13 ottobre 2010

Italia - Serbia

Sono svariati i complimenti riversati alla Polizia italiana per come s'è comportata coi più scalmanati tifosi serbi (tifosi..in realtà sono semplicemente dei nazisti).

Io sinceramente non capisco cosa di buono abbia fatto la Polizia, infatti sono due gli "svarioni" fatti, ovvero il concedere l'ingresso in Italia di questi extracomunitari e poi l'ingresso allo stadio di Genova. Fra le due cose mi chiedo anche perché i tifosi abbiano potuto andare in giro per Genova durante il pomeriggio senza quasi alcun problema.
Il questore dice che s'è scelta una linea morbida.
Io penso che sia stata scelta per fifa, siccome in altre occasioni la Polizia non ci pensa 2 volte a caricare i manifestanti, ma evidentemente quando si tratta di belve naziste ci pensa anche 10 volte.

"
Disastrosa la questura di Genova nella gestione della prevenzione: incidenti nel pomeriggio, poi le Tigri di Arkan che sono entrate a Marassi con coltelli, bombe carta, tronchesine, eccetera. Di tutto è stato fatto passare. Dove erano finiti filtraggi e prefiltraggi? Come è possibile una simile disorganizzazione?"
Fonte: Repubblica

I serbi hanno avuto ciò che volevano: visibilità della loro malattia mentale, probabile squalifica della loro nazionale e di mezzo ci andrà il governo loro ostile.

4 commenti:

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

i complimenti mi sa che arrivano da maroni e da chi cerca di parare il culo a se stesso. se la cantano e se la suonano, insomma.

come al solito

Francesco Zaffuto ha detto...

Forse perchè la polizia di errori ne ha fatto solo uno a posto di due, meno male che l'arbitro ha saputo decidere.

Inneres Auge ha detto...

Noi aquilani armati di bandiere nero-verdi e pericolosissimi striscioni fummo picchiati dai celerini. Però a Roma

Dannox ha detto...

Han fatto bene, sennò cosa dicevano a casa?
"Papà, hai lavorato oggi?"
"No caro, troppo bravi sti manifestanti..non ci sono più i comunisti di una volta!"
Ma ti pare?? Su su fateli lavorare sti buzzurri!