1 maggio 2015

TG1 SCAGLIANO LA PIETRA E NASCONDONO LA MANO

Titolo simbolico ma realistico, quello di questo post!

Mi riferisco a due precisi episodi, anche se sicuramente ogni giorno per i giornalisti, specie se telegiornalisti, è buono per diffondere notizie soltanto realistiche ma non reali.
I due episodi riguardano i migranti e i lavoratori dell'EXPO.

Nel primo caso è stata diffusa a gran voce la notizia secondo cui dei migranti musulmani avrebbero gettato a mare dei migranti cristiani!
A causa di questa notizia, molti si sono fatti forti della loro tesi secondo cui con l'immigrazione clandestina si rischia di avere a che fare con tanti possibili terroristi, peccato poi che si è venuto a sapere che tra gli assassini almeno un cristiano ci sarebbe.

Nel secondo caso i giornalisti se la sono presa con i giovani italiani che hanno dimostrato ancora una volta, secondo loro, di essere choosy e bamboccioni, ovvero schizzinosi e disposti a sudare soltanto se la cifra mensile supera i €1.300/mese, cifra che, secondo i mezzobusti prezzolati in giacca e cravatta, le agenzie del lavoro interinale offrivano a chi avrebbe lavorato a RHO durante l'EXPO 2015.
Ma la realtà è ben diversa da questa cifra, infatti le posizioni lavorative aperte che avrebbe incassato questa cifra, per di più lorda, era pochissime, mentre la maggior parte dei giovani o comunque dei futuri lavoratori per l'EXPO 2015 di Milano, prende-rà 600 euro netti al mese, senza considerare che vengono anche cercati degli stagisti.
Per cui, considerando che a Milano gli affitti non sono certo bassi (forse è addirittura la città italiana più cara) e che nessun'agenzia/azienda/ente elargiva ed elargisce rimborsi spese legati al vitto e al trasporto, mi pare ovvio che per €600 pochi abbiano accettato.

Pensate che io, non abitando molto distante da Milano, in un mese di viaggi giornalieri andata e ritorno, senza considerare le spese per il cibo, spenderei ben più della metà, usando il treno!
Nel caso volessi usare l'automobile perché devo portarmi dietro, che ne so, dell'attrezzatura particolare e non mi fido della gente che frequenta stazioni e treni, ecco che andrei in rosso.

Nessun commento: