2 agosto 2010

Buon legalitario, ma un pò talibano

Tutti felici per la nomina di Vietti a vice presidente del Csm, il Consiglio Superiore della Magistratura.

Ahhh, una ventata d'aria fresca, grande ottimismo grazie alla faccia da "bravo ragazzo" di questo politico dell'UDC.
Cercando una sua fotografia, mi sono imbattuto in
questo articolo del luglio 2003 in cui è molto critico verso il "lodo blocca processi" e contrario alla decisione di Castelli, allora ministro della Giustizia, di bloccare le rogatorie sui processi Mediaset. Quindi questo suo ruolo ben si confà al suo passato. Però..

Però ha un lato oscuro, ed è la sua omofobia.
Paola Concia del PD e l'Arcigay non gli perdonano di "essere stato stato il primo firmatario della pregiudiziale di costituzionalità che ha affossato la legge Concia contro l’omofobia" (clicca qui). Cioè secondo lui, e molti altri, l'omosessualità è paragonabile a crimini e perversioni come la pedofilia, zoofilia, sadismo, necrofilia, etc.

E dire che con quel visino pulito, quella barbetta ordinata e quegli occhialini..vabbè lasciamo stare, eheh
A parte questa divagazione estetica, penso di aver sbagliato il titolo del post, infatti nonostante quell'articolo del 2003, non sembra proprio essere un buon legalitario se è vero che è autore della "depenalizzazione del falso in bilancio" e del "legittimo impedimento".

Inutile dire che queste proteste e la conseguente raccolta firme non hanno trovato spazio sul Tg1 del 2 agosto, edizione delle 20.00, probabilmente come favore all'UDC fatto dal PDL in piena campagna acquisti?

Link:
Petizione: No a Vietti vicepresidente del CSM - Arcigay
"Firme contro Vietti, è il numero 1 degli omofobi" - La Repubblica

2 commenti:

Inneres Auge ha detto...

La sesazione è che potevano scegliere qualcun'altro.

Una domanda: tu oltre a odiare papi Fibra odi pure Fabri Fibra?

Dannox ha detto...

Le nullità non si odiano, si compatiscono caso mai ahah