27 dicembre 2010

Pensieri osceni

Quando ci penso mi sconvolgo. Quando penso a cosa?

Ai più famosi personaggi cattolici che si dicono contro l'aborto, per la famiglia e per la vita, quando invece sono i primi a voler bombardare, a condannare i malati ad una non-vita da vegetali, ad andare con le escort e a separarsi, a far abortire le loro fidanzate, mogli, amichette nascoste, a stuprare minorenni, etc.

E' come se usassero quella grande invensione umana che è la religione, per coprire le loro nefandezze che pur venendo a galla, non deturpano le loro carriere perchè loro, avendo potere, mezzi e soldi, possono far credere alla maggioranza della gente comune che la loro immagine è tale e quale alla realtà dei fatti, mentre invece è l'opposto.

5 commenti:

Inneres Auge ha detto...

Come oi politici che predicano sobrietà e poi vanno a mignotte con l'auto blu

Longobarda ControVento ha detto...

le religioni in politica diventano voti, basta vedere cosa fece Mussolini, l'uomo meno cattolico del creato, per unire ancora di più il popolo italiano sotto la bandiera del fascismo. Il resto non è una sorpresa: il denaro segue il suo corso naturale e le guerre sono l'investimento più vecchio del mondo..
Mi pare che Bertrand Russell dicesse più o meno così: "I moralisti sono persone che rinunciano ad ogni piacere eccetto quello di immischiarsi nei piaceri altrui", altro motivo per cui cattolici o sedicenti tali devono intromettersi sempre nelle scelte di vita personale di qualsiasi persona la viva diversamente da loro.

Dannox ha detto...

Grazie del bellissimo commento.

Inneres Auge ha detto...

Il commento di Longobarda mi fa sentire piccolo piccolo

Dannox ha detto...

ahah no no non dire cosi!!