15 agosto 2012

Un po' di morti in autostrada


Le autostrada sono il simbolo della nostra frenesia e cercano di simulare il teletrasporto che tanto desideriamo per recarci al punto B un secondo dopo essere partiti dal punto A. Di quel che c'è nel mezzo non importa, del viaggio non importa, conta solo la meta, e ciò ricorda tanto la vita da consumista: che importa di che lavoro faccio 5/6 giorni su 7 se poi il sesto e il settimo posso consumare e svaccarmi?
Il senso della vita è lo svaccamento. Un bel termine scientifico, non trovate?

Per cui ecco che le autostrade devono avere sempre più corsie, meglio se sempre dritte, anche perchè quasi tutti vogliono andare al massimo per il motivo di cui sopra.
Ma se una cosa è fatta solo per le auto, non sarà molto vivibile, infatti quando batte il sole in questi nonluoghi, il calore si moltiplica per la mancanza di piante, di ombra, per la presenza di lamiere roventi e asfalto bollente, per i gas di scarico e i pneumatici cotti. Ma non importa se fa schifo, bisogna usare le autostrade per andare in quel paradiso chiamato "luogo di villeggiatura" dove mostrare le proprie panze!

In vita mia ho visto due incidenti LIVE in autostrada: un'auto ribaltata proprio nel momento del mio passaggio (per fortuna nella carreggiata opposta) e un tamponamento avvenuto anche qui mentre passavo.
Mi hanno sconvolto abbastanza, perchè accadono all'improvviso: il flusso del traffico sembra regolare, ma basta un nanosecondo di distrazione nostro o di chi ci precede et voilà, la frittata è fatta!

Da gennaio a fine luglio si son registrati più di 20 morti al mese lungo le nostre autostrade e recentemente sono avvenuti questi incidenti mortali:

"L'ispettore Crisafulli muore investito per prestare soccorso"

"A Bolzano 80enne in contromano in autostrada per 10km"

"Nel tratto di Fiorenzuola, schianto tremendo, muoiono padre e figlia piccola"

"A1, muore a 43 anni sotto un camion"

"Parma, A1. Tre morti e otto feriti per la caduta di una vettura dal cavalcavia"

"Bologna, A22. Muore tra due auto e un tir"

"Capua, A1. Un morto e tre feriti"

"Bari, A14. 83enne per 20km in contromano"

"Perde il controllo e va contro il guard-rail. Un morto e un ferito a Caserta"

Così, giusto per fare capire che TRAFFIC KILLS, anche se il PIL cresce con esso..
Ragazzi, ma statevene distesi sotto un albero, chi ve lo fa fare di muovervi in continuazione!


Nessun commento: