25 aprile 2014

Pannella s'è fumato il cervello

Già dai tempi del papa polacco, a Pannella piaceva parlare coi papi, nonostante prima avesse battagliato per diritto all'aborto e al divorzio (alla faccia di quello stupido papa che affermava che il divorzio va contro la serenità dei figli.. balle, il divorzo va contro la possessività dei maschi e basta, perché i figli se vedono numerosi litigi sempre più stupidi, stanno meglio coi genitori separati punto e basta!!!) e dopo sfilasse con cartelli recanti la scritta "NO VAT"..

Ora ci ricasca e opta per un breve stop al suo sciopero della sete, solo perché glielo ha chiesto il nuovo papa. Capisco che questi siano gli unici che gli diano una certa corda sulla questione dei diritti dei detenuti, però io lo apprezzerei maggiormente se fosse coerente con la sua Storia!

Alla faccia dei miracoli

Prima crepa un boy-scout di appena 18 anni per via delle metastasi presenti in tutti i suoi organi vitali, poi muore un altro ragazzo a causa del crollo di una statua, posta in montagna, dedicata al papa polacco.

Scommetto la casa che nonostate queste due morti, i due papi-santi con grandiosi poteri (mah!) verranno ugualmente santificati.

24 aprile 2014

23 aprile 2014

Spiegate il reddito minimo a Renzi

Renzi non capisce che il "reddito minimo" crea lavoro.

Volete sapere come?
Molto semplice:

innanzitutto ci saranno sempre dei disoccupati, per cui qualche soldino, per campare in sta società, lo Stato glielo deve dare perché le cose sono due, o si ammazzano, o vanno a rubare; detto questo, un disoccupato con, poniamo, 500 euro/mese, può col passare dei mesi avere un bel gruzzoletto da investire in piccole attività da aprire in casa o sotto casa con un negozietto anche piccolo-piccolo.
Ci son tanti ragazzi che con questa cifretta dopo un po' di tempo potrebbero andare in giro per elaborare e sviluppare le loro idee su nuovi o vecchi lavori, invece senza neanche, non dico 500, ma dico senza neanche 80 euro (che invece vanno a chi già lavora..), un giovane disoccupato che fa? Ogni tanto farà volantinaggio, ma tanto anche lì ora è pieno di magrebini che ci fottono il lavoro umile..

Renzi non potrebbe semplicemente dire che non ci sono coperture, anziché affermare che non crea lavoro? Ovvio che non crea lavoro in maniera immediata e diretta, ma lasciare un disoccupato senza una cifra minima garantita è ancora peggio e non cambia proprio nulla!! Invece anche solo con €300/mese la gente non si sentirebbe esclusa, potrebbe partecipare anche se in maniera ridotta alla vita produttiva del proprio territorio, piano piano investire in qualche attrezzattura (o in pubblicità, che costa!) e le cose poi verranno da sé.
Dica che già è stata dura dare 80 euro/mese a qualche impiegato et operaio (da sprendere subito in slot machines, gratta e vinci e belle rumene)..

Una volta si chiamavano "POVERACCI"

Una volta gli "incapienti" venivano più direttamente denominati "POVERACCI"

Ora invece Renzi, con la sua strategia da teleimbonitore dove tutto è lindo, lucido, perfetto, luccicante e spumeggiante, dove tutto è colorato e pieno di grandi possibilità e perché no anche di sòòògni, ha deciso di cambiare termire e optare per un più "pacato" e "sobrio".. IN CA PIEN TI


Giovani dementi

Tutti questi giovani che fanno la fila e urlano e piangono per vedere e quando vedono il papa, se ci fosse ancora la dannata monarchia, sarebbero lì, di fronte a che ne so, Palazzo Reale di Torino pronti ad idolatrare quella famigliola di magnasghei a tradimento e di guerrafondai.

Posso capire le ragazzine che impazziscono per Bieber, ma perché per dei vecchi travestiti da donna? AH AH AH

Aridaje coi miracoli

Sembra che tutti gli italiani debbano credere alla palla/balla/bufala colossale o chiamatela come volete, dei papi che mò son santi perché da vivi e da morti, o solo da vivi o solo da morti, boh???, che me frega!!!, avrebbero compiuto dei miracoli.
Come mai il Vaticano ne è così sicuro? Semplice: si è trattato di guarigioni non spiegabili dall'attuale scienza, per cui visto che i malati poi guariti erano credenti e li pregavano.. taaac ecco che si tratta di miracolo!

Ma mannaggia al clero, e di tutti quelli che ad esempio sono vittime di alluvioni, terremoti, tsunami, bombe sgangiate da quegli stronzi tipo Assad e che per sperare di continuare a vivere anziché crepare dopo atroci sofferenze, si erano messi a pregare invano, ne vogliamo parlare????
Quanti sono coloro i quali non ricevettero mai alcun aiuto, figurarsi un miracolo? Ecco, fate una bella conta poi voi cristicoli andatevi a nascondere!

La verità è una sola, cioè che al Vaticano importa soltanto dare in pasto ai buoi e alle pecore il suo prodotto che è composto anche di miracoli e quindi di santi. Vero o non vero loro ci "credono", vendono il credere e queste balle che si ripetono da 2.000 anni. Se smettessero di parlare di miracoli, intercessione divina e santità, la presa sulla massa pecorona cesserebbe un casino, per cui meglio continuare così come sempre!

Miracoli.. fino a prima dell'arrivo di Gesù Cristo, non ve n'era ombra, durante la sua venuta sulla Terra sì, ma fatti solo da lui, dopo, non si sa perché, alcuni cristiani diventati potenti (anche nel loro piccolo, come Natuzza Evolo) si comportarono come lui, con gli stessi "poteri magici". Il perché l'ho detto prima. La gente, dopo aver letto di quei miracoli, sperava e spera che ne avvengano di nuovi ogni giorno, e allora tutti a farsi condizionare, plagiare, traviare, infinocchiare, ecc., ecc...

22 aprile 2014

Fare figli? Egoismo!

Maria Elena Boschi, giovane deputata del PD e nonostante questo, o forse proprio per questo, cattolica convinta and praticante, confessa di sentirsi sola quando rientra in casa e di desiderare un marito e tre figli.


Eh già, purtroppo l'attuale società è composta da coppie, così anziché vivere insieme in gruppi di, che ne so, 5-6 persone amiche fra di loro, ecco che si vive soltanto in due e, quando il partner diventa una compagnia misera, ecco che devono spuntare fuori tanti bei pargoletti.

Come potete ben capire, fare figli è semplicemente un atto d'egoismo!
Loro, i figli, non hanno mai chiesto di venire al mondo per poi dover subire l'invadenza dei genitori prima. e dopo quella dei preti, dei maestri, dei datori di lavoro, assieme a tutto il carrozzone statalista e massmediatico omologatore. E che dire del dover sudare le fatidiche 7 camicie per tirare avanti da bravi banali consumatori medi, dentro una squallida casetta di periferia in mezzo al nulla? E che dire di tutti i possibili incidenti, di tutte le malattie che possono colpire chiunque? Niente, non si dice nulla. Bisogna fare figli punto e basta. E tanti saluti anche a tutti quei bimbi super sfortunati che vivono nel fango in mezzo a merda e violenze.

Queste cose non si dicono, così per giustificare la propria riproduzione, ecco che si parla di "atto d'amore dei genitori" (verso di chi non si sa, visto che il nascituro, quando viene concepito, non è ancora nato..), "di dono" (intendendo con ciò il dono di una qualche entità sovrannaturale che ha creato gli umani e che secondo questi, quell'entità ne ha le fattezze.. alle volte il caso, eh..!), per finire col motto "La vita è bella".
Certo, è un'esperienza che quando nasci ti fa piacere vivere ma sono in pochi a poterlo fare senza problemi.., però per chiunque, sia ricchi che poveri, sia sani che malati, sia belli che brutti, dura poco e porta ad un'orrenda vecchiaia e poi alla morte. Per cui certe cose della vita possono essere belle, la vita in sé, mah...

Io mi sono sarei anche un po' rotto il beneamato CAZZO di questi politici idioti, idioti non in quanto politici, bensì in quanto cattolici!

PS: ad inizio post ho linkato l'intervista alla deputata realizzata dal Corriere..  Bene, si noti come il problema dei commentatori non abbia come centro l'egocentrismo, disturbo mentale che colpisce ovviamente non solo la Boschi, bensì tutti quanti gli umani o quasi, quanto invece la parola "compagno" usata al posto di "marito", come se qualcosa cambiasse. In ambo i casi si tratta sempre di uno squallido rapporto di coppia!

20 aprile 2014

Essere o non essere sugli asociale network

Essere presenti o non essere presenti sui social network tipo Feisbiuc, se si è un teenager?

La violenza verbale digitale degli adolescenti cresce sempre più, percui io mi chiedo, se uno è vittima dei cyber-bulli, il che significa molto spesso essere vittime anche dai bulli veri e propri (perché son le stesse sottospecie di persone), perché segue la massa e si registra col proprio nome e cognome sui siti web?

Forse perché ormai è una cosa scontata e che tra l'altro può servire anche come biglietto da visita..

Però non è obbligatorio, per cui se io, vittima dei bulli, una volta tornato a casa, sono al sicuro (almeno spero, nel caso sti stronzi abitino lontano o abbiano altre stronzate da fare, tipo prendere botte dai genitori), perché vado a cercarmi altre rogne/grane mostrandomi sul web, se so che molti mi odiano o semplicemente mi sfottono perché son piccolo magro brutto e secchione?

Una volta c'erano le chat dove uno inseriva nickname, ovvero nomignoli di fantasia, ora invece per colpa di FB siamo tutti rintracciabili e ben visibili, per cui è molto facile ricevere messaggi da gente che conosciamo e che ci odia. Nel caso fossimo vittima di gente che ci perseguita anche dal vivo, l'angoscia e anche la paura raddoppierebbero, e non tutti i ragazzini sono in grado di reggere questi due terribili sentimenti, anche perché hanno appurato che nessun altro coetano e neanche nessun adulto, li può o li vuole aiutare. Se ai prof fregasse qualcosa dei comportamenti in classe e non solo dei voti si potrebbe fare qualcosa, se si organizzassero incontri con i vari genitori assieme ai figli e prof, si potrebbe fare qualcosa, ma così come stanno andando avanti le cose non si può fare un bel niente.

L'unico consiglio che posso dare ai ragazzi vittime di bullismo è quello di tenere alta la testa e snobbare le varie provocazioni, perché ai bulli piace sentirsi forti coi più deboli che piangono di fronte a loro, per cui se uno reagisce piagnucolando o anche provando a menarli, questi continueranno, anche perché hanno bisogno di attenzioni.

Perché resuscita?

Fatemi capire..

in principio ci fu la creazione dell'Universo e poi della Terra (fondamentale la Terra, senza di esso l'Universo verrebbe risucchiato ahah) da parte di un dio.. ovviamente solo quello pregato dai cristiani, tutti gli altri dei son fuffa bella e buona (beh, bella e buona no, però..ahah).
Questo dio, onniscente e onnipotente, guarda caso ha le sembianze umane (uhm...!) e pur avendo queste qualità sentiva il bisogno di produrre dei piccoli omini perché poverino si sentiva solo. Prima però fa solo l'uomo, poi pensandoci un po' sù, anche la donna (ma come? così sapiente, è impiega del tempo per fare l'altro sesso??? ma il primo uomo ce l'aveva il sesso?????). Non contento, trova una scusa a caso per punirli obbligandoli a riprodursi a iosa, dove tra l'altro fare immani fatiche per sopravvivvere (eh sì, proprio bella la vita, è proprio un dono!!!), rischiando pure di morire durante il parto!!!!!!!!!
Poi dopo centinaia di migliaia di anni, ecco che decide di generare un figlio che sia proprio suo direttamente, anche se di mezzo non c'è lo sperma, anche perché verrà dato alla luce da una ragazzina o ragazza (Maria detta poi la Madonna) già data in sposa ad un uomo, quindi questo non sarebbe di certo contento, essendo in patriarcato, di vedere intrisa di sperma la propria mogliettina tra l'altro ovviamente ancora verginella (ecco il valore della verginità: la femmina dev'essere vergine perché così il maschiaccio che se la prende in sposa, è sicuro che i figli che usciranno da lei saranno suoi e non di altri maschi!).
Bene, o male?, esce questo suo figlio che tutti chiamano Gesù Cristo e che guarda caso, parte della popolazione del medio-oriente già aspettava e dove nasce? Proprio lì, in medio-oriente!!! Alle volte il caso, eh..!!
Nasce, cresce.. crepa. No, non crepa subito, prima ha tempo per compiere miracoli di varia natura e fattura da fattone. Poi crepa. Ovviamente soffre cosi tanto per rendere felici i futuri cristiani occidentali che non conoscono la fatica in questa società piena di comfort. Crepa ma resuscita e lo fa per liberarci, per aprirci le porte del Paradiso. Cioè, tutti gli umani voluti da dio, fino ad allora son caduti come pietre o come patate nell'inferno! Eh sì.. dio ti ama, come no!
Ora invece possiamo anche finire in paradiso. E non è una decisione presa da dio, no no, essendo un fifone, un'ipocrita, tutto ciò che volete, non riesce a tornare indietro sulle due decisioni in modo diretta, no, deve utilizzare un'altra persona che si sacrifica per noi. In realtà non è che si sacrifica, perché non ha scelto lui né di nascere né di morire. La sua nascita e morte vennero decise dal suo padre dio.. Lui semplice segue il suo destino, quindi basta ringraziarlo ogni volta! E' crepato come son crepati tanti altri sulle croci!!
Essendo figlio di dio, secondo voi, può dio negargli l'ingresso in paradiso?
Certo che no. Da qui il famoso familismo-nepotismo che ancora ci ammorba!
Entra, e se entra un simil-umano, vuol dire che potranno entrare di lì in avanti anche tutti gli altri umani, evviva!! Si vabbè evviva, intanto si deve continuare a vivere nella famosa "valle di lagrime", mica miciomiciobaubau!
Poi sto tizio decide di resuscitare e non chiedetemene il perché, forse voleva ancora trombare o forse doveva diffondere la lieta notizia.
Che poi perché uno condannato fino a 2 minuti fa all'inferno, dovrebbe voler trascorrere la vita eterna con dio, cioè quello che lo avrebbe punito come niente fosse? Bah!
Allora, resuscita..e poi boh. Tutti quanti hanno continuato a morire nelle più varie maniere come se nulla fosse accaduto e anche i cattivi hanno continuato ad esistere. Mi sa che ci son state più guerre dopo cristo che prima di cristo, o comunque ben più sanguinose. Per cui sti gran cazzi se ci ha aperto le porte del paradiso. Anche perché nessuno ce lo ha mai mostrato, nessuno ci ha mai chiesto se vogliamo vivere sulla terra e poi in eterno (il nostro cervello non riesce ad immaginare una roba simile!!) e nessuno è mai resuscitato.
Come cavolo si fa a credere ad un dio che prima ci crea felice, poi ci punisce 2 volte (facendoci riprodurre fra atroci dolori in una valle di lacrime per poi buttarci all'inferno), poi ci salva tramite suo figlio, ma solo in parte perché la Terra rimane una valle di lacrime?
A che prò tutto sto casino della creazione and company? Non poteva rimanere da solo nell'universo o semplicemente creare solo animali dotati di una coscienza diversa dalla nostra a cui importa solo mangiare e riprodursi senza porsi domande e a cui non frega nulla della vita dopo la morte? Perché sto dio ha dovuto creare degli esseri che si porranno un sacco di problemi? Se si diverte semplicemente a vederci soffrire, perché tutti dicono che è buono e bravo, che è amore e minchiate varie?