14 ottobre 2010

Ilaria vs Brunaccio

Ieri sera su La7 un'ottima Ilaria D'Amico ha condotto un'altrettanto ottima puntata di Exit sulla questione operaia, sul fatto che gli operai, "grazie" alla modernizzazione voluta da Marchionne e seguita dagli altri industriali, dovranno lavorare di più, guadagnare di meno e avere anche meno diritti (pause più corte, turni a caso, malattia non pagata, robette così).

Questa sera su Rai Uno a Porta a Porta, condotto come sanno anche i muri da Brunaccio Vespa, amicone di Silvio (oltre a fargli firmare il contratto con gli italiani - ma questi non hanno potuto mettere la loro firma.. - e ad annusargli le mani, scrive anche per Mondadori) e quindi anche degli industriali che pagano gli spot, si parlerà invece delle possibili infiltrazioni di delinquenti nel corteo della Fiom di questo sabato e delle recenti aggressioni ed atti intimidatori ricevuti dalla Cisl da pochi scalmanati.

Quando si ritrova la Lega con gente che parla di fucili e lager, non si parla di questi pericoli, quando è il turno delle sacrosante rivendicazioni operaie, ecco gli ingiaccacrovattatimpomatati lanciare foschi presagi che saranno colti da milioni e milioni di casalinghe cattotalebane e da altrettanti milioni di "moderati" che nascondono dentro se uno sfrenato odio fascista che avranno così un motivo in più per asserire che gli operai non possono pretendere e devono calmarsi per il bene del Paese.

Tanti industriali contro la classe lavoratrice? Chissenefrega!
Pochi delinquenti, tra l'altro non tutti operai e se operai quattro gatti, contro la Cisl (per nulla nemica del Governo)? Soffiamoci sopra!

1 commento:

Inneres Auge ha detto...

Questa sera ci faremo quattro risate su Rai2