14 aprile 2011

Giudici orwelliani


Quando sento parlare dei giudici di Legge, rispetto della Legge, mi sembra di leggere qualcosa di distopico.

Certo che va rispettata, ma è anche certo che ognuno di noi ha/dovrebbe avere delle proprie regole che vanno oltre quelle imposte dalla/alla società, altrimenti non siamo umani ma degli zombie programmati, degli umanoidi, dei robottini, dei soldatini.
La morale viene prima dell'etica e della Legge. E la legge viene fatta per i delinquenti, non per chi si ritiene nel giusto. E quand è che uno è nel giusto? Sicuramente quando non applica l'egoismo.
Edonismo sì, ma egoismo e prevaricazione no.

In sintesi, i giudici come molti altri, sono persone prive di spirito e di fantasia, dei freddi e grigi esecutori di un qualcosa come piovuto dall'alto.

2 commenti:

Inneres Auge ha detto...

Ricordi il gorilla di DE Andrè? Tra il giudice e la vecchietta scelse il primo. Berlusconi sceglierebbe la vecchietta

Danx ha detto...

In quale canzone?
In "Il giudice" e in "Il medico" ne parla male..