1 ottobre 2010

Ma è fantastico

Ogni volta che succede qualcosa di brutto ai farabutti di destra, la colpa è sempre di Di Pietro solo perché dice, con toni aspri come i miei, la raeltà dei fatti, cioè che gli attuali governanti sono lì per sistemare i loro affari (arricchirsi, evadere, non farsi giudicare, sistemare amici, parenti ed amanti, eliminare la trasparenza, etc.)

Dopo la statuina scagliata addosso a Berlusconi nel dicembre 2009 (per alcuni è un bluff, andate a cercare i video su YouTube), ora è il turno del "giornalista" Belpietro che s'è visto puntare addosso una pistola nell'androne di casa (da anni riceve minacce di morte).
Cicchitto, Bondi e tanti altri del PDL tutti accomunati dall'accusare Di Pietro e il "clima d'odio". Bene, allora si indaghi per vedere se il leader dell'IDV (ex poliziotto, ex magistrato) ne è il mandante, altrimenti sparare (ops, come sono indelicato) a zero contro un rivale politico di cui non sono conosciute sue cospirazioni è molto peggio che dare del massone a Berlusconi (anche perché questa cosa è vera, e la P2 di Gelli e l'attuale P3 ne sono la lampante e scandalosa conferma!).
Per quanto riguarda il clima d'odio io e tantissimi altri ne abbiamo già parlano un anno fa e i comizi e le frasi di Berlusconi & C. sono lì a testimoniare chi odia il prossimo e il diverso da loro, specie se fa onestamente il proprio dovere come molti magistrati oggi accusati da Berlusconi di essersi uniti in una sorta di loggia per ribaltare il risultato elettorale (uhm, peccato che Berlusconi non sia mai stato indagato per la sua politica, ma per le sue accertate ruberie multimiliardarie).
E ogni volta si dice appunto "colpa del clima d'odio" e poi "è tempo di abbassare i toni".
Giusto, ma forse legiferare in modo meno criminale sarebbe un'ottimo inizio per evitare scontri dialettici molto piccati nelle Camere e dare il buon esempio al popolo bue, no? E, infine, chi diavolo lo sa se dietro c'è odio politico? Magari era un rapinatore o un maniaco che ce l'ha con lui per altri motivi fuori dal giornalismo e dalla politica.

E tornando ai politici: ma ci vuole tanto a mettere gente onesta in Parlamento e al Governo, che sappia fare 2+2 e mettere a posto un pò i conti, il debito pubblico e che ci faccia capire che oggi, rispetto a 50 anni fa, nonostante la crisi (in realtà nonostante la voglia delle aziende di andarsene in Paesi del Secondo Mondo dove raddoppiare o triplicare i profitti) si sta molto meglio e che un calo della produzione/consumi è normale e lecito se non vogliamo continuare a distruggere il pianeta?

2 commenti:

Inneres Auge ha detto...

Non hanno dato la colpa pure a Travaglio e Santoro?

Dannox ha detto...

AHAH probabile! Ma non mi interessa, li lascio nei loro complotti e nella loro tristezza!