24 febbraio 2009

PD 2

Il PD, il Partito nato Decrepito, nato dall'unione fra DS e Margherita, cerca nuova linfa con un nuovo leader. Il 21 febbraio 2009 l'assemblea nazionale del PD ha votato come nuovo segretario, dopo le dimissioni di Walter Veltroni, Dario Franceschini, nonostante la metà esatta degli aventi diritto al voto non si è neanche presentata.
Niente primarie, ma una veloce scelta del nuovo leader tra 1.000 o poco più votanti.
Non è completamente una colpa questa, infatti questi pochi appartenenti al partito la sanno sicuramente lunga e giusta e non scordiamo il fatto che i leader degli altri partiti si sono, come dire, eletti da soli.

Perchè nato decrepito? Perchè un partito che mischia imprenditori ed operai, laici e cattolici, sarà sempre diviso e un cittadino con idee chiare non può votare questa confusione, non può votare un programma che sta un pò qua e un pò là, un programma che quindi non sarà rispettato.
Il PD ha ultimamente perso a Roma, in Abruzzo e in Sardegna: il cambio al vertice, secondo me, è arrivato in ritardo e comunque non darà certo una svolta secca.
Ormai fra la gente di centro-sinistra il termine "veltrusconismo" è ancora impresso e vedere, fra i big del partito, i soliti vecchi noti, non dà certo speranza! I giovani soffrono, sono messi da parte, non possono dire la loro, come afferma Polito, il direttore de Il Riformista, nel Pd le decisioni sono prese da gruppi ristrettissimi.

E una lettera inviata al blog di Beppe Grillo lo conferma. Il titolo è: Critichi il PD? Carabinieri a casa.

Riassumendo, è il caso di un signore di Ciampino che si candidò alle ultime amministrative diventanto assessore. Il sindaco ed il Consiglio (a maggioranza PD), di punto in bianco decise di cacciare 6 assessori che non si piegavano ai clientelismi vari e riformò la giunta con uomini non scelti dal popolo.
Si crearono quindi blog di protesta, prontamente bloccati dalla polizia postale. Quindi questo signore, che si firma A.A., inviò una lettera al Consiglio comunale, chiedendo di verificare la veridità di quelle accuse scagliate per mezzo web. Nessuno però la ricevette, ma stranamente questo signore, anzichè una risposta, ricevette una denuncia alla procura della Repubblica di Velletri su prove ipotetiche, la perquisizione di casa alle 6,30 del mattino, il sequestro del computer e di tutto il materiale informatico in suo possesso.
Come nella migliore Cina!

Questo è l'ennesimo scandalo, pensate agli arresti di questo inverno, che coinvolge questo grande partito!


Stupisce la nuova anima che Franceschini vuole dare al PD, una dura anima che si scontra con Berlusconi. Mi stupiscono i suoi toni decisi, siccome fu vice di Prodi e di Veltroni. Stupisce anche il suo pugno di ferro sul testamento biologico, argomento che divide il partito (lui vuole una legge che rispetti le decisioni prese in precedenza dal malato, Rutelli invece vuole l'alimentazione a tutti i costi), stupisce la sua volontà nel prendere decisioni da solo (ce lo vedete Franceschini capo popolo che frusta gli inferiori alla Berlusconi? Io no!), ma non mi stupisce la sua voglia di allearsi e con l'Udc e con la sinistra ora extraparlamentare. Dopo aver risolto le divisioni interne (si fa per dire, non penso riusciranno mai), cercano magagne con altri partiti con cui dividersi per poi ritornare subito insieme. Non mi convince!
Infatti sembra non cambiare la linea se, come ha fatto notare Arturo Parisi, si è passati dal famoso "ma anche" all'attuale "si, però".

Condoglianze!

Nessun commento: