19 agosto 2012

Monti a scuola da Gasparri

Pensavo che solo Gasparri e i suoi amici fossero così idioti da pensare che intercettare il Presidente della Repubblica, tra l'altro indirettamente (ma questo evitano di specificarlo alla massa che deve rimanere ignorante e scandalizzarsi a comando) facesse piombare nell'illegalità i magistrati che, neanche spiassero per piacere personale, indagano per l'incresciosa vicenda della probabile trattativa Stato-Mafia di inizio anni '90.

Anche secondo Monti è impensabile che il Presidente della Repubblica venga intercettato, nonostante le telefonatine di Mancino al Quirinale ex ministro dell'Interno, perchè fondamentalmente siamo una società che continua ad essere schiava della gerarchia, siamo una società piramidale e questa gerarchia va rispettata affinchè anche chi sta un gradino più in basso possa ricevere favori o comunque fare la bella vita grazie al beneplacito del re supremo, che viene elogiato e difeso a spada tratta, non perchè lui sia rispettabile o perchè incuti timore, ma per il ruolo che ricopre.

Tutti quelli che si occupano della COSA PUBBLICA, del BENE PUBBLICO, devono essere costantemente intercettati!

Nessun commento: