12 dicembre 2010

Preti pedofili

Da un odierno articolo di Repubblica apprendo che in un file segreto della diplomazia U.S.A. si parla del cardinale Sodano, ex segretario di Stato vaticano, e delle sue lamentele verso le corti statunitensi che anzichè citare in giudizio solo i vescovi, se la presero anche col Vaticano.

Era il 2002 e Sodano diceva esattamente questo:
"Una cosa è citare in giudizio i vescovi, completamente altra cosa è citare in giudizio il Vaticano"

Falso, se la Chiesa è quella che impartisce educazione e ordini, la colpa non è mai solo dei singoli suoi appartenenti, perchè ognuno di noi si comporta soprattutto in base all'ambiente nel quale è nato e cresciuto e il fatto che i preti siano pedofili in molte zone del mondo dimostra che evidentemente non è un problema di pochi singoli, ma un problema di come questi vengono "allevati".

Ne parlai ad aprile in quest'altro post (scorrete verso il fondo), dove riportai alcune illuminanti considerazioni tratte dal sito Cristianesimo.it, il cui autore ci fa capire come il tabù del sesso e una conseguente mancata maturazione sessuale possano portare chiunque a divenire pedofilo, per il semplice fatto che è rimasto 10-12enne nella mente (alcuni non sanno rapportarsi alle donne, perchè magari le disprezzano) e nel corpo (rimanere vergini per tutta la vità è impossibile).

Il Vaticano ne ha quindi di colpe, e belle grandi e soprattutto storiche.

2 commenti:

Inneres Auge ha detto...

"rimanere vergini è impossibile" IO so nato il 14 settembre, tiè!

Dannox ha detto...

ahah bastasu!!!
sei contronatura!!!ahah