13 luglio 2009

Nessun tocchi Papino

Nessuno tocchi Cain...Papino...cioè il nostro amico paparigorosamenteinminuscolo Ratzinger.

Direttamente dal TG3:
"Il Pontefice troverà il fresco delle montagne, un pianoforte nuovo, un ombrellone sotto cui mangiare e leggere, un barbecue e due gatti", dice il vaticanista Roberto Balducci. "Gli strapperanno un sorriso, almeno quanto i proverbiali quattro gatti, forse un po' di più, che hanno ancora il coraggio e la pazienza di ascoltare le sue parole". Una frase forse dall'intento ironico e certamente non offensivo, ma che ha scatenato un putiferio bipartisan.

"E' singolare ed inconsueto che una testata importante come il Tg3 scivoli in questa anacronistica, e volgare, deriva anticlericale", ha dichiarato il vicepresidente della vigilanza Rai, il democratico Giorgio Merlo.

E io che pensavo che anacronistiche fossero le religioni e il Vaticano, uno Stato teocratico dittatoriale in Euro!

Un giornalista valdostano e stato fermato da due gendarmi (in Italia?mah) per aver osato rivolgere una domanda al papa: «Quando il Papa si è avvicinato al gruppo di giornalisti accreditati gli ho chiesto se, dopo il recente G8, ritenesse che ci fosse più speranza per i paesi poveri dell'Africa».
«Dopo qualche istante, sono stato trascinato da due gendarmi in un ufficio poco distante, dove sono stato identificato e mi è stato ritirato l'accredito. Gli agenti mi hanno spiegato che non avrei dovuto rivolgere una domanda direttamente al Papa». «Dopo l'intervento di alcuni responsabili della gendarmeria vaticana - ha proseguito il giornalista - il pass mi è stato restituito e tutto si è risolto con una stretta di mano».

Già, infatti avrebbe dovuto fare una domanda a dio, ovvero il rappresentate in Terra del papa!
"Risolto con una stretta di mano". Dentro la quale c'erano 10 ostie da ingoiare tassativamente tutte insieme! :)

E complimenti ai baciapile che continua ad invadere le redazioni, i posti di comando dell'informazione italiana che ogni giorno ed ogni sera ci assillano sulle frasi e gli spostamenti del papa, senza mai dire, ovviamente, tutti i soldi che lo Stato Italia dà al Vaticano e senza far cenno minimamente agli scandali vaticanensi della storia, inclusa la banca IOR, vuoi forse perchè molti politici hanno lì cospicui conti correnti.

SPEGNETE LA TV!


Fonte: Unità

Nessun commento: