19 novembre 2012

Il sogno irrealizzabile di Tabacci

Bruno Tabacci ormai è noto come un vero comunista duro e puro, per cui non darà tregua agli evasori fiscali e a tutti quelli che vivono nell'illegalità in generale.

Leggiamo una sua dichiarazione d'intenti:

"La patrimoniale o comunque un intervento straordinario si possono fare quando si e' definita bene la fotografia del Paese. Se io vado a fare una patrimoniale, in un Paese che ha il 30% di ricchezza sommersa, questa foto viene fuori in maniera sfocata.
Dobbiamo far riemergere tutta la ricchezza. All'economia irregolare andrebbe teoricamente poi aggiunta l'economia malavitosa. Il numero che viene fuori sale al 28-30%. Si tratta di numeri enormi, vuol dire che ogni quattro anni, l'intero Pil dell'Italia finisce nell'area grigia del sommerso, ricchezza che, non dimentichiamolo, esiste ma viene inguattata, sottratta al fisco"


Ma in quanto tempo si riuscerebbero a scovare tutti questi furbetti (che poi anche lo Stato è furbetto, in quanto chiede i soldi ma non ci dice come li spende e di sicuro non ci chiede come vorremmo che fossero spesi).

Nessun commento: