qualcuno attraversare la città in bici pare un miraggio), la bassezza è totale, neanche Berlusconi ragionava così terra-terra, peggio di un bimbo di 4-5 anni ben "ammaestrato".


Non finisce qui, perché secondo Renzies, come avrete già avuto modo di leggere qui sopra, l'Italia riparte grazie alla nuova Giulietta (che poi cosa abbia della vecchia Giulietta devono ancora spiegarmelo sti zozzoni!!!), come se una nuova automobile fosse un fatto nuovo, eclatante, come se davvero potesse cambiare le nostre sorti.. intanto soldi utili per la manutenzione delle strade (guardate le foto dell'ultimo crollo nel Sud Italia!) e dei siti archeologici vengono buttati in quel bluff che prende il nome di EXPO (gonfiato il numero dei visitatori? Si finirà in perdita?).

5 luglio 2015

Perché a tutti piace il Matrimonio


Mi stavo chiedendo: "Come mai a tutti piacciono i matrimoni?", "Perché tutti sono entusiasti di doversi sposare?"

E la mia risposta un po' articolata è la seguente:

se per natura non siamo portati ad essere fedeli, è altresì vero che viviamo soltanto grazie a delle certezze, e una di queste è il poter avere una persona di sesso opposto, che ci attrae e che sia grosso modo nostra coetanea, affinché sia sempre presente la possibilità di riprodursi senza alcun problema.

Quindi capisco la gioia di chi si sposa: "Quella persona che mi piace tanto ora non potrà fare altro che starmi appiccicata e faremo sempre sesso!"

Ma per comprendere la gioia dei parenti e degli invitati bisogna andare oltre questo egoismo.

E' molto probabile che la gente all'infuori della coppia formata dai due novelli sposi, sia contenta di questa loro unione indissolubile (una volta, ma nell'immaginario rimane tale, altrimenti non ci sarebbe la festa) perché vedono la perpetuazione di una certa concezione della vita (o più semplicemente vedono una tradizione che viene tramandata.. ovviamente però la prima cosa da me menzionata è più profonda, perché vorrebbe dire che questo concetto e stile di vita travalica il passato e l'educazione, essendo quasi insito in ognuno di noi).
Qui non c'è tanto l'egoismo, in parte sì e dopo ve lo mostrerò, quanto la soddisfazione di aver generato delle persone che si sono uniformate, ancora meglio se da sempre hanno sognato il matrimonio, proprio per rimarcare la differenza tra educazione/tradizione e sentimento innato legato all'amore monogamico (patriarcale, termine che però non viene mai menzionato, chissà perché).
E' una gioia, dunque, dettata dall'aver evitato di avere a che fare con persone strane e diverse (come me, ad esempio, LOL) che non si fidanzano, non si sposano, non procreano.

E ora torniamo all'egoismo. Ho appena menzionato la procreazione.
I parenti anziani che vedono i parenti giovani sposarsi e quindi poi riprodursi, sono molto contenti di questa unione che non può non portare dei futuri figli, perché grazie a questa unione vengono tramandati anche i loro geni! Resta però da capire se sono coscienti di questa cosa o se rimane lì a galla nel subconscio.

Insomma, giovani e vecchi sono contenti perché, molto semplicemente, c'è la certezza della riproduzione e, di conseguenza, anche la certezza di una sorta di immortalità.

Egoismo, puro e semplice egoismo!

4 luglio 2015

Basta pistole giocattolo

In tanti anni di Internet, non ho ancora trovato una petizione contro le armi giocattolo.

Da piccolo ne avevo una a dimensioni quasi originali penso, una che emetteva suoni e diverse piccolissime che facevano esplodere dei piccoli proiettilini tipo petardini.
Forse me le compravano perché pensavano stessi dalla parte dei buoni nei film western o robe simili.

Essendo cresciuto anche in questa maniera, da piccolo mica mi faceva impressione vedere altri bimbi con le pistole.

Ora che però sono alquanto grande, vedere bambini giocare in tal maniera mi manda in bestia.
Abituare dei bambini a maneggiare cose che ora sono giochi ma che dopo qualche anno potranno trasformarsi in qualcosa di mooolto pericoloso, è per me una visione insopportabile e mi fa capire quanto gli adulti siano solo dei bambini cresciuti col cervello di un bimbo di 3 anni.

L'Italia delle case popolari

Ma quale riqualificazione urbana?

Non c'è riqualificazione urbano delle zone periferiche se, come ho visto, ci sono palazzi di edilizia popolare ristrutturati pochi anni fa ma che, pur essendo esposti a Ovest e quindi pur beccandosi quindi tutto il solleone nei pazzeschi pomeriggi estivi, non sono stati dotati di balconi su cui poter ganciare delle tende e neanche di doppie/triple finestre. Quando ho notato questo particolare non da poco mi sono sentito male per tutte le persone lì dentro imprigionate.

W L'ITAGLIA!

3 luglio 2015

STUPRO ROMA: GENTE ALLUCINANTE

A Roma un 16enne è stata stuprata in piena notte in pieno centro storico a Roma.

Lo stupratore che spero passerà i suoi giorni in mezzo a 10 negroni, era un militare italiano, ma nessuno italiota ha urlato contro i militari, mentre se l'atto di violenza fosse stato compiuto da uno straniero...

Ma veniamo ai commenti di questi schifosi italioti che, tra l'altro, si informano per mezzo di TGCOM (bleah!):


Elio Pipolo (lui come tutti gli altri presente su FacciaLibro, ma voglio vedere che libri avrà mai letto sto tipo) dice che se lui e altri sono seduti in un bar ed entra una zoccola è normale che per qualche secondo caschi l'occhio su di essa e che il suo compagno, marito, fidanzato ha poco da fare lo sguardo corrucciato perché è naturale, mica è obbligatorio essere gay per fortuna!

Praticamente questo pippomane incallito (uuuh quant'è pippomane, tiene certi calli giallognoli che non vi dicoooo!) chiama zoccole tutte quelle ragazze e donne che si vestono in maniera leggera/sexy (d'altronde siamo in estate, fondamentalmente è questo il motivo per cui lasciano scoperti un bel po' di cm), quando per una donna è quasi normale vestirsi in una certa maniera sia perché la moda lo impone, sia perché con altri abiti farebbero pena, sia perché non è detto che una abbia sempre voglia di vestirsi in maniera anonima.. così come certi maschi stanno con magliette attillate per mostrare i muscoli o altro, anche le femmine/donne avranno o no il diritto di mostrare quel che vogliono?
Ah, forse inducono in tentazione.. io le lapiderei, guarda!

E tutti gli altri commenti insomma li potete leggere e commentare da voi.

Di sicuro, come già detto, se fosse stato uno straniero, meglio se extracomunitario, il tenore dei commenti sarebbe stato diametralmente opposto: zero giustificazione per il criminale e tanta pena per la povera vittima che invece qua viene demonizzata da questa gente di merda (ITALIANA)

30 giugno 2015

GIOVANI TAMARRI

Poco fa ero in giro per strada e come faccio ogni giorno capto le stronzate che escono dalla bocca della gente (non certo dalla testa!).

Bene, stasera apparte in due mignottoni da paura che però non erano in vendita, ma che allo stesso tempo son le più care!, mi sono imbattuto in due giovani tamarri apparentemente sui 13 anni (massimo 15), intenti ad andare a ballare.

Ecco dunque questi due giovini bellimbusti passare di fianco ai tavolini di un bar, dai quali compare il padre di uno di questi che gli chiede "Ma dove andate?" ricevendo come risposta "A ballare, aspettami alle 5 di mattina!". Ma il tono sembrava scherzo, ma non totalmente.

Ora, io non so voi, ma a 13 anni non mi sarei mai sognato di uscire di sera, accompagnato soltanto da 1 amichetto coetaneo, per andare a ballare tutto la notte. Ma neanche a 15. A 17 forse, ma non ne sono sicuro. Che poi ballare.. i tamarri non ballano, si muovono a casaccio, dei tamarri 13 anni ancora peggio.

Dopodiché il padre gli fa: "Attento al cellulare, tieni gli occhi aperti" (importantissimo non perdere il cellulare, per il resto occhi chiusi: alcol, droghe, risse, ecc.). E il figlioletto: "Sì ma mi serve se incontro qualche tipa" E il padre: "Ah beh se è per una tipa va bene".

Ma come va bene? Prima non andava bene e se è per una F va bene?!?!? E se il figlio fosse stato omosex e gli avesse risposto "Mi serve nel caso incontrassi un tipo?", avrebbe detto la stessa cosa?

Inutile poi dire che dopo i due hanno proseguito a chiacchierare dicendo oh minchia boh che cazzo dici sei scemo, ecc., ecc.

Ahhhh, i nostri bellissimi e bravissimi studentelli italioti belli promossi senza problemi e intenti a godersi (?) l'estate. Come uno possa godere col cervello e il padre bacato non lo so. Alla fine siamo solo degli stupidi animalacci.

LE INSULSE CANZONI DI JOVANOTTI

In questi giorni ho ascoltato alcune canzoni di Jovanotti e ho pure visto un pezzo di un suo concerto.

Se da una parte la sua euforia e certe musiche delle sue canzoni possono risultare piacevoli, dall'altra c'è secondo della furbizia incredibile in questo finto cantautore finto maturo e allo stesso tempo finto giovane. Insomma, io non ho ancora ben capito chi diavolo sia Jovanotti e cosa voglia dire coi suoi testi.

Va bene voler essere allegri, magari pure felici, ma pare che per lui tutti quanti dovremmo essere obbligatoriamente. Non ci sono scuse, o così o così. Ma perché? Ma lo vede il mondo??? Vede anche solo le nostre città??? Vede la gente per strada tipo zombie??? Vede quanti vecchi disperati brancolano nel buio dei loro acciacchi e del loro presente e futuro senza cambiamenti ma solo peggioramenti? Io davvero quando cammino per strada e vedo tutti sti vecchi sto male. Sto male quando vedo le auto andare ai mille all'ora, sto male quando vedo tutta la monnezza che c'è per le strade e pure nei parchi, sto male quando sento fare gli stessi discorsi che ormai non hanno più come tema la figura mitica della "fixx" (che levata la volgarità e la sessualità è alla fine la dichiarazione di uomini disperati che cercano affetto), ma sempre e solo il danaro e battibecchi condominiali (anche qui soldi).

Dico questo per chiarire che secondo me tutta questa gioia non c'è, io sono spesso in giro, ma la gioia non la vedo proprio, vedo al massimo euforia fine a sé stessa da parte di certi ragazzi e ragazzini che ce l'hanno proprio perché giovani, non perché gli sia successo qualcosa di straordinario.. magari alcuni si fidanzano e sono super contenti ma felici lo saranno? Non so da quanto tempo è che non vedo due innamorati rincorrersi, abbracciarsi, alzarsi e rotolarsi! E' come se fosse tutto ben controllato, tutto deve stare entro certi canoni e limiti. Questi cadono solo quando si tratta di essere maleducati e pericolosi con le auto.

Veniamo a Jovanotti.

In "Sabato" è fissato con le astronavi con cui andare in giro nell'Universo a cercare vita. E che centra col sabato, giorno in cui la gente fa finta di evadere? Poi equipara il lunedì sera al sabato, perché è sabato ogni momento in cui non si lavora. Ma come? E' pieno così di gente che lavora di sera, poliziotti, fornai, vigili del fuoco, deejay, cubiste, camerieri, medici, chirurghi, operai. E Jovanotti dice che sì, è sempre sabato sera. Massì, siate felici, esultate per i bellissimi lunedì, anche se lavori in un posto schifoso e dovrai andarci pure martedi, mercoledi, giovedi, venerdi e sabato. Tranne la sera, fiuuu.
Ah, avevo letto un pezzo non so dove, riguardante la tematica dei "sabati in provincia" descritti da diversi cantanti italiani. E Jovanotti non poteva non parlarne anch'esso.

In "Immortali" il nostro guru della felicità dice che siamo immortali perché siamo qui. Sono giorni impazziti ma siamo qui siamo immortali. Io dico che avrebbe potuto entrare un po' più dentro questo concetto. Io ad esempio ci pensavo pochi giorni prima, che combinazione, di ascoltare questo pezzo.. pensavo che possiamo immaginare che il presente duri per sempre e fare quindi finta che non esista la morte. E' un concetto difficile da spiegare che mi era venuto in mente improvvisamente e ora non è più del tutto chiaro neanche a me, sigh. Torniamo al mitico Lorenzo che dopo averci reso edotti sull'immortalità umana, parla di una ragazza che appena finiti gli studi (non si sa se dell'obbligo o universitari) va all'estero, salutando la sua classe di eroi. Non poteva non voler ingraziarsi i giovani, ogni momento è buono per slinguarseli un po'. Questa va all'estero e per il semplice motivo di andarci diventa donna, ovviamente tra i suoi sentimenti non compare la tristezza, ma si ritrova a masticare un chewing gum al gusto di dopobarba. Non so se commentare. Avrei preferito sentire "è stato con uno che poi le ha scritto sullo specchio Benvenuto nell'AIDS!".
Non sapendo più che diavolaccio (o pretaccio) dire, Jova ha la brillante idea di scrivere un testo (e poi di cantarlo, sigh) in cui dice "Te lo ridico ancora, bla bla bla, siamo immortali". Utile! Sensato! Divertente!
E non chiedetemi perché, ma anche dopo riparla di gomme che stavolta sanno di infinito, e anche qui senza alcuna spiegazione. Bello mettere parolone senza spiegarli.

E' ora il turno de "L'estate addosso" che non può non parlare di possibili innamoratucci e che tra tematica e ritmo mi ricorda, purtroppo, Max Pezzali. Anche in questo caso si rivolge ai giovani, strizza l'occhio ai teenager spericolati che in città fanno i pazzi poi si ritrovano in vacanza al mare col braccio ingessato mentre tutti gli altri si tuffano e stanno da soli, con la speranza che ci sia una lei per ognuno di loro che forse li guarda.. Non si sa perché lei non si sia tuffata.
Non capisco quando afferma che settembre porta una strana felicità. Ma a settembre non riniziano le scuole e l'innamorato/a di turno viene risucchiato/a nella "sua" vita quotidiana? Ma il peggio deve ancora venire, infatti due righe sotto eccolo con "ai brevi amori infiniti". Bellissimo, per modo di dire, il contrasto tra gli amori che seppur brevi sono infiniti. Spiegazione? Non pervenuta.

A proposito di contrasti, c'è una canzone del 1999 o del 2000, Raggio di sole, in cui dice che la sua lei piange mentre in tv guarda un comico che fa ridere. Ahhh che notiziona, che bellezza, che emozione. Piange ovviamente perché il suo "bel" Lorenzone è andato via di casa dopo il loro ennesimo litigio, ma poi sentendo i pianti torna con in mano un raggio di sole (???) e allora fanno pace per l'ennesima volta.
Che nausea. Esci da casa, scappa, fatti n'altra vita e soprattutto non cantare più ahahahahhahaha

Vi lascio con questa intervista in cui dice tra le altre cose quanto segue:
«Le mie prime canzoni d’amore erano manieristiche. “Serenata rap” era un gioco, parlavo di cose che non conoscevo. Ho cominciato davvero a scrivere canzoni d’amore quando ho cominciato davvero ad amare. “Bella” è una delle mie preferite».
Peccato che S. Rap l'abbia scritta a 26 anni e Bella a 30-31, come sia possibile che prima non si sia mai innamorato? E poi Bella ha un testo così profondo? A me non pare.

E gira gira il mondo e gira il mondo e giro te
mi guardi e non rispondo perché risposta non c'è
nelle parole
bella come una mattina
d'acqua cristallina
come una finestra che mi illumina il cuscino
calda come il pane ombra sotto un pino
mentre t'allontani stai con me forever
lavoro tutto il giorno e tutto il giorno penso a te
e quando il pane sforno lo tengo caldo per te

29 giugno 2015

ITALIA DEFAULT

Hanno poco da rassicurarci!

Con la crisi greca siamo anche noi nella merda fino al collo, anzi alla bocca!

Speriamo solo che con l'ennesima crisi la gente pensi meno ai soldi e agli oggetti e pensi a stringersi in fortissimi abbracci!

27 giugno 2015

TUTTI ALL'ESTERO CON LA VALIGIA DI CARTONE

La parola ESTERO mi sa di spazio mitologico.. posto gigantesco e gigantescamente lontano, raggiungibile solo da chi vuole far piangere per decenni mammà.

24 giugno 2015

ITALIA PIL 2014

Stavo leggendo un giornale di agosto che diceva che le stime per il 2014 sono di un PIL a +2% rispetto al 2013.

Allora una volta tornato davanti al PC ho cercato: ITALIA PIL 2014.
Risultato?
-0,2%

LOL

23 giugno 2015

MANPOWER EXPO anticipa JOBS ACT

Grande EXPO, grande Mer, pardon, MANPOWER!

Manpower, già finito nell'occhio del ciclone (ovviamente finto, in Italia i ricconi sfruttatori continuano a fare ciò che vogliono) per aver offerto contratti ridicoli ai nostri giovini connazionali vogliosi di lavorare all'EXPO (una sagra paesana romagnola è 1000 volte meglio, LOL), ora ci ritorno, intonso e illibato come non mai, per via della geolocalizzazione di questi poveri schiavi, ehm, lavoratori atipici presenti nell'EXPO che tra tablet, smartphone, app e email verrebbero monitorati, dunque controllati a distanza.

Praticamente la MANPOWER ja anticipato il JOBS ACT che prevede un fottio di telecamere e spiate sui cellulari aziendali. Questa mossa anticipatrice e antipatica, deve venire assolutamente denunciata, vietata, punita e mandata a FANCULO!

PS: di articoli sulle schifezze e abusi dell'/nell'EXPO ce ne sono diversi, questo sulle aziende a caccia di stagisti è interessante.

Attori famosi poveri, ma quando mai! Basta con questo pietismo!

Ecco l'Italietta: muore un'attrice dimenticata da almeno 2 decenni et voilà tutti si riscoprono suoi grandi fan e i canali tv non possono non mandare in onda almeno 2 film in cui ella fu protagonista.
Lo stesso ovviamente capita con gli attori e i registi.

E tutti poi a dirsi che lo stesso tipo di povertà e dimenticatoio non deve venire subito dagli altri attori o cantanti, cosa che poi invece accade.

Anche se mi pare strano che gente che incassò centinaia di milioni di lire fino sicuramente ad arrivare in totale a qualche bel miliardino, possa davvero vivere in miseria. Se ha dilapitato tutto il patrimonio per la droga, beh, cavolacci suoi. Un attore non è certo povero se prende una pensione da 500 euro al mese, proprio perché nei decenni precedenti i soldi per acquistare appartamenti, ville, dipinti, auto d'epoca e barche ce li aveva e sicuramente questi beni ce li ha ancora, per cui..

21 giugno 2015

IL PAPA PLAUDE LE FAMIGGHIE

Secondo l'illuminato papa Francesco (detto ovviamente in maniera scherzosa dato che, pur con tanta buona volontà di cambiare alcune delle tante cose che non vanno nel Vaticano e nel clero, rimane pur sempre una figura patriarcale, anacronistica che imbonisce le persone bisognose di illusioni dicendo che dio è buono, ecc., però ci fa crepare dopo poco tempo che siamo venuti al mondo, ehm..! Ah già, c'è la scusa della "vita eterna" LOL) la famiglia è importante, ha infatti parlato dell'importanza per ogni essere umano dei figli e dei nonni, mentre della mamma già sappiamo che se qualcuno la offende possiamo usare i cazzotti.

Voi direte, che c'è di male?

In apparenza non c'è alcunché di male, peccato che la famiglia, e l'ho detto già mille volte, è una vera e propria gabbia che se non è tale per la maggioranza dei figli in questi anni, è stata così per secoli e secoli, ma anche ora lo è anche soltanto in certe zone del Sud Italia, dove i figli non possono frequentare Y e Z, ma soltanto X, dove le femmine devono per forza sposarsi (BLEAH!) e arrivare vergini al matrimonio (BLEAH!), tutte concenzioni della vita CALATE DALL'ALTO e SUBITE dalla MASSA IGNORANTE E PECORONA che campa soltanto tramite l'omologazione coatta perché in fondo tutti hanno paura del diverso che può scombussolare la vita altrui distruggendo o sfanculando certe tradizioni viste come rocciose certezze.

Insomma, io penso che se i parenti sono bravi sono fondamentali perché ti danno sostegno, aiuto, amicizia, calore, amore, ecc., ma visto che non basta essere un parente per essere una brava persona, non posso certo affermare che la famiglia sia importante, specie in Italia dove abbiamo miriadi di madri e padri preoccupanti e ansiosi che creano complessi ai figli.

In conclusione, a questo papa piace un po' troppo semplificare per attirarsi le simpatie del popolino.

20 giugno 2015

forum programma di merda

Oggi su forum c era il caso di un 3 enne che non aveva ricevuto l eredità del padre morto perché la matrigna forse aveva truffato. Lei però accusava lui di aver già intascato dei soldini per un suo in fruttuoso viaggio di lavoro in Australia.  Ora lui non lavora a differenza del fratellastro minore che andava pure molto bene a scuola allora tutti a dire eheh .a non lavori e non studiati.  Ma cosa c'entra con l eredità?  Se uno è disoccupato non la deve prendere?

19 giugno 2015

Europa cieca di fronte africa

L unione europea non può fare finta di nulla di fronte ai problemi africani e mediorientali.  Ad esempio in Siria se n è sempre fregata di assai e ora ne paga le conseguenze. In Libia prima ha creato povertà e altro accordano si con Ghedini e ora ne paga le conseguenze. Ma fa finta di niente e solo l Italia deve mantenerli.. I profughi

18 giugno 2015

SALVINI vs PAPA, chi ha ragione

Matteo Salvini, leader del "Carroccio", ha tuonato contro papa Francesco reo di parlare a favore dei migranti ma di fermarsi lì, perché a quel che gli risulta, e che risulta anche a me, nello Stato del Vaticano non ci stanno profughi, mentre l'Italia ne è piena zeppa.

Vorrei che qualche cardinale, vescovo, prete, suora, frate che zappa l'orto come fai te, mi dicesse in quali strutture, presenti in Italia e di proprietà della Chiesa Cattolica, i vari africani sono stati accolti.

Io posso solo dire che nella mia città ci sono diversi rifugiati/profughi/migranti/extracomunitari (chiamateli come volete, restano comunque dei poveracci aiutati da NESSUNO) che non hanno potuto fare altro che occupare abusivamente delle palazzine comunque sfitte, mentre in un paese qua vicino stanno in un hotel pagato dal Comune. Chiesa? Zero.

UBER la FREGATURA

Interessantissima inchiesta sull'oscuro MONDO di UBER ad opera di Young.it

Le cose, che molti di voi già sanno, stanno così:

ragazzi disoccupati girano per la "loro" città fornendo una prestazione da lavoratori autonomi da p.IVA stile taxisti a privati che ne hanno bisogno (manager, turisti, modelle o gente normale che vuole provare questo servizio o che pensa che i taxi costino troppo e che non vuole prendere quelle schifezze dei mezzi pubblici, ecc.);

ragazzi che fanno questo lavoro senza emettere fattura, d'altronde lavorano per UBER;

UBER che non emette fattura..;

UBER che paga le eventuali multe ai suoi finti dipendenti-indipendenti (?) nel caso in cui i vigili urbani contestassero loro il reato di esercizio abusivo;

UBER che dice "massì, sò ragazzi a cui piace guidare..";

ragazzi che però, del poco che prendono, rischiano di rimanere in mutande perché lavorano in nero!!!;

ragazzi che lavorano in nero e che quindi sono privi anche di assicurazione (non dell'auto) con UBER che sicuramente se ne sbatterà altamente il cxxxo in caso di malattia ed incidenti..;

tutto ciò nonostante i sempre più giganteschi incassi e guadagni di questa finta multinazionale dei trasporti urbani.

Insomma, un po' come me con ste cazzo di pubblicità.


Il delinquente FABRIZIO CORONA esce di GALERA

Le casalinghe italiote sono state finalmente accontentate, loro e tutte quelle che persone che paragonavano gli anni a cui venne condannato Fabrizio Corona (14) confrontandoli con chi aveva commesso altri crimini secondo loro più grandi. Loro dicono che "è dentro per 2 foto", balle, la sfilza di reati è ben maggiore!

BEATA IGNORANZA! Beata perché con questa si vive nelle illusioni e si pensa di avere sempre ragione semplificando di brutto.

Ora sono contente perché il loro piccolo idolo sacrificato in nome della IVSTITIA pare poter uscire a momenti per i suoi problemi psicologici dettati dalla clausura. POVERIIIIIIIIIIIIINO.


VIOLENZE SUI TRENI, ECCO LA SOLUZIONE

Altro che militari coi mitra nei treni come ideato da quel pirla assoluto di Maroni.

Per evitare che dei ragazzacci compiano atti delinquenziali, c'è semplicemente bisogno di più controlli e controllori. OPS, questa "idea", anzi, soluzione, non farebbe notizia, quindi un legaiolo non può certo proporla.

In questo articolo infatti leggiamo di 1 solo capotreno in mezzo a 600 persone, leggiamo di diverse denunce per minacce e violenze in pochi mesi e dell'inesistenza della polizia ferroviaria.

Qui invece leggiamo di come nel torinese i gruppetti di zingaracci, che facevano casino e rubavano in un bus che dalla città porta in un paese dell'hinterland, son stati sconfitti grazie agli incessanti controlli.

17 giugno 2015

MONI OVADIA SOGNA L'EUROPA INVASA DAGLI AFRICANI

Moni Ovadia, celebre sinistrato, afferma che il governo ungherese, in quanto di destra è pericoloso e l'ultima dimostrazione è la volontà di erigere un muro al confine con la Serbia perché da lì provengono tantissimi profughi in gran parte siriani.

L'Ungheria, o comunque la parte che ha preso questa decisione, si giustifica dicendo che di profughi ne hanno già accolti molti e che di più non possono fare e che l'unica soluzione è questo muro.

E' normale che un muro atto a dividere degli Stati, dei Paesi, dei popoli faccia timore, ricordiamo i muri in Germania, in Palestina, in Messico e chissà quanti altri (mi pare anche in Irlanda).
Ma quale altra soluzione c'è se un governo e uno Stato non può o non vuole aiutare altri immigrati? L'Ungheria li butta a mare? No! Li interna? No! Gli spara? No!

Ovadia dice che è normale che gli africani arrivino a frotte in Europa, perché il continente nero ha subito secoli di depredazioni e le varie guerre odierne sono anche frutto del nostro vecchio ed antico operato.
Praticamente lui sogna una ribellione dell'intero popolo negro et arabo che sfoci in una invasione totale in Europa! Ma che colpa ne ho io se i "nostri nonni e padri" trattarono male gli africani e gli arabi?
Perché mai Ovadia fa "ricadere sui figli le colpe dei genitori"?

RIFUGIATI SI o NO?



Perché rifugiati POLITICI SI', mentre profughi ECONOMICI NO?

15 giugno 2015

SALVA ITALIA PRODUCE MORTI ALL'ILVA

MORTO GIOVANE OPERAIO ALL'ILVA DI TARANTO..

“doveva essere fermato nel 2012 per ordine della magistratura, assieme a tutta l'area a caldo. Invece l'Altoforno 2 ha continuato a produrre grazie ai decreti e alle leggi battezzate Salva-Ilva”

13 giugno 2015

ITALIANI contro gli stranieri ma contro i MAFIOSI stanno zitti

Gli italiani per bene sono stufi della pletora di stranieri che commettono crimini senza essere condannati all'ergastolo o cacciati a casa loro.

Il problema è però duplice: se la prendono con tutti gli stranieri, fanno di tutta l'erba un fascio, quando in realtà basterebbe punire seriamente i colpevoli per scoraggiare gli altri loro simili dal punto di vista delinquenziale (invece qua si può rapinare e investire senza alcun problema e questo non certo grazie ai comunisti che praticamente non hanno mai governato e legiferato!), e non fanno altrettanto i criminali incalliti sono gli italiani. Non ho mai sentito alcun italiano tutto d'un pezzo gridare: "VIA GLI ITALIANI CRIMINALI, VIA I MAFIOSI". Infatti i mafiosi e tutte le svariate mafie italiane continuano ad imperversare pure al Nord!

Io sono per l'acciuffare i criminali e farli sgobbare ogni giorno sotto il sole.. lavori forzati.
Invece senza queste misure punitive siamo una barzelletta e tutti i ladri albanesi, rumeni, ecc. lo sanno bene. Ma non possiamo mica cacciare via tutti gli stranieri, che senso ha punire ad esempio un peruviano o un egiziano che non ha fatto niente, perché un altro peruviano o egiziano ha picchiato, stuprato, rapinato, ecc.?

ORSI IN TRENTINO, COME DIFENDERSI

Ancora una persona aggredita in Trentino da un orso (bruno, come i temibili grizzly).

Si alzano le voci di chi vorrebbe abbatterlo.

Bisogna capire, valutare, se questo orso è diverso dagli altri, se di fronte alla presenza umana reagisce in maniera inconsulta o meno. Di sicuro bisogna avvisare la popolazione intera della presenza dei plantigradi e fargli davvero capire cosa si può e cosa non si deve fare e come agire per difendersi.
Davvero bisogna alzare le braccia e urlare a squarciagola come profferito l'ultimo uomo gravemente ferito? E che dire del suo cane? Non è che ha abbaiato non appena ha visto l'orso e gli è corso appresso scatenando la reazione del plantigrado?

In questa bella paginetta di WIKIHOW, leggiamo che non dobbiamo urlare ma parlare a bassa voce, facendogli capire che siamo degli umani e che non abbiamo intenzione di fare del male, per cui se facciamo l'opposto, ovvero se urliamo e corriamo veloci, lui potrà capire male e aggredirci di conseguenza. Viene anche consigliato di sdraiarsi per bene a terra fingendosi morti.

12 giugno 2015

La stupida trovata di MARONI contro i MACHETE

Maroni, da buon leghista populista, non poteva non cavalcare l'ultima tragica notizia milanese, ovvero quella del ferroviere col braccio amputato da una gang di zozzi latini (e questi no, mi dispiace, non provengono dal Mediterraneo!), dicendo che ora si deve pensare a treni pieni zeppi di poliziotti e militari col mitra spianato.

Ma sei proprio un idiota patentato!
LE GANG DEI LATINOS NON VIVONO NEI TRENI.. LI USANO OGNI TANTO COME TUTTI I MILANESI, OK? ALLORA SE IL PROBLEMA SONO I LATINOS, METTIAMO I MILITARI NEI QUARTIERI DOVE QUESTE MERDE CON LE GAMBE VIVONO.
POI LI PRENDIAMO E LI RISPEDIAMO IN SUDAMERICA A CALCI IN CULO!

Che cazzo centra mettere dei mitra dentro i treni, quando i latinos possono sgozzarti per la strada?
Per avere SICUREZZA c'è bisogno di PREVENZIONE, non di inutile, stupida e banale dimostrazione di forza verso la gente comune.

Oggi il mitra pensando ai latinos, poi domani magari i mitra in strada per chi non osa entrare fiducioso nei palazzi di Equitalia (così, tanto per dire).

9 giugno 2015

L'ITALIA FA SCHIFO, GRAZIE A MERIDIONALI, RUMENI, AFRICANI E ZINGARI

Ora va di moda prendersela coi migranti dell'Africa Nera, ma se vediamo le cronache anche solo degli ultimi giorni, notiamo tantissimi casi di criminalità aventi per protagonisti indiscussi meridionali, zingari, est europei e nordafricani.

Ecco un piccolo elenco:

ROMA, GIOVANE RAPINATO E VIOLENTATO DA GANG DI AFRICANI
Ma poco dopo essere partiti il giovane, rispondendo al cellulare al compagno che lo stava chiamando, si è sentito puntare un coltello al fianco dall’uomo con la stampella, che gli ‘consigliava’ di parlare tranquillamente e di rispondere al suo compagno che era tutto a posto ed era arrivato a destinazione. Giunti in zona Pigneto, un forte colpo alla nuca che gli ha fatto perdere i sensi. Si è svegliato poco dopo a terra in un parco, con le mani e le caviglie legate, con un coltello puntato dall’uomo con la stampella, mentre gli altri due lo derubavano dei soldi, del cellulare e di una carta di credito. Poi minacciato con una pistola puntata alla tempia per avere i codici della carta. Ma una volta appurato che non vi era alcuna disponibilità di denaro, i tre hanno iniziato a violentare il ragazzo. Ripresosi dopo oltre un’ora, quando si è accorto che i suoi aguzzini si erano dileguati ha abbandonato il parco e raggiunto un esercizio commerciale, dove ha potuto contattare il compagno che lo ha raggiunto subito dopo.

MILANO, PIZZAIOLO EGIZIANO VIOLENTA 27ENNE INGLESE
Le ha offerto una pizza, nel locale dove lavorava, e poi l'ha violentata. Mohamed Mansour Mohamed Alì è stato arrestato con l'accusa di violenza sessuale nei confronti di Claire, 27enne inglese che vive senza fissa dimora a Milano e che si arrangia come può accentando l'aiuto di chi glielo offre. Alle tre di notte di mercoledì, il 24enne egiziano ha aperto la pizzeria, appena chiusa, e le ha offerto un pasto caldo. Poi però ha iniziato a fare delle avances e al rifiuto della ragazza l'ha violentata.
Il proprietario inoltre è stato denunciato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina: Mohamed Alì è senza documenti in regola.

ROMA, UCCIDE LA MOGLIE POI TENTA IL SUICIDIO
La donna, un'italiana di 47 anni è stata trovata morta, il compagno in fin di vita. Il movente sarebbe passionale, lei voleva lasciarlo. Sarebbe stata la figlia della coppia a dare l'allarme ieri sera.

COSENZA, UCCIDE LA MOGLIE POI SI SUICIDA
Un carabiniere ha ucciso la moglie a coltellate e si è suicidato subito dopo sparandosi con la pistola d'ordinanza. È successo in un appartamento ad rcavacata di Rende, nel cosentino.
L'omicidio-suicidio, secondo le prime notizie, si è verificato al termine di una lite: la donna aveva intenzione di separarsi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. Le liti tra marito e moglie, secondo quanto si è appreso, negli ultimi tempi sarebbero state frequenti.

BERGAMO, TUNISINO UCCIDE A COLTELLATE LA MOGLIE 18ENNE ASSIEME ALL'AMANTE
Uccisa dal marito e dalla nuova compagna di lui con 24 coltellate. E' morta così, secondo gli inquirenti, la ragazza di 18 anni di origine marocchina, aggredita e uccisa nella tarda serata di ieri lungo la pista ciclopedonale che costeggia il fiume Serio, all'altezza di Albino, in provincia di Bergamo.
Nella notte i carabinieri della compagnia di Clusone hanno arrestato il marito della giovane, un tunisino di 25 anni con precedenti penali, e una minorenne, di 16 anni, che secondo ha una relazione con il presunto assassino e aspetta un figlio da lui

ALBENGA, STALKER EGIZIANO UCCIDE LA MOGLIE E SI SUICIDA
Hanno iniziato a discutere animatamente, marito e moglie, poi litigato violentemente. Tanto che la figlia adolescente, che in quel momento si trovava in casa, è uscita sul balcone per chiedere aiuto. Sono stati però pochi attimi, quando i vicini di casa hanno bussato e provato a farsi aprire, alla porta è comparsa la ragazzina, terrorizzata. Per la mamma, Loredana Colucci, di 41 anni, era ormai troppo tardi. Secondo gli inquirenti, il marito, un egiziano di 52 anni, l'ha accoltellata e poi avrebbe rivolto l'arma contro se stesso e si è ucciso.
Nella casa in cui viveva Loredana assieme alle due figlie, in passato si sarebbero verificate altre liti, tanto che il marito era stato denunciato per stalking e poi arrestato. Aveva poi patteggiato la pena ed era stato scarcerato. La coppia viveva separata da circa cinque mesi.

PALERMO, DUE GIOVANI RAPINATI MENTRE SALGONO IN AUTO
Via Napoli, accerchiati e rapinati: notte di terrore per due giovani
Protagonisti della vicenda due giovani di 24 anni, che dopo avere trascorso la serata nella zona dei Candelai, stavano ritornando a piedi verso la loro automobile per rientrare a casa. Una volta aperti gli sportelli della macchina si sono materializzati tre giovani, tutti sui trent'anni. Un blitz in piena regola. Con forza hanno impedito ai due di salire in auto. Quindi hanno intimato alle vittime di consegnare loro soldi e cellulari. "Adesso dovete tirare fuori tutto quello che avete nei portafogli".

ROMA, DUE GIOVANI RUMENI ARRESTATI PER FURTI ALL'EUR
Due giovani criminali di 17 e 18 anni sono finiti in manette dopo essere stati sorpresi dai carabinieri del nucleo radiomobile di Roma e della compagnia Roma Eur mentre tentavano di rubare oggetti di valore da due auto nei pressi della fermata metro Magliana.

ROMA, PRETE VITERBESE PEDOFILO ADESCAVA GIOVANI ROM
Don Dino, 68 anni, ministro di culto in due parrocchie in provincia di Viterbo. Scambiava qualche parola con i giovanissimi che affollano i lati della strada, poi si appartava con loro. Don Dino, al secolo Placido Greco, non era lì per fare del bene: gli interrogatori dei due ragazzini rumeni che è accusato di aver adescato parlano chiaro. Le immagini registrate dagli agenti della Polfer sono nitide.

ROMA, FA L'ELEMOSINA MA VIENE MINACCIATO MENTRE RINCASA
Ieri mattina un uomo, nei pressi della stazione Trastevere, ha incontrato una ragazza che chiedeva l'elemosina e le ha donato qualche euro offrendole la colazione al bar. A quel punto l'uomo si è allontanato. Salito nel suo appartamento, in zona San Paolo, ha sentito suonare il campanello e pensando che fosse la sua compagna ha aperto la porta. Improvvisamente si è visto aggredire da un uomo che lo ha minacciato puntandogli un paio di forbici alla gola e da due donne, una delle quali era la ragazza appena incontrata al bar.

ROMA, DUE RUMENI E UN RUSSO COMPIONO RAPINA IN CASA CON TASER
Arrestati due romeni, A. A., di 27 anni, I. N. di 30 anni e un russo: I. I., di 28 anni, responsabili di rapina pluriaggravata in concorso, sequestro di persona, porto abusivo di armi e lesioni personali.

ROMA, ARRESTATI 4 RUMENI PER RAPINE
I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato quattro cittadini romeni, tra i 18 ai 45 anni, già conosciuti alle forze dell'ordine, in Italia senza fissa dimora, con l'accusa di rapina, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale.
In via San Leo, zona Fidene, i quattro rapinatori hanno aggredito a calci e pugni un ragazzo romano di 30 anni e gli hanno rubato il cellulare, fuggendo via.

ROMA, RUSSO DERUBATO DI 16MILA EURO DA DUE ROM
Due donne hanno avvicinato un turista russo e, con la scusa di chiedergli delle monete, gli hanno rubato il portafogli contenente la somma di 16.000 euro in banconote da 500. È accaduto verso mezzogiorno di ieri vicino a piazza Barberini

Questa notizia è di aprile, ma leggete le nazionalità, tutti stranieri: 1 egiziano, 1 zingaro, 1 rumeno, 2 peruviani, 1 cinese, 1 albanese, 1 iraniano
ROMA, 9 ARRESTI PER BORSEGGI E FURTI

ROMA, GANG DI TEENAGER ASSALTA SUPERMERCATO E PUNTANO PISTOLA CONTRO CARABINIERI

ROMA, SAN LORENZO, RAID IN DISCOTECA
Un gruppo di 6 giovani italiani ha fatto irruzione nel locale, danneggiando in un primo momento gli impianti audio e poi gli arredi. Nel parapiglia alcuni ragazzi che erano all'interno della discoteca sono stati feriti. Il branco è invece riuscito a scappare. 

CAPACCIO, ARRESTATI TRE ROM PLURIPREGIUDICATI
Tre persone di etnia rom sono state colpite dal provvedimento di divieto di dimora nel Comune di Capaccio dopo essere state identificate come responsabili di diversi furti in auto avvenuti lungo il litorale marittimo di Capaccio, nei pressi della zona archeologica di Paestum e nei pressi di punti d'incontro della città dei templi ad alta vocazione turistica.

ACERRA, RISSA TRA FAMIGLIE DI LADRO E DERUBATI
Scopre un presunto ladro nell'abitazione di un vicino,ma viene picchiato. Interviene il padre che viene malmenato a colpi di ascia. In aiuto accorrono i familiari delle vittime che inseguono il presunto ladro fino alla sua abitazione. Ed a questo punto che si scatena una mega rissa tra i familiari delle vittime e quelli dell'uomo accusato di furto che si lancia dal balcone brandendo un'ascia minacciando di ammazzare tutti, incurante del plotone di 30 tra poliziotti e carabinieri intervenuti in aiuto dei loro colleghi costretti a ricorrere alle cure dei medici della clinica dei Fiori.
È accaduto ieri notte ad Acerra dove sono in finiti in manette dopo anche alcuni colpi di pistola sparati in aria dagli agenti ben 8 persone tra cui un quindicenne che si sono selvaggiamente picchiati a più riprese per un'ora circa.

NAPOLI, VENDEVANO LOCULI GIA' OCCUPATI DALLE SALME
Vecchie cappelle funebri svuotate dei resti mortali, scassinate e rivendute all'insaputa dei titolari. È il business del cimitero di Poggioreale, a Napoli, scoperto dalla Guardia di Finanza: 17 i soggetti coinvolti, tra cui anche un notaio, destinatario di una misura cautelare di sospensione dell'attività per sei mesi. Dal traffico di cappelle emerge anche un danno patrimoniale per il Comune, stimato intorno ai 3 milioni e 200 mila euro.
L'inchiesta, condotta dalla procura partenopea a partire dal 2012, ha fatto emergere un'associazione a delinquere che coinvolgeva due imprenditori del settore funerario e un notaio, Filippo Improta, che secondo l'accusa si sarebbe prestato alla compilazione di atti falsi per la vendita delle cappelle. Gli acquisti sarebbero stati messi in atto mediante la stipula di atti di compravendita falsi redatti dal notaio Improta. A dare il via alle indagini il caso di una famiglia che, dopo un lungo periodo di assenza dalla città, si è trovata, al cimitero di Poggioreale dinanzi alla cappella di famiglia svuotata dalle salme dei propri cari, lussuosamente ristrutturata e chiusa con un nuovo cancello di ingresso.

NAPOLI, ARRESTATI 64 GIOVANI CRIMINALI APPARTENENTI A 4 FAMIGLIE MAFIOSE
Operazione della Polizia di Stato di Napoli nella zona di Forcella della città dove gli agenti stanno eseguendo circa 60 arresti nei confronti persone ritenute appartenenti alle famiglie camorristiche Giuliano, Sibillo, Brunetti e Amirante. Le accuse, a vario titolo, sono di associazione di tipo mafioso, omicidio, tentato omicidio, traffico di stupefacenti, detenzione porto abusivo di armi. Il blitz è coordinato dalla Dda e dalla Procura presso il tribunale per i minorenni.

NAPOLI, CADAVERE DI UN GIOVANE GETTATO TRA I RIFIUTI
Sul cadavere sono state riscontrate ferite compatibili con colpi d'arma da fuoco. Aveva i piedi legati con una corda e segni di corda sono state trovati anche sul collo.

ALBA E BRA, GANG MACEDONE ARRESTATA PER CLONAZIONE, FURTI E RISSE
I Carabinieri della Compagnia di Bra, in collaborazione con quelli della Compagnia di Alba, in provincia di Cuneo, coordinati dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Asti dott.ssa Laura Deodato e su disposizione del Giudice per le indagini preliminari dr. Giorgio Morando,hanno eseguito 10 misure cautelari1 a carico di altrettanti cittadini stranieri (otto di origine macedone, uno di origini bulgare ed uno di origini bosniache).
Al vertice dei gruppi che via via si formavano vi era u cittadino macedone con documenti falsi. Oltre a partecipare ai danneggiamenti degli sportelli bancomat, Ivanov, insieme a Odzov Ibraim, aveva applicato, nello stesso periodo, uno skimmer alla filiale del “Banco Popolare” agenzia di Saluzzo. La produzione “in proprio” e la rivendita a livello internazionale di tali apparecchiature costituiva una delle attività in cui si dilettava Ivanov.
Un altro skimmer era stato sequestrato nel corso delle perquisizioni scaturite dalla rissa del 25 gennaio 2014 avvenuta a Mango (Cn), in cui due gruppi di macedoni e bulgari si erano affrontati per contendersi un’autovettura, quale corrispettivo per un debito di gioco. Nella violentissima colluttazione, intercettata praticamente “in diretta” dai carabinieri, erano spuntati coltelli, spranghe e mazze da baseball.
Con un dispositivo di 70 Carabinieri e 35 veicoli del Comando Provinciale di Cuneo, in arco notturno, sono state eseguite le misure cautelari, nel territorio tra Alba e Bra. Sono state eseguite 20 perquisizioni domiciliari, durante le quali - tra l’altro - è stata rinvenuta e sequestrata un’intera serra di piante di Marijuana, completa di lampade alogene, impianto irriguo e areazione, per la quale sono stati deferiti all’autorità giudiziaria altri 5 cittadini macedoni, di età compresa tra i 23 ed i 35 anni, tutti domiciliati nell’albese. Rinvenuti anche numerosi telefoni cellulari di probabile provenienza illecita e documenti d’identità bulgari dei quali si sta valutando l’autenticità. Le indagini da parte dei carabinieri di Bra e Alba proseguono.

NUORO, SGOMINATA BABYGANG DEDITA A SPACCIO, FURTI E RAPINE
Ci sono sviluppi sulle indagini che hanno portato ieri all'arresto di otto persone- tutti giovanissimi, tra cui un minorenne - da parte dei carabinieri delle Compagnie di Ottana, Macomer, Bono e di Città Della Pieve (Perugia), accusate di far parte di una banda dedita a rapine, furti, detenzione di armi clandestine e coltivazione di sostanze stupefacenti.
La banda, oltre alle due Fiat Uno e a un'Alfa 147 rubate, e sequestrate a Noragugume il giorno dell'arresto di Francesco Piras di Gavoi, avrebbe compiuto altri furti per finanziare l'attività illecita, dedicandosi inoltre a furti in attività commerciali.