1 marzo 2013

Neoeletti futuri disoccupati

Quindi, secondo il programma del M5S, i neoeletti dovranno abbandonare il loro lavoro, ma dopo 5 o massimo 10 anni, dovranno uscire dalla politica.

Come faranno a campare???

28 febbraio 2013

Lettera rimborso IMU, non è un reato.

Ogni scusa è buona per incriminare Berlusconi e più lo si incrimina, più la gente penserà davvero che sia un perseguitato.

Perché dico questo? Perché la storia della lettera riguardante il rimborso dell'IMU è una balla stratosferica: lui non s'è finto governo, lui non ha scritto "Andate in posta a farvi restituire i soldi", ma ha semplicemente scritto che se tornerà a governare abolirà l'IMU sulla prima casa.

Se la gente vogliosa di soldi, ma ricca di dabbenaggine, corre in posta, beh, sono problemi suoi!

Se Berlusconi viene indagato per questo presunto "voto di scambio", allora anche tutti gli altri politici che promettono meno tasse o anche una semplice ripresa economica dovrebbero presentarsi in tribunale, perché le loro sono promesse che non sempre si basano su dati di fatto (che dire poi di Grillo che oltre all'abolizione dell'IMU, vuole dare una sottospecie di reddito di cittadinanza? E' una cosa allettante che fa venire l'acquolina in bocca..).

Reinserimento sociale

E' un criminale? O ha semplici problemi psicologici? D'altronde uno che indossa animali morti, anzi uccisi, sopra un sacchetto dell'immondizia non deve essere molto sano di mente!



Povero Fini

Quando era un fascista, stava comodamente in Parlamento.

Ora che è divenuto un personaggino a modo.. fuori.

Avanti i clown :)

27 febbraio 2013

FARE meglio di Grillo. Il Sole demolisce le illusione del M5S.

La gente vota di pancia: c'è uno che catalizza l'attenzione sfruttando lo sdegno verso gli sprechi della politica, e allora questo viene votato senza curarsi di esaminare un po' il suo programma, l'importante è sentirsi uniti nello sdegno sentendosi i più buoni e i più preparati.

Cosa fatta, invece, dal Sole 24 Ore QUI e QUI (Fatta cosa? Ma la desanima, no?)

Grillo vuole uscire dall'Euro perché altri 10 Stati europei vivono benissimo senza questa valuta.
Peccato che a differenza nostri, questi 10 Stati non abbiano mai avuto questa valuta (noi saremmo i primi a liberarcene!). "La ridenominazione dei contratti in euro nella valuta nazionale equivale a un default".

Grillo vuole tagliare gli interessi e allungare le scadenze della restituzione del capitale, cosa che per le agenzie di rating equivale ad un default. Se non si pagano in tempo gli interessi si cade nel baratro!

Grillo difendendo l'acqua pubblica, difende le aziende pubbliche, cosa che secondo Il Sole produce inefficenza.

Grillo basa la sua politica energetica sulla green economy, ma al momento gli incenviti per le rinnovabili ci costano 10 miliardi di euro l'anno (6,5 solo per il fotovoltaico), "che ha innescato incrementi di 42 euro al megawattora".

Grillo e la produzione: vuole che i prodotti attualmente recanti la dicitura "Made in Italy" siano davvero prodotti in Italia. Cosa buona e giusta, però si penalizzano quelle aziende col centro ricerca in Italia e la sede produttiva all'estero, cosa che potrebbe invogliarle a trasferire tutto all'estero.

Grillo è contro l'IMU sulla prima casa anche per i ricchi, per cui la sua abolizione ci costerà 4 miliardi di euro l'anno.

Grillo vuole il sussidio di disoccupazione, cosa leggermente diversa dal reddito di cittadinanza, cosa che ci costerà 8 miliardi di euro l'anno.

Grillo, fra le varie proposte per abbassare i costi della politica, vorrebbe che i politici prendessero come emolumento una cifra mensile pari allo stipendio medio nazionale, cioè 1.300 euro.
Secondo Il Sole "è troppo generica", secondo me è controproducente perché si abbinerebbe al divieto di lavorare in Aula per oltre due legislature, per cui potrebbero entrare in politica soltanto coloro i quali che provengono da una famiglia ricca che li aiuterà a trovarsi un ottimo lavoro dopo i 10 anni passati a Roma: una persona comune non può pensare di sacrificarsi 10 anni per poi ripiombare nella vita comune, magari a 40-45 anni, quando non avrà più alcuna possibilità di assunzione. Io sono a favore della carriera politica (ovviamente con emolumenti minori!)!

Grillo e l'editoria: vuole che due dei tre canali televisivi pubblici (cioè della Rai), vengano venduti (ad azionariato diffuso con proprietà massima del 10%), aggiundo il divieto di spot nel singolo canale rimasto (aumenterebbe il canone?), così facendo si ingolfa il mercato. Asta delle frequenze ogni cinque anni. Troppo pochi, secondo Il Sole, per poter ammortizzare i costi.
Un'altra proposta è l'abolizione dei finanziamenti ai giornali. Se è vero che certe case editrici prendono cifre astronomiche (notare come nel giornalismo ci siano gli stipendi medi più alti!) e che certi giornali vengono creati proprio per acciuffare questa valanga di soldi, è anche vero che certi giornali (veri!) letti da un pubblico ristretto, rischierebbero di chiudere azzoppando, dimezzando la pluralità d'informazione, giornali che vendendo appunto poche copie, non potrebbero di certo rifarsi con le inserzioni pubblicitarie (altro settore in crisi) perché non commerciale come quelli (molte volte mera spazzatura) denominati "free press".

Ora confrontiamo alcune proposte del M5S con quelle di FARE. La cosa è divertente perché il primo partito ha preso più del 25%, mentre il secondo poco più dell'1%.

FISCO. Efficacia M5S BASSA e realizzabilità BASSA. Efficacia FARE BASSA e realizzabilità MEDIA.
IMU. Efficacia M5S MEDIA e realizzabilità MEDIA. Efficacia FARE ALTA e realizzabilità MEDIA.
TAGLI SPESA. Efficacia M5S BASSA e realizzabilità BASSA. Efficacia FARE MEDIA e realizzabilità MEDIA.
LAVORO. Efficacia M5S MEDIA e realizzabilità BASSA. Efficacia FARE MEDIA e realizzabilità ALTA.
INDUSTRIA. Efficacia M5S MEDIA e realizzabilità BASSA. Efficacia FARE ALTA e realizzabilità MEDIA.
INFRASTRUTTURE. Efficacia M5S MEDIA e realizzabilità BASSA. Efficacia FARE MEDIA e realizzabilità MEDIA.
SEMPLICIFICAZIONE. Efficacia M5S MEDIA e realizzabilità BASSA. Efficacia FARE ALTA e realizzabilità MEDIA.
SANITA'. Efficacia M5S BASSA e realizzabilità MEDIA. Efficacia FARE MEDIA e realizzabilità BASSA.

Dov'erano i grillini?

Io ho la tetra sensazione che i grillini siano comparsi ora, quando tante persone si sentono stritolate dalla crisi (in realtà buona parte di queste, si dice in crisi perché più o meno inconsapevole dello spreco di denaro in cui è incappata consumando cose inutili o dannose), proprio perché anche loro vivono questa emergenza e hanno addosso questa sensazione di insicurezza.

Mi chiedo quindi dov'erano prima, chi votavano, perché hanno dovuto aspettare che Grillo creasse questo movimento/partito. Probabilmente prima guadagnavano bene e spendevano tanto quindi se ne fregavano, dando con noncuranza il voto ai grandi partiti illiberali di centro destra e centro sinistra, ma tanto ora dovranno fare i conti con un altro partito al suo interno illiberale..

26 febbraio 2013

Ma i grillini cosa vogliono?

Ma ai grillini stanno a cuore i diritti delle minoranze (malati, tossicodipendenti, carcerati) e problematiche legate al lavoro e all'ambiente? Oppure è soltanto gente incacchiata in generale coi politici, per cui vuole le seguenti cose e basta?

"Una seria legge sul conflitto d'interessi, dimezzamento del numero dei parlamentari, una nuova legge elettorale, abolizione o riduzione del finanziamento pubblico ai partiti, una seria legge anticorruzioine, ripristino del falso in bilancio, riduzione dei compensi dei parlamentari e non solo, una seria legge sulle così dette liste pulite, e tante altre ancora"

Questo è un commento trovato nel sito del Fatto Quotidiano, apparentemente rilasciato da un grillino che elenca le cose che i suoi compagni possono, anzi devono, fare.

Mendicante fuori dal seggio

La domanda sorge spontanea, dopo aver visto una foto..

Ma Francesca Pascale avrà lasciato almeno 50 cent al mendicante fuori dal seggio dove s'è recata?

25 febbraio 2013

Berlu torna alla grande!

Berlusconi torna clamorosamente in auge, ma perché mai clamorosamente?

Se la maggioranza delle persone si informa attraverso la Tv, voterà o PDL o PD o in parte Monti, perché ultimo premier, o Grillo perchè anche senza interviste è stato inquadrato molte volte poiché attira l'attenzione, aumenta l'audience, tiene in piedi il baraccone della politica nostrana.

Purtroppo altri ottimi partiti considerati inferiori non hanno ottenuto tanti voti proprio perché eslcusi dai mass media con la legge della Par Condicio completamente violata. Infatti i Radicali, Italia dei Valori, P. Comunista dei lavoratori e anche Lega Nord, hanno denunziato tutto ciò all'AGCOM.

Quindi, ennesime elezioni farsa, elezioni illegali!

A parte ciò, sono proprio curioso di sapere se il PD farà mea culpa, o se accuserà ancora una volta il M5S di rubargli voti. Di sicuro mi dispiace per l'esclusione del partito di Ingroia.