24 gennaio 2009

Maroni e le piazze libere

Il ministro dell'Interno Maroni (Lega Nord) ha preparato una direttiva da inviare ai prefetti delle città, affinchè siano vietate manifestazioni dinnanzi a luoghi di culto cattolici (fonte: TG5), come quelle avvenute a Milano di fronte al Duomo da parte dei musulmani giorni fa (fonte: Il Riformista)

Secondo me non c'era bisogno di alcuna legge o comma, siccome era palese che la manifestazione divenne illegale nel momento in cui proseguirono, i credenti musulmani, verso piazza del Duomo, quando invece si concordò, come apprendo dal sito linkato sopra, piazza San Babila come fine del corteo. Già ora le manifestazioni possono essere approvate o negate dalla preferettura (infatti bisogna richiedere il permesso 3 giorni prima, se non erro vale anche per il volantinaggio).

Maroni vieta, da quanto si sa fino ad ora, ogni manifestazione di fronte a chiese, sinagoghe, ma non solo, infatti anche dinnanzi a caserme e centri commerciali (forse perchè le persone toglierebbero spazio alle sante automobili?). Se prima i prefetti potevano decidere liberamente in base al buon senso, ora si trovano limitati nel dare la possibilità alla gente per bene, di esprimere liberamente le opinioni, infatti le nostre città sono ricche di chiese e centri commerciali, quindi mi viene da pensare che sia una legge un pò bizzarra per vietare molte manifestazioni, siccome non si sa ancora se verranno proibite tutte le manifestazioni o solo quelle islamiche.
Se così fosse (ovvero se ogni ritrovo diventerà illegale) sarà sicuramente una legge illiberale e quindi senza senso: le piazze non sono luoghi di culto (quindi già fino da ora chi voleva fare processioni, ecc., doveva chiedere permesso, anche nel caso si trattasse di ritrovi cattolici, siccome l'Italia non è un paese cattolico, ma laico), son luoghi pubblici! Non sono le piazze che appartengono alle chiese, ma caso mai sono le chiese ed i preti all'interno a dover chiedere permesso per suonare le campane o per fare processioni.

Beppe Grillo si è subito allarmato e non solo pensa male, ma pensa addirittura malissimo (come me).
Infatti "La manifestazione indetta dai familiari delle vittime di mafia è stata spostata da Piazza della Repubblica a Piazza Farnese a Roma, sempre il 28 gennaio. Ho notizia che lo spostamento è dovuto al Comma Maroni, ispirato al Comma 22 di Joseph Heller".

Io penso che porre rimedio alle "espansive" (e non nego alquanto inquietanti) manifestazioni islamiche in questo modo, precluda spazi e spinte di libertà di persone civili e intellettualmente libere che usano la piazza, come nel caso delle vittime di mafia, per mostrare al paese intero i propri pensieri e la propria sofferenza.
In pratica vietando a loro (cioè ai musulmani), vietano a tutti e ciò mi preoccupa molto!

Penso che questo "comma Maroni" sia uno dei famosi annunci del Governo Berlusconi, per tranquillizzare la massa composta da tanti italiani medi che han paura di questo o quell'altro. In questo caso dell'islamizzazione del nostro "stivalone". Paura infondata, siccome i nostri politici son 9 volte su 10 cattolici ed 1 volta non credenti, siccome noi stessi siamo cattolici 6/7 volte su 10 e siccome crescono i non credenti che quindi non accetterebbero certamente il passaggio da uno Stato laico (ehm...) ad uno islamico.

Concludo dicendo, da buon agnostico e pensatore libero, che la "nostra religione di Stato", al pari dell'Islam, nasce in Medio-Oriente, quindi ha ben poco a che fare con "l'Occidente" e riconcludo dicendo che mi fan ridere le simpatie della sinistra verso i musulmani, siccome questi ultimi non sono per uno Stato laico, a differenza di ciò che dovrebbe volere la sinistra ponendosi contro la destra cattolica.
Infatti i musulmani non vogliono che la religione venga, come dire, esplicata in luoghi privati come vorrei io, cioè estirpata dai luoghi pubblici che condizionano e discriminano e non portano ad un'evoluzione della società. La manifestazione dinnanzi al Duomo mi pare una "degna" conseguenza di questo modo di pensare, cioè che la religione debba prendere possesso della vita sociale, dei luoghi di ritrovo di tutta la cittadinanza (ma che senso ha, tra l'altro, protestare contro la guerra se a pregare son quelli pronti al martirio per il loro Dio?).
Se non ne siete ancora convinti leggete le dichiarazioni di Ahmad Gianpiero Vincenzo (presidente dell'associazione Intellettuali Musulmani Italiani): "Temiamo che in Italia si voglia limitare la liberta' religiosa ... secondo una prospettiva laicista che non e' piu' in auge nemmeno nella pur laica Francia" (fonte: Il Tempo)
Non c'è da stupirsi di queste simpatie che vedono la Sinistra sempre schiarata a favore dei musulmani e mai contro, infatti ora vi riassumo parte di un'affermazione sconvolgente di un esponente della sinistra (ora extraparlamentare). Secondo lui è giustificato il velo delle donne islamiche, ritenendolo parte della loro tradizione, anzichè ritenerlo un atto sessista contro la libera espressione anche fisica delle persone di sesso femminile!

Voi cristiani però non ritenetevi esenti da critiche, infatti i vostri politici affermano che le nostre città e l'Italia siano cristiani e, se così fosse, ritenetevi nel giusto nel caso vogliate coprire anche le vostre donne con un velo.
Infatti
nella Bibbia (Levitico) si legge:
«Ogni donna che prega o profetizza a testa scoperta, reca un affronto al suo capo [il maschio], infatti sarebbe come se essa fosse rasata. Pertanto se una donna non vuole mettersi il velo, si tagli addirittura i capelli! Ma, se per una donna è vergognoso tagliarsi i capelli o essere rasata, si copra col velo. L’uomo invece, non deve velarsi il capo, essendo egli immagine e riflesso di Dio; mentre la donna è riflesso dell’uomo.»

Buone riflessioni a tutti.

8 commenti:

Kristel ha detto...

Ciao Danx, ho scritto anch'io nel mio blog in estone di questo. Speriamo che si sappia anche all'estero.
Ti ho nominato perchè il tuo commento su voglioscendere era ottimo! L'ho tradotto. Non ti dispiace, vero?
Un saluto!

Danx ha detto...

Ciao Kristel!
Davvero sn stato cosi bravo? Wow!
Non ricordo cosa ho scritto...ma magari lo trovo nel tuo blog!
Baci

Kristel ha detto...

Hai scritto che le piazze saranno affittate al Vaticano per compiere i roghi pubblici...:)
Sei riuscito a farmi sorridere dopo una giornata di m...
K

Danx ha detto...

ahah behh se ridi te, rido anche io!!!
ma io parlavo seriamente...se la gente torna a NON pensare come una volta o per comodità o per obblighi, vedi che le leggi della Chiesa son quelle...Tra Iran attuale e "Italia" del MedioEvo non v'è nessuna differenza!

Che lavoro fai?

Silvia ha detto...

Io infatti NON prego: né velata, né rasata, né a capo scoperto. Così ho risolto il problema!

Il maschio sarebbe il capo delle donne??? Che barzelletta simpatica!!!!!!

;-)

Danx ha detto...

eheh chiamala barzelletta, ma è la realtà dell'umanità del passato e in parte del presente, purtroppo!!!
ciò dimostra come la bibbia sia un testo scritto da UMANI per UMANI!

Silvia ha detto...

E' una realtà che io COMBATTO infatti e di cui auspico il totale, definitivo annientamento!

Ciò dimostra come la Bibbia sia un testo scritto da MASCHI per MASCHI...

;-)

Danx ha detto...

Maschi medio-orientali per...maschi occidentali che hanno trovato una scusa per essere ancora + cafoni! ahah