2 maggio 2015

SPOT TUBORG 2015: PERCHE' LO ODIO

Gli spot televisivi regalano sempre grandi perle, anche se non di saggezza.

Molti dicono che la pubblicità è l'anima del commercio. Ma dato che il commercio non ha per natura niente di spirituale, quello che mostra di sé e quello che ci "dona" è solo volgarità, faciloneria, illusioni, consumismo, egoismo, egocentrismo, e chi più ne ha più ne metta.

Lo Stato, occupandosi di tutto e di più, certe cose le lascia a metà, e così se ha vietato gli spot delle sigarette, ecco che però gli spot di scommesse, casinò, vini e birra continuano, anzi aumentano, ad essere trasmessi.

In questo post voglio descrivervi brevemente l'ultimo spot della BIRRA TUBORG.

E' uno spot giovane, colorato, molto animato, pieno di risate e allegria dove sembrano tutti giovani ricchi felici accoppiati. Che volete di più dalla vita? Io già tanto se sono ancora giovane.......
Beh, forse il problema è che non bevo la birra Tub... ops, scusate, stavo facendomi traviare dalla maledetta tv che guardiamo sempre passivamente.

Continuo:
in questo spot, girato secondo me molto bene (per la serie "chi ha talento si vende come una puttana"), vediamo la vita di gruppo di un buon numero di coppiette giovani che iniziano a divertirsi tutti assieme verso l'ora di cena stappando delle birre, continuano con la festa dove vediamo altre birre stapparsi come se nulla fosse, le vediamo addirittura in prima persona, come se noi fossimo lì con loro, con questi ragazzi che non fanno altro che fare giochini stupidi e ridere, poi continuiamo a vedere la birra stappata e la birra bevuta pure a notte fonda, quasi verso l'alba, quando questi dementi (anche se laureati, ricchi, piacenti, piacioni e accoppiati e con tanto di casa e auto di proprietà) non riescono a godersi neanche il mare (eh già, mica volete che abitino in città, solo tu che non bevi la birra Tuborg vivi in città lontano almeno 200km dal mare!) e la calma della natura se non si sgolano anche a quell'ora e in quei fragenti un altra bottigliazza di birra.

COMPLIMENTI!

PRIMO INCIDENTE ALL'EXPO

Un pezzo di ferro s'è staccato dal padiglione della Turchia ed è finito sulla testa di una ragazza albanese.

Riporta il giornalista de La Stampa:
"il pezzo di ferro non era fissato con le viti , ma con del nastro adesivo. Si sentiva che era appiccicaticcio al tatto. Peserà 300 grammi"

Chissà cosa dirà Renzi di questi operai. Anch'essi figli di papà?
Ha parlato lui che venne assunto dalla ditta dei genitori..

MILANO brucia, manco fosse GAZA

MILANO BRUCIA

A Milano un centinaio di cosidetti black block ha distrutto tutto ciò che incontrava nel suo cammino nel centro urbano.

Domanda numero 1: come mai in ogni manifestazione in giro per l'Europa compaiono queste persone?
Come fanno ad avere i soldi per spostarsi e mantenersi? Qualcuno li finanzierà, chi? Magari i servizi segreti in modo tale che il sistema e la società se la prenda, generalizzando, con tutti quelli che protestano anche pacificamente (termine stupido, perché se uno protesta non lo fa col "cuore in pace", ma lo fa perché incazzato). Non vedo quale altro "gruppo"/ente/società possa volerli finanziare. Non ne capirei nenache lo scopo.

Domanda numero 2: come mai ci incazziamo così tanto per 2 vetrine e 2 auto bruciate, ma nessun politico e borghese medio, si incazza quando Israele RADE AL SUOLO Gaza, tanto per dirne una?

L'ITALIA DEI POSTEGGI

Sotto casa mia sono passate non due svedesoni, ma due gruppi di auto clacsonanti per festeggiare un matrimonio.

Quando anno dopo anno vedo compiere le stesse cose sto davvero male, perché non vedo nessuna evoluzione, e d'altronde la città è l'antitesi di questa teoria, infatti è sempre tutto uguale, piatto, tutto volto alla distruzione della personalità individuale e della natura, a favore del traffico, traffico di mezzi a motori, merci, denaro e di persone che nella città diventano degli strumenti per mandare avanti la società della produzione e del consumo, oltreché a favore di palazzi, palazzoni, palazzacci, fabbriche, fabbrichette, capannoni, muri, recinzioni, porte, cancelli.. tutto squadrato, grigio, privato, privo di vita.

L'Italia è bella, dicono i fessi che vanno all'EXPO.

No, l'Italia è un posteggio continuo, fateci caso. Quando noterete questo abominio vomiterete e vorreste uccidervi all'istante perché non c'è pace, non c'è tregua, non c'è fine. Sempre e soli posteggi vediamo.

Ma poi cosa c'è da esultare per due persone che già stavano assieme e che sanciscono dal punto di vista legale e religioso la loro unione? Cavolacci loro! Basta esultare per l'orrenda monogamia portatrice di noia, gelosia, odio, possessività, aggressività, chiusura, solitudine, ecc.
Ed esultare utilizzando il clacson è la maniera più orrenda di farlo, ma sintomatica del fatto che appunto siamo dei meri strumenti.

Non so che senso abbia questo mio scritto, ma sto male quando penso alle lunghissime lingue d'asfalto dove non c'è nulla che non l'egoismo e la stupidità dell'uomo sotto il sole cocente.. l'uomo che sgomma, che sgasa, che sfreccia, che strombazza, fregandosene del casino e dell'inquinamento che produce, fregandosene di trovare qualcosa di bello intorno a sé.

1 maggio 2015

SUPERMERCATI APERTI IL PRIMO MAGGIO

Sono sconvolto e incazzato!

Come a Pasqua (festa di cui, da NON credente, non me ne frega nulla, ma che a milioni importa eccome!), anche oggi c'è chi tiene aperto con tanto di dipendenti COSTRETTI a lavorare.
Come ad esempio un noto supermercato francese che mi fa sapere, attraverso un simpatico SMS, che anche oggi 1° maggio sarà aperto dal mattino presto fino al tardo pomeriggio!!!

....MAH!!!

Massì, tanto i commessi e i magazzinieri e le cassiere avranno poi la domenica libera per festeggiare (ma festeggiare cosa, il loro status di lavoratori dipendenti costretti ogni giorno a svegliarsi alla stessa ora e a fare la stessa vita per 40 anni?)! Anzi no, la domenica si deve lavorare se si vogliono ben 3 euri in più a fine mese.

EXPO DELLE OPPORTUNITA'

Tutti a dire che con l'EXPO l'Italia deve fare una bella figura, che è un'opportunità, ma se pensiamo che come ogni altra cosa italiota è ricolma di MAFIA e CORRUZIONE, oltreché di cemento là dove c'erano dei campi, come si fanno a dire queste frasi fatte, queste baggianate?
E perché parlare, sempre a vanvera, di 20 milioni di visitatori quando son stati venduti 10 milioni di biglietti con diversi di questi finiti nelle mani di pochi, subito pronti a rivenderli a prezzo maggiorato come fossero bagarini professionisti?


PS: si parlerà di CIBO, di lotta allo SPRECO, ecc., certo che poi vedere rifiuti di plastica e alluminio disseminati per terra mi fa stare male, perché penso a cosa sarebbe il mondo se ogni 10 metri presentasse un bar, un centro commerciale, un'azienda.. sarebbe una discarica.. il nostro stile di vita (non so quanto nostro, penso che siamo dei pecoroni e che subiamo ciò che fa comodo agli industriali) sa solo generare spreco e discariche!!!

TG1 SCAGLIANO LA PIETRA E NASCONDONO LA MANO

Titolo simbolico ma realistico, quello di questo post!

Mi riferisco a due precisi episodi, anche se sicuramente ogni giorno per i giornalisti, specie se telegiornalisti, è buono per diffondere notizie soltanto realistiche ma non reali.
I due episodi riguardano i migranti e i lavoratori dell'EXPO.

Nel primo caso è stata diffusa a gran voce la notizia secondo cui dei migranti musulmani avrebbero gettato a mare dei migranti cristiani!
A causa di questa notizia, molti si sono fatti forti della loro tesi secondo cui con l'immigrazione clandestina si rischia di avere a che fare con tanti possibili terroristi, peccato poi che si è venuto a sapere che tra gli assassini almeno un cristiano ci sarebbe.

Nel secondo caso i giornalisti se la sono presa con i giovani italiani che hanno dimostrato ancora una volta, secondo loro, di essere choosy e bamboccioni, ovvero schizzinosi e disposti a sudare soltanto se la cifra mensile supera i €1.300/mese, cifra che, secondo i mezzobusti prezzolati in giacca e cravatta, le agenzie del lavoro interinale offrivano a chi avrebbe lavorato a RHO durante l'EXPO 2015.
Ma la realtà è ben diversa da questa cifra, infatti le posizioni lavorative aperte che avrebbe incassato questa cifra, per di più lorda, era pochissime, mentre la maggior parte dei giovani o comunque dei futuri lavoratori per l'EXPO 2015 di Milano, prende-rà 600 euro netti al mese, senza considerare che vengono anche cercati degli stagisti.
Per cui, considerando che a Milano gli affitti non sono certo bassi (forse è addirittura la città italiana più cara) e che nessun'agenzia/azienda/ente elargiva ed elargisce rimborsi spese legati al vitto e al trasporto, mi pare ovvio che per €600 pochi abbiano accettato.

Pensate che io, non abitando molto distante da Milano, in un mese di viaggi giornalieri andata e ritorno, senza considerare le spese per il cibo, spenderei ben più della metà, usando il treno!
Nel caso volessi usare l'automobile perché devo portarmi dietro, che ne so, dell'attrezzatura particolare e non mi fido della gente che frequenta stazioni e treni, ecco che andrei in rosso.

30 aprile 2015

EXPO: 600 EURO AL MESE...MA BIO PARCO!!!

Ahhhh, allora vedi che avevano ragione i "bamboccioni" a non accettare non tanto i posti di lavoro all'EXPO, quanto i contratti "pirata" (così li ha definiti la CGIL) di Manpower e Adecco che non rispetto le regole del Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro.

I famosi €1.300 o €1.500 al mese, in realtà, riguardavano un esiguo numero di posti di lavoro e non erano neanche al netto!
La stragrande maggioranza doveva e deve accontentarsi ben €600 netti al mese da cui levare il costo dell'affito, del trasporto, del cibo, delle bollette, ecc.!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ovviamente i giornalisti laureati ma IGNORANTI come CAPRE (e comunque le capre sono meglio!), hanno soltanto detto che i ggggggiovani avevano osato rifiutare questi popò di contratti.

W IL PROGRESSO

Il papa e le donne

Il papa, rigorosamente minuscolo perché non sono un credente, ma anche perché se lo fossi non riconoscerei alcuna autorità, ha detto un'altra banalità, ovvero che "è uno scandalo che le donne guadagnino meno", praticamente anche lui, dunque, misura la vita attraverso i numeri, meglio se quelli dello stipendio, fregandosene di tutto il resto, ad esempio tipo di contratto, orari, comportamento datori di lavoro, colleghi, com'è l'ambiente del posto di lavoro, se le varie norme e normative vengono rispettate, se ha diritto a giorni di malattia, ferie, maternità, ecc.

Ma poi da che pulpito parla che la CHIESA ha sempre ODIATO le donne che per i pretacci orrendi ed ignoranti, son sempre e solo state dei meri contenitori di sperma, ovviamente sperma di un solo maschio, perché una donna nasce per dare dei figli ad un ben precisato uomo, mica a tutti quelli che vuole lei, o mica per tenerseli lei e basta. E non scordiamoci delle povere suore che nessuno cita e che non faranno mai carriera. Le suore manco possono dire messa e questo "bellimbusto" ci viene a parlare di stipendi ah ah ah ah

Vorrei dire "Che stia zitto!", invece dico "Che parli pure", non perché sia giusto che tutti possano dire la loro (in linea di massima sì, ma in pratica è pericoloso e comunque non penso che la gente e lo Stato siano ad esempio favorevoli alla libertà di espressione dei musulmani fondamentalisti), ma più che altro perché se la gente ragionasse potrebbe mandare a fare in culo i pretacci ladri e assassini.

PS: per fortuna Bergoglio se l'è presa per lo sperpero di soldi all'EXPO da parte dello Stato del Vaticano: "la cifra investita nell'esposizione supera quella stanziata per iniziative di solidarietà, da Ebola all'alluvione di Genova, ai cristiani perseguitati in Iraq."

28 aprile 2015

NEPAL SCOMPARSO DAL CORRIERE

TERREMOTO IN NEPAL, migliaia di vittima, centinaia di migliaia di feriti e di case distrutte, evento storico, gente terrorizzata, tutto a pezzi anche i siti UNESCO


Nonostante ciò, il sito del CORRIERE DELLA SERA ne parla soltanto verso la fine dell'HOME PAGE inserendo soltanto le foto degli alpinisti italiani morti.

LA TOCCANTE PUBBLICITA DI HARMONT & BLAINE

Che importa se il Mar Mediterraneo è ormai un cimitero a cielo aperto, che importa se è un mare che collega un continente allo sbando tra islamisti, dittatori, guerre e sfruttamenti vari, che importa quando il sogno (pronunciato alla Briatore by Crozza) è più forte di ogni altra cosa!
Per fortuna c'è Harmont & Blaine che ci spingono a desidere questo sogno.



PS: intanto "il Trota" è stato rinviato a giudizio per le "spese pazze" ai tempi della sua attività (?) da consigliere regionale (sigh!).

27 aprile 2015

VIOLENZA DERBY TORINO, il pensiero del signor FARINELLI

Forse è un pelo complicato comprendere il pensiero di tal signor Luigi Farinelli, ma di sicuro gli ultrà violenti e fascisti (si pensi ad es. a quelli della curva juventina che hanno esposto uno striscione con una "X" sopra la data del 25 aprile...) non sono frutto di una società progressista e permissivista, bensì di famiglie di delinquenti, fascisti, mafiosi, ecc.

Luigi Farinelli
Lun, 27/04/2015 - 09:15
"Decenni di forsennato "progressismo" tutto diritti e niente doveri; di femminizzazione della società con ricerca delle vie traverse meno faticose e di demonizzazione dei padri e della loro funzione insostituibile nel troncare il legame grande-materno e far entrare i figli nell'età adulta volando con le proprie ali, ancorati a sani principi morali ed etici; di buonismo ebete e di deculturizzazione di massa (voluta e indotta) per creare l'ixxxxxxxe che se ne frega di tutto e usa, per "pensare", il cervello di guru da strapazzo esaltati dai media di regime; la spinta neomalthusiana a poter fare ciò che uno vuole, purchè non perda la possibilità di godere, quindi anche tirare sassi contro un pulman, sicuro di rimanere impunito in una società sempre più permissivista, sempre più "progressista" e sempre più allo sbando."
 
FONTE: IL GIORNALE

La CEI aiuta il NEPAL

Complimenti a questo sforzo economico da parte della CEI per aiutare i nepalesi:

"La Cei stanza 3 milioni per la prima emergenza - La Conferenza Episcopale Italiana ha deciso lo stanziamento dai fondi 8xmille di 3 milioni di euro, destinandoli alla prima emergenza. "

FONTE: ANSA

ANCONA: Uova e bottiglie contro Salvini

ANCONA, 27 APRILE 2015

I banchetti della Lega Nord di Salvini sono stati fatti oggetto di lancio di uova e bottiglie e il segretario (nonché europarlamentare da ben €18.000/mese, alla faccia degli zincccheri che rubbano!) dice che questi dei centri sociali, magari, il 25 aprile erano scesi in piazza per la democrazia e la libertà.

Beh, la Liberazione e quindi la (con)seguente democrazia, c'è stata grazie a diverse lotte e battaglie che hanno concluso un'orrenda guerra, per cui è normale che i democratici e antifascisti aggrediscano i fascisti padani.