23 aprile 2014

Spiegate il reddito minimo a Renzi

Renzi non capisce che il "reddito minimo" crea lavoro.

Volete sapere come?
Molto semplice:

innanzitutto ci saranno sempre dei disoccupati, per cui qualche soldino, per campare in sta società, lo Stato glielo deve dare perché le cose sono due, o si ammazzano, o vanno a rubare; detto questo, un disoccupato con, poniamo, 500 euro/mese, può col passare dei mesi avere un bel gruzzoletto da investire in piccole attività da aprire in casa o sotto casa con un negozietto anche piccolo-piccolo.
Ci son tanti ragazzi che con questa cifretta dopo un po' di tempo potrebbero andare in giro per elaborare e sviluppare le loro idee su nuovi o vecchi lavori, invece senza neanche, non dico 500, ma dico senza neanche 80 euro (che invece vanno a chi già lavora..), un giovane disoccupato che fa? Ogni tanto farà volantinaggio, ma tanto anche lì ora è pieno di magrebini che ci fottono il lavoro umile..

Renzi non potrebbe semplicemente dire che non ci sono coperture, anziché affermare che non crea lavoro? Ovvio che non crea lavoro in maniera immediata e diretta, ma lasciare un disoccupato senza una cifra minima garantita è ancora peggio e non cambia proprio nulla!! Invece anche solo con €300/mese la gente non si sentirebbe esclusa, potrebbe partecipare anche se in maniera ridotta alla vita produttiva del proprio territorio, piano piano investire in qualche attrezzattura (o in pubblicità, che costa!) e le cose poi verranno da sé.
Dica che già è stata dura dare 80 euro/mese a qualche impiegato et operaio (da sprendere subito in slot machines, gratta e vinci e belle rumene)..

Nessun commento: