29 aprile 2013

A destra coi fucili, alla faccia di Grillo

Tanto per cambiare, ogni volta che qualche pazzo criminale, o forse più criminale che pazzo, commette qualche atto violento verso dei politici, ecco che la colpa non è sua ma sempre di un'opposizione, di una minoranza (o ex minoranza).

Se non erro già nel dicembre 2009 quando Berlusconi venne colpito in faccia da una statuetta era colpa dei toni accesi di Grillo. Anche stavolta ovviamente.

Certo, come se loro non urlasse mai, non inveissero mai contro chi la pensa in maniera diversa da loro o semplicemente contro chi è diverso da loro (e per fortuna oserei dire).

Beh, alla faccia di Grillo, leggete cosa dice questo politico di Fratelli d'Italia!

Sempre di questi giorni è l'altra uscita di un leghista.

Sì, avete capito bene, incredibilmente (?) a destra sono molto più aggressivi che a sinistra, che poi Grillo non è di sinistra e al momento non mi risultano frasi violenti dei sinistri!

Nessun commento: