25 novembre 2010

Bel commento sulla munnezza a Napoli

Sul Corriere.it leggo di come a Napoli certi vicoli sia lindi perchè i boss (o comunque gente che sa come farsi rispettare, cioè con la paura, con la violenza) ovviamente non vogliano la munnezza sotto casa loro e come questa stia però sotto la casa della gente onesta o degli stranieri perchè "tanto non sono cristiani".

Saviano su RaiTre s'è scagliato contro il Nord che invia rifiuti tossici in Campania.
Vero, ma è anche vero che le aziende del Sud fanno la stessa cosa, perchè questa dimenticanza? Ed è anche vero che chi offre questo "sistema di smaltimento" sia del Sud e che nessuno (o ben pochi) a Napoli e dintorni si ribelli contro questi mafiosi. Così com'è anche vero che questa emergenza non centra coi rifiuti sotterrati nelle campagne.

Mi è piaciuto questo commento trovato sotto l'articolo:

"Interessante l'articolo, che fa un pò di luce sulle condizioni attuali di Napoli e dintorni. Però non capisco, si dice che ci sono 10.000 ton. di monnezza per le strade, e che nelle discariche campane c'è spazio per un 1 milione e 100k ton. è vero o no? Se è vero, ma cosa si aspetta a portarle in discarica?
Il Corriere faccia un inchiesta seria sul problema, se è vero che lo spazio ci sarebbe, e nel caso chi tra le autorità locali sta impedendo che venga portata via dalle strade.
Altra cosa, ai lettori di Napoli che dicono che la colpa è dei rifuti del nord interrati in Campania, a parte che è una cosa fatta dalla Camorra, con il silenzio delle popolazioni locali (che protestano solo quando a fare qualcosa è il governo), ma i rifiuti che ora sono per le strade, sono tutti rifiuti prodotti a Napoli, quindi perchè puntare il dito altrove invece di risolvere il problema attuale?
Stavolta i problemi non ve li risolve nessun altro, anche perchè i rifiuti nel resto del paese sono una questione locale, quindi perchè non rimboccarsi le maniche invece di protestare, cosa che non vi porta a nulla e lascia i rifiuti dove sono? E ve lo dice un Romano, assolutamente non leghista."

Anche questo non è male, perchè mostra come per mafia si possa intendere tante cose, come le caste:

"Anche sotto casa mia non c'è mai stata la munnezza, sia due anni fa (quando esplose per la prima volta il dramma) sia oggi. Vedevo munnezza in tutti i quartieri della città ma da me -chiaia-, a Posillipo, parte del Vomero niente.
Oggi leggendo l'articolo devo credere che ero circondato da camorristi e non lo sapevo... Oggi sempre dopo l'articolo devo pensare che quello che mi avevano detto riservatamente gli addetti della azienda di raccolta non fosse vero. Mi dicevano che in quei quartieri la munnezza viene raccolta perchè c'è gente importante politici magistrati notai ricchi impenditori...forse sono tutti camorristi!!!!!!"

Nessun commento: