19 aprile 2010

Gasparri accoglie i ragazzi di Emergency

Vota questa vignetta e questo articolo su OKNotizie

Ma guarda un pò, i tre operatori italiani di Emergency arrestati per complotto in Afghanistan, arrestati più di una settimana fa dai servizi segreti di quel Paese, sono stati liberati per estraneità ai fatti e la loro fedina penale resterà intonsa.

Quindi niente complotto, niente attentato, niente armi e niente famose intercettazioni che quindi erano una balla? Attendo news dal Giornale che ci ha propinato diverse chicche in questi giorni, come: "Terroristi, vittime o pirla", "Confessione choc" e "Telefonata incastra l'uomo di Strada".
Le dichiarazioni dei nostri politici di centro-destra a me non sono sembrate scandalose, pensando alla storia di Emergency fatta di rapimenti forse organizzati da un collaboratore di Strada, Hanefi, da amicizie con dittatori africani e da riscatti miliardari versati ai talebani.
La Russa "Capita di avere infiltrati al fianco", Gasparri "Emergency ha un comportamento poco chiaro" e Frattini "Quelle di Strada sembrano dichiarazioni politiche, non quelle di un medico che vuole salvare la vita alla gente".
Infatti, soprattutto in questi casi, ci vuole diplomazia, non accuse senza fondamento.

Sembra strano, ma vado controcorrente. Io sono libero e voglio rimanerlo, anche a costo di perdere amici lettori, e così come in passato ho criticato Grillo e Travaglio, ora voglio essere libero di criticare Emergency e Strada, senza accusare, come viene facile a tutti in questi giorni, il governo Berlusconi.
Io ho firmato l'appello per i tre ragazzi di Emergency, e proprio per questo mi sento libero di criticare Strada. O fa il medico, o fa il politico.
Non vorrei che facesse il secondo per pubblicizzarsi come paladino degli oppressi.
"Sembra" (tra virgolette, siccome lo è realmente) un bastian cuntrari che agisce solo per dare contro all'Occidente (da cui prende i finanziamenti per gli ospedali).
Non a caso difese dalle accuse del Tribunale dell'Aia il dittatore sudanese Omar Al Bashir, forse perchè gli aveva dato il permesso di realizzare un ospedale di Emergency?

Qui le sue affermazioni del marzo 2009 ("Strada difende Bashir") e qui il PDF dell'articolo odierno di P.Battista del Corriere della Sera che menziona anche questo fatto, oltre a compiere un impietoso (per Strada) paragone col dott. Schweitzer che, contro tutto e tutti, operò in Africa all'inizio del XX secolo senza mai accusare nessuno, facendo semplicemente il proprio mestiere in mezzo a mille difficoltà.
Non mi sta simpatico Strada perchè accusa, perchè ha amicizie intollerabili e perchè sembra che la bontà ce l'abbia solo lui. Se vuole fare anche il politico, operi senza bisturi per la condizione dei bambini e delle donne nei villaggi tribali dei talebani (e non solo). Amputare arti non cancellerà mai la violenza nella quale erano, sono e saranno costretti a vivere.

Nel sito Watchinternational ho trovato queste regole d'oro che ogni buona ONG dovrebbe rispettare:
  1. garantire la sicurezza dei propri cooperanti

  2. assoluta neutralità

  3. rispetto del Governo in carica nel paese dove si opera (di qualsiasi Governo)

  4. non interloquire con gruppi ostili al Governo salvo nei casi imposti da ragioni umanitarie o per favorire una pace stabile

  5. non fare politica, specie se connessa ad attività del Paese dove si opera

Bene, è tempo che qualcuno si faccia un esamino di coscienza..

Ora però, resta da capire la fine che farà l'ospedale di Lashkar Gah.
Sembra essere destinato alla chiusura...

Link:
"La telefonata che incastra l'uomo di Strada" Il Giornale
"Emergency? Io sto con le ONG serie" Watch International

10 commenti:

brightstone ha detto...

L'unica cosa vera è che le guerre fanno schifo, tutto il resto non conta. Le guerre le fanno sempre dove c'è petrolio, i cari baluardi della democrazia occidentale. E dove già c'è povertà.
I fatti dicono che Strada aiuta le persone, quindi tutto il resto le vedo come chiacchiere;)Nella sua posizione certo che puo' permettersi di pisciare fuori dal vaso, almeno uno che ha le palle di farlo. Questa è la mia modesta opinione...gli altri provocano solo morte e miseria.
Ai posteri l'ardua sentenza.
ciao

Danx ha detto...

Strada opera, amputa, non si batte mica per i diritti e cose simili, infatti ha difeso il dittatore sudanese.
Non capisco perchè questo fatto non gli venga rinfacciato ogni volta come meriterebbe d'esser fatto.

brightstone ha detto...

secondo me emergency da fastidio a parecchi non perché avrà fatto quell'uscita su bashir, ma perché è una delle poche organizzazioni che ha il coraggio di prendere una posizione neutrale e sincera. Strada non è dalla parte d ibashir o dei talebani, è dalla parte della verità e non da quella degli americani. Se ti metti contro di loro sei fottuto!bella "democrazia"!
ciao

Dombrechi ha detto...

mi dispiace
non ci sto a questo giochetto volgare
so che non te ne fregherà niente ma mi hai perso come lettore.
e non mi dire che la tua sia solo una provocazione, non sei meglio di un feltri o di un belpietro
datevi all'agricoltura.
l'unica cosa per cui siete adatti è la concimazione

Danx ha detto...

Emergency lavora per l'egocentrismo di Strada, così onnipresente da oscurare ogni altra ONG che lavora senza fare politica.

Paolo ha detto...

Mi dispiace Daniele non sono molto d'accordo, secondo me Emergency e gente come Strada sono solo da difendere. Strada ti ripeto fa uscite da persona che conosce e capisce i drammi delle guerre , visto che opera sul campo.
Solo che siccome non è fedele alla linea americana, hanno impiantato una falsa accusa per toglierli di mezzo: infatti hanno rilasciato gli "ostaggi" in cambio della chiusura di un importante Ospedale: che non è una "base terroristica."
Certo che la campagna di disinformazione di certi settori della stampa vedo che miete "ottimi" risultati!!

saluti
P.

Danx ha detto...

Paolo, ti ho già parlato della sua amicizia col dittatore sudanese e con tale Hanefi, implicato nel rapimento di Mastrogiacomo e Torsello (mi pare sia questo il nome del fotoreporter).
Penso che basti e avanzi per starne alla larga.
Ci sono centinaia di altre ONG meritevoli di attenzione, ma il sistema dei "radical chic" ha elevato a star indiscussa solo Strada.

Danx ha detto...

Riporto una frase di un articolo sulla natura, comparso sul sito Cronache Laiche (non centra quindi con Strada, ma l'abbinamento ci sta):
"Aiutiamo gli altri pensando di essere altruisti, ma lo facciamo per noi stessi, perché un giorno potremmo avere bisogno di qualcuno che si occupi di noi, o per il capriccio di metterci in mostra.
"http://www.cronachelaiche.it/2010/04/inganni-di-natura/

brightstone ha detto...

Continuo a non essere d'accordo. Non credo che strada e emergency siano "radical chic". ma cosa dici daniele? è gente che opera sul campo.
Radical chic è chi dal salotto predica un mondo migliore e poi con snobbismo si comporta da borghese.

NON ti capisco , per carità....ognuno resti della propria idea. Permettimi di dissentire stavolta.
ciaooo

Danx ha detto...

Per me i "radical chic" sono i fighetti che da sinistra mettono un'aureola sopra la testa solo di chi fa il "casinista ideologico".
Strada è perfetto in questo ruolo e quindi nei salotti buoni, televisivi e non, è un eroe indiscusso, irremovibile ed insuperabile, a dispetto dei tanti eroi invisibili che lavorano nel silenzio in scenari di guerra come Strada.
Anche a sinistra purtroppo, e il vecchio PCI insegna, bisogna pensarla a senso unico, senza possibilità di critica.