4 febbraio 2018

Il nonsenso dei razzisti

Quindi, fatemi capire, se ci sono degli africani da salvare perché poveri, perseguitati, torturati, ecc., solo perché uno di questi compie un crimine, tutti quanti loro diventano criminali a loro volta? Un po' come la storia dei figli su cui ricadono le colpe dei padri?

Ma quanto siamo dementi!

Allora dal Settentrione rimandiamo in Meridione tutti i terùn perché al Nord ci sono gli ndranghetisti e tutto quanto il resto. Ma no, anche per fatti più semplici, come ad esempio un incidente stradale: alla guida c'era un terùn? Rimandiamoli tutti a casa loro!

Ma dai, ma che ragionamento è?

Bisogna colpire chi delinque, non chi è simile a lui per l'aspetto esteriore e la provenienza.
Se un mio concittadino, anzi, un mio parente commette un'efferatezza, devo andare in galera anche io?

Come se tra i padani non ci sono fossero delinquenti e criminali assassini. Penso ai due di Erba o a quello di Garlasco o alla mamma di Cogne. Tutti del NORD ITALIA!

Nessun commento: