Questo blog utilizza solo strumenti forniti da Google per i blog, come ad esempio il numero dei visitatori e la possibilità di seguire le novità del blog. Nessun vostro dato (nome, email, sesso, ecc.) verrà da me visto e/o memorizzato e/o diffuso, venduto, ecc.
Non vengono utilizzati software di altre terze parti.

16 dicembre 2018

Pendolari bistrattati in Italia

I politici che vogliono il TAV parlano di vantaggi per l'ambiente (oltre che per l'economia, mah), perché così si useranno meno tir e auto.
Peccato che negli ultimi 8 anni siano diminuiti molto i treni regionali usati da tanti pendolari che non utilizzano appunto le automobili. Allo stesso tempo, questi onesti lavoratori, devono scucire più soldi a fronte di un servizio evidentemente peggiore!
Purtroppo il treno ad alta velocità non porterà loro alcun vantaggio.



14 dicembre 2018

Agapita finalmente felice


Lettera contro la caccia

Basta caccia!

Ma ci rendiamo conto o no che molti animali uccisi non verranno certo mangiati? Qualcuno si nutre di rapaci e specie protette? Ma per piacere!

Ammazzare animali per svago significa annientare LA BELLEZZA DELLA VITA DELLA TERRA, oltre ad essere sinonimo di MALATTIA MENTALE!


28 ottobre 2018

Assolti nonostante l'amianto all'OLIVETTI

Qualche giorno fa la IVSTITIA italiana ha prosciolto i manager dell'Olivetti accusati di sapere e di non aver fatto nulla per proteggere i propri lavoratori negli stabilimenti.

Leggendo la motivazione mi è venuto da chiedermi se questi giudici abbiano agito da tali o da avvocati difensori:

"Mentre è indiscussa l'esistenza di una legge scientifica che individua una relazione causale tra inalazione di fibre di amianto e l'affermazione tumorale denominata mesotelioma, è solo probabile la concretizzazione di tale relazione, nel senso che a data esposizione, non sempre e non immancabilmente fa seguito il manifestarsi della patologia".

Cioè, prima dicono che è chiara la relazione, poi dicono che non sempre ci si ammala e dunque questi poveri operai, alcuni già morti, altri che stanno soffrendo le pene dell'inferno, possono essersi ammalati da altre parti, per altri motivi. Questo è ciò che comprendo e mi sembra veramente insensato oltreché schifoso.

12 ottobre 2018

Anche in Brasile vince la destra ignorante e violenta

E così anche in Brasile sta per trionfare la destra, ma non quella leggermente moderata stile Berlusconi, no, peggio, quella estremista che non si vergogna e anzi si vanta di essere razzista, sessista, omofoba, ecc.

Una destra che sta riuscendo a vincere le elezioni in svariati Stati del mondo per diversi motivi: i partiti tradizionali non riescono più a comunicare e coinvolgere la massa, forse perché badano più ai diritti delle minoranze che a cose concrete come lavoro e risparmio; forse perché in quanto al potere per decenni, vengono visti come pappa e ciccia con istituzioni bancarie, finanziare e grandi aziende che hanno fatto magheggi e furbate sulle spalle dei poveri e onesti cittadini; forse perché la massa ha costantemente bisogno di un capro espiatorio per risolvere problemi e sentirsi allo stesso tempo superiore, e allora ecco la destra che sfrutta i problemi reali ingigantendoli appositamente per porsi come salvatrice dell'umanità a cui pare che nessuno presti più attenzione.

Insomma, dietro le vittorie delle destre ci sono team di esperti della comunicazione e politici spietati pronti a tutti pur di trionfare, anche a generare vere e proprie guerre tra poveri, meglio ancora se dividendo la popolazione su base razziale.

Ad esempio, il possibile vice-presidente brasiliano, Mourao, anche lui ex militare come Bolsonaro (dei geni sti tizi che in vita loro hanno imbracciato le armi!), ha affermato con grande soddisfazione di avere un nipote bianchissimo e che grazie a lui si sta sbiancando con successo la razza.

1: non sapevo esistesse la razza brasiliana
2: non sapevo che una razza diventando bianca migliorasse
3: in Brasile è pieno di neri e meticci, non come in Italia dove i neri vengono visti come corpi estranei alla vita sociale, per cui questa affermazione è veramente stupida (ma lo sarebbe dappertutto, ovviamente!) e spero controproducente

Tra l'altro Bolsonaro è quello che disse ad una giornalista che non l'avrebbe stuprata solo perché brutta, o una cosa del genere. Stacosa non è disgustosa e basta, ma fa veramente paura!

Bolsonaro, colui che in 24 anni ha preso parte alla stesura di due sole proposte di legge, sfiderà al ballottaggio un professore di economica ex sindaco di Sao Paulo, parlo di Haddad, legato a Lula. 

11 ottobre 2018

Spero che Ilaria Cucchi dica NO a Salvini


 Con grande nonchalances, il ministro Salvini fa marcia indietro e si dimentica di aver detto peste e corna della sorella di Stefano Cucchi, rea di aver coperto di fango e merda l'Arma dei Carabinieri.

Oggi, finalmente, è stata appurata la verità, ovvero che il fratello di Ilario venne pestato duramente in caserma e che morì a cause delle botte e della noncuranza nei soccorsi.

Cosa ha detto Salvini? 2 anni dopo averla offesa, l'ha invitata al Viminale.

Io non ci penserei proprio ad andare a casa del nemico e per nemico intendo sia Salvini che lo Stato in quanto creatore, manutentore e difensore delle forze dell'ordine e armate, per le quali ci vorrebbero altrettante forze armate astatali composte da cittadini comuni.


24 settembre 2018

BERLUSCONI IL FURBONE è TORNATO

Il Berluskaz è tornato in auge grazie alla sua solita e intramontabile verve da venditore di fumo e attacca i pentastellati, accusandoli di essere degli stalinisti!

Tesi assurda, ma questa è la sua unica arma di distrazione di massa per ottenere l'attenzione recentemente perduta e per spaventare e riunire il popolino ignorante che ha lasciato Forza Italia per accasarsi alle scorse elezioni nella Lega e nel M5S.

Vuole insomma riproporsi come capo-popolo intento a salvare quest'ultimo da una morte certa e dolorsa. Ma dai!

In realtà lui gioca a spaventare perché odia il reddito di cittadinanza che, se attuato, toglierebbe soldi per riforme a lui più congeniali come la flat tax!

Come al solito fa finta di curarsi del popolino bue e invece bada a sé, senza dirlo, però. Sempre il solito furbone!

15 settembre 2018

Il mistero irrisolvibile di PoltroneSofà

Davvero, secondo me non c'è una spiegazione plausibile al successo di PoltroneSofà.

Sul web praticamente tutti ne parlano male, controllare per credere.
Eppure pare avere tantissimi soldi per pubblicizzarsi in TV ogni dannato giorno!
Più tutti i soldi che ha recentemente speso per aprire i nuovi negozi da Nord a Sud.

Assurdo, come fa ad avere successo?

12 settembre 2018

ONU in ITALIA, ecco i motivi

Ecco perché il governo fasciogrullino mal sopporta (eufemismo) la visita dell'ONU in Italia che, tra l'altro, già ci fu nel 2016 ai tempi del PD:

Fonte: La Stampa


9 settembre 2018

MATTEO IL NUOVO DUCCCE!!!

Potrei dire che sono talmente abituato alle sparate di Salvini da non farci più caso.
Invece sono attratto dalla stupidità e non posso fare a meno di evidenziare quanto Salvini sia stupido o faccia finta di essere stupido. Perché mai dovrebbe fare finta? Perché in questa maniera semplifica nettamente le varie questioni complesse e riesce, con la faccia di bronzo che si ritrova, a passare per vittima aizzando al contempo il suo popolino contro ogni sorta di nemico, come migranti, ONG e PM, ma, guarda caso, tra questi non rientrano mai i mafiosi, i cui nomi fuoriescono dalla sua bocca e dai suoi tweet 1 volta ogni morto di papa.

A proposito di papa, a Rocca di Papa erano fuggiti dei migranti. Ecco la pronta battuta di Salvini: "E meno male che li avevo sequestrati". Scusate, ma cosa centrano le due cose? Lui è stato accusato da un famoso PM siciliano di sequestro all'interno della nave italiana Diciotti, non del sequentro dentro Rocca di Papa. Ma, anche se fosse, delle persone che fuggono lo fanno proprio perché si sentono imprigionate, per cui..
E comunque l'accusa che pende su di lui è molto grave, poiché ha tenuto sulla neve per ben 9 giorni, se non ricordo male, decine e decine di migranti tra cui tanti poveri eritrei, alcuni anche gravamente malati, e donne violentate in Libia! Loro, giunti in acque territoriali italiane a bordo di una nuova della Guardia Costiera italiana, avevano tutto il diritto (sancito da regole e accordi nazionali e internazionali legati ai diritti umani) di sbarcare in Italia. Questo diritto non è stato garantito a nessuno per i primi giorni, per poi aver concesso il permesso ai malati. Se dunque il sequesto a scopo di coazione di una sola persona è grave, figurarsi quanto possa esserlo se i sequestrati sono un centinaio! 30 anni di galera come minimo.

Un'altra sua frase stupida (vorrei dire battuta, ma sta volta non penso si tratti di ciò) riguarda un'altra accusa, quella relativa ai 49 milioni di euro pubblici finiti alla Lega sottoforma di rimborsi, ma non utilizzati appunto per i rimborsi delle spese elettorali et similia, bensì per i fattacci personali della famiglia Bossi, ecc.
Visto che le procure chiedono al nuovo capo della Lega (Matteo Salvini) di ridare allo Stato (per il quale ricopre ahimé il ruolo di vice-premier e di ministro degli Interni) questa bella cifretta, ecco che lui non ci sta a passare per ladro, criminale, farabutto, ecc., ecc., primo perché giustamente (in parte gli dò ragione) non è stato lui ad accaparrarseli e spenderli, secondo perché (e questa fa ridere!!!) lui è stato votato dagli italiani mentre i PM no.

Ma è OVVIO che un PM, così come un giudice, non venga votato ed eletto dal popolo! Queste figure devono essere super partes e badare all'interesse pubblico nella sua totalità, devono badare all'interesse dello Stato. Il politico, invece, facendo parte dei partiti e venendo votato, rappresenta una parte della popolazione, il che vuol dire che alcune/molte delle sue scelte possono andare a discapito del resto dei cittadini. Penso ad esempio a quei politici e partiti che badano più alle esigenze delle industrie anziché dei lavoratori, a quelli che vogliono infrastrutture in ogni angolo fregandosene di ambiente e salute, ecc.
A me pare una cosa talmente ovvio che non posso non pensare che Salvini l'abbia detto per unire ancora di più il suo "popolo" intorno a sé, per non sentirsi solo di fronte ai "forconi della giustizia".
Un'ulteriore cosa triste è però il suo aver messo in mezzo la Turchia: ha paragonato questa inchiesta alla reazione di Erdogan dopo il tentato golpe di 2 anni fa. Cerca di far sentire un grande pericolo al suo popolo. Questo è molto grave.

Salvini, dunque, non è stupido, ma gli piace giocare col fuoco sia per passare come vittima sacrificale, sia per sentirsi capo di un vasto popolo bersagliato dallo Stato che grida vendetta e che ha in lui il nuovo condottiero! Azz

4 settembre 2018

Tesi interessante sull'incremento dell'odio razziale

Approvo questa tesi del procuratore di Trieste, in quanto ci mostra in breve la trasformazione della società italiana, e non solo, passata dal sentirsi unita grazie alle ideologie, all'essere frammentata a causa di vari elementi come l'aumento del numero degli anziani (che in quanto tali hanno paura delle novità e del diverso) contro un sempre più basso numero di bambini, adolescenti e giovani, come la comparsa e l'incremento senza freni della precarità nel lavoro. A ciò aggiungerei il web, gli a-social network e gli smartphone che ci rendono ancora più soli, isolati e fragili.

30 agosto 2018

Incredibile: anni e anni di galera per Salvini

Forse avremo per la prima volta un ministro dell'Interno che si dovrà sorbire anni e anni di galera!

"Nuove accuse al ministro dell'Interno, Matteo Salvini, che nell'inchiesta sul caso Diciotti risponde di sequestro di persona, arresto illegale e abuso d'ufficio, insieme al suo capogabinetto. Ipotizzati dalla procura di Agrigento, come confermato da fonti giudiziarie, anche i reati di sequestro di persona a scopo di coazione, in quanto secondo i magistrati il titolare del Viminale avrebbe impedito lo sbarco per fare pressione sull'Ue in direzione della ridistribuzione dei migranti; e l'omissione d'atti di ufficio poiché avrebbe ignorato la richiesta della Guardia Costiera di un porto sicuro, indicando Catania solo come scalo tecnico."

Fonte: AGI

Inserisco anche questo trafiletto de La Stampa di qualche giorno fa:

In Europa Salvini deve allearsi con le Sinistre!

Salvini e i suoi emuli europei di destra, vogliono bloccare le frontiere, vogliono chiudere i confini e alcuni, come Orban, l'hanno già fatto.
Per loro l'immigrazione non è un fatto da gestire, è una cosa da eliminare, non deve proprio esistere.

Eppure le migrazioni ci sono sempre state e sempre ci saranno. Tutto partì proprio dall'Africa. E' una forza inarrestabile, perché il mondo naturale presente sì difficoltà, ma non barriere insormontabili così estese. Ci sono Stati che presentano confini naturali, altri invece presentano confini molto razionali, creati ad hoc da governi e regimi colonialisti del passato. Questi confini e regimi hanno creato divisioni all'epoca impensabili, crisi e guerre. Hanno armato, per il loro tornaconto, faziosi aggressive e criminali. Hanno invaso l'Africa per sfruttare le risorse naturali. Però gli africani non possono venire in Europa. Misteri del capitalismo occidentale!

Ognuno di noi è migrato almeno una volta per cercare un posto di lavoro migliore in Europa, ognuno di noi ha famigliari che si sono spostati in un'altra regione o anche solo in un'altra provincia, così come ognuno di noi ha parenti che nello scorso secolo, ma anche in questo, sono migrati in posti lontani come l'Argentina o la California, ecc.

Eppure sento dire da Salvini e dai suoi fans, perché di questo si tratta, che questa immigrazione dall'Africa e dal Medio-Oriente è pilotata dai finanziatori delle ONG, perché, pensano, così questi ricconi avranno nuovi schiavi da far lavorare nei loro possedimenti o cose simili.
(S)Ragionamenti, anzi, farneticazioni da bar sport, eppure Salvini, pur col 17%, sente di avere la maggioranza della gggente italica con sé. Cosa che comunque non gli consente di legiferare contro l'accoglienza poiché ci sono ideali e leggi superiori intoccabili che devono rispettare i diritti umani di ogni persona, per cui è VIETATO imprigionare in mare delle persone fino a prova contraria innocenti che vogliono sbarcare in Italia per chiedere l'asilo politico. Nel caso la commissione ad hoc li valuterà non idonei o pericolosi, allora sì che verrnano mandati indietro, ma prima di allora non è possibile e non sono dunque dei MIGRANTI ILLEGALI, come da lui definiti in maniera grezza, tanto per copiare i suoi nuovi idoli australiani, fautori del cinio NO WAY.

Salvini, dicevo, è un grande amico di Orban, il quale però non vuole migranti.
Salvini, che vuol dar via un po' dei migranti che stanno attualmente in Italia, cosa fa? Anziché prendersela con l'ungherese, insulta Macron e tutti gli altri europei non di destra, nonostante l'Italia sia tra gli Stati che in proporzione ha accolto il minor numero di migranti: 2,5 ogni 1.000 abitanti circa contro i 4,5 della Francia e i 22 e passa della Svezia, tanto per dire i primi numeri che mi vengono in mente che ho letto l'altro ieri su Il Post in una tabella che prende dati dell'UNHCR aggiornati al marzo 2017.

Insomma, a me pare ridicolo stare dalla parte di chi NON aiuta l'Italia, solo perché la Francia non vuole che gli africani valichino i confini alpini e di Ventimiglia. La Francia ha molti più immigranti dell'Italia!

E come facciamo a far sì che l'immigrazione non esista proprio? Certo, chiudendo ogni confine in maniera netta, prima o poi tutti i vari fuggitivi lo sapranno e non verranno più in Europa, ma il problema resta. Non è certo chiudendo i confini europei che cesseranno le guerre, gli attentati, le persecuzioni politiche e religiose. Questi loschi figuri, purtroppo politici, forse non si informano, badano solo al loro orticello.

29 agosto 2018

L'ignoranza di Di Maio

Oltre a non sapere di avere un quadro firmato Depero nel suo ufficio istituzionale, Gigetto Di Maio non sa che il ponte Morandi di Genova rimase fino al 1999 in mani pubbliche (lui che decanta tanto le fantastiche sorti delle infrastrutture nazionalizzate..) e che già nel 1981 vennero rilevati dei notevoli problemi legati alla sicurezza.
Così come non sa, o fa finta di non sapere (lo spero!!!) che l'Italia non dà all'Europa 20 miliardi, ma solo 14, ricevendone in cambio non 0, bensì 11.6.

CHI SONO GLI ITALIANI CHE SPARANO AGLI AFRICANI

Purtroppo ci sono persone propense non tanto a difendere, quanto a giustificare (il risultato però è del tutto simile) azioni criminali compiuti da sbandati, razzisti e appunto criminali contro stranieri del tutto innocenti, la cui unica "colpa" fu quella di passare vicino a questi delinquenti italiani.

Quest'anno si sono registrate decine di casi in cui italiani, più o meno giovani e del Centro-Sud, hanno sparato o picchiato, oltre ovviamente ad aver pesantemente insultato, altrettante decine di africani che, ripeto, non stavano facendo niente di male, se non passeggiando, alcuni perché non avevano niente da fare, altri perché stavano rientrando dal lavoro.

Perché vengono giustificati questi bifolchi mezzi mafiosi? Perché alcuni italiani sono soliti dire che gli stranieri ci rubano il lavoro e che vengono mantenuti a spese nostre o, ancora peggio, che sono tutti dei delinquenti (da che pulpito!).
Ecco che così sentiamo ripetere la storia della "guerra tra poveri" ideata dai buonisti per dividere le persone, quando in realtà i cosidetti buonisti, ovvero i politici di Sinistra, vogliono semplicemente una società in cui tutti ricevano un'adeguata educazione (ma con certi è tempo perso!) e possibilità lavorative dignitose. Chi divide le persone è dunque in realtà chi sparla del diverso, del migrante, dello straniero in generale, ecc.

Per farvi capire bene di che pasta sono fatti questi italiani criminali, trascrivo le grandi azioni compiute da alcuni giovani balordi rei di aver sparato proiettili di gomma ad un nero:

"i due maggiorenni erano stati denunciati per furto, danneggiamento e porto di oggetti da scasso; mentre la ragazza era stata fermata per lesioni ed estorsione".

Ma davvero avete ancora il coraggio di giustificarli? Questa gente fa del male sia agli stranieri che agli italiani!

28 agosto 2018

L'aggressività del sovranismo



Nave Diciotti: gli errori da sbruffone di Salvini

Ecco, in breve, cosa ha sbagliato Salvini:

1) non è possibile far rimanere sulla nave delle persone che vogliono scendere in pace sul suolo italiano per chiedere aiuto;

2) tenerle lì ferme, lì bloccate, quasi imprigionate, è davvero un sequestro di persona che il ministro degli Interni ha ideato per ricattare l'UE;

3) è impossibile dire che siano dei migranti illegali, perché le loro richieste verranno esaminate non da Salvini, che è un politico, ma da una commissione apposita super partes;

4) una volta messo piede nell'Unione Europea, non possono essere spediti come delle valige in uno Stato extra UE come l'Albania che si è offerta di aiutare l'Italia prendendo alcuni migranti:

5) non far sbarcare dei migranti eritrei non significa difendere i confini italiani e la sicurezza degli italiani (e dell'Europa), poiché era assodato che non si trattasse di terroristi così com'è chiaro che Salvini non ha mai dovuto bloccare alcuna nave militare straniera:

6) non è vero che l'Italia viene lasciata sola dall'Europa e che riceve pochi soldi: in Italia ci sono pochissimi migranti per mille persone (2,5 circa ogni mille cittadini italiani, dati di marzo 2017, fonte UNHCR), mentre in Francia ce ne sono più 8 e in Svezia più di 20, inoltre l'Italia ogni anno verso al massimo 16 miliardi di Euro e ne riceve circa 3 in meno, mentre lui e Di Maio parlano di 20 miliardi senza contare quelli tornati indietro.

26 agosto 2018

Anche in Argentina la Chiesa cattolica mangia coi soldi pubblici

Per fortuna che anche lì c'è un folto gruppo di atei, come qua in Italia c'è ad esempio l'UAAR


Fonte: LaStampa

Dove rischiano Lega e M5S

Dove rischiano i due partiti al governo? Secondo il giornalista Andrea Carugati de La Stampa, "sui dossier legati al portafoglio dei cittadini"

Ma si parla, prima, anche di altro, come ad esempio le intenzione di voto: secondo alcuni sondaggi, la Lega di Salvini potrebbe in futuro arrivare al 30%, mentre il M5S scendere dal 32 al 28%, perché gli elettori di sinistra dei pentastellati lascerebbero questo movimento per tornare, presumo, ai classici partiti di sx. Inoltre, se la Lega è compatta, il M5S è diviso in due fazioni, si pensi a Fico e Di Maio.

Ecco come si aiutano gli africani

Ottimo esempio di creazione di lavoro sia in Africa sia in Italia, da parte del marchio Samboue.

Carfagna VS Salvini + denunce varie

Una rediviva Mara Carfagna, combattiva come non mai, si schiera apertamente contro i modi grezzi di Salvini sul caso eritrei-Diciotti e profughi in generale:


Allo stesso tempo, però, la sua collega di partito Gelmini (sì, quella del tunnel), si schieramente come da sempre contro la magistratura e in difesa di Salvini, indagato da un pm siculo.

L'attacco di destra non finisce qui, infatti dopo le aspre parole di Gelmini e Berlusconi (solito refrain contro la magistratura che vuole ribaltare i risultati elettorali, LOL), ecco la "controdenuncia" di Gianni Alemanno, sì, proprio lui, il prescritto.

Che dire, stiamo vivendo giorni sereni!

22 agosto 2018

Grullini vs Ponte

Sono state davvero tante le dichiarazioni di grullini e legaioli dopo il tragico crollo del ponte Morandi in quel di Genova.

La prima è relativa all'immediata nazionalizzazione, perché secondo loro tutte le colpe sono di Autostrade per l'Italia.
Purtroppo non è così, infatti è venuto fuori che anche il Ministero dei Trasporti, già da diverso tempo, era a conoscenza dei problemi strutturali del ponte. Evidentemente sia l'uno che l'altro hanno preferito fischiettarci sopra, posticipando continuamente gli essenziali lavori di ristrutturazione.
Come mai? Come mai nessuno ha pensato di eliminare il traffico pesante prima di questi lavori? Come mai nessuno ha pensato di eliminare 1 o 2 corsie per diminuire lo stress?

La seconda riguarda la stessa frase, detta però da Di Maio durante la messa in ricordi delle vittime, rivolgendosi ad un parente. Frase di dubbio gusto, primo perché non ripoterà in vita nessuno, secondo perché probabilmente irrealizzabile perlomeno immediatamente, terzo perché, come abbiamo visto, le colpe non ricadono su una singola parte in causa.

La terza dichiarazione choc è la solita manfrina in salsa leghista contro l'Europa.
Peccato che quel ponte fosse privato e che dunque la sua ristrutturazione o rifacimento doveva venire pagato interamente da Autostrade per l'Italia. Peccato anche che l'Europa ci abbia elargito 12 miliardi di Euro in 7 anni, come potete leggere qui.

La quarta non è propriamente una dichiarazione, bensì una frasetta sibillina pronunziata, anzi a quanto pare scritta e inviata via SMS da Casalino del M5S ai giornalisti presenti durante i funerali di Stato: "Sono curioso di leggere i giornali domani". Come mai tutta sta curiosità? Perché aveva appena sentito dei fischi da parte del pubblico rivolti verso gli esponenti del PD (come se Pinotti e Martina centrassero qualcosa con la privatizzazione e il crollo..).

Terminate le dichiarazioni, aggiungo due punti.

Il quinto punto verte sulla logica: secondo i grullini, che prima del crollo odiavano il sistema statalista perché pieno di politici (e non solo) corrotti, le autostrade devono tornare in mano pubblica, così si aumenteranno gli investimenti in sicurezza. Vero? Falso? Impossibile dirlo. Quello che è sicuro è che ci sono stati negli ultimi anni tanti crolli su ponti e cavalcavia pubblici (statali o provinciali che siano) e incidenti ferroviari (FS) con diversi morti e feriti.

Il sesto punto è importante e riguarda la Commissione d'inchiesta parlamentare sul crollo.
In questa commissione compaiono tre esperti che nel recente passato hanno collaborato proprio per.. Autostrade per l'Italia. In pratica si..autogiudicheranno!

21 agosto 2018

Infrastrutture italiane: ma quale EUROPA tirchiona!

La Lega di Salvini vuole farci credere che l'Europa non ci dia soldi per le nostre vecchie infrastrutture, che se ne freghi dell'Italia, che non voglia farci spendere i nostri soldi.

Balle:

Fonte: La Stampa

2008: quando a Salvini piaceva Autostrade per l'Itlaia

I fantastici vecchi tempi con Berlusconi premier!

Cercando, alla veloce, notizie sui Benetton entrati in Alitalia, trovo un articolo comparso su Affari Italiani a firma di tale Giuseppe Vatinno. Il sig. Beppe cosa scrive? Scrive che "venivano chiamati dalla sinistra "capitani coraggiosi"." Dalla Sinistra? Veramente fu Berlusconi ad usare quell'appellativo.

Non è che il confuso e disinformato o disinformatore Vatinno, è lo stesso protagonista di queste diatribe: LINK 1 e LINK 2

18 agosto 2018

Crollo del ponte di Genova: la colpa non è dello Stato

Alcuni famigliari delle vittime della tragedia di Genova (il crollo del ponte Morandi nel tratto autostradale gestito da Autostrade per l'Italia) se la sono presa alacremente con lo Stato italiano per via della mancata manutenzione.

La tesi è totalmente errata, infatti lo Stato non può, ormai da quasi due decenni, mettere mano sui tratti privatizzati nel 1999. Quell'anno, una società della famiglia Benetton acquistò il 30% degli asset messi in vendita dall'IRI, per arrivare all'84% nel 2003.

La convenzione tra Anas e Autostrade, tutt'ora in vigore, è del 2007, mentre più recentemente Renzi e Delrio allungarono la proroga di 4 anni, portando la concessione ad Autostrade per l'Italia dal 2038 al 2042, a fronte di investimenti sostanziosi mai visti totalmente, in realtà.


Dei lavori su quel ponte maledetto ci sono comunque stati, ma come mai Autostrade per l'Italia, pochi mesi fa, preferì rimandare l'installazione di utilissimi sensori? Troppo costoso o troppa paura di dover chiudere il ponte?

Al massimo, gli accusatori, dovrebbero indignarsi del fatto che lo Stato delegò totalmente la manutenzione ad una società privata, come evidenzia un economista dei trasporti:

"Autostrade si controlla da sola in tema di sicurezza, senza alcun ruolo in merito da parte di organismi pubblici. E’ sconcertante . E’ inaccettabile”. Parola di Ugo Arrigo, economista dei trasporti che insegna all’università degli studi di Milano-Bicocca.
Arrigo spiega e approfondisce la questione dei controlli di sicurezza sulla rete autostradale dopo il crollo del Ponte Morandi a Genova e sulla scia di un articolo del quotidiano La Stampa in cui si sostiene: “Autostrade è, di fatto, l’unico controllore di se stesso, esegue con personale proprio ispezioni e (auto)certificazioni, oppure le affida a consulenti pagati dalla medesima società”."

Venendo invece alle polemiche sulla Gronda, mi preme evidenziare come questa nuova infrastruttura viaria fosse stata progettata proprio da.. Autostrade per l'Italia, come si può evincere navigando nel sito (nel footer c'è il nome della proprietà). Per cui, chi adesso odia questa società privata, come può prendersela totalmente col comitato No Gronda (e politici a loro vicini come certi del M5S)? Solite incongruenze italiane, considerando anche questa fatidica Gronda non avrebbe certo visto la luce prima del crollo, anzi, si parla di almeno un decennio di lavori!

5 agosto 2018

Salvini contro donne e bambini

In Italia i migranti possono ottenere lo status di rifugiati, la protezione sussidiaria o la protezione umanitaria, a seconda dei vari tipi di persecuzioni, rischi, discriminazioni, atti di violenza che possono colpire il singolo o la sua comunità, ecc.

Nel corso degli ultimi 5 anni sono drasticamente diminuiti i rilasci del primo status, quello più importante, da rifugiato.
Idem il secondo.
Il terzo, invece, è stabile.

E Salvini, il furbone, cosa ha detto? Che è aumentato a dismisura il numero di migranti che hanno ottenuto quest'ultimo (protezione umanitaria), mentre invece la percentuale è stabile: 24% nel 2013, 25% nel 2017. Chi lo ottiene? Principalmente donne e minori. Perché questa percentuale a differenza delle altre non è calata? Perchè sono entrati in Italia molti più minorenni e donne rispetto a 5 anni fa.

Pericolo migranti grossi e muscolosi pronti a invaderci e ammazzarci? Direi proprio di NO! Ma non ditelo a Salvinen.

4 agosto 2018

Cristiani perseguitati? Anche gli sciiti

Ogni tanto si sente ripetere da parte del Papa che i cristiani, in giro per il mondo, sono perseguitati.

Non lo metto in dubbio, però i terroristi islamici colpiscono anche altri islamici, basta che siano di una fazione diversa. Come appena avvenuto in Afghanistan dove dei miliziani sunniti hanno ucciso 30 sciiti riuniti in una moschea!

Agli occhi di qualche sprovveduto pare assurdo, invece è risaputo l'odio tra sunniti e sciiti che colpisce anche l'Iraq e la Siria.

Dall'inizio dell'anno, in Afghanistan, sono morte 1.700 persone in attentati!

La Russia aiuta la Corea del Nord

Ma come? Non ci diceva il "buon" Salvini, quello che manda bacini e dice "cuoriaperti", che la Russia da lui tanto amata era sovranista? Eppure a quanto pare aiuta la Corea del Nord facendo gli interessi di quest'ultima.

Da La Stampa di oggi:


Fontana il ministro dell'assurdo

 Il ministro Fontana è veramente assurdo, ora è arrivato a dire che la legge Mancino è stata voluta dai globalisti per andare contro gli italiani..

Per lui, dunque, gli italiani sono quelli che odiano i diversi da loro? Chi proviene da lontano, ha un altro colore della pelle e un'altra religione?

Se una persona insulta il prossimo perché ha una (o più) di queste particolarità, non sta professando delle idee come stanno cercando di convincerci sia Fontana che Salvini, bensì sta agendo da "odiatore professionista" il cui comportamento può portare ad azioni violente, quando queste non vengono già eseguite da lui stesso.

Che senso ha attaccare il prossimo innocente solo perché diverso? E diverso fino a che punto? Suvvia, secondo loro e secondo voi, tutti gli italiani sono uguali? Hanno la stessa tonalità di rosa? Sono alti o bassi uguali, muscolosi o ciccioni uguali, hanno tutti lo stesso dialetto e stesse origini? Credono tutti nella stessa religione e con la stessa "forza"? Ma dai! Siamo tutti diversi, punto e basta. Se io mi metto a propagandare idee di odio verso il mio vicino di casa non perché disturba ma solo perché nero, allora sono un DEMENTE e anche un mezzo DELINQUENTE perché professo idee di superiorità etnica che possono portare ad inusitati e insulsi scontri.

29 luglio 2018

Il PASINI ci illumina sui comunisti italiani

Ogni tanto, giusto per angosciarmi, mi reco presso il lodevole sito de Il Giornale, al cui interno trovo vari "localini" pregiati in cui prendono posto esperti come l'esimio Andrea Pasini, imprenditore grazie all'azienda di famiglia (solita storia italiana!).

Nel suo post linkato prima, se la prende con i COMUNISTI.

Ecco alcuni pezzi:

Sono stati ingannati gli italiani negli anni ’70, quando un manipolo di femministe comuniste ha distribuito notizie assolutamente inventate, false sugli aborti clandestini così da indurli a votare a favore della legge nazista 194; sono stati ingannati gli italiani dai sindacati che hanno usato i lavoratori solo per ricevere compensi personali dalla classe politica e lasciando i lavoratori a morire di fame e di incidenti sul lavoro; sono stati ingannati gli italiani da lobby potentissime e comuniste di omosessuali che mistificando la realtà vogliono che i loro capricci diventino diritti

Notizie false. Lui lo sa per certo, ma non ci mostra le notizie vere.
Legge nazista. Per cui gli italiani a favore, erano tutti nazisti, compresi quelli che vogliono ancora poter abortire.
Lavoratori lasciati morire di fame o di incidenti dai sindacati. Pensavo dai datori di lavoro.
Pieno zeppo di potentissime lobby comuniste omosessuali. Tipo? Arcigay? Famosa multinazionale miliardaria ahahahah
Capricci diventano diritti. Per carità, a volte possono essere capricci, ma un diritto dato in più al prossimo non significa un diritto negato a te che sei diverso da loro.

Continua (è troppo forte!):

Sono stati, e continuano ad essere, ingannati gli italiani per ciò che riguarda oggi il fenomeno dei migranti perché per i comunisti questa gente rappresenta solo ed unicamente un enorme business che hanno gestito per anni con le loro cooperative rosse e che ora grazie al buon senso del Ministro Matteo Salvini vedono piano piano sciogliersi come neve al sole. Ora il plotone dei bugiardi comunisti spara a zero sul governo del fare, ed in particolare sulla Lega, inventando di sana pianta ogni sorta di falsità. Ricordiamo che L’Italia possiede una specie di ben poco commendevole primato” mondiale: avere avuto il più “grande” e “influente” partito comunista del mondo. Fatte salve le debite proporzioni in relazione e ambito del numero dei votanti, in nessun altro Paese del mondo l’ideologia di sinistra ha avuto tanto seguito elettorale, tanto successo, tanta reverenza, tanto stabile e duraturo e pervasivo potere.Cioè senza “colpi di stato”, senza vera forza militare, senza “aiuto fraterno” da parte di avide potenze straniere, senza sommosse popolari.

I comunisti gestiscono il milionario business della gestione migratoria: peccato che le cooperative non hanno per forza un colore politico, meno che mai rosso (si pensi a Carminate, il fascista mafioso di Roma, e alla sua combriccola) e che se sono nel business è perché chi sta a sinistra si relazione più spesso con i poveri.
Il governo del fare mi mancava, non avevo ancora sentito questo slogan banale. Ma fare cosa? Portaci esempi concreti!
Inventano falsità sulla Lega. Fake news anti Lega, quando i primi a diffondere bufale sono i leghisti e tutto quel mondo lì che gira intorno a Salvini.
Poi ci parla del grande seguito del partito comunista in Italia. Quindi tutti i suoi elettori si fece fregare alla grande? Mentre chi vota Berlusconi o Salvini è libero e intelligente?

Mi rivolgo ai docenti, agli editori, ai giornalisti di buona volontà ed ai politici con la mente libera da qualsiasi ideologia preconcetta che hanno il desiderio di lasciarsi illuminare dalla verità perché la società nostra si riappropri della luce della ragione critica, quella che i comunisti hanno tentato di abbattere con tutte le loro forze. Solo così potremo definitivamente sconfiggere questa vera e propria mentalità comunista che rappresenta un cancro nella nostra società e che abbiamo il dovere di combattere, estirpandolo alla radice per salvare il presente ma sopratutto per garantire un futuro libero alle nuove generazioni di italiani

28 luglio 2018

Nomine RAI: essere imbecilli paga

Foa, oltre ad essere una sorta di concorrente della RAI, per via del suo impegno col Corriere del Ticino, è un grandissimo.. credulone che si beve ogni cavolata a causa del suo odio verso i migranti.

Sempre in RAI potrebbe fare la sua comparsa quella sagoma di Mario Giordano, in parte restio al grande passo per via del limite del compenso annuo che non può superare i 230 mila euro. Poveriiiiiiiiiino.

Ma quanto prende attualmente Giordano? E soprattutto com'è possibile? Voi gli dareste anche solo 50 euro al mese? Io neanche 1!

25 luglio 2018

MANIFESTO DELLA RAZZA: il popolo deve sempre trovare un nemico

Improvvisamente, come un lampo a ciel sereno, ecco che il 14 luglio 1938, gli italiani di religione ebraiche, venivano considerati "non appartenenti alla razza italiana".
Già, secondo i magnifici scienziati fascisti, esistevano le razze, tra cui quella italiana..

Attenzione però a dare tutta la colpa ai fascisti. Purtroppo non furono loro a creare i ghetti per gli ebrei, bensì c'è una lunga storia dietro ciò, potete leggere qualcosa qui.
Se ci pensate bene, infatti, i ghetti ebraici delle città italiane sono localizzati nelle aree più antiche.

L'odio verso gli ebrei venne, anzi, rivenne cavalcato questa volta da Mussolini per aizzare il popolino contro una miroranza, per mostrarsi ancora una volta l'uomo forte al comando che sa chi è il nemico e che sa scovarlo con facilità.
Come dite? Pare simile ai concetti espressi da Salvini verso gli immigrati e gli zingari? Dite bene! La storia si ripete così i destri che peccano da sempre di fantasia e tolleranza.

La similitudine la vediano anche nei rapporti con l'estero: Mussolini voleva ingraziarsi la Germania nazista, proprio come oggi Salvini vuole mostrarsi duro come i suoi amici dell'estrema destra austriaca, ungherese e.. tedesca.

Per la prima volta il regime fascista dichiara apertamente che una minoranza è un corpo estraneo alla comunità nazionale.
E che minoranza: per diverso tempo, comunque, gli ebrei erano ben inseriti nella società italiana nonostante gli antichi ghetti, i sospetti e i detti.

Questa fu dunque una novità clamorosa che si discosta dalla visione salviniana, perché lui se la prende con chi sta per i fatti suoi infastidendo noi altri, quindi ecco gli zingari che non si sono mai voluti inserire, adattare, ecc., ed ecco africani ed asiatici vivere in quartieri popolari in periferia dove il numero degli italiani cala sempre più e dove questi hanno sempre più paura di vivere per via della microcriminalità (scippi, spaccio, ecc.) e disturbi vari della quiete pubblica.

Possiamo dunque dire che la sua politica è più sicuritaria, mentre quella fascista era totalmente razzista.
Peccato che, pur essendo ministro degli interni, se la prenda sempre e solo con gli stranieri (gli unici italiani che attacca sono i politici di sinistra) e che, da ignorante qual è, neanche sapeva fino a poco tempo fa che certi zingari siano italiani e che quindi non li si possono mandare via (idem quelli di origine rumena, poiché la Romania fa parte dell'UE dal 2007).

Ma torniamo agli ebrei, e continuiamo a pensare alle politiche odierne (non solo salviniane) verso gli zingari: improvvisamente, dopo questo Manifesto razzista, gli ebrei vengono censiti, devono dichiarare la loro razza ebraica, perché il regime deve comprendere la dimensione del "problema ebraico" per analizzare l'influenza degli ebrei sulla società. Ovvero, più ce ne sono, più aumentano i pericoli per noi VERI italiani (???).

Dopo il censimento, scuole e università CHIUSE per gli ebrei, ebrei dunque senza più libertà e dignità, preclusi anche gli impieghi pubblici, fuori anche dall'esercito. Niente matrimoni misti tra ebrei e.. ariani!

A furia di dire ogni giorno che gli ebrei sono una razza inferiore, gli italiani ci credono, "finalmente" comprendono che si tratti di un problema. Uno? No! IL problema!

Ruberie, corruzione, abusi di potere, stillicidio delle libertà cosa sono di fronte al problema ebraico! Idem ora: chi se ne frega dei soldi rubati da leghisti e destri vari (si pensi anche solo alla Rimborsopoli piemontese) e anche addirittura delle mafie, basta, sono storie vecchie e noiose. Iniziamo piuttosto ad unire il popolino facendolo sfogare contro gli zingari e i negri (aggiungere anche i magistri rossi!!!), così si sfogano, si divertono, ci ringrazieranno e non vedranno le nostre malefatte.

CONCETTO BANALISSIMO E DI FACILE APPLICAZIONE PER I FASCISTI!

E dal 1943 quanti italiani per bene divennero collaborazionisti con gli invasori nazisti, indicando gli ebrei da deportare nei campi di sterminio... E tutto nacque da un semplice censimento a cui seguirono leggi viste come giuste per salvaguardare il povero popolo italiano.

22 luglio 2018

Governo gialloverde e la Cassa Depositi e Prestiti

Il governo di Conte-Di Maio-Salvini vuole far riappropriare allo Stato italiano Alitalia.

Come? Sfruttando i soldi della Cassa Depositi e Prestiti. Peccato che non si potrebbero utilizzare per questi scopi:


Fincantieri e gli affari con le dittature

Le armi occidentali vengono vendute in tutto il mondo. Non è una novità. Ma è sempre bene rinverdirla con prove di fatto, come questa:


Aggiornamento Maggio 2019: anche la Francia vende armi all'Arabia Saudita.


Bene, continuiamo così. Facciamo affari vendendo armi a Stati dittatoriali dove basta uno starnuto per finire in galera! Questi sono i grandi valori dell'Occidente: soldi soldi soldi, tanto là dove l'occhio non vede, il cuore non duole. Bastardi!

Missili russi

Anche se gli stipendi in Russia sono miseri e le pensioni ancora peggio, anche se in Russia ci sono sterminate periferie, anche se in Russia non sanno praticamente cosa sia la raccolta differenziata dei rifiuti, ecco che l'ex potenza sovietica sollazza i suoi cittadini con degli utilissimi missili 'supersonici':


21 luglio 2018

Pietro Grasso smonta il PD scialacqua soldi

Il PD cerca di rifarsi una verginità finanziaria, chiedendo soldi a Grasso perché il tesoriere
ha scialacquato milioni su milioni per la campagna sullo stupido referendum e sugli inutili guru americani.


ILVA: Di Maio vs Calenda

Ecco come venne scelto il nuovo proprietario dell'ILVA.
Parole di Di Maio, il quale si scaglia contro l'ex ministro piddino Calenda.


Ambiente? Salute? Queste sconosciute!

20 luglio 2018

Le ottime considerazioni di Jane Goodall

"La più grande differenza tra gli esseri umani e le altre specie animali è lo sviluppo esplosivo del nostro intelletto. Quindi com'è possibile che la creatura più intelligente che ha solcato questo pianeta, possa distruggere la sua unica casa? Cosa è andato storto? Smebra che abbiamo creato una disconnessione tra il nostro cervello e il nostro cuore, che rappresenta l'amore e la compassione.
Prendiamo decisioni basate sulle gratificazioni immediate. Siamo stati avvolti dal materialismo".

"Sono tre i problemi chiave da affrontare: la povertà, il nostro stile di vita insostenibile e la crescita della popolazione. Pensiamo alle conseguenze delle scelte che facciamo. Cosa compriamo? La produzione di questo oggetto ha danneggiato l'ambiente? Causa sofferenza animale? Quando milioni di persone fanno scelte etiche, allora un mondo migliore comincia a diventare realtà".

Fonte: La Stampa di sabato 14 luglio 2018.


19 luglio 2018

FACCIO QUELLO CHE VOGLIO: tutte le scene del videoclip

Fabio Rovazzi è tornato ad imperversare sul web col suo ultimo videoclip la cui durata supera i 9 minuti.

Molti sono rimasti stupiti e gli hanno fatto i complimenti per questo suo piccolo film ricco di citazioni, comparse e colpi di scena, film non realizzato totalmente da lui in quanto attore protagonista.

Vediamo come si sviluppa il video:

Scena 1: a pesca con Morandi. Dopo avergli detto di non avere più idee, Gianni gli dice subito che proprio per aiutare gli artisti, 'abbiamo costruito il caveau'. Cioè, di punto in bianco se ne salto fuori con un segreto. Mah! E poi, abbiamo chi??? Lui, Baglioni, Renato Zero, ecc.? ahah Dai tira fuori i nomi! Alla domanda di Rovazzi su cosa sia, lui ripete il nome di questo posto, come se ne avessero già parlato. Mah!

Scena 2: ecco il caveau/laboratorio dove viene conservato l'aspetto esteriore degli 'artisti' (ma non è vero, compare Fabio Volo con le fattezze che ha ora, mica quelle del 1999) e le loro caratteristiche della voce (compare Rita Pavone piena di rugazze, ebbé!) dentro apposite bocce ben catalogate.
Come sia possibile trasformare il talento in liquido, tra l'altro ingeribile, è un mistero irrisoluto. Ma ci può stare un po' di simpatico nonsense.
Su alcune di esse vediamo altri nomi, come Albano, Emma, Ramazzotti e Nek. Nomi a caso? No, compariranno dopo poco!
La scena si conclude dicendo che il caveau è 'sicuro e inaccessibile anche alle menti più diaboliche'.

Scena 3: ripresa aerea urbana notturna con titolo in stile Arancia Meccanica che reca la scritta 'Faccio quello che voglio'. La voce fuori campo ci dice che per violarlo occorreva un piano di una difficoltà estrema. A questo punto compare Rovazzi in studio di registrazione assieme al doppiatore, al quale dice di cambiare testo perché non c'è budget (la qual cosa è simpatica perché ogni giovane professionista/artista si scontra con clienti che ripetono sempre questa stupida frase).
Visto che il piano A costa tanto, gli dice di leggere il copione con l'altro piano, quello semplicissimo.. '1,2,3,4 Pippo Baudo'.

Scena 4: inizia il tentativo di mettere a frutto il piano B. Vediamo dunque il protagonista, ovvero Rovazzi, entrare nella sede nei pressi del Duomo di Milano travestito da uomo delle pulizie. Ad attenderlo al desk c'è nientepopodimenoche Massimo Boldi che digita su un computer anni 80 e scope che il Rovazzi è privo di talenti e quindi che ci entra a fare? Ma lui giustamente gli dice che è entrato per effettuare delle pulizie e mostra un tesserino vuoto dove c'è solo una sua foto e Boldi ci casca e lo lascia andare da solo, pur senza averlo mai visto prima, mah. In un luogo simile ci vorrebbero colloqui, accordi, controlli, personale che segue i nuovi arrivati, invece niente. ah ah ah, ridicolo.
Così il Rovazzi passeggia da solo dentro questa sede totalmente vuota (mah!) e si trova dopo pochi secondi di fronte alla gigantesca cassaforte che si apre digitando i numeri 1, 2, 3, 4, per poi farsi riconoscere utilizzando la fotografia di Pippo Baudo.

Scena 5: una volta dentro, si toglie la tuta e rimane in giacca e cravatta, vestito che lo seguirà anche dopo. Prende un sacco di bottigliette e va via, non prima però di aver oscurato le videocamere che, però, hanno già ripreso il suo volto, anzi lo riprendono proprio mentre spruzza. Così Boldi vede tutto ed esclama: 'Cuccato, pirla!".

Scena 6: esce dal caveau e mentre sale le scale ingoia una pasticca per diventare Cracco..
Tutto bello, peccato che questa metamorfosi duri esattamente 9 secondi, il tempo di non farsi vedere dalle persone presenti in questa sede (ma prima non c'era nessuno, mah). Apre una porta per svignarsela e ci riesce, nonostante dietro compaia la Polizia che, pur vedendolo, si dirige da un'altra parte (mah).

Scena 7: si ritrova non si sa perché in un supermercato. Ah sì, il motivo lo so, si chiama product placement (logo Esselunga, prodotti Esselunga, Rossana, iTekk, Celly, Balconi)  .. Anziché scappare cosa fa il nostro? Si siede alla cassa e canta con la voce di Emma Marrone. Qui sentiamo il ritornello. Appena finisce di cantare quella stupida frase 'Perché con questa voce qua papaparapa', ecco ricomparire i poliziotti che corrono alla ricerca del Rovazzi, ma nell'inquadratura successiva li intravediamo in mezzo alla folla festante che canta e  balla in mezzo al nostro.
Seguono scenette stupide, che fungono solo da riempitivo, dove i clienti/consumatTori danzano in mezzo alle corsie come dei dementi.

Scena 8: finalmente si decide a fuggire e scende nei parcheggi sotterranei. Qui trova un'auto che lo attende, parcheggiata sola soletta. Ma voi avete mai visto un parcheggio di un supermercato vuoto, tranne in quelle rare domeniche in cui son tutti chiusi? Io mai. Eppure non era chiuso perché abbiamo appena visto essere pieno di gente.
Il vuoto serve però per evidenziare l'auto che viene ritratta molto bene. Si tratta della sua amica Fiat Panda che si apre e si accende da sola grazie alla sola 'imposizione' della mano destra del nostro.
Entrare a piedi nella sede centrale vicino al Duomo e uscire da un posteggio dell'Esselunga è totalmente nonsense, infatti la filiale più vicina è quella di viale Papiniano che dista 4,4 km. Eppure dal video vediamo che dopo pochi passi lui passa dal caveau al banco salumi ah ah ah
Ma torniamo all'auto. Nel sedile posteriore spunta Eros Ramazzotti che gli chiede di restituirgli subito la bottiglietta col suo talento, dicendo che rubare è un reato. In pochi minuti, forse 1, la notizia del furto si è già diffusa capillarmente e Ramazzotti sa esattamente chi sia il ladro, quale sia e dove sia l'auto, appunto, del ladro! AH AH AH AH AH AH AH AH AH
Ma anche Eros fa ridere, quando gli ricorda che per essere come lui non gli serve la sua voce, ma una semplice molletta. Dopodiché prende e se ne va, fregandosene dei suoi colleghi cantanti rimasti senza le loro bottigliette. Egoist!!! Ebbè, grande citazione la mia.

Scena 9: finalmente in strada intento a guidare ai mille all'ora (citazione morandiana? Manca il latte però!) per fuggire dalla Polizia. Non preoccupatevi, il nostro, pur avendo una macchinina ridicola, non si farà acciuffare, infatti è stato tutto studiato a tavolino: ad una curva anziché girare tira dritto e trova un salto che lo porterà in mare per farlo poi approdare in uno yacht. E ci sale al volo AH AH AH AH AH AH AH AH AH Rido anche perché non c'è alcun effetto/trucco che ci faccia capire come la cosa accada o come sia potuta accadere.
Aspettate a morire dal ridere però, perché di cavolate ce ne sono ancora: mentre fugge con l'imbarcazione di lusso, compaiono subito due gommoni che lo inseguono, oltre ad un elicottero. Ma cacchio, allora sapevano già tutto pure le guardie!
Fregato? Neanche a parlarne: ingerisce la pillola per diventare Diletta Leotta e inizia a cantare il ritornello stavolta con la voce di Nek. Diventa la Leotta sullo yacht? No! Infatti col dito indica un'altra imbarcazione e sarà lì che comparirà, mandando in confusione le guardie. La cosa simpatica è che ce la mostra vestita di tutto punto, non in bikini come molti speravano di vederla.
Ad un certo punto si tuffa e quando ritorna a gallo riecco spuntare il Rovazzi che sale su uno scooter d'acqua (forse ha un altro nome tecnico ma ci siamo capiti) e 'fugge per la vittoria'. Tutto studiato a tavolino: auto, salto, navi.. Ma se la Polizia era a conoscenza della fuga via mare, perché non si è azionata prima per sabotare le varie barche o per sequestrare anche solo lo scooter?

Scena 10: dopo essere stato pescato con una rete dai poliziotti presenti sull'elicottero, ecco comparire Rovazzi dentro una cella, dove vediamo tra i vari poster, una ragazza che somiglia a Dolcenera che mostra un pesce tra le mani. Dopo aver 'cantato' un poco, comparire il miiiitttico Al Bano che ci parla di modelli sbagliati e dei famosi 15 minuti di celebrità.
La sua mano spinge via la telecamera che ci mostra il resto della prigione in cui volano rotoli infiniti di carta igienica. Sequenza bella lunga e totalmente inutile, classico riempitivo.
Dopo 30 secondi riecco il nostro ancora in compagni di Al Bano che, dopo aver detto che 'è stato veramente semplice', si trasforma in Luis, giovane iutuber, che gli spiega come ha fatto a riottenere la borsa con le bottigliette. Al momento però non si capisce dove sia questa borsa e non lo sapremo mai (complimenti!).
Comunque, passano 3 mesi, i due stanno ancora chiusi in cella, quando ad un certo punto Rovazzi viene liberato grazie al pagamento di una cauzione (cosa che in Italia per fortuna non esiste in realtà).
Liberato da chi? Attenzione, prima di vedere chi è stato il generoso, si sente una voce esclamare: "Ma allora sei tu Liberato", ovvero il cantante napoletano che sta furoreggiando da qualche mese a questa parte, la cui identità pare essere anonima (e di cui mi frega meno della 'vita' di una muffa, citazione travagliesca).
Intanto Rovazzi cammina, si apre una cancellata e taaaac, compare Briatore che gli dice: '"o pagato io la cauzione, ora sei fuori!".

Finisce così il videoclip, lasciandoci con l'amaro in bocca, perché delle mie amate bottigliette non c'è più traccia o ombra che dir si voglia. Torneranno nella prossima canzoncina/canzonetta acchiappabimbiminkia?? A quanto pare-pare proprio di sì-sì perché l'ultimo testo ci informa che continuerà-uààà(u).

Riassunto: Rovazzi cerca nuove idee, incappa in caveau dove trova bottigliette con cui avere la voce (non le idee!) di alcuni cantanti italiani famosi. Le ruba, scappa, viene inseguito, canta in un supermercato (ma perché???? Ah già, per fare product placement), finisce in galera, viene liberato da Briatore e poi boh, vedremo.
Qual è il significato? Qual è il messaggio? Cosa lascia questo video?
Forse che tutti quanti siamo o vogliamo essere dei copioni per andare sul sicuro? Perché alla fine tutti quanti aspiriamo anche solo ad un briciolo di notorietà e che per questa siamo disposti a tutto?
Riprese ottime, riempitivi inutili, trama con alcuni/molti nonsense, ritornello orecchiabile, musica insopportabile, Diletta vestita da donna in carriera molto arrapante (lo dico solo per la rima :P).

18 luglio 2018

LADRI DA CELENTANO: non sono migranti

Qualcuno spieghi a questi intelligentoni di lettori e commentatori de Il Giornale che chi si intrufola negli appartamenti e nelle ville non appartiene al folto gruppo di migranti africani, da loro definiti 'nostre risorse' per prendere in giro la 'buonista' Boldrini.

Si tratta invece di meridionali, albanesi, bulgari, rumeni, georgiani.

Con ciò non voglio certo affermare che gli africani non commettano crimini, certo che sì, ma non di questo tipo.

Vediamo alcuni commenti demenziali:

mbferno
Mar, 03/07/2018 - 11:27
Ma chissenefrega di questo komunistoide caviar e champagne. Ringrazi di potersi pagare la vigilanza privata grazie alla quale non gli hanno rubato nulla (sic) mentre il resto degli italiani spesso viene rapinato e massacrato di botte proprio grazie al governo di komunisti incalliti che difendono i kriminali.
 
Ma cosa centra il governo? Non è che uno smette di essere un delinquente se al governo c'è la destra o la sinistra, anche perché per fortun la destra non può imporre posti di blocco ad ogni rotonda, bivio, ecc.
 
bandog Mar, 03/07/2018 - 12:05
Saranno delle risorse che, visto l'apertura del tipo, volevano un autografo!!XD
 
Vabbé qua si scherza sicuramente. Ma ora tenetevi forte:

Professor...Malafede
Mar, 03/07/2018 - 12:06
E va bene caro Celentano, abbi pazienza, sono pur sempre risorse della Boldrini, vedrai che quando si integreranno per bene busseranno a casa tua solo per sentirti cantare... e andrete tutti insieme e allegramente a votare PD... insieme a Bergoglio, Galantino e mons. Paglia... e che code di paglia...
 
AH AH AH Basta scrollare di poco ed eccolo il genio che non può non nominare ogni giorno la Boldrini!

ginobernard
Mar, 03/07/2018 - 12:10
ma non è per la accoglienza ? 
 
Ma cosa centra l'accoglienza con i ladri che sono quasi sempre rumeni?
 
maurizio50
Mar, 03/07/2018 - 12:34
Celentano è un grandissimo Compagno. Sa rà felice di spartire le sue ricchezze con chi ha meno di lui!!!!!!
 
Eh sì, perché i ladri sono notoriamente poveri. Anche questo ha confuso ladri rumeni con spacciatori neri o scippatori magrebini.

pensionato.stufo
Mar, 03/07/2018 - 12:37
Ma come, un comunistone con allarmi e guardie giurate ? Non doveva essere per l'accoglienza senza se e senza ma ? 
 
Aridaje con sta accoglienza, ma cosa centra? 

Blent
Mar, 03/07/2018 - 12:40
suggerisco alle bande di rapinatori di informarsi anche su molti altri loro sostenitori ricchi e di andare da loro a colpo sicuro, vi sosterranno sempre e comunque.
 
Un altro demente convinto che si tratti di un gruppo di migranti arrivati con i gommoni dall'Africa. 

scimmietta
Mar, 03/07/2018 - 13:57
Se fosse una banda di "migranti" dovrebbe ssere contento....
 
bracco
Mar, 03/07/2018 - 15:01
Bene sono contento, vanno dove trovano i soldi e sono i benvenuti dei buonisti
 
Gianluca_Pozzoli
Mar, 03/07/2018 - 16:48
ma io sono contento! così CELE prova l'emozione di essere derubato dalle risorse che ha sempre difeso
 
settimiosevero
Mar, 03/07/2018 - 17:01
le risorse cominciano a comprendere che in casa del popolo non c'è più nulla da rubare che già non sia stato preso da monti a renzi. mentre dai compagni il bottino si fa interessante.
 
brunog
Mar, 03/07/2018 - 18:22
Da buonista dovrebbe esporre il cartello "Siate i benvenuti". 
 
bundos
Mar, 03/07/2018 - 21:02
semplice! metta in pratica la sua filosofia, ospiti in casa sua ,tanto grande,50 migranti o anche 60 e vedrà che non ci saranno piu' ruberie,saranno una garanzia.
 
 
 

17 luglio 2018

Vitalizi: il popolo pieno di odio plaude alla farsa

Articolo perfetto, comparso su La Stampa di sabato 14 luglio 2018, sul ricalcolo dei vitalizi che ci farà risparmiare qualche milioncino, e sul popolo inferocito che, aizzato dai populisti, pensa di aver fatto la rivoluzione, mentre non fa altro che continuare a seminare odio a tutto spiano.

ONG, LIBIA, SALVINI, DESTRA, MIGRANTI

Praticamente tutti gli elettori di Destra sono contro e odiano la ONG Open Arms che è solita attaccare il governo giallo-verde per la sua politica contraria all'accoglienza di nuovi migranti dall'Africa.

Come ben sappiamo, arrivano tutti dalla Libia i migranti incriminati e fra di loro ci sono anche dei poveracci dal Sud Sudan, Eritrea e altri postacci in cui vivere è impossibile e sopravvivere è difficilissimo. Guarda caso, i leghisti mica ci vanno. Loro preferiscono gli investimenti in diamanti, le scuole private albanesi, ecc.

I destri attaccano questa ONG accusandola di voler riempirci di migranti pur essendo spagnola e snobbando dunque i porti spagnoli.

Ma queste persone hanno mai visto una mappa?


A riguardo, invece, del presunto affondamento di un'imbarcazione piena di migranti (ci sono stati due morti, gli altri sono saliti su una nave libica che li ha riportati indietro), di cui potete leggere su Il Giornale (la ONG di cui prima, accusa i libici di aver volontariamente distrutto la barca), voglio proporvi due commenti:

polonio210
Mar, 17/07/2018 - 15:03

"Fuori le prove. Dove sono le immagini dell'affondamento da parte dei libici? Tiratele fuori queste benedette prove, altrimenti chiunque potrebbe pensare che la barca l'abbiate affondata voi per creare un caso o che abbiate preso dei rottami e dei cadaveri, a voi forniti da qualche scafista di vostra conoscenza, e fatto delle foto da usare ad arte."

Dove sono le immagini!

Come se ogni cosa potesse venire ripresa, come se ci fosse sempre un capanello di cameraman, come se i migranti stessero sui social come Salvini e compagna & friends. Questo malato di mente di nome Polonio210, che spero sinceramente non abbia nè lavoro, nè amici, nè famiglia, è arrivato al punto da accusare la ONG o di averla distrutta lei provocando i morti (!!!) o di essersi fatta procurare dei morti da usare come orpelli da degli amici criminali scafisti libici.  Minchia, distruggere una barca e ricevere dagli amici scafisti nel momento subito seguente questa distruzione, dei corpi di persone morte è una cosa semplicissima da fare, m'han detto.

Follia totale!!!

Eccone un altro:

Scirocco
Mar, 17/07/2018 - 15:04 

"La Guardia Costiera Libica ha sbagliato, doveva infatti affondare la Open Arms. Se non ci fossero le navi di questi fasulli delle ONG gli africani non partirebbero nemmeno perché saprebbero che NESSUNO li recupera e piano piano farebbero rotta dalla Libia verso il loro paese di origine e non verso l'Europa."

Secondo Scirocco le ONG non sono veramente delle associazioni no profit, ma gruppi di gentaccia il cui unico scopo è divertirsi con le onde lucrando al contempo coi migranti (quando per lucrarci conveniene aprire un bella cooperativa sulla terra ferma). Inoltre, se non ci fossero, le barche dei migranti non partirebbero. 
E certo, come se venissero guidate da loro e come se questi potessero ricevere ogni aggiornamento dalle ONG o altri. Le barche vengono continuamente spedite in mare dai criminali scafisti, che ci siano o no le ONG, perché agli scafisti che le persone vivano o muoiono frega nulla. Il loro unico compito è lanciarli in mare e il loro unico scopo è incassare migliaia di euro da ognuno di essi!

Salvini, comunque, non demorde e non si vergogna di mostrarci questi morti innocenti (una donna e un bambino) creando una tetra allegoria dove le sue parole sprezzanti incontrano la fratellanza, la solidarietà financo l'amore grazie all'hashtag #cuoriaperti (che segue quello più famoso #portichiusi) proprio sopra queste immagini di morte causate dai suoi amici libici.

Le conseguenze dei porti chiusi le conosciamo bene, coi migranti che restano tante altre ore in mare, mentre quelle dei cuori aperti da lui sbandierati no. Quali sono? Che succede col cuore aperto di Salvini??
Non comprendo i risultati di questa sua politica dal cuore aperto. Sarò scemo e ignorante, non so, aiutatemi.

Salvini e tutti i vari destri, però, devono negare l'evidenza dell'assurdità delle loro scelte, come se lasciarli in mare o pagare la Libia (che non sa cosa siano i diritti umani) fosse una vera politica democratica, e andare dritti per la loro strada senza vacillare e senza tintinnare. Devono risultare coerenti col loro non-pensiero fregandosene della loro non-coscienza che continua a non farli tremare a colpi di hashtag.

La sindone è una bufala eterna

Secondo due scienziati, uno inglese e uno italiano, membro del CICAP, la posizione delle macchie di sangue presenti sulla famosa sindone sono irrealistiche.

Ma è possibile combattere l'irrazionalità e il desiderio di credere e appartenere a qualcosa di più grande dell'essere umano, piccole essere vivente e morente?
Niente, secondo me, può scalfire la forza interiore dei credenti, anche se forse più che di ciò, si dovrebbe altresì parlare di creduloneria portata ai massimi livelli, proprio per il desiderio di vivere per sempre che è proprio degli umani fin da quando hanno potuto sviluppare questo concetto, quindi già migliaia di anni prima della comparsa del cosidetto Cristo.

Tornando alla sindone, mi stupisco di come sia atei che laici che ferventi cristiani (tranne qualche ateo che ringrazio perché proprio da lui/loro mi resi conto di questo errore madornale) non si siano mai accorti che ad essere innaturale è anche il disegno dell'uomo che compare su questo lino.

Mi si potrebbe obiettare che in realtà il disegno è un ritratto perfetto.

Sì, talmente perfetto da essere totalmente innaturale. Il perché è facilmente spiegabile e ogni persona può scoprire i motivi di questa mia (e non solo mia) tesi, utilizzando appunto un asciugamano, un telo, ecc.

Se si pone un velo sopra il volto di una persona, cosa succede? Succede che, pur ponendo per vero il fatto che questo possa memorizzare i tratti umani come fosse una lastra fotografica, questo volto verrà ritratto in maniera deforme perché il volto, il cranio anzi, è tridimensionale, mentre il lino è bidimensionale, per cui il volto, così come gli arti, verrà deformato in larghezza.

Come detto però poc'anzi, la domanda è sempre la stessa: ogni spiegazione razionale serve all'umanità che finalmente prende coscienza delle fandonie che ha dovuto subire, oppure è tutto inutile, perché più le credenze dei cristiani vengono derise, più loro si pongono sulla difensiva?

8 luglio 2018

La demenziale riforma delle pensioni pentaleghista

Assieme alla Flat Tax, ottima per sottrarre soldi al nostro Welfare State, andando dunque contro la parte povera del popolo becero e bue che ha votato M5S e Lega, non poteva mancare una assurda riforma delle pensioni che non va affatto a beneficio dei poveri, anzi, tutto il contrario. Guardate questo grafico de La Stampa:


La BUFALA dei 100 milioni di africani pronti ad INVADERE l'Europa

Secondo un blogger di destra de Il Giornale http://blog.ilgiornale.it/…/leuropa-sara-africana-lo-vuole…/# (allucinanti i commenti dei lettori, dei veri e propri ossessionati di questa fantomatica invasione che non c'è), in Africa ci sarebbero, da qui al 2050, ben 100 milioni di persone intente, desiderose, di entrare in Europa, a causa di una fortissima crescita demografica.
E, si badi bene, non si tratta di poveracci e di perseguitati, ecc., bensì di chi sta meglio degli altri perché può permettersi un lungo e dispendioso 'viaggio'.
L'autore menziona naturalmente l'ormai famosissima 'Elite' guidata dall'imprescindibile Soros, nemico di tutti i nazionalpopulisti europei.

Mi chiedo cosa ne possa questa fantomatica Elite della crescita demografica in Africa, quando sono proprio gli occidentali (Stati ma soprattutto ONG e filantropi), a spingere per l'uso dei contraccetivi, andando contro i cattotalebani vaticani?

La cifra riportata dal blogger mi pare veramente assurdo, significa vedersi arrivare prima in Italia e poi in tutta Europa ben 3 milioni di persone ogni anno.
Cifra totalmente folle e secondo me campata in aria per il sollazzo dei razzisti che campano solo con questi allarmi.

Folle perché, se è vero che ci sarà una crescita, è comunque assurdo ipotizzare una crescita degli arrivi così notevole.

Attualmente, infatti, gli arrivi stanno intorno ai 120.000.

Guardiamo ad esempio questi dati riguardanti l'intera Unione Europa (2014):
https://it.wikipedia.org/wiki/Crisi_europea_dei_migranti…

Vediamo dunque che la maggior parte degli arrivi proviene dalla Siria (che non si trova in Africa) a causa della guerra civile. 80 mila persone circa.
Togliamo anche l'Afghanistan (che non è in Africa), Kosovo e Albania. 54 mila persone circa.
Tra gli Stati africani troviamo l'Eritrea (tra i più poveri: https://www.tpi.it/2018/06/15/fuga-eritrea-migranti-europa/) 35 mila persone, Mali 10.600, Gambia 8750, Nigeria 8700, Somalia 7700. Altri: 54000.

Totale di questi Paesi africani: 70.750
Totale Africa + altri (altri può comprendere altri Stati africani): 124.750


Nel 2016, in totale, sono arrivate 180.000 persone. Tante, ma penso ci sia una leggerissssima differenza tra 125.000, 180.000 e 3 milioni!!! Nel 2017, invece, 120.000.
Inoltre, se la Libia si stabilizzerà, speriamo!, molti africani andranno lì per lavorare come avveniva in passato. Senza considerare il fatto che gli africani che oggi arrivano qui, non fanno di certo la bella vita, ma si annoiano tra i vari centri di identificazioni e le richieste di elemosina davanti ai supermercati.

PS: molti non sanno niente sull'Eritrea e allora eccoli accontentati

"La tortura e altri trattamenti crudeli, inumani e degradanti sono all’ordine del giorno. Il dissenso è costantemente represso e qualunque critica al governo può costare cara.
I motivi della detenzione arbitraria di prigionieri sono tanti: dalla critica all’operato del governo, allo svolgimento della professione giornalistica, dalla pratica di una religione non riconosciuta dallo stato alla diserzione del servizio militare, fino al tentativo di fuga dal Paese.
In tutti questi casi l’arresto e la detenzione senza un processo è estremamente diffuso, tanto da infondere tra i cittadini eritrei il terrore per ogni comportamento, pubblico o privato che sia
Migliaia di cittadini – in particolare attivisti, dissidenti e giornalisti – sono incarcerati senza un giusto processo.
Reporter senza frontiere classifica l’Eritrea al 179esimo posto su 180 paesi nel suo World Press Freedom Index, definendo il presidente Afewerki un “predatore della libertà di stampa”."

5 luglio 2018

BOOM precarietà

Non ho mai capito perché si usi il termine onomatopeico 'BOOM' aka 'BUM' per parlare ad esempio di un risultato in crescita. Alla fine uno scoppio mica fa crescere in positivo un risultato, anzi, se qualcosa scoppia significa che è andata distrutta.. boh, vabbé, comunque volevo solo dirvi che al momento ci sono gli stessi occupati (lavorativamente parlando) del 2008, peccato che ci sia stato nel frattempo un numero crescente di lavoratori con contratti a tempo determinato, di precari insomma.

Rispetto al 2008, nel 2017 l'aumento dei lavoratori con contratto a termine è salito del 19,2%! I contratti part-time sono saliti di 1 milione: da 2,5 a 3,5 milioni!

Si prospetta un bel futuro, non c'è che dire..

La bella famiglia di Conte

Il nostro amato premier Conte, autoaffermatosi 'avvocato del popolo', ha una bella famiglia.

Sta con una donna, Olivia, il cui padre, Cesare Paladino, è stato pochi giorni fa accusato di essersi intascato 2 milioni di Euro, cifra relativa alla tassa di soggiorno che avrebbe dovuto versare allo Stato in quanto proprietario alberghiero, tra il 2014 e il 2018. Il suo hotel si chiama Grand Hotel Plaza ed è sito in quel di Roma.

Per ora, per quest'anno, si è limitato a mettersi in saccoccia la modica cifra di 88.000 Euro.
Cifra che chissà in quanti anni io potrò vedere.. Sigh

4 luglio 2018

LA POVERA RUSSIA

Siamo soliti pensare che i russi siano ricchi, perché siamo succubi delle immagini dei magnati che fanno acquisti sontuosi in Europa.

La realtà media è ben diversa, la classe media è ben più povera di quella occidentale e una larga fetta della popolazione in età lavorativa non è attiva, mentre molti degli occupati non si sa bene che lavoro facciano.

La Russia continua ad essere un posto strano, insano, pericoloso ed estremamente corrotto.

Leggiamo alcuni dati (li trovate nel sito Contropiano, in una pagina del 2017):

la Russia, secondo il New World Wealth con sede in Sudafrica, ha il più alto grado di disuguaglianza sociale tra le maggiori economie mondiali, infatti sembra che il 10% dei russi (ma c'è chi parla addirittura del 3%) detenga il 90% della ricchezza nazionale;

se nel 1931 veniva dichiarata scomparsa la disoccupazione, oggi sono occupati 48 milioni di russi in settori noti allo Stato, su 87 milioni di russi in età lavorativa.. queste sono le parole di Olga Golodets la quale ha anche affermato che non si sa in quale ambito sia occupati tutti gli altri né come, ecc.;

venendo a dati più espliciti, vediamo che il 10% dei cittadini russi non ha sufficienti entrate per il cibo e il 29% non ce li ha per il vestiario e secondo VTsIOM il 39% dei russi è da considerarsi povero (dati del maggio 2016), mentre secondo un'altra fonte, il 20% vive(va) sotto la soglia di povertà.. 7 persone su 10 pare vivano con 15.000 rubli mensili (200 Euro!!!) e non è un caso vedere reportage e documentari sulla Russia incentrati su russi (non su africani come avviene da noi) che chiedono l'elemosina. Sempre secondo la stessa fonte, pare che ben 5 milioni incassino solamente €100 al mese;




3 luglio 2018

SALVINI EDUCA IL SUO POPOLO RAZZISTA?

Matteo Salvini ha plaudito le campionesse italiane di atletiche, le 4 ragazze con origini stranieri, c'è ad esempio una ragazza nata a Cuba e una nata in Italia col papà nigeriano, ecc.

Dice di volerle abbracciare e che è a favore di chi viene qua per far crescere il 'nostro Paese', mentre è contro l'immigrazione clandestina.

Io posso anche credere alle sue parole, sapete però quale è il problema?

Che il suo elettorato di riferimento, i suoi 'fans', anzi, sono invece estremamente di destra, estremamente razzisti che, basta leggere i commenti sotto i vari video su YouTube, odiano qualsiasi tipo di straniero.

Voglio credere che le sue parole servano da lezione a questi besughi.

30 giugno 2018

Mentre i politici parlano i migranti muoiono

Migranti visti come aspirapolvere della Folletto che nessuno vuole ma che qualche fesso alla fine si prende, visti quindi come oggetti che non si vogliono e che non si sa dove metterli.
Centri di identificazioni osceni che sono come dei magazzini per contenere questi oggetti sempre più numerosi e ingombranti che costa mantenerli anche se stanno fermi inutilizzati e che producono immondizia.
Navi ONG viste come TAV o autostrade che in poco tempo spostano questi 'oggetti' senza S davanti e che non osano pagare il biglietto e che vogliono sorpassare tutti.
Poverini i nostri politici europei stanchi dopo 10 ore di colloqui mentre la gente innocente continuava a morire nel mare. Perché non vanno mai a Sud della Sicilia a vederli questi morti, questi vivi, mezzi vivi, questi vivi semi vegetali, questi vivi moribondi? Sono come i militari che anzichè sparare da terra guardando il presunto nemico negli occhi, utilizzano il drone e vedono la guerra come un videogioco banalizzando il male, il sangue e la morte.
Il ministro Buffone della malavita, che soprannominerei anche il ministro del Terrore, ha tuonato che le ONG vedranno l'Italia soltanto in cartolina. Un po' come i soldi che la LEGA (NORD) ha nascosto in Lussemburgo e a Panama. Un po' come un posto di lavoro MAI AVUTO da Salvini. Lui è solo bravo a urlare, blaterale e fascisteggiare ovvero RUTTARE.