30 aprile 2012

La società degli affamati

Tutti ce l'hanno con Monti e il suo governo, colpevole secondo molti sapientoni, di aver lasciato sul lastrico tante famiglie di onesti lavoratori.
Sembra, quindi, che prima del suo avvento, tutti avessero sempre la pancia pienea. Balle.

Questa è la società degli affamati, difatti la Caritas non esiste mica dal novembre 2011, mese dell'insediamento del governo tecnico bocconiano, ma ha una storia leggermente più antica.

Più ci sono case, città, strade, asfalto e proprietà private, più è ovvio che la gente per sfamarsi non potrà più dipendere dalla natura e basta (come può se è tutto recintato? E come può, là dove non lo è, se i boschi appartengono allo Stato e sono intoccabili?), ma dipenderà dal prossimo suo simile che da un girono all'altro, può benissimo cacciarlo dal lager costruito appositamente per lui, fabbrica o ufficio o cantiere, ecc.

Nessun commento: