2 ottobre 2010

Donne felici tra casa e politica

A guardare le pubblicità con occhio critico ci si fa una chiara idea sull'ideale non ancora tramontato della brava moglie.

Guardando alcune trasmissioni per circa un'ora ogni due giorni, ho la fortuna di non subire troppe porcate, ma due spot hanno attirato la mia attenzione.

Il primo riguarda l'uomo medio attirato dal mangiare (carne, se no come ti fai i muscoli?) e dal calcio (guardato in tv, ovviamente), mentre la fidanzatina/mogliettina (una biondona svestita) lo guarda amorevolmente con fare trasognante e ammiccante servendogli un salame (ovvero gli fa vedere cosa lei vorrebbe, ma che lui non può offrirle perché devastato dall'obesità? ahah)

Cosa non ci si "inventa" in tempi di crisi, con pochi soldi da spendere allegramente per la carne (anche noi siamo fatti di carne come gli animali, quindi propongo una raccolta di firme per rendere legale il cannibalismo).

Il secondo spot ha un'atmosfera più tenue, dolce, senza alcun ammiccamento sessuale, infatti vediamo stravaccati sul divano due neo sposini di 30-35 anni che, non si sa perché, sembrano tutti goduti pur non essendo distesi su un lussureggiante prato, ma dentro quattro mura con davanti il piccolo schermo.
Tutto bene? No, perché non è una "pubblicità progresso" sui matri-moni fra gente appartenente a sessi differenti (come se ci fosse bisogno di ripopolare la Terra che invece è soffocata dall'abbondanza di esseri umani, cancro della Natura), ma di uno spray e di uno scopino anti-polvere.
Cosa succede? Succede che il marito, da vero uomo coraggioso, appena sente suonare la porta d'ingresso va a vedere di chi si tratti (strano non abbia portato con sè la clava), ma trovandosi di fronte ad una mega palla fatta di polvere, scappa più veloce di Willy il Coyote e chiama la mogliettina che non riesce a proteggere la casa da questo scomodo ospite. Allora lei prende il prodotto reclamizzato e, al magico comparire di fiorellini che s'alzano dai tavolini, lei si gode la lucentezza e il profumo.
Pazzesco! Lei, mentre il marito continua a poltrire, lavora da sguattera da vera donna cattotalebana costretta a fare gli umili lavori domestici e ad affaticarsi e ad abbruttirsi anzitempo e la pubblicità ce la propina come donna felice perché auto-realizzatasi nel mantenere lindo il proprio nido (prigione).

Se le donne sono contente di fare da seconde mamme a questi inutili maschi continuino pure così, non stupitevi però delle tragedie che capitano quando queste si vogliono emancipare e sfuggire da questi veri mammoni.


Per concludere, ho appena letto su Venerdì di Repubblica che Mara Carfagna avrebbe posticipato il matrimonio (grande idea sposarsi!) per via delle probabili nuove elezioni. Prima si darà anima e corpo agli elettori indecisi come capitò in Abruzzo ad una pornostar assoldata da un intraprendente politico per pigliarsi tanti bei voti dal popolo-porco?
Si scherza, eh..
Però se tornasse a scul.., ehm, a ballare in Tv non sarebbe male e il PDL ne gioverebbe.

5 commenti:

Inneres Auge ha detto...

Chi è la pornostar?

Dannox ha detto...

Sembrerebbe essere Gessica Massaro.
Anno 2006:
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/05_Maggio/25/gessica.shtml

Anonimo ha detto...

Vi è, ovviamente, molto da sapere su questo. Penso che hai fatto alcuni buoni punti in dispone anche di. Continuare a lavorare, ottimo lavoro!.

Anonimo ha detto...

Questo è stato abbastanza a condizione che vi sono molti là fuori che aspettano solo di destra.

Anonimo ha detto...

Io di solito non post nel blog ma il tuo blog mi ha costretto a, fantastico lavoro .. bella ...