2 settembre 2012

I radical-popular-chic si approfittano delle tragedie

Ci sono i radical-chic, che sono i moralisti, buonisti, in realtà arrivisti, da salotto che nel loro lusso cianciano di giustizia, di diritti con tutta la loro ipocrisia et conflitti d'interessi vari.

Poi ci sono i radical-popular-chic, gruppo variegato al cui interno troviamo gente del popolo, da cui popular con popolare non inteso come famoso ovviamente, che si ergono a capi supremi del moralismo. Certo, in realtà lo diventano quando tanta gente li plaude su Internet mettendo il "mi piace" sotto il loro commento, ma sotto-sotto sanno che ciò che stanno per scrivere susciterà grande approvazione.

Cosa scrivono questi radpopchic? Dai, è semplice da indovinare: ogni qualvolta si diffonde la notizia di un politico o di un riccone beccato nel mentre si divertiva in vario modo, ecco che il/la nostro/a amico/a arriva bello gasato scrivendo frasi del tipo "Vergogna! Vorrei vederti in.. xxx" Al posto delle ICS potete mettere ogni luogo sorto agli onori della cronaca nei giorni del suo commento; in questo periodo va di moda dire: "Lo vorrei vedere all'Ilva", "Lo vorrei vedere nelle miniere del Sulcis", come se questo moralista facilone ci avesse mai lavorato! A parole son tutti poveri operai..

Nessun commento: