11 marzo 2009

Come buttare al vento 450.000 euro?

Semplice, passando dal bipartitismo (PDL da una parte e PD dall'altra, con sbarramenti per tenere fuori i piccoli partiti che, però, messi insieme rappresentano una buona fetta della popolazione italiana) al bidittatorialismo.

Abbiamo appena speso quasi 1 miliardo del vecchio conio per essere sicuri che ad ogni voto in Aula corrispondesse il voto del singolo parlamentare e, come presa in giro, come in spregio di questa ingente spesa pubblica di cui tutto il mondo ci riderà dietro, il premier Silvio Berlusconi ha compiuto una proposta sconcertante ed allarmante:

"Votino solo i capigruppo"


La sua proposta è atta per l'abbattimento dei tempi dovuti alle votazioni che rallenterebbero l'azione del Governo, ma, siccome lo stesso premier ha proposto ai parlamentari di riunirsi in commissioni per poi mandare a votare i singoli capigruppo, adducendo il fatto che a furia di votare gli "onorevoli" si deprimono (alla faccia!), questo risparmio e questa cura alla depressione è assolutamente difficile da vedere.

Se sul Corriere della Sera l'argomento principale riguarda questo nuovo tipo di voto (per giustificarlo, chissà se Berlusconi si rifarà alle più note democrazie occidentali come è suo solito fare. Ricordate per le intercettazioni?), con annesse critiche, su
Il Giornale, invece, la notizia è il dimezzamento dei parlamentari.
Questa sarebbe davvero una scelta sensata: si risparmierebbero molti soldi, molte auto blu, molte risse e, per essere davvero dalla parte del popolo, un minor numero di persone in Aula che potrebbero portare a termine il programma del partito, sempre che il capo di esso non cambi idea sulle promesse...
Ma passare da un dimezzamento al voto di pochi capigruppo (senza, come detto prima, alcun risparmio di tempo), mi sembra una cosa distante che mira solo a colpire la varietà di persone presenti in Aula.


Ho nominato le intercettazioni. Ieri ho sentito dire al ministro della Giustizia Angelino Alfano che spendiamo troppi soldi per esse. Sarà, ma nel 2006 si è speso l'equivalente di 4 euro a persona.
Prima i signori del PDL adducevano come scusa per il loro talgio, il loro uso indiscriminato e la difesa della privacy (come se non ci fosse già una legge da svariati anni a riguardo e quando in Italia le può fare solo la Magistratura, a differenza di ciò che accade negli USA e in UK), ora invece siamo passati al costo, senza contare però, tutti i soldi presi (dalle confische, ecc.) e risparmiati (per sopperire ai crimini, per i soldi che non sarebbero andati al fisco, ecc.) dai criminali braccati grazie a questo mezzo.
Vorrei dunque sapere, dato il prezzo "elevato", perchè lo Stato nelle vesti del ministro Alfano, non si fa elargire gratuitamente l'uso del mezzo dalle aziende telefoniche concessionarie di Stato! Avete mai sentito di parlamentari che pagano il biglietto ai caselli autostradali?

Chiedeteglielo in massa, al ministro che vuole ripristinare l'immunità parlamentare, cosa di cui si legge nel suo sito: http://www.angelinoalfano.net/contact-info

Link
Pianisti:
http://www.fondazioneitaliani.it/index.php/Voto-elettronico.-Tempi-duri-per-i-pianisti.html
Nuove regole in Parlamento:
http://www.corriere.it/politica/09_marzo_10/berlusconi_regolamenti_parlamentari_dfbcf906-0d8f-11de-82af-00144f02aabc.shtml
http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=334826


Danx

2 commenti:

Carlo S. ha detto...

Tanto non sono soldi loro!!!
...Sono solo soldi dell'inutile plebaglia che deve solo pagare e tifare per il partito A o quello Z!!!

PS: perchè non integri i commenti sotto il post anzichè aprire una finestra pop-up?
Se non sai come fare, chiedi pure, vedrò di scrivere una miniguida utile alla configurazione (è più semplice farlo che spiegarlo).

Ciao

Danx ha detto...

Ciao, ho autoritariamente scelto così, perchè così rimane la pagina principale con tutti gli articoli uno di fila all'altro.
Però quando scegli un singolo articolo...ecco che i commenti sono annessi!