16 giugno 2017

Il padre della ragazza morta a Londra, contro lo Stato italiano. Ma che centra, ma che c'azzecca, ma che stai a dì?

A Londra sono con tutta probabilità morti un ragazzo ed una ragazza italiano/a, che vivevano da poco tempo nel palazzone che ha preso fuoco pochi giorni fa.

I due, di 26 anni, si erano da poco trasferiti a Londra in cerca di lavori ben retribuiti, cosa che in Italia non era possibile ottenere.

Da qui la rabbia del padre della ragazza che afferma quanto segue: "E' colpa dello Stato italiano se mia figlia è andata a Londra".

Sì, ma che centra con l'incendio? Mica l'ha generato lo Stato italiano.
Mica fuori dall'Italia ci sono incendi e tragedie ogni secondo.
Fuori dall'Italia ci sono tantissimi italiani che vivono benissimo!

La colpa non è nè della ragazza, nè del padre e neanche dello Stato italiano.
Bensì di chi costruì quel palazzone, ma soprattutto di chi lo ristrutturò senza badare alle norme e a chi ha legiferato in Inghilterra senza badare appunto alla sicurezza.

NEWS: tutto ebbe inizio con un frigorifero che prese fuoco!

Nessun commento: