24 novembre 2010

Studenti, seguite il consiglio di Cantona

Se Eric Cantona ha proposto ai lavoratori francesi di ritirare i soldi dalle banche, cioè di levarsi dallo strozzinaggio legalizzato e dal sistema che manda in rovina milioni di persone e continenti interi a causa di investimenti farlocchi a Wall Street (per poi aprire un conto presso la Banca Etica o magari fondare delle cooperative come la banca svedese Jak?), io propongo agli studenti italiani e di tutte le nazioni che, colpite dalla crisi economica mondiale, sono costrette a tagliare il welfare (anche se poi, in Italia, di soldi per la Chiesa e per le scuole private se ne trovano sempre in una quantità ingiustificabile), di non recarsi più a scuola, di non iscriversi più finchè le condizioni non cambiano a loro favore.
Uno, due, tre anni, che cambia, avete tutta la vita davanti, nel frattempo potete lavorare e mandare avanti l'agricoltura ad esempio.

Loro parlano di "diritto all'istruzione, formazione, cultura", bene, e io gli dico prendetevi questo diritto dalle vostre tasche, comprate e aprite i libri scelti da voi, studiando e poi mettendo in pratica ciò che avete studiato, imparate ad essere autonomi, senza dovervi sentir dire cosa studiare, come studiare, cosa fare, per quanto tempo, in quali giorni sì e in quali no. Non ci si può affidare allo Stato, ai professori, agli enti pubblici o alle aziende private per queste cose, ognuno di noi deve scegliersi un campo e creare dei gruppi fra simili, attraverso i quali scambiarsi informazioni, nozioni, tecniche, scoperte e via dicendo.

Così come Cantona dice che è inutile scendere in strada a fare casino e prendersi le manganellate (d'altronde ad Eric piaceva darle, mica prenderle!) mentre si è incazzati coi politici che in realtà sono dei perfetti nessuno, io dico che scendere in piazza e tirare uova o bruciare auto non è solo inutile ma controproducente, perchè a quale persona perbene salterà mai in mente di voler parlare e dare ragione a chi si comporta così?
Le azioni violente sono visibili, mentre le azioni malvagie (sottrarre soldi al popolo e darli ai privati, già ricchi di loro) accadono senza dare nell'occhio perchè si tratta solo di numerini.

Allo stesso tempo rendiamoci conto che in questo periodo il welfare non può nè crescere nè rimanere stabile e che più persone ottengono una laurea, meno saranno i fortunati che otterranno un bel posto di lavoro da super-manager ad esempio.
Ai ricercatori invece dico, la ricerca è stupenda, fantastica, ci apre nuovi mondi, come questo di Internet ad esempio, ma la scienza non è anche quella che con lo stesso Internet ci isola, che ha progettato bombe e automobili con le quali ci ammazziamo da pochi decenni a questa parte?

Nessun commento: