29 gennaio 2013

Un mondo di lavori stupidi che sodomizzano il cervello

Questa è la millenaria società dei lavori stupidi, c'è gente che si sente viva solo se fa un lavoro, un qualsiasi dannato e fottuto lavoro anche se limita le sue percezioni, i suoi pensieri, i suoi atti e tante altre cose.

E' terribile come si sia costretti ad accettare qualsiasi lavoro veramente disumanizzante perché ci fa usare piccolissime dosi di nostre piccole doti, in un ambiente grigio, asettico, dove non ci sono novità, dove le persone vicino a noi son tutti degli automi.

Mi fan proprio ridere coloro i quali si vantano di essere come sono, ovvero dei lavoratori.
Non sono dei lavoratori veri e propri, cosa che giustamente li dovrebbe far sentire orgogliosi di sé stessi, ma dei meri piccoli ingranaggi all'interno di un macchina, di un motore gigantesco che li fa sentire qualcuno, anzi qualcosa, perché dentro questa cosa enorme e anche dentro la massa che ci vive (o sopravvive) al suo interno.


Nessun commento: