30 aprile 2012

La società degli incidenti

In questa società piene di macchine di qualsiasi tipo, non solo automobili, avvengono tantissini incidenti e tantissime persone rimangono ferite, gravemente ferite, o addirittura muoiono.

Ma se avvengono così tanti incidenti, non si può più parlare di società degli incidenti, visto che un incidente è un fatto imprevisto che avviene all'improvviso. Ogni incidente può accadere improvvisamente, senza alcun segnale di preavviso, ma nessun incidente è imprevisto: se si costruisce una centrale nucleare è ovvio che qualcosa potrà sempre succedere perchè è una struttura complicatissima che abbisogna di vasti controlli totali 24 ore su 24. Idem il traffico a motore, binario o aereo: a certe velocità e con un alto numero di mezzi, lo scontro fra questi o la rottura di uno o più di mezzi, è dietro l'angolo.

Se si parla di incidenti, si vuole sottintendere che in realtà non dovrebbero accadere. Invece gli incidenti son già calcolati come ad esempio nei cantieri dove si sa già che almeno 1 operaio morirà.
Questa è la società dei feriti e dei morti non per cause naturali (malattie o aggressioni di animali), ma per cause create dall'uomo stesso.

Nessun commento: