14 luglio 2010

Il declino dell'uomo

Uso di strumenti fine a sè stesso. I mezzi non fanno le rivoluzioni, ma ci consentono solo piccoli atti di ribellione. Molte frasi sono vane e soccombono alla diffusione degli slogan. Le critiche e i fatti negativi vengono riportati senza analizzare le cause millenarie di fondo. La nostra società non va attaccata. I politici sono bambocci e campeggiano sempre nelle prime pagine. Gli industriali burattinai artefici dello sviluppo insostenibile perché quantitativo, della tecnocrazia e del non-senso delle città moderne, invece, diventano dei grandi oppositori.
Se non è un declino questo..


Andate a ritrovare l'umanità, magari leggendo "Il declimo dell'uomo" di Konrad Lorenz o "Descoralizzare la società" di Ivan Illich.

Nessun commento: