9 novembre 2009

Maometto pedofilo. In compagnia di Dio e Giuseppe.

Considerando che nel mondo, anzi un pelo più sopra, Dio è uno solo, vorrei unire la sua storia di 2 millenni fa a quella di Maometto, accusato dalla signora Santanchè (partito extraparlamentare del Movimento per l'Italia), invitata per parlare della sentenza della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo, contro la presenza nelle scuole pubbliche del crocifisso, ad una trasmissione Mediaset (Domenica Cinque, ovvero la nuova Buona Domenica, ovvero una di quelle trasmissioni dove vip, esperti e tuttologi infondono le loro convinzioni e, il più delle volte, luoghi comuni a milioni di persone inermi), di essere poligamo (embè? Noi occidentali riteniamo normale la famiglia composta da un solo marito e da una sola moglie perchè siamo stati educati con la favola della Sacra Famiglia composta da Giuseppe e Maria, più il divino Gesù) e pedofilo (peccato che non sia più possibile processarlo!). Link Universy.

Appreso chi fosse Maometto (sull'enciclopedia Wikipedia vengono menzionate una dozzina di spose e 16 concubine, ma senza alcun riferimento all'età sia sua che loro), mi domando chi è Dio?
E' quell'entità astratta a cui inizialmente decine e poi migliaia ed infine milioni e miliardi di persone han cominciato a credere vedendo cose, per l'epoca, sovrannaturali ed inspiegabili, come fulmini, terremoti (religioni pagane) e poi come "miracoli", mentre probabilmente erano solo giochi di prestidigitazione.

Dopo aver scovato la presenza di Dio, entità nascosta per miliardi di anni, il popolo ha purtroppo appreso il suo ruolo di spacca famiglie. Infatti chi mise incinta Maria non fu Giuseppe (un povero vecchio), ma lo Spirito Santo. Essendo santo e soprattutto essendo uno spirito (l'unico spirito fino ad allora conosciuto apparteneva appunto a Dio), fregò davvero poche persone: tutte sapevano che si trattava di lui.

Ma quanti anni aveva Maria quando contrasse matrimonio col falegname Giuseppe? Secondo Wikipedia (pagina probabilmente scritta da un fedele o da un teologo, data l'ingente mole di dati), leggendo i Vangeli aprocrifi, si apprende che
"Maria, che imparò a camminare a sei mesi, rimase nel tempio dall'età di tre anni fino al periodo della pubertà e poi venne data in sposa a Giuseppe che fu miracolosamente designato dalla fioritura di una verga". Fino al periodo della pubertà, quindi fino agli 11-12 anni, potremmo dire che rimase a scuola, dopodichè divenne moglie all'incirca a 13 anni.

Quindi, Maria sposa a 13 anni (probabilmente contro la sua volontà, siccome mi viene arduo pensare che una bambina possa desiderare un uomo anziano, anzichè un suo coetano. Purtroppo i matrimoni combinati sono una tradizione da sempre vigente in Italia fino a pochi anni fa).
Giuseppe invece, diventò il suo sposo da anziano (secondo la tradizione apocrifa, quando si unì ad altri celibi della Palestina,
era già in età avanzata. Link Wikipedia).

All'epoca si poteva essere considerati anziani a 50-55 anni. Probabilmente l'unione, all'epoca, badando solamente all'età (e non all'obbligo, nel caso ci fosse stato), non era scandalosa, ma 12-13 anni son sempre 12-13 anni, pochissimi. Non penso di dover spiegare cosa possa significare diventare sposa a 13 anni con tutti i doveri da sopportare (diritti all'epoca ce n'erano? Non c'erano quasi negli anni 50 e 60 in Italia con la DC, figurarsi 2.000 anni fa).


Ovviamente penso che la discussione del "cattivo salotto" televisivo avrebbe dovuto vertere sulla sentenza, cercando di capire se rispetta o meno la libertà di culto e di pensiero, se è per un'Europa laica come vuole la Costituzione italiana ed europea, o se invece è una sentenza anticlericale, bolscevica e contro le tradizioni italiane. Il mio pensiero l'ho già scritto su questo mio blog, quindi non mi ripeto.


Ringrazio la signora Santanchè per avermi stimolato nel compiere questa piccola ricerca che, spero, scandalizzerà i cristiani italiani allo stesso identico modo nel quale si sono scandalizzati nel momento in cui han appreso che Maometto, il profeta degli invasori, era poligamo e pure pedofilo (sono in attesa di prove di deflorazione per un processo).
Secondo me la Santanchè, per apprendere questa importantissima nozione sull'età di una delle mogli di Maometto, avrà appena finito di leggere uno di quei libri sui misteri religiosi in stile Dan Brown o Roberto Giacobbo che han scoperto questo dato analizzando un crop circle.

Queste discussioni sono inutili, perchè il fatto che il capo di una religione sia pedofilo non implica che anche i seguaci (futuri) lo siano e difatti noi, pur avendo fatto santo il vecchietto Giuseppe, non sposiamo bambine.
Il problema dei profeti, dei capi delle religioni, dei santi, ecc., è l'insieme di azioni che arrivano fino ai giorni nostri sotto forma di tradizioni che inspiegabilmente dobbiamo rispettare, tradizioni in certi ambienti impossibili da "processare", come quella del matrimonio combinato accettata in Italia fino a pochi anni fa.

La signora Barbara D'Urso, conduttrice del programma di Canale 5, si è subito dissociata dalle affermazioni della leader politica nostrana, e ne sono contento, ma mi chiedo perchè invitare due fondamentalisti anzichè, magari, quattro pacati (forse se ne trovano ancora) politici parlamentari come ad esempio 1 laico del PDL e del PD o dei Radicali, ed 1 cattolico più tradizionalista del PDL o della LEGA e dell'IDV o del PD.

2 commenti:

Alessandro Tauro ha detto...

Se solo la Santanché sapesse che nell'antico testamento la poligamia era accettata e perfino consigliata, che sovente Dio sterminava migliaia di persone del suo popolo prediletto per le colpe di un singolo, che imponeva agli Israeliti la cacciata, la sottomissione e lo sterminio di tutti i popoli che abitavano a diritto "la terra promessa" e che uccideva tutti i primogeniti di un popolo innocente solo per una insensata prova di forza, forse potrebbe pensarla diversamente.
Questo ovviamente a partire dal presupposto che la Santanché sia dotata della straordinaria dote della capacità di ragionamento...

Danx ha detto...

Grazie del tuo prezioso commento Alessandro!
La Santanchè, come tutti gli italiani bene, si ritrova con la famiglia a Natale ed in altre occasioni pensando di essere i più buoni, belli e bravi del mondo grazie alla sua/loro religione.
Questo perchè così son/siamo stati educati tutti, senza mai leggere la bibbia.
SALUTI.