14 luglio 2009

Blogger accendetevi

Blogger, dovete reagire e scrivere la vostra incazzatura, se una legge rischia di bloccare il nostro lavoro informativo!

C'è una nuova legge del Governo che vuole obbligarci alla rettifica, senza alcun commento, senza se e senza ma? Bene, anzi male, scriviamo che ciò ci fa schifo, scriviamolo sempre, tutti i giorni.

Oggi (per tutte le 24 ore?) ci sarebbe e c'è lo sciopero dei blog contro questa legge, che nasce dal ddl intercettazioni. Ma perchè scioperare? Non abbiamo nessuno che ci dia uno stipendio, nessuno che ci chiede di raggiungere determinati obiettivi, nessuno da cui dipendiamo, nessuno da difendere contro la nostra volontà. Lo sciopero lo possono e lo devono fare i giornalisti: una volta ogni tanto se ne stanno zitti, creando incazzatura nei loro direttori/editori/finanziatori, ecc. non essendo, in quel giorno, copie vendute, articoli edulcoranti o col silenziatore.

E noi invece? Chi facciamo incazzare se stiamo zitti? NESSUNO!
Al silenzio è quel che vogliono ridurci, quindi dobbiamo scrivere fin che ne abbiamo voglia.

Paolo Attivissimo scrive sul suo blog:
"Iniziativa lodevole e interessante, ma non parteciperò. Per una ragione molto semplice: perché il silenzio e l'adunata in piazza sono la negazione della cultura della Rete."


Non spegnete i vostri blog oggi, ma accendeteli e fate sapere a tutti che Berlusconi è un palazzinaro colluso con la mafia, che è un piduista golpista tangentaro, un evasore, un corruttore, un puttaniere!
Scrivete che ha il conflitto d'interessi più grande del mondo, che quando fa le leggi non si sa se parla da capo della Fininvest o del Milan o della banca in cui lavora la figlia, non si sa se si fa scrivere le leggi dai suoi avvocati per difendersi nei processi, meglio se non partecipandovi, o per l'interesse del Paese, non si sa se consiglia di acquistare certe azioni perchè conviene anche a lui o perchè conviene davvero a tutti e cosi via.
E' un vecchio politico, anzi un imprenditore dittatoriale che vuole mettere il silenzio alla libera stampa, quando non può comprarla, uno che, infiltradosi in RAI grazie alla politica, cacciò via dai palinsesti e quindi dall'ascolto di milioni di persone i vari Biagi, Santoro, Luttazzi e costrinse 15 anni fa Montanelli alla fuga dal suo giornale! E' un delinquente che vuole salvare i furbetti, gli evasori e i riciclatori di denaro sporco.
LO DEVE SAPERE TUTTO IL MONDO!

2 commenti:

Mr.Nessuno ha detto...

Danx, io non ho scioperato (e lo sai) e ho addirittura scritto 2 post in 2 giorni (cosa molto rara, quasi impossibile!!!), proprio perché bisognava fare l'esatto opposto dello sciopero...bisognerebbe creare l'associazione dei blogger e organizzare qualcosa del tipo:un giorno al mese (prefissato) gli associati devono far uscire il loro post su questo o quel politico che attraveso un sondaggio (ovviamente in internet) si sceglie di mettere alla berlina (però con un massimo di 2-4 uscite l'anno, altrimenti ogni volta sarebbe la giornata "politico tascabile" o nano arcoriano!!!

Ciao

Danx ha detto...

eheh ho letto e commentato i tuoi post sul tuo nuovo mini blog!
penso anche io che i blogger dovrebbero unirsi e sputtanare all'unisono certi politici!!
alla faccia del DIRITTO ALL'OBLIO e alla RETTIFICA!