2 maggio 2015

SPOT TUBORG 2015: PERCHE' LO ODIO

Gli spot televisivi regalano sempre grandi perle, anche se non di saggezza.

Molti dicono che la pubblicità è l'anima del commercio. Ma dato che il commercio non ha per natura niente di spirituale, quello che mostra di sé e quello che ci "dona" è solo volgarità, faciloneria, illusioni, consumismo, egoismo, egocentrismo, e chi più ne ha più ne metta.

Lo Stato, occupandosi di tutto e di più, certe cose le lascia a metà, e così se ha vietato gli spot delle sigarette, ecco che però gli spot di scommesse, casinò, vini e birra continuano, anzi aumentano, ad essere trasmessi.

In questo post voglio descrivervi brevemente l'ultimo spot della BIRRA TUBORG.

E' uno spot giovane, colorato, molto animato, pieno di risate e allegria dove sembrano tutti giovani ricchi felici accoppiati. Che volete di più dalla vita? Io già tanto se sono ancora giovane.......
Beh, forse il problema è che non bevo la birra Tub... ops, scusate, stavo facendomi traviare dalla maledetta tv che guardiamo sempre passivamente.

Continuo:
in questo spot, girato secondo me molto bene (per la serie "chi ha talento si vende come una puttana"), vediamo la vita di gruppo di un buon numero di coppiette giovani che iniziano a divertirsi tutti assieme verso l'ora di cena stappando delle birre, continuano con la festa dove vediamo altre birre stapparsi come se nulla fosse, le vediamo addirittura in prima persona, come se noi fossimo lì con loro, con questi ragazzi che non fanno altro che fare giochini stupidi e ridere, poi continuiamo a vedere la birra stappata e la birra bevuta pure a notte fonda, quasi verso l'alba, quando questi dementi (anche se laureati, ricchi, piacenti, piacioni e accoppiati e con tanto di casa e auto di proprietà) non riescono a godersi neanche il mare (eh già, mica volete che abitino in città, solo tu che non bevi la birra Tuborg vivi in città lontano almeno 200km dal mare!) e la calma della natura se non si sgolano anche a quell'ora e in quei fragenti un altra bottigliazza di birra.

COMPLIMENTI!

Nessun commento: