26 agosto 2010

Cattofessi

Negli ultimi giorni in Tv, per puro caso s'intende, ho intravisto dei casi umani assurdi che mai mi sarei immaginato di poter vedere e soprattutto sentire, siccome non si vedono i loro fatti considerati scabrosi, ma si sentono solo i racconti e quindi nessuno può sapere se siano veri o inventati di sana pianta per intrattenere uno stanco pubblico estivo.

Primo caso umano: ragazza iper-cattolica (non nel senso che lavora all'Ipercoop di Cattolica, cosa forse ancora più triste) subisce un'incidente stradale, non ricordo se lei era in scooter o in auto, e non si sa per mezzo di quale object trouvé perde la verginità.
La conduttrice, saggiamente, le fa notare che non è la fine del mondo, che c'è gente che muore, che rimane paralizzata o che perde braccia, gambe, etc. La ragazza invece rimane ferma nella sua convizione estremista da vera religiosa, senza mettere mai in dubbio questo valore che, secondo i miei millenari studi, esiste a causa dei maschi che da quando dominano il mondo cercano femmine vergini affinché siano sicuri che il figlio nato dalla loro moglie ("un curioso animale domestico") sia effettivamente il loro
.
La verginità è un disvalore patriarcale, ma il mondo a causa dell'evangelizzazione era ed è pieno di femmine che ci cascano, ma non è colpa loro se fin da neonate son state portate in chiesa.

Secondo e terzo caso umano (si somigliano): un onesto padre di famiglia vuole sfruttare l'opportunità di lavoro che gli consentirebbe di cambiare città e fare passi avanti nella carriera, anche perché la figlia 16enne ha una relazione con chi? Un diseredato? Un marocchino? No, col cugino, e il paese mormora.
Pensate, pure il giudice, non proprio ragazzino, non trova scandalosa la relazione, ma il padre se ne vuole andare, volendoci però far credere che sia tutto dettato solo da necessità lavorative, se-se; una ragazza si innamora di un ragazzo, ma dopo qualche tempo cosa scopre? Che questo ragazzo in realtà..è suo fratello!! Carramba che sorpresa!!
A questo punto ho salutato mio madre e sono andato a cercare impiego presso l'azienda rifiuti per poi andare in giro col camioncino che ritira le tv vecchie per divertirmi a spaccarle di fronte alle vecchiette.


E tra un pò ritorna quell'uomo inutile che prende il nome di .. ehm.. boh, comunque mi avete capito, quello alto e brizzolato che parla con toni rassicuranti su Rai Due, quello che ammicca coi suoi occhioni blu, o blé.

2 commenti:

Inneres Auge ha detto...

Non ho capito niente

Dannox ha detto...

ahah cioè?