10 ottobre 2012

Irpef, Iva, Imu

Ottima mossa del governo per far piagnucolare di giuoia le vecchiette ed esclamare i cafoni: Oh, era ora che pensassero a noi mortaccioni!

E invece subito dopo, SBAM, l'aumento anche se solo di un punto, dell'IVA.

Vorrei sapere in media la quantificazione del risparmio dell'IRPEF per i poveri, per capire se l'aumento della seconda cosa genererà un'inc.. o meno.

E poi ecco finalmente, a scoppio ritardato l'IMU ai beni immobili della Chiesa. Se n'era parlato l'anno scorso, scatenando una sorta di battaglia verbale fra chi ha interessi in Vaticania e chi è un cittadino comune che quindi dei privilegi e della ricchezza da mantenere dei venditori di fumo in nero (o in porpora o in rosso o in bianco) se ne frega.

Per sapere qualcosa di più a riguardo dell'IMU alla Chiesa, ecco il sito Apocalisse Laica che ci dice che l'Unione Europea non ha ancora ritirato la "procedura d'infrazione nei confronti dell'Italia".

Ovviamente il TG1 non l'ha detto, infatti per far esultare i laicisti ha sbolognato la questione dicendo che anche la Chiesa la pagherà e stop.

Nessun commento: