20 maggio 2011

La coerenza di Silvio


Giustissimo: dato che a Silvio non piace la legge sulla Par Condicio (ovvero spazio uguale per tutti in campagna elettorale), ora s'è sfogato rilasciando interviste in ogniddove.


E stasera non avreste dovuto perdervi lo speciale di Giulianone il Rosso contro i magistrati che hanno condannato Dell'Utri per via della sua "palermità" e per le sue sconvenienti amicizie, quindi dove starebbe la mafiosità? Questo è il succo dell'intervento di Ferrara, dall'alto di cosa? Dall'alto della recente assoluzione nel processo che lo vedeva imputato come estorsore a danno del presidente di una società sportiva, il quale appunto lo denunciò perchè voleva parte dei soldi di una sponsorizzazione ottenuta anche grazie a Dell'Utri. Non si sono trovate prove, però è stato provato, correggetemi se sbaglio, che il "nostro amico" senatore si vedeva col boss Virga..dici poco!!

"Il senatore Pdl scagionato a Milano. Assoluzione anche per il coimputato, il boss mafioso Vincenzo Virga. Erano accusato di aver chiesto denaro sotto minaccia all'ex patron della pallacanestro Trapani"

Furibondo il commento della presunta vittima di Dell'Utri e Virga: "L'assoluzione è una sentenza vergognosa", ha dichiarato a caldo Vincenzo Garaffa: "Sono deluso, ma come cittadino ed ex parlamentare devo avere fiducia nella giustizia". Garaffa è ex senatore del partito repubblicano.

Fonte:
Repubblica.it

Nessun commento: