15 aprile 2011

Dopo Arrigoni si bombarderà di più

Arrigoni ha denunciato le bombe che Israele sganciava impunemente nei quartieri popolari, popolosi di Gaza, colpendo ospedali, stazioni dei pompieri e addirittura con pericolose armi sempre più potenti che con l'ausilio delle nanotecnologie (scientisti andatevene a fanculo) poteva spappolare arti a distanza.

Ora che è stato ucciso da un gruppo salafita (peggio di Hamas), Israele e tutto l'Occidente razzista e conservatore che fanno finta di non aver mai commesso crimini contro l'umanità (come se i lager per gli ebrei non li avessero inventati dei bianchi europei, sicuramente gli avi dei conservatori odierni) avranno carta bianca per bombardare ancora più alacremente una piccola zona del mondo dove le persone, anche quelle comuni, non solo i terroristi o chi diventa tale per ovvi motivi, non sono libere, infatti non possono spostarsi, mangiare, lavorare in sicurezza e neanche stare fermi in sicurezza..

Considerando la brutalità di Israele, viene davvero voglia di diventare un cospiratore che pensa che lo sterminio degli ebrei venne ideato e finanziato dagli ebrei dell'alta finanza statunitense per potersi costruire un loro Stato intoccabile dall'Onu e dalla Nato scacciando da quell'importante zona del mondo (Medio-Oriente) i brutti e sporchi arabi.

Ora c'è un'altra scusa per annientarli: "Se hanno ucciso un loro sostenitori, figurarsi cosa potrebbero fare con noi"..

4 commenti:

Inneres Auge ha detto...

Purtroppo le tue considerazioni non fanno una piega. Ora via con l'odio razziale e altre sante bombe

Danx ha detto...

Ma perchè non siamo nati nell'era dei primitivi?
Niente bombe..poche persone..zero confini..

ventopiumoso ha detto...

si usava la clava. la si usa oggi.

enorme tristezza nel cuore.

Danx ha detto...

Essendoci più spazio e dovendo cacciare = grande dispendio di energie, penso che venisse usata ben poco.